Questo sito contribuisce alla audience di

HOME PAGE

Il primo BLOG sulla Formula 1. Gratis per te: F1 news,
foto, video, piloti, team, classifiche, calendario e F1 Live.

Gp Spagna F1 (libere 3): Vettel senza rivali

Vettel

Nella terza sessione di prove libere in programma oggi a Barcellona, Sebastian Vettel ha fatto un tempone, staccando tutti di oltre 7 decimi.

Il pilota della Red Bull ha preceduto nell’ordine il compagno Webber, la coppia McLaren con Hamilton davanti a Button e Schumacher che con le modifiche richieste e ottenute sembra essere ritornato quello di un tempo.

Le Ferrari hanno chiuso al sesto posto con Massa e all’ottavo con Alonso. Tra i due Rosberg, staccato di mezzo secondo dal compagno Schumacher.

Alle 14:00 il via delle qualifiche valide per lo schieramento di partenza del Gran Premio di Spagna, quinto appuntamento del mondiale 2010 di Formula 1.

F1 Live – qualifiche e gara in tempo reale
[ by @CircusF1, gratis! ]

Programma e orari TV | Foto | Prove Libere 1 e 2 |

GP Spagna, prove libere 3 - 8 maggio 2010
Pos  Pilota         Team                   Tempo     Gap      Giri
 1.  Vettel         Red Bull-Renault       1:20.528            15
 2.  Webber         Red Bull-Renault       1:21.232  + 0.704   11
 3.  Hamilton       McLaren-Mercedes       1:21.348  + 0.820   14
 4.  Button         McLaren-Mercedes       1:21.376  + 0.848   16
 5.  Schumacher     Mercedes               1:21.583  + 1.055   14
 6.  Massa          Ferrari                1:21.749  + 1.221   16
 7.  Rosberg        Mercedes               1:22.013  + 1.485   14
 8.  Alonso         Ferrari                1:22.091  + 1.563   15
 9.  Kubica         Renault                1:22.242  + 1.714   20
10.  Sutil          Force India-Mercedes   1:22.377  + 1.849   12
11.  Buemi          Toro Rosso-Ferrari     1:22.400  + 1.872   18
12.  Kobayashi      Sauber-Ferrari         1:22.412  + 1.884   11
13.  de la Rosa     Sauber-Ferrari         1:22.527  + 1.999   20
14.  Hulkenberg     Williams-Cosworth      1:22.634  + 2.106   16
15.  Alguersuari    Toro Rosso-Ferrari     1:22.926  + 2.398   20
16.  Barrichello    Williams-Cosworth      1:22.953  + 2.425   16
17.  Liuzzi         Force India-Mercedes   1:23.597  + 3.069   12
18.  Petrov         Renault                1:23.896  + 3.368    5
19.  Trulli         Lotus-Cosworth         1:24.610  + 4.082   14
20.  Kovalainen     Lotus-Cosworth         1:24.745  + 4.217   11
21.  Glock          Virgin-Cosworth        1:25.722  + 5.194   15
22.  di Grassi      Virgin-Cosworth        1:25.855  + 5.327   14
23.  Chandhok       HRT-Cosworth           1:26.611  + 6.083   18
24.  Senna          HRT-Cosworth           1:30.246  + 9.718    6

{lang: 'it'}
Etichette (Tags): , , , , ,

6 Commenti

  1. … beh dai lo stesso vettel ieri ha fatto un tempo di 6 decimi ancora migliore… non vedo l’ora che inizi.. anche se sarà una gara monotona credo.. vabbè.. vedremo…

  2. Ricordiamoci che le vetture di Newey sono tanto competitivi quanto fragili…. dico solo questo.. Forza McLaren…

  3. Come dissi nel post “GP Spagna 2010: viaggio nella terra del “matador”,

    atención a el toro con las bolas “Arriba arriba”

    Yuppa!

  4. Prevedo una gara noiosa stile Bahrain………..anche per il terzo posto temo…..smentitemi vi prego!

  5. Mi fa sorridere questo fatto che i piloti devono “tappare i buchi” con le mani nell’abitacolo per avere miglior resa aereodinamica! Tuttavia non ho capito bene come funziona..qualcuno riesce a spiegarmelo?

  6. Allora mac, è molto semplice.
    Innanzitutto non è corretto dire che il pilota ”tappa i buchi”. Il pilota aziona semplicemente un meccanismo che sul dritto apre un condotto nell’airbox.
    La presa d’aria è posizionata all’esterno della vettura in corrispondenza delle gambe. Difatti in McLaren usano le gambe per azionarlo, mentre in Ferrari usano la mano sinistra perchè la feritoia che pesca l’aria è stata posizionata su un lato dell’airox.
    L’aria pescata viene soffiata dunque in questo airbox (la cd ”pinna”) la fa confluire sull’ala posteriore mandandola ”in stallo” facendo sì,cioè, che diventi ininfluente in termini di resistenza all’avanzamento!