Questo sito contribuisce alla audience di

HOME PAGE

Il primo BLOG sulla Formula 1. Gratis per te: F1 news,
foto, video, piloti, team, classifiche, calendario e F1 Live.

Una Ferrari piena di scuse. Urge repulisti!

Alonso e Domenicali

Alonso e Domenicali

La Ferrari è nel pallone. Alonso e Massa sono irriconoscibili, il team latita, la F10 non convince. Il Cavallino si attacca alle scuse: tra presunti furbi e tracciati che (secondo la Ferrari e la stampa…) non si addicono alla F10, Domenicali & Co non sanno più che pesci pigliare…

I trionfalismi della vittoria di Alonso alla prima gara del 2010 sembrano lontani anni luce. Da quel momento, il campionato per le rosse di Maranello si è trasformato in un autentico Calvario. La Ferrari, ora, è in panne. C’è poco da dire e analizzare. Il team, da Domenicali agli altri vertici tecnici e sportivi, sono giunti al capolinea di un ciclo, a dire il vero, piuttosto breve. Dal titolo conquistato da Raikkonen (tanto criticato ma, come è come non è, l’ultimo a vincere per la Ferrai è stato proprio il “gelido” finnico…), il team Ferrari ha collezionato figuracce su figuracce, specie ai box e col bagnato…). Urge repulisti, come tradizione Ferrari.

Alonso e Massa dove sono? O meglio, il vero Alonso ed il vero Massa? Già, perché al volante delle rosse vi sono seduti due sosia. Lo spagnolo, fenomeno con Renault e McLaren, ha già inanellato qualche papera di troppo. Troppe, appunto, per poter risollevare le sorti di un campionato abbondantemente scritto. Il brasiliano, invece, pare… il Brasile: fenomeno sulla carta ma eliminato agli ottavi di finale, senza rimpianti! Vivacchia nelle retrovie, mai un guizzo, uno scatto di orgoglio, una prestazione degna di nota. Non si vede, non si sente, non si lamenta. Il vero Massa è un altro.

Capitolo F10. Che dire? Booh! Ormai analizzare i residuali contenuti tecnici della F1 odierna e capirne le dinamiche è impresa obiettivamente ardua. I regolamenti sono talmente restrittivi da far sembrare (ed effettivamente lo è…) la F1 un monomarca camuffato, eppure vi sono Case e team che faticano non poco, anche se l’obiettivo dichiarato della FIA è livellare le prestazioni! La Ferrari è uno di questi. Lo scorso anno, i capoccia della Ferrari ci hanno rimbambito ad ogni gara con la nenia “stiamo lavorando alla vettura del 2010…”. Bene, cioè, male! Un dato che fa riflettere. La Ferrari ha goduto del bonus FIA, ossia la possiblità di intervenire sul motore. Non solo, la Ferrari sta inscenando un “copia-incolla” senza ritegno: copia la Red Bull, copia la McLaren, copia le soluzioni Brawn (ora Mercedes), copia la Renault, copia quello e pure quell’altro. Risultati? Zero. Ciò testimonia due fattori: paradossalmente, è difficile raccapezzarci nella F1-divieti, quindi i tecnici di Maranello, da quando sono vigenti i nuovi regolamenti (dal 2009), non sono riusciti a trovare una giusta direzione, interpretando e aggirando legalmente i regolamentoi stessi, come fatto (tanto per cambiare…) dalle scuderie inglesi. Insomma, la storia si ripete.

Non solo, ormai, ogni tracciato è ostico alle caratteristiche tecniche (deleterie, evidentemente) della F10: troppo lenti, troppo veloci, troppe curve, troppo freddo, troppo caldo, poco carico, troppo carico… basta, signori!

Per finire, capitolo scuse. Alonso e Massa latitano, idem il team, la vettura non cammina. Eppure, in Ferrari cercano scuse, si aggrappano sugli specchi manco fossero dei ragni. Stampa compiacente e Ferrari hanno ritirato fuori la storia del “furbetto del quartierino” (al secolo, Lewis Hamilton). Ok, a Valencia i commissari hanno ritardato clamorosamente a sanzionare Hamilton, ma, signori, parlare di “furbetti” pare eccessivo, considerando che le regole sulla safety-car cambiano dal giorno alla notte. Ma ciò non toglie che la sanzione fosse giusta. E poi venne Silverstone: Alonso passa Kubica tagliando la chicane, ma non restituisce la posizione al polacco. Sanzione, sacrosanta. Vi ricordate a Spa, quando Hamilton superò Raikkonen, tagliò la chicane, restituì la posizione e poi ripassò Kimi alla curva successiva…? Tutto regolare, ma l’inglese venne punito e messo alla gogna.

Ebbene, dove sono finiti coloro i quali dettero del “furbetto” ad Hamilton ed ora difendono Alonso

I “paraculi” del quartierino non muoiono mai.

