Questo sito contribuisce alla audience di

HOME PAGE

Il primo BLOG sulla Formula 1. Gratis per te: F1 news,
foto, video, piloti, team, classifiche, calendario e F1 Live.

F1 2010, le novità aerodinamiche (foto)

McLaren-Mercedes

McLaren-Mercedes

Non tutti i team hanno ancora presentato la monoposto con la quale parteciperanno al campionato mondiale 2010 di F1, però, le vetture che hanno mosso i primi passi in pista la scorsa settimana a Valencia, presentavano già una serie di novità aerodinamiche degne di nota.

Vediamo le più evidenti, per i tre team che lotteranno molto probabilmente per il titolo mondiale costruttori.

MERCEDES GP
La ex Brawn GP non ha stupito tutti come lo scorso anno alla prima uscita quando realizzo tempi da primato ma si è comunque presentata con una veste aerodinamica degna di nota. La novità più evidente è rappresentata da due aperture ai lati della presa d’aria del motore che convogliano aria all’interno della vettura. L’utilità di queste aperture, che ha reso necessario anche un progetto inedito anche della zona del roll-bar, ancora non è ben chiara.
Mercedes MGP W01

MCLAREN-MERCEDES
La McLaren si è presentata con una veste aerodinamica molto ben curata nei dettagli. In particolare spicca la cura con la quale siano stati carenati gli scariche del V8 Mercedes, la presa d’aria supplementare all’interno dell’air-scope, la pinna che collega il cofano motore e l’ala posteriore e naturalmente il doppio (o triplo?) fondo nella zona dell’estrattore posteriore.
Oltre a questo il notro Francois Xavier ha notato un coltello, simile nelle forme a quello che si trova sotto al pilota ma posto a metà delle ‘zanne’ ovvero dei supporti che tengono l’ala, la cui funzione potrebbe essere quella di forzare un flusso d’aria nella zona compresa tra le ruote anteriori in modo da accelerare il flusso secondo il principi di Venturi. Ciò dovrebbe favorire l’efficienza dell’alettone anteriore e ridurre la resistenza aerodinamica.
mclaren

McLaren, il coltello all'anteriore (© Francois Xavier)

McLaren, il coltello all'anteriore (© Francois Xavier)

FERRARI
La Ferrari è stata la più veloce nei primi tre giorni di test a Valencia ma, a differenza di Mercedes e McLaren, è anche la vettura forse più conservativa nelle scente aerodinamiche; almeno in quelle evidenti a occhio nudo. Se si esclude infatti l’estrattore posteriore sul quale si è lavorato molto durante l’inverno, la F10 non presenta grosse novità. Il telaio ha quelle famose gobbe nella parte superiore (stile Red Bull 2009) ma per esempio l’ala anteriore è identica a quella dello scorso anno. Ricordando che lo sviluppo della vettura 2009 si è interrotto prima dell’estate, forse ci si aspettava qualche novità più importante. I tempi però, fino a oggi, danno ragione al progetto.
ferrari-f10_04

{lang: 'it'}
Etichette (Tags): , , , ,

19 Commenti

  1. Mah, chissà… pure io quando ho confrontato la Ferrari con le altre mi sono accorto che la rossa ha proprio poche novità rispetto all’anno scorso. Ma chissà… magari la macchina più semplice vince. Oppure le novità stanno nascoste ;-)

  2. Per quello che riguarda la Ferrari la penso allo stesso modo.
    Hanno dedicato gran parte dell’anno passato allo sviluppo di questa macchina e mi aspettavo chissà quale novità tecnica, invece nell’aspetto è piuttosto ’semplice’.
    Comunque fin’ora pare vada bene, quindi…

  3. Le auto in configurazione definitiva si vedranno alla prima gara, perchè nessuno vuol dare vantaggi agli altri e credo che in australia queste auto cambieranno abbastanza.

  4. Chi si era accorto della trovata di Ross Brawn dell’anno scorso?
    Credo che giudicare una vettura da Qualche foto o video mi sembra un pò azzardato.

    Che vantaggi potrà dare invece il motore inclinato di 3,5 gradi?

