Questo sito contribuisce alla audience di

HOME PAGE

Il primo BLOG sulla Formula 1. Gratis per te: F1 news,
foto, video, piloti, team, classifiche, calendario e F1 Live.

Quando l’armata del bene combatteva il male


ferrarilogo

Un altro cambio di regolamento, nuovi parametri di verifica per le ali anteriori che interessano soprattutto Red Bull e Ferrari, da giorni al centro del mirino. Alettoni analizzati, fotografati, filmati, studiati, sotto gli occhi di mezzo mondo. Flessibili, ma regolari.
Perché sì, si muovono e le ali flessibili sono proibite per regolamento, ma superano le verifiche tecniche e quindi non implicano la squalifica.

Alettoni sospesi in un limbo, fra conformità al regolamento e non. Ancora da vedere se le stesse ali viste a Budapest siano in grado di flettere entro i 2cm con 100kg di peso.

Ma “sotto briscola” ci sono Red Bull e Ferrari. E allora?
Ferrari bersagliata, Ferrari vittima di complotti, McLaren invidiosa. Eppure i cambi drastici di regolamento, quelli che trasformano improvvisamente un particolare tecnico da regolare a irregolare dalla sera alla mattina non hanno il sapore della novità. E’ un altro di quei casi che rientra senza troppi sforzi nel fascicolo dei copioni già visti, delle minestre riscaldate ripetutamente. Però capitava che a fare reclamo, a chiedere, a esporsi, non fossero gli inglesi, ma la Ferrari. Stampa e televisioni parlavano forse di complotti? No, tutt’altro, si concordava piuttosto con l’operato della Scuderia di Maranello. E’ interessante notare come durante quegli episodi la Ferrari non veniva giudicata come antisportiva, capace di qualunque stratagemma per di recuperare qualche decimo al giro, ma piuttosto come una sorta di armata del bene impegnata in una lotta contro il male, in prima linea contro tutte le ingiustizie architettate da quegli inglesi cattivi, scorretti e disonesti; come una delle tante storie dei cartoni animati, uomini e squadre incapaci di costruire vetture veloci seguendo alla lettera il regolamento e quindi costretti a scendere alle peggiori scorrettezze tecniche pur di recuperare terreno, pur di cercare di battere la Ferrari. Inglesi, quegli stessi inglesi che la Ferrari assume nel proprio team prelevandoli direttamente da Woking!

Con la Ferrari come protagonista, vediamo alcuni recenti esempi di una strategia sottile, usata quando si ha paura di perdere la propria leadership, quando non si hanno più idee per recuperare terreno, quando il gap è più ampio di quanto previsto. Quando le carte e le perizie si trasformano in un’arma preziosa in una guerra senza esclusione di colpi.

1998 – Gran Premio del Brasile – Il terzo pedale
Il mondiale inizia con una McLaren che si dimostra velocissima in Australia, e una Ferrari che invece si vede costretta a dover rincorre, e il distacco è notevole. La McLaren, ma non solo, utilizza il cosiddetto “terzo pedale” ovvero un pedale ausiliario che permette al pilota di frenare solo le ruote posteriori: è utile in uscita di curva perché consente di accelerare evitando il pattinamento delle gomme, ottenendo dei vantaggi in fase di accelerazione quando il regolamento tecnico vieta il traction control. Il dispositivo è ritenuto regolare dalla FIA, ma la Ferrari, convinta che senza quel meccanismo la McLaren sarebbe sensibilmente meno veloce, fa pressioni sulla FIA che durante il weekend del Gran Premio del Brasile, decide che il terzo pedale non più è ammesso dal regolamento.

