Questo sito contribuisce alla audience di

HOME PAGE

Il primo BLOG sulla Formula 1. Gratis per te: F1 news,
foto, video, piloti, team, classifiche, calendario e F1 Live.

Massa, Alonso, la stretta di mano e quel sorriso a “denti stretti”

Alonso e Massa

Alonso e Massa

La Ferrari, in una nota ufficiale sul proprio sito internet, parla di “Un incontro inaspettato”. E lo fa facendo riferimento allo scambio di saluti che c’è stato oggi tra Fernando Alonso e Felipe Massa, incontratisi nei paddock del circuito di Interlagos.

Durante la pausa delle prove libere del Gran Premio del Brasile i due futuri piloti di Maranello si sono intrattenuti brevemente per uno scambio di saluti. A Massa gli auguri di Alonso per una pronta guarigione, ad Alonso quelli di Massa per il futuro agonistico.

“Nulla sembra cambiato – tiene a precisare la Ferrari – nel rapporto di stima reciproca tra i due piloti ed il casuale incontro convince in merito all’infondatezza di eventuali malumori”.

Eppure se la Scuderia di Maranello si è trovata a dover intervenire per ben due volte in due giorni a ribadire che i rapporti tra Alonso e Massa sono buoni, che non ci sono malumori, che la stima è reciproca, ci viene da pensare che invece le cose non stanno propriamente così.

Abbiamo poi notato due atteggiamenti completamente opposti da parte dei due protagonisti: da un lato un Alonso sicuro di sè, superiore alle parole di Massa sul crash-gate di Singapore 2008, accomodante con il futuro compagno; dall’altro un atteggiamento invece un po’ arrogante da parte del brasiliano che, ai microfoni dei suoi “amici” brasiliani non ha esitato a lanciare chiari messaggi al nuovo arrivato.

Se da una lato dunque, Fernando Alonso si sente molto sicuro di poter dimostrare il suo valore in pista e di puntare diritto alla conquista del terzo titolo mondiale, dall’altra avvertiamo una certa insicurezza in Felipe Massa che, al sesto anno in Ferrari sarà costretto a rivivere quasi certamente la condizione di seconda guida. E allora, senza avere la sfera di cristallo, il brasiliano potrebbe a nostro avviso accusare il colpo, potrebbe dare la “colpa” alla sua condizione fisica non ottimale e vedremo poi cos’altro per giustificare il divario prestazionale rispetto al compagno di squadra.

Noi la vediamo così, noi abbiamo letto in questo modo le parole  di Massa di questi giorni. Può darsi ci sbagliamo ma anche il continuo ripetere: “Sono tornato, sono quello di prima”, a nostro avviso lascia trasparire una debolezza psicologica del brasiliano che rivive già l’incubo degli anni passati all’ombra di un certo Michael Schumacher.

Scritto da: Damon

{lang: 'it'}
Etichette (Tags): , , , , , ,

7 Commenti

  1. Concordo totalmente con le analisi di Damon.
    Felipe, da sei anni cerca di dimostrare di essere un campione e non una seconda guida e purtroppo in sei anni ha solo sfiorato, per tanti motivi analizzati fino alla noia su questo sito, il sospirato traguardo.
    La venuta di Alonso mette certamente in allarme il brasiliano perchè Fernando ha già vinto due volte il mondiale, è un uomo squadra come Schumacher e come il tedesco è un ottimo preparatore ed è in grado di dare consigli giusti al team di progettazione e non dimentichiamo che guida bene come pochi e possiede grinta e tenacia da vendere.
    Logico il malumore di Felipe e logiche anche le sue preoccupazioni, ma questo è un mondo che, piaccia o no, è competitivo e crudele: passi dalle stelle alle stalle, o viceversa, in pochissimo tempo; quindi si tirino fuori gli attributi e si dimostri in pista di che pasta si è fatti senza scuse e piagnucolii, se si vuole essere campioni, altrimenti si è sempre una seconda scelta.
    Giuseppe

  2. E meno male che Massa ha messo pepe a questo fine settimana, altrimenti di che ca…z..volo parlava Damon e noi altri. Siamo bassi bassi amici miei non ci sono argomenti veri da appassionati di motori. Che tristezz stà F1.

  3. Quelle dichiarazioni le ha fatta masaa, mica damon o noi altri…quindi al limite di basso livello è il pilotino…

  4. C’è anche un altro aspetto decisamente serio nel comunicato della Ferrari e cioè il fatto che le dichiarazioni di Massa sulla responsabilità di Alonso siano state ritoccate. A mio avviso è un modo per non incorrere nelle ire della Federazione, visto che significava mettere in dubbio la sentenza del Consiglio Mondiale che aveva affermato che “Alonso non è coinvolto”. Spero non sia considerato spam, vi posto un link: http://www.grandchelem.it/?p=2053

  5. Anche perchè Massa dicendo : “Alonso sapeva tutto”, sarebbe dovuto essere immediatamente chiamato dalla Federazione a testimoniare. Massa quindi avrebbe fatto una figuraccia, visto che lui non sa / ne può provare nulla…

    Sinceramente devo dire però che non ha tutti i torti visto dalla sua parte la cosa…ma fare affermazioni del genere non servono a nulla..a meno di non avere prove.

  6. Enzo Ferrari lo avrebbe definito “tormentato e tormentoso”, il classico granello di sabbia in grado di distruggere un ingranaggio ben oliato, come ha dimostrato di essere in questi ultmi due anni ……. chi ha orecchie per intere……….

  7. Lampa caro, hai letto bene ciò che ho scritto nel post, perchè ho l’impressione che tu non abbia colto il senso.