Questo sito contribuisce alla audience di

HOME PAGE

Il primo BLOG sulla Formula 1. Gratis per te: F1 news,
foto, video, piloti, team, classifiche, calendario e F1 Live.

Schumi pare bollito. E Rosberg lo “svernicia”

Schumacher soffre il copagno Rosberg

Schumacher soffre il copagno Rosberg

La settimana scorsa abbiamo pubblicato un post dal titolo “Schumacher non è più quello di una volta“. Un pezzo un po’ ironico, con qualche interrogativo sul ritorno in Formula 1 del sette volte Campione del Mondi di Formula 1.

Un ritorno oggettivamente difficile, con una vettura non ancora all’altezza di Red Bull, Ferrari e McLaren e con un compagno di squadra scomodo, scomodissimo. Il primo che Michael Schumacher non “domina” con tempi record nelle prove, con giri veloci e risultati schiaccianti in gara.

Si dice spesso nelle corse in auto che “il primo avversario è il proprio compagno di squadra“. E anche in questo caso il confronto tra Nico Rosberg e Michael Schumacher mette a nudo un campione non all’altezza dei fasti che lo hanno caratterizzato nel passato.

Andando ad analizzare i risultati dei quattro top team si capisce un po’ meglio di cosa stiamo parlando. Prendiamo in considerazione Ferrari, Red Bull, McLaren e Mercedes in questi primi tre Gran Premi dell’anno.
Tutti i piloti di questi team hanno raccolto in tre gare dai 30 ai 39 punti: Webber 30, Hamilton 31, Rosberg e Button 35, Vettel e Alonso 37, Massa 39. E Schumacher? Il tedesco della Mercedes è fermo a 9 punti, uno in più di Liuzzi e uno in meno di Sutil!

Cosa succede a Schumacher? Il testacoda al via in Australia e il ritiro in Malesia diranno i suoi “fan”. In parte è così ma Schumacher ci aveva abituati a ben altri ritmi sia in gara che in prova. Già perchè altra nota dolente sono le prove. Il confronto con il compagno Rosberg parla di un secco 3:0 per il giovane tedesco. E siamo buoni a non analizzare i tempi delle prove dove i distacchi consiglierebbero un immediato ritiro!

Cosa penserà Schumacher? Quali incubi notturni staranno perseguitando il sette volte campione del mondo? Forse per la prima volta comprenderà lo stato d’animo dei suoi vecchi compagni di squadra? Forse ha già pensato al ritiro? Forse, forse, forse…

Forse avrebbe fatto bene a non ritornare a correre in F1, dove, lo abbiamo sempre detto, avrebbe avuto e ha senz’altro più da perdere che da guadagnare. E non ci riferiamo certo ai soldi!

Scritto da: Andrea Gallazzi
.

{lang: 'it'}
Etichette (Tags): , , , ,

30 Commenti

  1. ANCORA CON QUESTI ARTICOLI INUTILI..!!!!!MA PIANTATELA..!!!SE NON VI SIETE ACCORTI HA ROTTO IL MOTORE NEL ULTIMO GRAN PREMIO..!!!NON VORREI CHE TRA POCO FATE L’ ARTICOLO..ALONSO SVERNICIATO DA MASSA,MEGLIO CHE PENSI AL RITIRO…DAI DAI DAI SCRIVETE QLC DI + SERIO…

  2. 2 facce della stessa medaglia, io apprezzo di più l’altra faccia.
    Ovvero la passione che ti spinge a tornare a fare ciò che più ami, la passione che ti riporta a inseguire un sogno, fregandosene altamente di quello che dicono gli altri, perchè i detrattori, gli invidiosi e i saccenti ci sono sempre sia che uno faccia ciò che vuole sia che non lo faccia.
    Si parla tanto di passione, che quando se ne ha un esempio non la si vede. Per me, è un grande, anche solo per aver avuto il coraggio di rimettersi in gioco rischiando gli sberleffi di certa stampa, come puntualmente sta avvenendo.

  3. @ Riccardo
    per prima cosa nn ha rotto il motore ma ha perso un dado della ruota! L’hai visto il gp?

    Secondo, dopo il tradimento Ferrari nn mi dispiace nemmeno vederlo un po’ in difficoltà! Sabato si è preso la bellezza di un secondo tonto tondo da Rosberg in prova! Nn è da Schumacher, almeno quello che tifavo quando era a Maranello!