2000 – Gran Premio del Belgio – Il differenziale McLaren
La Ferrari accusa la McLaren di utilizzare un differenziale non conforme al regolamento: il nuovo elemento creato a Woking e usato da alcune gare, lavora in modo da ridurre il sottosterzo facendo sì che la coppia venga distribuita maggiormente sulla ruota in appoggio nella percorrenza delle curve.
Grazie a questo differenziale meccanico (se fosse assistito elettronicamente violerebbe il regolamento) le monoposto di Ron Dennis migliorano sensibilmente le proprie prestazioni, ma dopo le lamentele della Ferrari, la FIA, che precedentemente aveva ritenuto l’elemento assolutamente regolare, fa marcia indietro. La McLaren si trova così costretta a montare il vecchio e meno performante differenziale e non riuscirà più a vincere neanche un Gran Premio. Di più: la decisione interesserà anche il progetto MP4/16 previsto per il 2001, ormai in avanzato stato di sviluppo e concepito per poter utilizzare questa nuova generazione di differenziali.

2001 – Fase pre-campionato – Il caso del berillio
Il berillio è un metallo leggero e resistente, e la Mercedes lo usa abbondantemente sui propri propulsori, in quegli anni ritenuti il top fra i motori di Formula 1. Dietro ad una politica fatta di proclami ecologisti secondo i quali la lavorazione del berillio sarebbe pericolosa per la salute degli operai, la Ferrari fa pressione sulla FIA che decide successivamente per una sua messa al bando. Per la Mercedes si tratta di un duro colpo che supererà solo dopo molto tempo e che di fatto porrà seri problemi per la stagione 2001 ormai alle porte, nonché per le successive.

2001 – Gran Premio di San Marino – Il diffusore della Williams
La Williams vince in maniera netta, grazie anche alla potenza espressa dal V10 BMW e alle ottime doti di trazione della monoposto inglese, che già aveva ben figurato in Brasile. La Ferrari fa notare delle curiose aperture circolari ai lati del profilo estrattore. La FIA che precedentemente aveva ritenuto regolare la soluzione, cambia idea.

2003 – Gran Premio d’Ungheria – Le gomme Michelin
Il 2002 vinto con estrema facilità dalla Ferrari sembra un lontano ricordo. C’è la Williams che va parecchio forte, ma anche Raikkonen è in lizza per il titolo nonostante corra con una McLaren vecchia di un anno a causa del fallimentare progetto MP4/18. I team inglesi lavorano bene durante la primavera e l’estate, e la Ferrari perde progressivamente terreno. Ma all’Hungaroring a fine gara si scatena l’inferno. Il regolamento sui pneumatici prevede che il battistrada scanalato a inizio gara non possa un’impronta a terra maggiore di un determinato valore. La Ferrari si lamenta presso la FIA perché secondo loro il battistrada dei pneumatici anteriori della Michelin a fine gara risulterebbe superare questo il limite; ma il regolamento non parla di misurazioni a gara conclusa. La FIA accoglie l’obiezione della Ferrari e modifica il regolamento a tre gare dal termine quando Schumacher, Montoya e Raikkonen sono racchiusi in un fazzoletto di punti in testa al mondiale. La Michelin è costretta a rivedere di corsa tutti i suoi pneumatici per poter partecipare all’imminente Gran Premio d’Italia.

2006 – Gran Premio di Germania – Il caso del mass dumper
La Ferrari si ritrova ad inseguire la Renault di Alonso e durante l’estate si rivolge alla FIA chiedendo la messa al bando del mass dumper, un dispositivo meccanico ritenuto conforme al regolamento, utilizzato da Renault e da altri team, che migliora la stabilità della vettura in curva. La FIA rivede le sue decisioni e considera irregolare il mass dumper. Ma i commissari di Hockenheim la pensano diversamente e considerano regolare il dispositivo. La FIA non ci sta e fa ricorso contro la decisione dei commissari mettendo in scena un teatrino ridicolo. Alla fine il mass dumper verrà definitivamente messo al bando.

Storie di avvocati, di cavilli, di interpretazioni, di frasi non chiare scritte da persone che in teoria dovrebbero essere competenti in materia. Non sono le uniche, certo, ce ne sono altre di storie come queste, dove i tribunali prevalgono sullo sport. Come in Coppa America (toh… altro sport dove i soldi scorrono a fiumi), dove recentemente i circoli nautici erano più in tribunale che in mare con le proprie barche. E a volte si ha come l’impressione che certi buchi, certe zone grigie del regolamento, non siano lì per caso.

Scritto da: British grenadier
.

