Questo sito contribuisce alla audience di

HOME PAGE

Il primo BLOG sulla Formula 1. Gratis per te: F1 news,
foto, video, piloti, team, classifiche, calendario e F1 Live.

Schumi beffa Alonso all’ultima curva, anzi no!

Schumi supera Alonso

Schumi supera Alonso

IL FATTO
Siamo all’ultimo giro del Gran Premio di Monaco. Tutti i piloti sono in fila indiana, dietro alla Safety Car, entrata in pista per il contatto tra Trulli e Chandock. La safety Car ha le luci spente e si appresta a rientrare in pit lane.
All’ultima curva, Michael Schumacher (7°) attacca e supera Fernando Alonso (6°), passando così prima dello spagnolo sotto la bandiera a scacchi.

IL REGOLAMENTO
Da regolamento, quello noto quando siamo in una “fase centrale” della gara, i piloti sono tenuti a mantenere invariate le posizioni fino a che non viene superata la linea del via. Questo però era un caso diverso. Da quest’anno infatti la FIA avrebbe precisato – secondo Ross Brawn – che in episodi come questi si può ritenere che la gara finisca NON in regime di Safety Car. Per spiegarci meglio la corsa riprenderebbe dalla cosiddetta “Safety Car line” fino alla “Finish line”. Nel tratto compreso tra le due “line” sono ammessi dunque sorpassi. A supporto di questa tesi, le bandiere verdi sventolate dai commissari di percorso proprio in prossimità della curva dove è avvenuto il sorpasso.

ROSS BRAWN
Ross Brawn, profondo onoscitore dei regolamenti, avrebbe comunicato ai propri piloti tale particolarità regolamentare, dicendo a Schumacher e Rosberg che potevano provare un sorpasso ma di prestare attenzione alle loro spalle per non farsi beffare all’ultimo.

STEFANO DOMENICALI
Mentre il suo collega in Mercedes Gp era certo dell’interpretazione del regolamento, Stefano Domenicali era invece certo che la gara sarebbe finita senza possibilità di sorpasso. Intervistato infatti nel dopo gara la sua dichiarazione infatti è stata “le regole sono chiare” e ha sottointeso anche che di lì a poco i commissari avrebbere rimesso le cose a posto. E così è stato!

IL RISULTATO
Bene per Fernando Alonso che ha riguadagnato il suo sesto posto. Male per Michael Schumacher che, arretrato di 20″, è uscito dalla zona punti.

LE CONCLUSIONI
Con il giudizio finale dei commissari di gara, capitanati dal Campione del Mondo Damon Hill, la FIA ha messo la parola fine sull’interpretazione data da Ross Brawn e dalla Mercedes Gp che parlavano di gara aperta dopo l’ingresso della Safety Car in pit lane.
.

{lang: 'it'}
Etichette (Tags): , , , , , ,

7 Commenti

  1. l’articolo 40.13 del regolamento del codice sportivo internazionale dice: “Se la gara termina in regime di safety car, questa rientrerà nella pit lane al termine dell’ultimo giro, e, le vetture transiteranno sotto la bandiera a scacchi senza sorpassare”.

    O non è cosi????? e allora…. non ci sono scusanti. La Mercedes è meglio che si dia na calmata. Quel che mi fa restare allibito è Ross Brawn; da uno con la sua esperienza non me lo sarei mai aspettato.

  2. cmq la Mercedes non “ha messo la parola fine” alla teoria di Ross Brawn, visto che discuterà questa ambiguità del regolamento e proporrà anche una nuova gerarchia delle penalizzazioni
    http://www.grandchelem.it/?p=4770

  3. ……DA sportivo non di parte…..
    Attenzione a gridare troppo presto al lupo al lupo
    Ross Brawn potrebbe aver ragione, ricordate che conosce il regolamento in ogni sua forma…
    c’è chi avrà ragione e c’è chi avrà torto? vedremo

  4. Se Brawn ha ragione, vuol dire che il regolamento permette delle contraddizioni…
    io per curiosità, probabilmente come molti, ho letto la parte di regolamento dove si parla appunto del comportamento in regime di SC: leggendo singolarmente il famoso articolo 40.13, non mi sembra che ci siano spiegazioni da dare, all’ultimo giro la SC rientra e tutti devono passare il traguardo mantenendo le posizioni.
    Però c’è anche una regola, forse nuova, che dice che esiste una ipotetica linea di rientro della SC (corrisponde al punto in cui si rientra in pit lane) dopo il quale è possibile il sorpasso e quindi prima del traguardo: Schumi ha sorpassato Nando, appunto dopo questa linea…
    Secondo me, quest’ultima regola, che non conoscevo, crea un po’ di confusione specialmente in un caso come questo, si potrebbe anche togliere, si sorpassa dopo e basta!
    A parer mio uno è stato ingenuo e l’altro un po’ troppo furbetto…
    Forza Ferrari

  5. @Alessio: Potresti dirmi dove si trova la regola (nuova?) dell’ipotetica linea di rientro della Safety Car, io ho letto solo la 40.13 che riguarda la ripartenza della gara all’ultimo giro…GRAZIE

  6. “40.7 …With the following exceptions, overtaking is forbidden until the cars reach the first safety car line after the safety car has returned to the pits.”
    Con le seguenti eccezioni, il soprpasso è vietato prima di aver raggiunto la prima linea della safety car dopo che la stessa sia tornata in pit lane.
    poi c’è l’elenco delle eccezioni in cui è permesso.
    Non la conoscevo, ma se la mia traduzione è giusta è permesso il sorpasso dopo questa ipotetica linea di rientro della SC. Che dici?

  7. Humm… allora da quello che ho “compreso”, l’articolo 40.7 regola i comportamenti da attuare in caso di Safety Car durante la gara, ma l’articolo 40.13 regola il caso in cui l’ultimo giro (in questo caso il 78° di 78 giri) “…will enter at the end of last lap…” la SC entri nella pitlane alla fine dell’ultimo giro, le auto devono arrivare senza sorpassare “…without overtaking”. Quindi il 40.7 potrebbe entrare in constrasto, ma se c’è un altro articolo che regolamenta esclusivamente questo caso, credo che il 40.7 sia escluso! IMHO

    Ho notato che nel file del regolamento che ho scaricato dal sito FIA, l’articolo 40.13 è segnalato in fucsia, evidentemente è stato aggiunto quest’anno, quindi c’è la volontà da parte della FIA di regolamentare questo caso….

    Diciamo che per evitare polemiche potevano tranquillamente far girare la SC un altro giro, forse era in Rosso con la Benzina, viste le volte che è uscita… :-) La prossima volta dovrebbero fare la SC con una Panda 45…