Questo sito contribuisce alla audience di

HOME PAGE

Il primo BLOG sulla Formula 1. Gratis per te: F1 news,
foto, video, piloti, team, classifiche, calendario e F1 Live.

Toyota lascia la Formula 1!

Toyota F1 Team

La Toyota ha annunciato di lasciare la Formula 1, con effetto immediato. La decisione è legata alla necessità di contenere i costi di fronte a un crisi mondiale ancora presente.

“Le risorse a disposizione sono insufficienti per assicurare un team competitivo”, ha detto il numero uno della Toyota, Akio Toyoda, annunciando in conferenza stampa il ritiro della compagnia giapponese dalla F1 a conclusione del campionato 2009.

{lang: 'it'}
Etichette (Tags): , ,

8 Commenti

  1. Beh, dopo aver investito soldi a palate, assunto reggimenti di ingegneri e tecnici, hanno dimostrato di non avere ne l’organizzazione ne la mentalità per vincere…e i risultati parlano chiaro. Come la Honda sono stati prese a sberle e surclassati da team con strutture e budget di ordini di grandezza molto minori. Non hanno mai capito che per vincere non servono solo i soldi, ma raggiunto un budget adeguato è importante raggruppare tecnici capaci e avere un pilota di riferimento, possibilmente un campione. Nello stesso errore attualmente è capitata la Honda in motoGP. La Toyota è anche famosa per la rincorsa alla 24h di Le Mans…budget stratosferico ma nessun risultato, solo occasioni sfumate.
    In ogni caso personalmente non ne sentirò la mancanza, mi dispiace solo per Trulli .

  2. spazio a sauber!

  3. mi chiedo come fanno Mclaren e Ferrari e non sentire la crisi, euppure hanno budget inferiori alla Toyota e Honda..

  4. @Jones: Come non lo sai? Ferrari vende auto ed è il suo introito maggiore, oltre le varie sponsorizzazioni, esclusive, ect. Inoltre in base ai piazzamenti prendono dei soldoni in F1 tutti gli anni.. ecco perchè volevano arrivare Terzi invece che quarti…

    Vi dico (PARE) che la RENAULT sta per lasciare…….. e Kubica sembra stia in trattativa con Mclaren…..e tutto da subito. Oggi riuniuone per deciedere se uscire immediatamente, fornire motori solo, o provare a continuare 1 anno.

  5. x Jones

    guarda che la Ferrari nel 2008 ha avuto il record di incassi dalle vendite auto e pure la mclaren penso che non sia messa male a riguardo.
    Tutto stà nel fatto che mclaren e Ferrari soprattutto costruiscono auto ad elevate prestazioni e costi , principalmente per i “pochi” che se le possono permettere.Quei “pochi” si tratta di ricchi imprenditori aziendali di qualsiasi categoria, ereditieri vari che quelle auto se le possono permettere, xcui la crisi cè cmq anche x loro ma in modo piùlieve rispetto alla gente comune.Fatto stà che queste personaggi questo tipo di auto se le possono permettere comunque e il record di vendite 2008 ferrari stà a dimostrarlo.
    Di contro invece il mercato di Renault, Toyota e BMW è incentrato più sullo stradale e sulle famigliari e quindi sulla gente di ceto medio che con la crisi invece hanno difficoltà a far tornare i conti e prima di acquistare un auto di queste ci pensa sù 10 volte prima di acquistarla.

  6. bando alle chiacchiere, la crisi è nera solo per gli operai, i ricchi, ricchi erano prima della crisi, e ricchi sono adesso quindi la ferrari con il mercato che tratta è messa bene come la mclaren

  7. @dylan: ti dirò di più, per i ricchi (i veri ricchi, quelli che ne hanno davvero a palate) i momenti di crisi come questi sono manna dal cielo perchè sono l’occasione per incrementare i propri capitali. Perchè chi non ha soldi svende per tirare a campare, mentre loro possono permettersi di acquistare, e in futuro, quando arriva la ripresa, guadagnarci enormenete diventando ancora più ricchi… parlo in tutti i cambi, beni immobili, attività economiche, borsa di titoli e, soprattutto di materie prime che hanno avuto sbalzi pazzeschi, soprattutto certi metalli.

  8. X anonimo veneziano beh che vuoi farci purtroppo questa è la vita il povero sempre piu povero e il ricco sempre piu ricco pero ricordati che i ricchi vivono fino a quando esistono i poveri sennza poveri non mangerebero