{lang: 'it'}
Etichette (Tags): , , , , , , ,

55 Commenti

  1. nel 2003 quando si parla delle gomme michelin, sbaglio o la gara prima la ferrari fu squalificata (credo che le furono tolti punti in gara) perchè le proprie gomme andavano fuori dal regolamento ??

    addirittura ricordo che todt voleva dare le dimissioni, subito respinte…

    ricordo bene ?

    • Grazie e complimenti British Grenadier! Fianlmente quello che ci voleva, un bel resoconto della storia recente della f1. Come ben sai questi argomenti noi li condividiamo da tempo ma era il momento di fare un po di ordine! Prevedo minimo una settantina di post al tuo articolo con tanti se, ma, però, forse dove ognuno tirerà l’acqua al suo mulino e considerato che in causa ci sono loro, i paladini del bene, tante saranno le critiche. Non importa, tante volte mettere sotto il naso la realtà può dare molto fastidio. Una cosa è certa, in questi anni, tra Maranello e la federazione, ci sono stati troppi “intendiment”i che hanno cambiato il risultato di tante stagioni. In pochi sosterranno questa tesi e meno ancora avranno il coraggio di ammetterlo, ma più che in pista certe gare e certi campionati sono stati decisi lontano dai circuiti. In tutto questo, direi che hai omesso i tanti e controversi episodi tollerati dove protagonista era niente meno che il settevoltecampionedelmondo. Per rendere il quadro ancora più completo, io agiungerei anche quelli! ciao

    • …scusa ma in quale GP del 2003, la Ferrari è stata squalificata per le gomme?

      • non ricordo se è il 2003 appunto… ricordo che la ferrari usò delle gomme irregolari e todt per l’errore voleva dimettersi..

        qualcuno lo ricorda ??

        strano che all’autore dell’articolo sia sfuggito visto che le sa tutte :D

    • …non so se stai parlando di F1 o cosa, se del 2003 o cosa…
      …ti sto chiedendo in quale gara la Ferrari è stata squalificata per via delle gomme…
      …sempre se stai parlando di F1?

    • …scusa se mi permetto…forse l’autore dell’articolo le sa tutte!!!
      …ma te, te ne stai inventando qualcuna!!!

      • no non penso che lo sto inventando, ne hanno parlato per una settimana di fila in tv…

        ho precisato che NON ricordo se era avvenuto nel 2003… ma ricordo perfettamente che fu per le gomme che avevano utilizzato in ferrari

      • cmq lo cerco io ora per bene… se lo trovo te lo scrivo certamente ;)

      • ok mi correggo, ho trovato il fattaccio… ha ragione paco non ricordavo bene io :D

        ho fatto una macedonia, leggendo trp cose :D

        allora ora che ho trovato le notizie e ho fatto mente locale, il fattaccio è sepang 1999 quando la ferrari fece doppietta con Irvine primo e il Kaiser secondo e dp 3 ore sono stati squalificati per i “deflettori” anteriori…

        da qui sia ross brown che todt ammettono l’irregolarità della componente e todt diede le dimissioni respinte da montezemolo ;)

        è evidente che ho fatto troppa confusione con una scena in tv dove todt misurava dei pneumatici (prob il fatto del 2003 della michelin) ..

        cmq mistero risolto.. :)

  2. articolo interessante, da ferrarista mi fa arrabbiare un pò ricordare tutte queste cose messe insieme. è vero però che il regolamento tecnico dal 2001 in poi è stato stravolto e forse anche un pò svilito per contrastare il predominio ferrari, forse un pò appannato solo nel 2003 (F2003-GA, brutto ricordo….): cambiamenti continui del format di qualifiche, dove schumacher sapeva dare tutto il meglio e anche di più sia del mezzo che di sè stesso, limitazioni dello sviluppo dei motori, proprio quando stava sviluppando seriamente il V12 che avrebbe voluto far debuttare in pista e chi più ne ricorda le elenchi.
    onestamente il fatto che la ferrari prenda tecnici di provnienza mclaren non mi sembra uno scandalo, un pò perchè è sempre successo (mi ricordo lo scandalo della toyota che copiò pari pari la F2002, senza riuscire a farla funzionare, a causa del passaggio di un ingegnere aerodinamico dalla ferrari alla toyota), un pò perchè la mclaren (duole ricordarlo) è entrata in possesso di tuti i disegni e dei dati della F2007, quindi il passaggio di un tecnico (non un prelievo di un tecnico, è un passaggio) è il male minore…..