Scritto da: Paolo Pellegrini
.

{lang: 'it'}
Etichette (Tags): , , , , , ,

30 Commenti

  1. grande paolo !!!!!!!
    parole sante le tue !!!!!! non fanno una grinza …. e poi dov’e’ il fenomeno alonso atteso come il messia dopo che la ferrari ha scaricato, come dicono loro, il gelido finnico proprio per prendere lui ????? lo aspettavano coem il messia invece a parer mio sta deludendo alla grande specie parche’ di figuraccie ne ha gia fatte tante !!!! rivogliamo il gelido finnico in f1 e non alla ferrari sia chiaro ma magari con una macchina pronta a battere proprio la rossa !!!!!!
    kimi come back in f1 !!!!!!!
    ciao ALEX67

  2. Eppure non mi stupirei se nelle prossime gare Alonso fosse protagonista. In positivo, s’intende. Il potenziale c’è, basterebbe mettere la squadra e i piloti nelle giuste condizioni mentali. E questo dovrà essere compito del Presidente perché Domenicali da solo non ce la fa.

  3. Come al solito, su questo sito lo scrittore dice quello che vuole e come lo vuole, ma si ricorda che la stessa penalità è stata inflitta ad Hamilton? Sorpassare una SC quanto guadagno ti da? Provate a paragonarlo con il tagliare una chicane…
    Stessa penalità, conseguenze diverse, Hamilton ci guadagna, Alonso ci perde… Prima il secondo posto, e adesso il quarto-terzo…
    Queste le chiamate vittorie?

  4. ah dimenticavo qualche numeo :
    kimi nei primi gp del 2007 :
    2 pp, 3 vittorie, 3 giri piu’ veloci e 5 podi.
    -fernando nei primi gp del 2010 :
    0 pp, 1 vittoria, 2 giri piu veloci e 2 podi.
    quindi …………………….. non mi sembra questo fenomeno almeno non mi sembra certo meglio di kimi !!!!!
    ciaooooooooo

    • vero, ma è pur vero che all’epoca metà della squadra che “conta”(ingegneri) erano INGLESI…..
      mumble…mumble!!!!
      come scriveva Disney!!

    • Ma se la macchina non è la stessa come si fanno a fare sti confronti del cavolo? per piacere finiamole con ste cretinate: la F2007 una vettura molto competitiva la vettura e anche Massa ci faceva buone cose e come unico rivale c’era la Maclaren, la F10 è una vettura completamente diversa non molto competitiva tanto che Massa naviga costantemente nelle retroviee con ben due rivali sicuramente più forti. Solo uno che non capisce niente di F1 può paragonare i risultati di Alonso quest’anno e Raikkonen nel 2007. E perchè non li confrontiamo con quelli di Shekter nel 79, con quelli di Prost nel 90 o soprattutto con quelli di Shumacher nel 96. Questi si che sono paragoni che hanno senso!
      Che Alonso non stia andando bene come ci si aspettava non ci sono dubbi, ma che sia un brocco non mi sembra proprio. La macchina non è così competitiva e lui è costretto a metterci una pezza. Ovvio che se poi sei costretto a cercare sempre il limite prima a poi lo superi. Detto questo mi sembra invece che se una accusa bisogna fargli è quella di non reggere molto bene la pressione. Questo però vuol dire che sente la pressione del dover guidare una Ferrari e del cercare in tutti imodi di fare bene cosa che invece kimi non ha mai mostrato molto di avere: lui andava forte quando gli girava e se no, pazienza.

      • “kimi non ha mai mostrato molto di avere: lui andava forte quando gli girava e se no, pazienza”
        insomma, Alonso non va forte perchè ha la macchina che non va e, poverino, accusa la pressione… mentre Kimi non vinceva perchè era un lavativo che lavorava solo quando ne aveva voglia e usava la Ferrari per andare a spasso in pista… come se Kimi non fosse un professionista, ma uno scolaretto che non ha voglia di studiare… ma per favore! E’ una cosa ridicola!
        E’ come dire che Alonso è un asino perchè “studia e ci mette tutto l’impegno, ma senza ottenere risultati”, mentre Kimi è un asino perchè “non è che non ha le capacità, è che non ha voglia di studiare e non si impegna”…
        Questi discorsi son panzane sostenute da sempre dai media “allineati” (praticamente se non tutte le tv e i giornali, quasi) quando è arrivato l’ordine Ferrari di tirar m*rda in faccia a Kimi per preparare in grande stile l’arrivo di Alonso! Peccato che ci sia ancora chi non l’ha capito…
        La verità è che se il mezzo è scarso, puoi metterci tutto l’impegnoc he vuoi, ma più forte di quanto la macchina possa permetterti non vai… solo che quando si parla di Alonso, è colpa della macchina e della pressione, quando si trattava di Kimi, era colpa sua che era svogliato… Questo ha un nome che non è certo “obiettività”.