    A 40anni è dura!

  4. finora l’avevo difeso ma piu’ le gare passano e piu’ lui prende paga da rosberg in malesia seguendo i tempi prendeva prima di ritirarsi quasi 1 secondo al giro da rosberg una enormita’ in f1. Non credo si tratti solo di ruggine, se al ritorno in europa non torna al livello almeno del compagno per lui sara’ l’addio definitivo dalla f1 e sarebbe davvero triste per tutto il mondo delle corse.

  5. Come si può dire che la Mercèdes non è una vettura ancora all’altezza di Red Bull, Ferrari e McLaren?

    La Mercèdes è la Brown GP dello scorso anno quella che ha vinto il campionato del mondo ed ha con se Ross Brawn lo stratega che permise a M.S. tutti i suoi titoli,giusto?

    Cerhiamo di essere onesti,solamente la Ferrari poteva vincere così tanto in quel periodo e per sua fortuna M.S. era lì.Ha fatto il suo dovere da pilota e niente più come lo avrebbe fatto altri,cosa che stà facendo anche adesso senza risultati.

  6. Beh, la Brawn ha vinto il mondiale grazie allo strapotere nella prima parte di stagione. Alla fine ha rintuzzato alla meno peggio la rimonta di Vettel che è riuscito a sorpassare in classifica Barrichello. Quest’anno, al momento, sicuramente dietro le 3 citate.
    In realtà Schumacher è arrivato alla Ferrari dalla Benetton non per fortuna ma con un pacchetto completo comprendente Ross Brawn e Rory Byrne. Senza i tre (e senza Todt aggiungerei) la Ferrari non sarebbe stata mai in grado di vincere così tanto.
    Schumacher è umano, ha più di 40 anni ed è lontano dalla F1 da 3 anni, ma si è gettato nella mischia senza paura di confrontarsi con i più giovani e magari rimediare qualche figuraccia. A mio avviso bisognerebbe avere solo rispetto per un campione come lui, per di più se si è Ferraristi, senz aparlare di ridicoli tradimenti.
    Io personalmente penso che riuscirà comunque a dare qualche zampata anche quest’anno.

  7. @edoardo

    è sempre quello che ho pensato io testuali parole… bravo!

  8. Ferraristi del cavolo,siete patetici,penosi ed avvilenti.Senza Schumacher avreste continuato a raschiare il fondo del barile in eterno.Ed è proprio questo ciò che vi meritate e che dopo l’abbandono del tedesco avete ripreso a fare.Prima di parlare di Schumacher avete l’obbligo di sciaccquarvi la bocca con l’acido solforico così vi si scioglierà quella dannata linguaccia putrida atta solo a mettere in mostra tutta la vostra intollerabile tracotanza.Vi detesto.Più di voi detesto solo l’Inter e Berlusconi,il che è tutto dire….Vergogna!Vergogna!Vergogna!Vergogna!Vergogna!……….

  9. Andrea Gallazzi continua a propinarci il suo tormentone su Schumacher; a me sembra ormai una crociata antiuomo il cui scopo finale francamente mi sfugge.
    Dicono bene Edoardo e Riccardo Gatti, questi articoli, in mancanza di meglio hanno stufato e stanno portando questo blog verso un covo di “capere”, come diciamo a Napoli, pronte solo a sparlare, senza dare alcun contributo costruttivo a nulla.
    Schumy potrebbe starsene tranquillamente a casa a godersi il suo passato da campione inarrivabile; a 41 anni, dopo 7 mondiali vinti e 91 vittorie, ritengo che abbia maturato il diritto di fare quello che gli pare senza dovere più nulla a nessuno, se vuole ancora divertirsi in corsa non vedo a chi debba dare conto.
    Se riesce o meno in questa nuova impresa sono solo fatti suoi e del team che lo ha richiamato alle corse; noi appassionati veri dell’automobile pensiamo che possa tornare grande, ma se ciò non dovesse accadere, pazienza. Schumy merita rispetto come pilota e come uomo.
    Quanto alla Mercedes, ricordo cha la Brawn, da dove essa deriva, vinse il mondiale grazie ad un “trucco” che le dette, all’inizio, un vantaggio consistente che poi ha saputo gestire, ma già nel finale altri team, come McLaren e soprattutto Red Bull, le erano superiori. Non credo che il nuovo team abbia potuto fare dei miracoli, partendo da una base solo discreta.
    Valete Giuseppe

    Nota: Le capere erano le pettinatrici da strada che si recavano a casa delle loro clienti, ovviamente, durante il loro lavoro, il pettegolezzo era d’obbligo.