  3. eh già! a ricordarle tutte ce n’è un bel po… il bello è che è sempre la ferrari a lamentarsi… sempre per tutto… sia quando va bene che quando va male… lei deve sempre metterci il becco e rompere le scatole… poi quando succede al contrario allora non è permesso piu lamentarsi… perchè se no sono complotti falsità e quant’altro…

    • complotti e falsità..BRAVO LA PAROLA GIUSTA…aggiungerei MAFIOSI…appartenenti alla maFIA!

  4. E’ possibile che ricostruzioni così fantasiose, surreali e drammatiche si leggano solo in questo spazio Web? Tutti schierati gli altri giornali specialistici?
    Capisco la necessità di attrarre i lettori con situazioni interessanti e spunti “diversi”, ma ad essere sempre e comunque “fuori dal coro” si rischia di essere un eccellente solista oppure una sgradevole voce delirante!

    Diversi anni fa (era pre-shumy) ho smesso di seguire il calcio poichè non trovavo “giustizia” in quello sport ed ho approcciato il mondo dei motori per il principio di correttezza che esprimevano.

    Purtroppo, soprattutto con l’arrivo di quel furbacchione dell’inglesino, sembra che, obiettivamente, le regole si pieghino al suo modo di fare…

    Ora, soprattutto con l’ultima gestione Domenicali, non mi definisco affatto un Ferrarista, ma devo ammettere che gli episodi di quest’anno lasciano una preoccupante ombra di “complotti” su questo campionato.

    P.S.: Nella vostra “parziale” ricostruzione manca la SPY STORY, che termina a “tarallucci e vino” per i leali inglesi!

  5. Ma è tutto normale sono i corsi e ricorsi della storia di questa disciplina,oggi si lamentano mercedes mclaren ieri si lamentavano altri team,non scagliamoci contro chi fà vittimismo contro la superiorità di altre squadre, la colpa è solo degli organi competenti che non sanno fare per niente bene il loro mestiere.Il regolamento deve essere chiaro inattaccabile almeno si ci prova se un’innovazione è ritenuta lecita stop chiuso l’argomento.Ma poi di cosa dovremmo parlare ? :)

    • JA!

  6. Diciamocela chiaramente, le soluzioni ai limiti del regolamento le hanno sempre usate tutti, e sempre tutti le hanno poi criticate.

    Ferrari, BMW, Mercedes, Mc Laren, Williams ecc ecc

    La verità è che manca un regolamento chiaro, che dica semplicemente cosa si può o non può fare od avere, tutto il resto deve esser permesso, e poco importa se c’è chi si lamenta, la colpa è sua che non riesce ad essere innovativo come gli altri.

    Invece c’è un regolamento che dev’essere prima interpretato dagli avvocati, e poi tradotto ai tecnici, perché è talmente tanto cavilloso da non essere nemmeno più comprensibile a chi è destinato.

  7. complimenti a british granadier! La ferrari ha usato per anni il proprio potere politico ai fini di piegare le decisioni di commissari, consiglio fia, piloti di squadre minori. Ma a tutti faceva comodo perchè vinceva. Ora il vento sembra essere cambiato e non per mano di questi brutti inglesi (mosley era lo scendiletto ferrari basta pensare a quanto ha detto pochi mesi fa in merito alla decisione dei deflettori di spa 99, o basta solo dare un rapido sguardo ai verbali delle udienze della spy-story) ma di un francese, per di più ex capo sportivo ferrari. E c’è chi ha visto complotti inglese alla base delle ultime decisioni che hanno “danneggiato” alonso!

    Complimenti ancora! Non tutti hanno il coraggio in Italia di scrivere come te! Spero di incontrarti in giro sui vari forum!

