Questo sito contribuisce alla audience di

HOME PAGE

Il primo BLOG sulla Formula 1. Gratis per te: F1 news,
foto, video, piloti, team, classifiche, calendario e F1 Live.

Gp Brasile F1: obiettivi diversi per i piloti Ferrari

Kimi Raikkonen

Kimi Raikkonen

Kimi Raikkonen spera nella pioggia per fare bella figura, Giancarlo Fisichella spera nella pioggia per non fare l’ennesima brutta figura. Le parole dei piloti Ferrari, alla vigilia del Gp del Brasile, penultimo appuntamento della stagione 2009 di Formula 1.

KIMI RAIKKONEN
“Dovrebbe essere una gara sul bagnato e di solito le Ferrari sono sempre andate bene qui, il che è positivo. Ma non siamo ancora al livello dei più veloci – una cosa che non è cambiata di certo nelle ultime cinque gare – ma se tutto andrà per il meglio su questo circuito ci riporteremo davanti ai primi in classifica, dovrebbe andare meglio rispetto agli ultimi Gran Premi. Come sempre, dobbiamo attendere l’esito delle prove libere del venerdì per avere un’idea di cosa potrebbe accadere”.

Tecnicamente, Kimi è disoccupato per la prossima stagione, dopo la notizia che Fernando Alonso farà parte della squadra dal 2010. La cosa però non sembra turbarlo. “Di certo posso continuare a correre in Formula 1 se lo desidero, ma non ho alcun interesse a firmare un contratto stupido, quindi aspetterò e vedrò quale sarà la miglior opzione. Se resterò in Formula 1, sarà con una squadra che ha il potenziale per vincere la prossima stagione e non ci sono molte squadre che possono assicurarlo. O perlomeno, molte squadre potrebbero farlo, ma devi essere sicuro di crederci! Di certo i team esordienti non saranno competitivi per il prossimo campionato. Prenderò la mia decisione quando me lo sentirò”.

Fin dall’incidente di Felipe Massa a Budapest, Kimi ha avuto due compagni di squadra, ma non ne ha risentito in termini di prestazioni. “Cambia sempre qualcosa quando ci sono nuovi compagni di squadra, ma faccio il mio lavoro nello stesso modo e da questo punto di vista, il mio lavoro non è affatto cambiato. Tutti e due i miei compagni di squadra sono persone simpatiche con cui lavorare”. L’obiettivo della Scuderia Ferrari è di mantenere il terzo posto nel Campionato Costruttori, qualcosa che Kimi spera di poter raggiungere. “I nostri rivali più agguerriti possono andare meglio di noi, ma siamo stati in grado di fare più punti di loro in alcune gare. Non so cosa aspettarmi, vediamo cosa succederà domenica”.

Quando Kimi ha vinto ad Interlagos, non solo è salito sul gradino più alto del podio, ma è anche riuscito a vincere il titolo Piloti, quindi il Brasile ha un posto speciale nei suoi ricordi. “Certamente era qualcosa che avevo sempre sognato di ottenere, quindi per quel che riguarda la Formula 1, questa gara fa parte dei miei ricordi più belli, forse uno dei migliori della mia vita” ha affermato in un inusuale ritorno al passato. “E’ bello venire qui perchè mi ricorda cosa sono riuscito a fare nel passato”.

Giancarlo Fisichella

Giancarlo Fisichella

GIANCARLO FISICHELLA
“Questo è uno dei miei circuiti preferiti, dove ho tanti bei ricordi, specialmente nel 2003 quando ho vinto qui una gara molto difficile sul bagnato. Quindi non vedo l’ora che questo fine settimana cominci, soprattutto considerando quanto suggerisce il meteo, che prevede pioggia venerdì e sabato e parzialmente anche domenica. A parte la mia vittoria, sono sempre andato bene qui, sono salito due volte sul podio. Il tracciato è molto bello e infatti si corre in senso anti orario, il che significa che sarà molto stressante per i muscoli del collo. L’ultima curva di ciascun giro sarà molto importante, bisogna mantenere una buona velocità media fino all’ultimo rettilineo. Le curve 6 e 7 sono curve veloci e molto difficili e ci sono anche un paio di tornanti dove è fondamentale una buona trazione. Il KERS può rappresentare un vantaggio nelle ultime curve fino al rettilineo principale e ci sono altri due punti dove ci potrebbe regalare un alcuni decimi di vantaggio. Ma non dimentichiamo che ci sono anche aspetti negativi, come il peso ulteriore del KERS che ha il suo effetto sul bilanciamento della vettura, quindi sarà difficile trovare il giusto assetto. Ma potrà essere utile alla partenza e in fase di sorpasso”.

Con tre gare al volante della Ferrari, Giancarlo si sente più a suo agio con la F60. “Ora non ho problemi a controllare tutti i comandi dell’abitacolo e la sola difficoltà resta il punto di frenata, visto che questa vettura è molto diversa da quella che avevo prima. Devo pensarci su un po’ più a lungo, il che mi fa perdere un po’ la concentrazione. Il mio sforzo principale riguarda le qualifiche visto che, nell’ultima gara, nella seconda parte in particolare, ero veloce tanto quanto Kimi, il che è positivo, ma devo cercare assolutamente di qualificarmi il più avanti possibile sulla griglia, in modo da poter andare a punti”.

Questa sarà la penultima gara del romano per la Scuderia, prima di prendere il posto di riserva e di collaudatore. “Guidare una Ferrari è sempre un sogno e sono davvero felice di essere un pilota Ferrari, anche se mancano solo due gare adesso. Mi trovo molto bene con la squadra, perchè c’è una meravigliosa atmosfera qui, perciò spero che questa domenica sarà positiva sia per me che per tutta la squadra”.

Scritto da: Damon

{lang: 'it'}
Etichette (Tags): , , , , , ,

1 Commento

  1. e io spero che finisca questo campionato