      • Tu sei un lavativo! no kimi…

        Kimi in Mclaren non ha vinto ma ci ha sempre messo i co—–ni!!!
        La Ferrari ha distrutto Kimi perchè gli han fatto passar la voglia di lottare prima e di correre addirittura poi!! E questo solo perchè nessuno gli ha mai dato fiducia! quando ha vinto è stato merito di massa (???) e quando ha perso è perchè lui era incapace!!!

        Beh adesso tenetevi il vostro massa farlocco che il kimi l’avete rovinato e distrutto oramai!!

  5. Poi, la parte del capitolo F10 è così incoerente coi fatti, che mi disgusto solo a leggerla, sarà mica un tifoso Mclaren? Dai, facciamo gli obbiettivi.
    Punto primo il circuito non era adatto alla F10, e quegli 8 decimi di distacco dalla Red Bull sono merito anche di qualche segreto che la Red Bull ha ancora sotto la carrozzeria, che ci crediate o no, non è solo carico aerodinamico, informatevi ;)
    Punto secondo la Mclaren copiando la Red Bull ha fatto il suo primo flop, niente di male, bravi comunque a rimontare con le carte a disposizione, ma questo sottolinea perlpoiù che a Maranello ci hanno lavorato molto tempo prima e con più impegno, e i risultati si sono visti a Valencia, di meno a Silverstone, ma le piste adatte alla F10 non erano quelle.
    Punto terzo risultati zero perchè? Fino a Montreal sono stai mediocri davvero, ma dopo Montreal hanno sempre lottato per il podio o per la vittoria, e lo faranno ancora, però non hanno portato a casa nemmeno un punto per fattori esterni, vuoi la sfortuna, vuoi la testa calda di Alonso, l’auto c’era, e non diciamo fesserie.

    • concordo con tutti i post scritti da te !!!

      qunado hamilton ha superato la SC, in inghilterra, ogni giornale sportivo era assolutamente schierato con lui e contro la ferrari… poi dicono a noi che siamo fanatici e che la ferrari è una religione, INVIDIA inglese !!!

      ognuno porta l’acqua al suo mulino, visto che il regolamento ancora oggi sembra permettere questo genere di cose…mah

      100 pesi e 1000 misure !!!

  6. Grande Pellegrini!

  7. Pellegrini meno canne!

  8. Caro Pellegrini, ogni tuo articolo è un’aggressione alla Ferrari ed ai suoi componenti: non che tu non abbia ragione su molti aspetti (tra cui la “sospetta” competitività della F10) ma è chiaro ed evidente che i tuoi articoli sono palesemente di parte. Purtroppo il fanatismo gioca brutti scherzi, anche alla memoria, perchè, solo in questa stagione, le “furbettate” dell’anglo-caraibico sono state più di una (ovviamente tutte non sanzionate, perchè non venitemi a dire che la penalità a Valencia è da ritenere idonea). Tanto per rinfrescare i ricordi in Malesia 2010, Hamilton, per evitare che il russo Petrov lo sorpassasse, inscena uno “zig-zag”, manovra vietata nonchè pericolosa; Canada 2010: il pilota della McLaren conquista una pole senza riportare la macchina ai box con le sue ruote, violando palesemente il regolamento.
    A…ultima cosa: Quando si taglia una chicane e non si restituisce la posizione (o si fa il “furbetto”, traendo comunque beneficio dalla manovra vietata), vi si inflige una penalità di 20”, così come accadde a Spa 2008, e non certo con un “casareccio” drive through, come è accaduto a Silverstone 2010.

    • Sono d’accordo su quello che dici, però è vero che la penalizzazione di 20 secondi si dà quando la gara è già finita(poi 20…. bo, una volta erano non erano 25? non capisco quando 20 e quando 25, in ogni caso non voglio entrare nel merito), di solito però si cerca di infliggere le penalità nel corso del GP, perchè sa molto di finto e di studiato a tavolino una penalizzazione inflitta successivamente, è ovvio che a volte non si può fare diversamente, ad esempio a Spa erano gli ultimi giri, quindi è ovvio che non potevano dargli un drive through.

  9. Caro Pellegrini, nessuno sta dicendo che la penalità ad Alonso è ingiusta o che l’infrazione non c’è stata.
    Si discute sul fatto che i commissari hanno dato il via libera al muretto Ferrari rassicurandoli che non ci sarebbe stata sanzione, se ciò non fosse successo sicuramente dai box avrebbero detto ad Alonso di far passare Kubica e tutto si sarebbe risolto.