  10. Il mio giudizio su Schumy rimane lo stesso che avevo postato nell’altro articolo, cioè il massimo rispetto per un pilota che per PASSIONE ha deciso di rimettersi in gioco anche a rischio di mandare in frantumi l’immagine che aveva lasciato di se nel circus quando si ritirò e fregandosene delle malelingue pur di fare cià che vuole fare: CORRERE! Anche se arrivasse ultimo avrebbe tutta la mia stima!

    X Luca: la Ferrari dell’era attuale non ha la statura morale per puntare il dito e far la predica a nessun, non può lamentarsi del “tradimento” di Schumacher visto il comportamento INDEGNO avuto nei confronti di Raikkonen… Era Todt che “rispettava i contratti anche delle donne delle pulizie, figuriamoci quello dei piloti”, non l’attuale dirigenza disposta a “tradire” pur di “avere ciò che vuole” (Alonso con 1 anno di anticipo)… quindi non può rimproverare a Schumy l’aver “tradito” la Ferrari pur di avere ciò che voleva (tornare su una monoposto di F1).

    X quanto riguarda l’argomento sollevato da Maurizio V. sono più che d’accordo con la risposta data da Edoardo: senza Shumy e le persone che s’è portato dietro non credo proprio che avremmo avuto i risultati che abbiamo avuto in Ferrari, quindi, da FERRARISTA non posso che nutrirne il massimo RISPETTO, senza lasciarmi andare alla ridicolezza di denigrare chi “se n’è andato” dicendo che “era la macchina che vinceva” lasciando supporre fra le righe che “qualsiasi bravo pilota ci avrebbe vinto” perchè è da stupidi (anche la Honda in MotoGP diceva che era la moto che vinceva e non il pilota…).

  11. Grazie,Andrea Gallazzi che ci proponi queste discussioni.

    @ Edoardo

    “In realtà Schumacher è arrivato alla Ferrari dalla Benetton non per fortuna ma con un pacchetto completo comprendente Ross Brawn e Rory Byrne. Senza i tre (e senza Todt aggiungerei) la Ferrari non sarebbe stata mai in grado di vincere così tanto.”

    Questo è giusto il resto è solo da tifoso.

  12. Direi che l’argomento Schumacher sia ormai trito e ritrito e che ci sia poco da ringraziare chicchessia, a meno che non si voglia fare della gratuita caccia all’uomo o una semplice polemica rituale, ma non vedo che cosa di sportivo abbia in sè questo argomento.
    Evidentemente non si trovano argomenti validi ed interessanti da proporre e si riciclano vecchie tesi grattando il fondo ormai logoro del barile dell’inciucio.
    E’ talmente ovvio che nessun team possa vincere un mondiale se non ha un pacchetto vincente che non vale neppure la pena discuterne.
    Se mio nonno avesse avuto il trolley sarebbe stato un tram, recita un vecchio adagio.
    Secondo i sostenitori di quella tesi, un team sarebbe condannato in eterno a non vincere fino a quando non becca una nuova tripletta vincente e se lo fa, non vale o non conta niente..
    Ma siamo seri, ogni team almeno ci prova a vincere, e se non c’è Schumy, ci prova con Hamilton o spiando i segreti degli avversari, purché si vinca. Anche Mosley, all’occorrenza può servire, si risparmiano un sacco di quattrini e si vincono i mondiali. Provare per credere.
    Valete Giuseppe

  13. @Fabio Foti
    Purtroppo in molti ricordano solo ciò che Schumacher ha dato alla Ferrari, in pochi ricordano ciò che la Ferrari ha dato a Schumacher, e cioè che dopo aver ricevuto una grossa mano per vincere quel titolo che sembrava ormai maledetto lo ha fatto diventare il pilota più vincente di sempre. Il nostro rammarico è anche per questo. E poi vorrei ricordarti che dopo il ritiro si Schumacher abbiamo ancora vinto 1 mondiale e ne abbiamo sfiorato un’altro con Massa. Ripassa gli ultimi anni e la storia del cavallino prima di sputarci sopra.