  8. Vorrei ricordari a tutti coloro che si ergono a paladini della giustizia, oppure a coloro che sono semplicemente dei bastian contrari o degli esterofili che……….la FERRARI è LA FORMULA 1!!!!!
    Quidni tutti questi discorsi di controllo politico della scuderia di Maranello sul mondo delle corse lasciano il tempo che trovano.
    La Ferrari ha dato, dà e darà tanto a questo sport, e senza le rosse nessuno seguirebbe questo sport.
    Quindi sono tutte chiacchiere e invidia da parte di chi mito non lo sarà mai!!

    • bravissimo Gianluca..
      quando gli rode subito si mettono all’opera per infangare il nome di una grande Scuderia!

  9. ??? la ferrari è la formula1??? Perchè allora non fate un monomarca?
    I discorsi sul potere politico lasciano il tempo che trovano?? Ma state scherzando? Si parla di decisioni che spostano montagne di soldi e sarebbero inezie?
    Non sono nè un bastian contrario nè un esterofilo, ma soltanto un italiano che non tifa ferrari. E credimi ce ne sono moltissimi basta fare un salto a Monza per vedere come è cambiata la composizione degli spalti negli ultimi anni! Beh certo a qualcuno fa comodo credere e proclamare che la ferrari è l’unico credo mondiale in fatto di motori,chissenefrega se dimentichiamo tutto il resto della formula1: Ayrton Senna, Jim Clark, Frank Williams, Bruce McLaren non mi sembra abbiano mai corso in ferrari ad esempio.
    E poi l’accusa di invidia è tremenda, figuariamoci se sono invidioso di non appartenere alla squadra più antisportiva e politica di sempre.
    Detto questo per fortuna ci sono tanti ferraristi che conosco che riconoscono il giusto valore di tutte le squadre che hanno fatto la storia della f1 come McLaren, Williams, Lotus o Renault.

  10. Qualcuno ha forse la coda di paglia.
    Non ce l’ho con qualcuno in particolare. Inoltre invidiosi era riferito agli altri team.
    Concordo riguardo la Lotus, Senna e Clark ma mi riferivo comunque ai costruttori e non ai piloti (che per correre hanno bisogno di una monoposto!)
    Gli altri esempi non credo siano all’altezza della Ferrari, vorrei ricordare che il 70/80 % dei titoli McLaren (Bruce McLaren non ha mai vinto un mondiale) sono ristretti al periodo dei soli anno 80 (a parte alcune vittorie alla fine degli anni 60 nel campionato CanAm) grazie ad una monoposto progettata da John Barnard (primo telaio in fibre di carbonio) e pilotatata da PROST e SENNA. Stesso discorso per le williams la cui maggior parte dei titoli riguarda la prima metà degli anni 90 con una monoposto disegnata da Adrian Newey (lo stesso dei missili Red Bull) e pilotata ad esempio da MANSEL e PROST, poi nulla più.
    Inoltre non mi risulta che abbiano vinto in altre categorie o che producano auto da sogno, quindi prima di fare confronti sarebbe meglio riflettere bene e conoscere meglio la storia.
    Per non parlare del fatto che la Ferrari ha sempre costruito entrambi motore e telaio ed è stata quindi sempre una scuderia vera e non un assemblatore!
    Non sono uno di quei tifosi sfegatati che hanno il prosciutto davanti agli occhi, sono prima di tutto un appassionato di tecnica e motori, ma non confondiamo la LANA con la SETA!!!!

  11. un articolo con tutto rispetto davvero illuminante, in quanto ti fa ricordare episodi che nella preistoria della formula uno nessuno è andato a scovare per recriminare cosa!? che la Mcladren..o come si voglia chiamare io preferisco…MCLOTEN si stia ribellando ed è giustificata.
    Il posto pubblicato non è completo, mancano tutte le malefatte degli inglesi, mancano i dettagli su la spy-story, su Ron Dennis che muove i fili, coperto da Mosley che si faceva frustare il DERETANO come una ***** in calore..non racconta degli inglesi sempre in lotta contro la potenza italiana, la nostra amata FERRARI!
    siete ridicoli…se sei veramente uno buono..devi illuminarci con un quadro completo di tutte le malefatte compiute dal 1998 ai giorni nostri e non focalizzare le furberie della monoposto che sicuramente vincerà il titolo piloti..per la faccia vostra!