  5. pienamente d’accordo con maurizio……

  6. consideriamo sempre che strane trovate aerodinamiche non sempre coincidono con una efficienza maggiore. ricordate il muso di tricheco della williams qualche anno fa? praticamente un fiasco…

  7. Quello che conta alla fine sono i tempi sul giro e a Valencia la Ferrari ha dominato nettamente gli avversari.
    Comunque di rivoluzionario Mercedes e Mclaren hanno ben poco hanno estremizzato concetti gia’ visti sulle macchine di Newey. E’ la dimostrazione che i computer e le gallerie del vento piu’ sofisticate possono aiutare ma non sostituiranno mai la splendida genialita’ umana.

  8. Mclaren e Mercedes sono delle belle auto ma non mi sembra che abbiano soluzioni rivoluzionarie bensi’ estremizzano concetti gia’ visti in passato , vedi la pinna sul cofano e il muso scavato nella zona centrale introdotti dal genio Newey.
    La Ferrari con una macchina apparentemente piu’ convenzionale e’ andata nettamente piu’ forte , a dimostrazione che copiare le idee degli altri per vincere non basta alla fine vince sempre o quasi il genio umano.

  9. Beh dagli almeno una chance sul circuito in gara, le scelte aerodinamiche a volte sono errate ma altre servono molto, soprattutto in pista dove l’auto è sottoposta allo sforzo di 300 km di pista ad alta velocità, alte temperature, surriscaldamento del motore, o anche solo distrurbo aerodinamico dovuto ad altre vetture… le prove contano poco, è un pò allenarsi a giocare a calcio senza portiere.

  10. ben detto..
    piuttosto che scopiazzare qualche innovazione qua e là occorre considerare se essa sia contestualizzata e sopratutto interagisca armoniosamente con tutto il mezzo…
    alcune soluzioni possono entrare in conflitto con le altre pertanto, con i pochi test a disposizione, è importante azzeccare il progetto.. modifiche radicali non sono più alla portata.
    mi sbaglierò ma ho come l’impressione che alla Ferrari abbiano fatto una lavoro certosino su ogni aspetto… il risultato finale sarà poco appariscente nelle singole innovazioni ma l’impressione generale è che sia stabile (la Ferrari a Valencia sembrava corrrere sui binari) e affidabile..
    speriamo che il progetto Ferrari sia un buon compromesso per tutte le piste.. il campionato è lungo..
    e una buona base su cui sviluppare il progetto è d’obbligo… Ross Brawn non starà mica a guardare!..

  11. I giochi sono ormai fatti credo che da ora in poi si potrà al massimo affinare ,capire come e quanto regolare.
    Se si è sbagliato non c’è piu tempo e non conviene farne un nuova (vedi Ferrari 2009).

    Secondo voi il motore inclinato servirà per migliorare la distribuzione dei pesi o per avere maggiore spazio per flussi aerodinamici?

    buon blog a tutti

  12. Bella domanda…
    purtroppo la risposta è difficile da formulare in una F1 che ci fa vedere soltanto la “punta” di tutto l’iceberg tecnologico…
    tramite foto, video deduciamo, pensiamo, arriviamo a delle conclusioni (giuste o sbagliate) .. per non sbagliare la cosa migliore sarebbe poter mettere mano a tutto il progetto ma sarebbe quanto meno assurdo… i segreti industriali sarebbero alla portata di tutti.
    L’inclinazione del motore? La risposta è….dipende. Dipende dalle scelte progettuali di ogni singola scuderia. Non sempre l’innovazione di una squadra porta il medesimo vantaggio a tutte le scuderie…
    E’ un po’ lo stesso discorso dello scopiazzare ad arte le idee altrui con i pochi test a disposizione..
    cosa più importante è vedere come essa si contestualizza con tutto il mezzo.
    Ed i test reali per una verifica complessiva sono il banco prova più importante… vedremo.

  13. Beh allora adesso viene a me la domanda provocatoria…
    Cosa sarà a fare la differenza quest’anno, la tecnologia o i piloti?

  14. @ boungalow e Maurizio

    L’inclinazione di un motore in una F1, seppur di 3.5° (per quello che so) comporta una progettazione profondamente diversa della vettura e non credo che venga messa in atto ‘’solo” per distribuire i pesi.

    Visto anche le ultime notizie (vedi http://www.circusf1.com/2010/02/il-doppio-fondo-segreto-della-ferrari-f10.php#comments) credo proprio che l’inclinazione sia dovuta all’inserimento del nuovo doppio fondo che proprio in corrispondenza del motore necessita di più spazio in altezza.