  14. @
    Blade Runner
    07/04/2010 • 11:42

    Quale altro argomento potrebbe essere più interessante di questo.
    Dopo l’annuncio del rientro di M.S. non si parlava d’altro e certi tifosi sostenevano che avrebbe stravolto la F1 ma così non è andata e non lo poteva perche la F1 e fatta da da tanti Uomini e non da soli piloti.

  15. Michael è sempre un grande campione, ha iniziato male, e spero che si riprenda da questo brutto inizio stagione, Rosberg è sempre stato un bravo pilota e quando ha vinto domenica sono stato veramente felice per lui..Niko vincerà un giorno il campionato del mondo se lo merita!

  16. De gustibus….

  17. @raffaele

    non credo proprio che rosberg abbia vinto domenica!

  18. In effetti non sembra nemmeno a me che Rosberg abbia vinto domenica, il tizio sul podio assomigliava più a Vettel… :P

  19. Quello più in alto sul podio in effetti assomigliava più a Vettel… :P

  20. Andrea Gallazzi, ma sei pagato solo per “SPUTARE” su Schumacher, mi sembra che abbiamo già commentato la volta scorsa, vatteli a rileggere se 34 commenti non ti sono bastati ,siamo a corto di argomenti o il tuo argomento per tutta la stagione è solo questo..?

  21. ANDREA GALLAZZI TROVATI QLC ALTRO DA SCRIVERE PER PIACERE..!!!! è UN ARGOMENTO CHE NON TIRA + QUESTO..!!!

  22. Siccome mi sono letto tutti i post sull’argomento Michael Schumacher ( rientro, traditore, Mercedes rossa, non è più determinante, bollito ) sono sicuro di avere una visione CHIARA e PRECISA se non di che PERSONALE. Diversi che scrivono volentieri su questo argomento caro ad Andrea Gallazzi solo per SPUTARE addosso a Schumacher con lo scopo di denigrarlo oppure di sminuirlo EBBENE DICO:

    NON CI RIUSCIRETE !!!!

    Come dice qualcuno ( vero Maurizio V. ? ) le macchine le fanno gli uomini e i piloti le guidano, i fenomeni non esistono…. Io non sono daccordo con te, secondo me le macchine le fan sì gli uomini ( e ti dò ragione ) ma se le guida un pilota fenomeno invece di un pilota “tassinaro” le cose cambiano ECCOME!!!!!! Se poi tra le macchine c’è un divario impossibile da colmare UMANAMENTE, questa è un’altra storia e non sempre si verifica. Comunque un pilota fenomeno è quello che non ha paura di arrivare al limite, che guida lo sviluppo ( ora senza test, non più, un vantaggio dato ai tassinari ) con indicazioni tecniche APPROPRIATE e DECISE ( vedi raikkonen e massa ) che si danna l’anima e magari vince un G.P. con tre pit stop tutto corso su tempi da qualifica ( Maurizio V. riguardati Ungheria 98′, Jo Ramirez disse che Schumi aveva fatto un capolavoro che SOLO un ALTRO sarebbe stato capace di fare ),che non spara MAI sulla SQUADRA ma la difende anche quando avrebbe da guadagnare a “sputtanarla” ( vedi gusti meccanici ridicoli del 1996 ) e non cerca scuse anche quando Hakkinen lo svernicia a SPA 2000 ( Bravo Mauurizio V., il miglior sorpasso dlla formula 1 per TE !!!) con una macchina più performante in velocità di 12 km/orari se non erro sul rettilineo del Kemmel per un assetto più carico scelto in gara dalla Ferrari, se no col cavolo che lo passava.
    UN pilota fenomeno è uno che il lunedì dopo SPA 2000 per smaltire la rabbia va a farsi tutto il giorno TEST per migliorare la macchina (Io c’ero al MUGELLO quel giorno, poi vincerà anche il mondiale con una macchina COMPLESSIVAMENTE INFERIORE )
    IO sono stato il primo critico di Schumacher, non lo credevo GRANDE come ha dimostrato di ESSERE ma lui è riuscito a smentirmi con i FATTI !!
    Essere contro di lui solo per ANTIPATIA è non riconoscergli meriti che ha avuto (non si possono discutere) è come criticare la classe di Maradona, può essere antipatico ma non si può non RICONOSCERLA.
    In questi 10 anni di Schumi in Ferrari ho goduto e mi sono divertito come mai avevo fatto,ho rivissuto quella passione che pensavo di avere perso e penso a quanti sono stati MALE nello stesso tempo ( vero Maurizio V. & C. ? )
    Ross Brawn e Schumi insieme sono sempre stati “quasi sempre” INVINCIBILI, salvo come avevo preannunciato se la Mercedes avesse TOPPATO la macchina al primo acchito (cosa che è puntualmente avvenuta ) RECUPERARE con questa limitazione di test è PRATICAMENTE IMPOSSIBILE, quest’anno sarà solo una comparsa, ma con la 5/6 macchina del lotto è troppo dura riuscire e non ce la farebbe NESSUNO ( nemmeno tra i big del momento Alonso, Kubica, Vettel, Hamilton )
    Le macchine le fanno gli uomini ma se poi le guidano e SVILUPPANO dei piloti FENOMENI e non dei piloti tassinari è meglio. Io la penso così, penso che anche la Honda (moto GP ) dopo l’addio a Valentino ( tanto per loro chi ci montava sopra vinceva ) si sia ricreduta e mi STIA DANDO RAGIONE.
    ROSSI andando alla Yamaha l’ha RESUSCITATA con il suo TALENTO e la capacità INNEGABILE di sviluppo tecnico. COMUNQUE CONTA LA MACCHINA, NON IL PILOTA, vero Maurizio V.?????