  12. un articolo con tutto rispetto davvero illuminante, in quanto ti fa ricordare episodi che nella preistoria della formula uno nessuno è andato a scovare per recriminare cosa!? che la Mcladren..o come si voglia chiamare io preferisco…MCLOTEN si stia ribellando ed è giustificata.
    Il posto pubblicato non è completo, mancano tutte le malefatte degli inglesi, mancano i dettagli su la spy-story, su Ron Dennis che muove i fili, coperto da Mosley che si faceva frustare il DERETANO come una t**** in calore..non racconta niente di quello che riguarda gli altri team.
    MI CHIEDO PERCHE’ TANTA AMAREZZA NEI CONFRONTI DELLA FERRARI!?
    PERCHE’ TANTO RISENTIMENTO NEI CONFRONTI DI UNA SCUDERIA CHE HA SEMPRE MOSTRATO L MONDO INTERO IL SUO VALORE, IN PISTA E FUORI LA PISTA!?
    UNICA RISPOSTA..
    Siete antisportivi..come noi ferraristi quando vediamo il motore di Hamilton che va in fumo..
    o come noi Ferraristi che godiamo quando Button con il suo “paracarro” non riesce ad andare oltre l’ottava posizione e si fa doppiare dalle redbull e ferrari…siete ridicoli!

  13. NON VI ARRAMPICATE SIGLI SPECCHI PER TROVARE IL PELO NELL’UOVO..LA maFIA IL REGALO VE LO FA..SIETE CAMPIONI DEL MONDO..CAMPIONI DI QUESTA MI…..

  14. Bruce McLaren non ha mai vinto un mondiale? E allora? Grazie a lui la McLaren è l’unica squadra che ha vinto Can-Am Le Mans e in F1 ti sembra poco? E comunque non riesco a capire perchè i titoli negli anni 80 valgono di meno? Cosa dovrei dire di quelli di schumacher: costruita da rory, ross e todt e senza avversari fino al 2005. E poi Hakkinen e Hamilton dove li metti? Per quanto lriguarda le auto da sogno segnati un nome per il passato, McLaren F1 (la più grande supercar mai esistita), e uno per il presente McLaren Mp4-12C. Inoltre McLaren sta ultimando in questi mesi la costruzione del suo centro di produzioni di auto stradali. La MP4-12C ha già avuto 2700 ordini in pochi mesi, a fronte di una produzione annua nei primi due anni di 1000 esemplari.E il tutto senza un grande costruttore come Fiat.

    • Non ho detto che i titoli degli anni 80 valgono meno, semplicemente è stato solo un periodo, tutto qua.
      Mi complimento con la McLaren che ha saputo costruire nella sua storia una solo auto!
      Inoltre la Ferrari è in formula 1 sin dall’inizio e credo che una cosa è se la Ferrari abbandona la F1 e una cosa è se l’abbandona la Mclren.
      Comunque secondo me confrontare la Ferrari con la McLaren è solo perdita di tempo.
      Rispetto il tuo tifo (se tifi McLaren), ma il confronto non regge.

  15. MA POI DICO FIGURIAMOCI SE UN GIORNALE DI PARTE POSSA DIRE QUALCOSA DI BUONO SULLA FERRARI…CHE RIDICOLI CHE SIETE ANCHE VOI DELLA REDAZIONE CHE PUBBLICATE QUESTE OSCENITA’!
    E’ COME L’UNITA’ SCRIVESSE CHE IL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI E’ UN SANTO!
    ahahahah che ridicoli che siete!

  16. ah… perchè dovremmo tutti essere d’accordo con quello che fà o dice la ferrari?

