Questo sito contribuisce alla audience di

HOME PAGE

Il primo BLOG sulla Formula 1. Gratis per te: F1 news,
foto, video, piloti, team, classifiche, calendario e F1 Live.

Todt alla FIA, un bene o un male per la Ferrari?

Luca di Montezemolo

Luca di Montezemolo

L’elezione di Jean Todt alla Presidenza della FIA ha suscitato numerose reazioni in rete. Sul sito della Ferrari e in particolare anche sul forum di ‘ferrari.com’ ci sono stati diversi commenti e qualcuno si è chiesto se l’elezione dell’ex-amministratore delegato sia un male o un bene per la Scuderia di Maranello, anche alla luce di alcuni rumour riguardo ad un possibile addio non propriamente idilliaco fra Todt e la Ferrari.

Sulla questione è voluto intervenire in prima persona il Presidente Luca di Montezemolo in modo da spazzare via ogni dubbio: “Sono molto felice che Todt, una persona che ha fatto lavorato molto bene nei suoi sedici anni a Maranello e a cui sono particolarmente affezionato, sia stato eletto in un ruolo così importante e cruciale per il futuro della Formula 1″.

“La Ferrari – ha aggiuntio Montezemolo – ha sempre voluto mantenere una posizione di neutralità in una competizione elettorale che non la vedeva in alcun modo coinvolta in prima persona e non ha mai voluto replicare a tante illazioni totalmente prive di fondamento. Ora ci auguriamo che la Federazione sappia rinnovarsi e dare il suo contributo per portare la Formula Uno verso una nuova era, mantenendo comunque inalterati quegli aspetti che l’hanno resa così popolare in tutto il mondo. Sono certo che Todt, con le sue capacità e la sua dedizione, saprà come raggiungere questo obiettivo”.

{lang: 'it'}
Etichette (Tags): , , , , ,

3 Commenti

  1. Le parole di Luca Luca sono ovviamente parole di circostanza. La mia idea è che la Formula 1 non ha bisogno di nuovi veleni e d’ora in poi qualunque decisione della FIA, anche la più innocente, sarà interpretata tenendo conto del passato di Todt e ci saranno sempre sospetti.

  2. In effetti è sempre un uomo che ha lavorato in Ferrari, e il sospetto che possa favorire la scuderia di Maranello sarà sempre presente . Io avrei preferito Vatanen solo per il fatto che poteva dare un senso di maggiore imparzialità in F1 e soprattutto non era sostenuto da Mosley, il che non è poco. Se infatti Todt è ben visto da Max (e da Ecclestone), significa che le loro idee poi non sono così lontane.

  3. Comunque finché ci sarà un singolo uomo a detenere i diritti commerciali sulla F1, non si andrà mai lontano…