  23. Gallazzi non romperci più i c…zi!!

  24. @ FABIO FOTI

    un commento davvero intelligente e opportuno, bravo.. (ironia)

  25. Gentilissimo starfighter333.

    Fai parte degli appasionati / tifosi che tendono a mitizzare,esaltare,idealizzare il pilota, non è grave siete la maggiranza.
    Solo così si creano i miti ma alcuni non condividono.
    Come ho sempre scritto non sono tifoso di niente e di nessuno, ma vengo semrpe attratto dalle novità umane e tecniche.

    Cordialmente
    Maurizio.

  26. Vorrei sgombrare il campo da ogni sorta di equivoco una volta per tutte,precisando che ho imparato ad amare la f1 grazie alla Ferrari e soprattutto grazie all’indimenticabile Gilles Villeneuve,la cui morte, x molto tempo,lasciò un vuoto incolmabile dentro di me,al punto da indurmi a sospendere ogni interesse nei confronti di questo sport che ormai ha poco o niente di uno sport.
    Tolto questo trovo che bistrattare un inarrivabile fuoriclasse del volante come Michael,soltanto perchè l’amore verso le corse lo ha irrefrenabilmente spinto a ritornare coraggiosamente sui suoi passi correndo x un altra scuderia,sia indubitabilmente un’operazione vile e scellerata su cui l’autore(che non può essere un vero ferrarista dato che “noi” veri ferraristi abbiamo sempre fatto sventolare in alto il vessillo della sportività)dovrebbe riflettere profondamente per poi immediatamente provare tanta,ma davvero tanta,vergogna……

  27. @ starfighter333

    quotone !

  28. @ Maurizio V.