  10. http://www.autosport.com/news/report.php/id/85258
    questo dovrebbe chiudere parecchie bocche sulla penalità data ad Alonso: per tre volte la direzione gara ha detto alla Ferrari di restituire la posizione e non è stato fatto. Che senso ha poi il discorso che Kubica era troppo indietro per poter restituire la posizione? Quello che è successo è chiaro, la Ferrari ha cercato di fare la furbata, ma non le è andata bene, ed il “ritardo” nella penalizzazione è dovuto alla Ferrari stessa che non ha voluto accettare il suggerimento della direzione gara… Chi è causa del suo mal pianga sé stesso…

    • bisognerebbe sapere se al muretto ferrari hanno compreso la comunicazione… domenicani comprende l’ inglese ? non credo. Ma sono certo che se ci fosse stato Brawn (cioe’ un’altro inglese) sarebbe stata storia diversa.

  11. da addetto ai lavori è da 2 (due!!!) anni che vado dicendolo….
    Primo via DOMENICALI non è in grado di gestire il box!!!
    secondo STOP alla linea tricolore…i migliori non per forza devono avere passaporto italiano..

    • Concordo da tempo :)

  12. Con le regole attuali negli anni 70/80 avrebbero squalificato la meta’ dei piloti! La f1 era uno sport per uomini veri e non per pivelli che fanno scuola guida!

  13. La Ferrari sta deludendo e basta.La ridicolità delle regole della f1 tiene fino ad un certo punto.Ma alla base di tutto c’è la poca competitività della Ferrari unita a errori dei piloti…anzi direi errori del solo pilota ferrari(perchè Alonso ha un compagno di squadra????).Persino la Mclaren con una vettura non ancora aggiornata ha fatto un ottimo gp.E non solo in questo gp…in quello precedente addirittura le frecce d’argento(sempre con vettura non aggiornata) sono parse più in forma della rossa…cosa da far riflettere…

  14. Grande pellegrini! per sta volta concordo!

  15. Ma non avete ancora capito che la FIA si stà vendicando dei fondatori della FOTA. Prima hanno fatto fuori Briatore, e adesso , visto che Montezemolo è difficile da far fuori, boicottano la Ferrari in tutti i modi….

    • E’ vero !

  16. Grande Pellegrini non si poteva fotografare meglio la situazione! E poi mi piace la definizione “i paraculi del quartierino”! E’ difficile dare contro il pensiero distorto della realtà di un certo tipo di giornalismo che non sa fare altro che scrivere quello che il pubblico poco incline all’uso dell’analisi dei fatti vuole sentirsi dire e leggere per convincersi di avere ragione scegliendo la strada più facile! Continua così, non si tratta di essere tifosi di uno e contro gli altri tanto per, ma solo di voler analizzare con maggior lucidità i fatti e tu ci riesci benissimo!!

    • Caro,jerez97.
      Sono più che certo che anche tu,a modo tuo rientri tra quellli che vogliono sentirsi dire o leggere notizie per convincersi di avere ragione scegliendo la strada più facile.
      ILrispettabilissimo Paolo Pellegrini in questo caso non ha fatto altro che analizzare dal suo punto di vista lo stato delle cose ed ha accontentato alcuni (come te) e ad altri no.

      Con rispetto
      Maurizio V.

      • Non è questione di accontentare qualcuno e scontentare qualcun altro, di avere ragione oppure torto, o di sentirsi dire/leggere quello che si vuole ascoltare, è solo questione di avere la mente un pochino più aperta e rendersi conto, leggendo altre opinioni, che le cose non sempre sono come il giornalismo superficiale e giullare di corte vuol farci credere che siano. Se avessi letto fino all’ultima riga ciò che ho scritto, invece di interpretare da ferrarista offeso le mie e le altre argomentazioni, probabilmente avresti compreso quello che ho scritto. Capisco che in questo periodo essere tifosi di una certa scuderia non dia molte soddisfazioni e probabilmente il sentirselo dire possa infastidire e indispettire ancora di più, in ogni caso, chi ha scritto l’articolo, ha espresso un’opinione che per molti è un’amara verità, per pochi è solo la realtà dei fatti e come tale e come tale va rispettata anche se non condivisa.
        Con rispetto

  17. scusate, magari mi sbaglio, ma il citato caso di hamilton su raikkonen , non era capitato sotto un’altro regolamento ?
    se non sbaglio il regolamento e cambiato molto negli ultimi anni, magari anche quella regola …
    ma come ho gia detto, posso confondermi

    • Ecco il vero problema di questa F1: che cambiano i regolamenti da stagione a stagione confondendo il tifoso e talvolta anche Scuderie e piloti

      • beh allora a questo punto non è nemmeno tanto giusto paragonare i 2 eventi

        comunque posso dire che è sempre facile giudicare senza trovarsi nei panni di chi è in certe situazioni, magari certe scelte, sono obligate, e noi vedendo solamente dal teleschermo non possiamo sapere tutto …