    @ Sara

    Premetto che non considero J.Button un campione del mondo: un pilota che la fa da padrone per 5 o 6 gare, senza avversari in pratica avrebbe fatto meglio a correre con una marcia in meno…per decenza…
    Senza i punti accumulati nella prima parte di mondiale parleremmo di un’altra storia.
    Discorso simile per Vettel. Anche se in lui oltre all’immaturità vedo anche un pizzico di talento e piede veloce.

    Tecnologia o piloti?
    1. Le vetture seguono la falsa riga dell’anno passato ERGO faranno la differenza.
    2. Da dire è che TUTTE le vetture hanno raggiunto lo sviluppo che solo Brawn e RedBull avevano l’anno scorso, quindi i piloti potranno influire per un buon 35-45 %

  15. ahahaha beh dai, diciamo anche che ha avuto lui poca concorrenza lo scorso anno…
    Però se facciamo un discorso di vittoria dovuta ai punti ci sarebbe anche molto da dire, sinceramente il sistema dei punti forse è il più equo ma non mi entusiasma molto :(

    Lo sviluppo delle auto forse è simile (come livello di tecnologia) ma non credo che le macchine possano dirsi realmente uguali… io sarei curiosa di vedere un singolo gran premio in cui tutti i piloti lottano con la stessa vettura… e viceversa… sarebbe veramente un bel banco di prova… e se la federazione continua così, un giorno potremmo anche arrivarci…

  16. Guarda, per quanto riguarda il punteggio l’hanno scorso non ha creato molti disequilibri come nel 2008 e ti spiego perchè:

    Button ha vinto 5 volte piazzandosi 1 volta secondo
    Vettel ha vinto 4 volte piazzandosi 2 volte secondo

    La differenza sta nel resto dei piazzamenti:

    Button non è andato a punti solo una volta!!!
    Vettel ben 5!

    Tuttavia la classifica dice: Button 95, Vettel 84

    A prima vista si direbbe “bravo Vettel che non andando a punti per 5 volte ha subito un distacco contenuto”. Invece io dico: è stato fortunato Button che ha vinto questi 5 gp nelle prime 7 gare, perchè ha fatto 2/3 di mondiale alla media di 2,3 punti a gara vivendo di rendita.

    Tuttavia il punteggio premia chi ha vinto di più in questo caso: nulla da dire…l’inglese meritava anche se incostante.

  17. Dimenticavo, Sara…le vetture sono molto simili, il regolamento non è cambiato ma ha solo colmato qualche lacuna… Saranno solo ad un livello di competitività più equo quindi la differenza potrà farla il pilota, come farà Michael-mò-guido-una-mercedes-rossa-Schumacher alla pari di Alonso.

    infine di vedere tutti i piloti con la stessa vettura è anche un mio desiderio. Ce l’ho dal 2002 anno della Ferrari dei record. Avrei voluto vedere Schumacher e i vari Montoya R.Schumacher, Coultard Raikkonen, tutti sulla Rossa.

  18. Si shummy non vedo l’ora di vederlo su una diversa vettura ;) però il regolamento lo trovo molto diverso, il fatto che non si possa fare rifornimento elimina tutta una serie di strategie, il vantaggio di fare rifornimento in regime di safety car ed inoltre appesantisce le auto impedendo strategie di partenze scariche o molto cariche etc… in fondo il consumo è molto simile quindi lo sarà anche il peso delle auto… e gli imprevisti ai box dovuti ai ritardi nel carburante o alla diversa quantità immessa davano comunque un vantaggio/svantaggio in corso di gare che adesso non ci sarà (per le gomme i tempi variano è vero, ma le differenze sono minori)!

    Per quanto riguarda una gara comune, magari si potrebbe fare una specie di petizione e chiedere di organizzare un evento benefico o qualcosa di simie ;) chissà che non ci ascoltino e realizzino i nostri sogni :)

  19. Scusa mi sono spiegato male :) stavamo parlando di regolamento tecnico in funzione delle vetture che come tecnologia sono simili all’anno passato…poi certo quelle che hai citato sono modifiche regolamentari di portata enorme, vedremo chi si adatterà prima e meglio!

    Ps: per aggiornamenti sui test di stamattina ancora in corso: http://www.circusf1.com/2010/02/test-f1-jerez-10-febbraio.php