    Io non mi definisco un tifoso (il tempo della malattia l’ho passato da un pezzo ) ma un APPASSIONATO di competizioni motoristiche OBIETTIVO e SPORTIVO ( penso di avere un’ età simile alla tua) almeno dal mio punto di vista.
    Te Maurizio V. ti definisci OBIETTIVO e poi mi fai dei commenti ( su Michelino quando smonta la macchina o che prova “fenomenalmente ” la Mercedes Rossa, o che ha vinto a Maranello come avrebbe vinto chiunque passava di lì per caso in quel momento, il miglior sorpasso, quando uno nasce stronzo ecc. ) che OBIETTIVI NON LO SONO PER NULLA.
    Non lo capisco, ma secondo me hai qualcosa contro Schumi che non ti fà vedere bene le cose, oppure non le vedi o forse non le vuoi vedere nella luce GIUSTA.
    Essere OBIETTIVI è molto difficile penso per tutti, tutti ci portiamo dentro simpatie e antipatie e un retaggio culturale di cui non ci rendiamo conto ma che ci fà vedere le cose in una CERTA MANIERA.
    IO sinceramente, OBIETTIVAMENTE analizzo i FATTI, i meriti e demeriti, poi traggo le conclusioni.
    I FATTI sono FATTI, non DOGMI del TIFOSO, come vuoi far passare te chi non la pensa come te, i FATTI NON si possono INTERPRETARE proprio perchè sono FATTI !!!
    La TUA maniera di vedere le cose secondo me è sbagliata e vorrei fartelo notare, il bello di un BLOG a mio parere è confrontare PARERI DIVERSI per avere TUTTI i PUNTI DI VISTA di una certa cosa ( non sò se la REDAZIONE apprezza…).
    Comunque ti STRINGO SINCERAMENTE e IDEALMENTE la mano e ti leggo con PIACERE anche se hai un’opinione ANTITETICA alla mia.

    Cordiali saluti e grazie per la risposta che mi hai dato ieri.

  29. @Maurizio
    Sicuramente la prestazione dell’auto ha un peso maggiore sul risultato rispetto alla bravura, nessuno mette in dubbio che Alonso o Vettel sulla Virgin non potranno mai battere qualsiasi altro pilota (di F1 naturalmente) con una Ferrari, ma ci sono piloti che riescono a creare qualcosa che va oltre il potenziale della propria auto. Un esempio su tantissimi: Vettel che fa pole e vittoria con la Toro Rosso.
    E’ in episodi come questi che nasce il mito del pilota di F1.
    Forse il tuo modo di considerare i piloti è rimasto ancorato a quando una campione faceva la differenza di secondi al giro sul gregario ma con le auto di oggi, supertecnologiche hai ragione e che perdonano tanto è verissimo, questi secondi sono diventati miseri decimi, ma decimi da ripetere ad ogni giro, come se la gara fosse una qualifica, e se i team sono disposti a pagare decine di milioni di euro queste irrisorie differenze di decimi vorrà pur dire che l’auto da sola non può vincere se non con un grande pilota.

  30. Che sia bollito non credo.. Va tenuto conto che Schumacher è comunque stato fermo tre anni, tre anni in cui non ha gareggiato in nessun altra categoria (di auto) e in cui le vetture di formula 1 sono state completamente stravolte rispetto a come le aveva lasciate. Quindi per lui sarà necessario, e secondo me è la cosa più difficile, riabituarsi a guidare a questi livelli perchè in formula non ti puoi concedere di non essere al massimo delle tue possibilità altrimenti prendi paga come sta succedendo in questo inizio di stagione. Più che bollito schumacher ha sbagliato l’approccio al suo ritorno. Secondo me era convinto che sarebbe stato tutto facile per lui e si è presentato troppo rilassato per affrontare questa sfida.
    Sono sicuro che da metà stagione in poi troneremo vedere il vero Schumacher e spero anche prima perchè sono stufo di incazzarmi tutte le volte che si qualifica 9° come stamattina in Cina o che ci mette 30 giri per superare una toro rosso..
    Per quanto riguarda la macchina, la Mercedes non è certo in grado di lottare per la vittoria con un pilota “normale” ma se tornasse il vero schumacher sarebbe tutta un altra storia visto quello che è stato capace di fare in passato.. e per passato non intendo gli anni dei 5 mondiali con la ferrari.. piuttosto mi vengono in mente gli anni 96 97 98 99. Nel 96 la ferrari era un catorcio e lui vinse comunque 3 gare, nel 97 non era certo la macchina da battere ma Schumi riusci ad arrivare all’ultima gara addirittura in vantaggio di un punto su Villeneuve (poi fece la famosa cazzata ma tanto l’avrebbe perso comunque il mondiale), nel 98 forse non ricordate quanto la mclaren fosse superiore a inizio stagione, ma stranamente Hakkinen vinse il mondiale solo all’ultima gara… nel 99 senza l’infortunio di silverstone sarebbe stato l’8° mondiale e dal 2000 in poi schumacher vinse 5 titoli con una macchina che LUI portò a quei livelli di competitività.

    Colgo l’occasione per fare i complimenti a Rosberg per la bella vittoria di domenica…………………..