  17. Jackie Stewart più di una volta tentò di avere nella sua monoposto un motore Ferrari cosa che il Drake ha sempre rifiutato,quando parliamo di F1 dimentichiamo spesso che uno solo era un costruttore gli altri erano tutti assemblatori,su un parco vetture di 24 ne trovavamo 22 con motore cosworth poi subentro il Simca via via gli altri,a fronte di un passato che vide grandi costruttori come Mercedes,Maserati…dunque la Ferrari è sempre stata per eccellenza la F1 mi chiedo se la politica di Enzo Ferrari fosse stata diversa quanti titoli avrebbe vinto la Ferrari con i suoi motori, senza sminuire i costruttori attuali rimarra sempre la più grande e rappresentativa scuderia in F1,il resto sono solo bla bla bla….buone vacanze a tutti anche ai tifosi di ron dennis detto ” o serpe “

  18. Mi piacerebbe molto che il “granatiere inglese” rispondesse a noi lettori sulla “parzialità” del suo articolo.
    Ribadisco che sarebbe bastato parlare di quando “Rod Dennis” e company hanno “rubato” un intero progetto Ferrari. Briatore per la storia dell’incidente ha pagato con una “sonora” squalifica che ancora sta scontando! La McLaren ha pagato solo una multa (La storia dei Punti alla squadra non è servita a nulla visto che la Ferrari a conti fatti avrebbe vinto comunque).

    E’ uno sport e i furbetti del quartierino ci sono dovunque, soprattutto in Inghilterra!

    Per “British grenadier”: Visto che ti diverte il cercare argomenti interessanti, come mai non hai ancora pensato di scrivere nulla sulla lunghissima serie di malefatte di quel genio inglese di Lewis il furbacchione?!?

    • “La McLaren ha pagato solo una multa (La storia dei Punti alla squadra non è servita a nulla visto che la Ferrari a conti fatti avrebbe vinto comunque)”
      …scusa ma stai parlando del 2007…forse la matematica da te è un opinione?

      “Visto che ti diverte il cercare argomenti interessanti, come mai non hai ancora pensato di scrivere nulla sulla lunghissima serie di malefatte di quel genio inglese di Lewis il furbacchione?!?”
      …furbacchione lui?…pensa che la Ferrari sta pagando lo stipendio a uno che tre anni fa li chiamava “mafiosi” e invece quest’ anno è diventata l’amore della sua vita (forse del suo conto in banca)…

    • “Per “British grenadier”: Visto che ti diverte il cercare argomenti interessanti, come mai non hai ancora pensato di scrivere nulla sulla lunghissima serie di malefatte di quel genio inglese di Lewis il furbacchione?!?”

      semplice, non basterebbe una giornata per ricordarle e scriverle tutte, è un lavoraccio star dietro alle malefatte di hamilton, per questo nessuno qui ne parla

    • concordo con voi, soprattt per la spy story che ho potuto leggere nel portale di british granadier suggeritomi da un utente

      ottimi spunti per british granadier

  19. Carissimi
    Sì, la ricostruzione è parziale perché l’analisi verte semplicemente sulle diverse reazioni del pubblico di fronte ad un caso analogo: stesso problema, protagonisti invertiti, giudizi opposti. Il problema è un cambio di regolamento tecnico a stagione in corso, in questo caso le ali anteriori, i protagonisiti li conosciamo e il giudizio è che la Ferrari sia parte lesa e la McLaren un gruppo di piagnucoloni che fanno comunella con la FIA. Ma qual’era il giudizio quando era la McLaren (o chi altro) la parte lesa ed era la Ferrari a bussare alle porte di casa Mosley? utilizzando lo stesso metro di giudizio bisognerebbe dire che era la Ferrari ad andare a braccetto con la FIA per salvaguardare i propri interessi, mentre gli altri facevano solo il loro lavoro onestamente. Invece, negli episodi citati, accedava tutto il contrario, i mass media consideravano la Ferrari come parte lesa sempre e comunque. Ecco cosa ho trovato interessante in questa vicenda, lo spunto era quello, non attaccare direttamente la Ferrari “a perditempo” citando episodi di qualche anno fa. In fondo una storia ha almeno tre verità: due sono di parte, una sta nel mezzo. Come hanno fatto notare alcuni lettori, sono corsi e ricorsi di questo sport, figli di un regolamento tecnico poco chiaro in grado di alimentare simili controversie; dopodiché, dal cambiamento in corsa, qualcuno ne trarrà vantaggio, altri no, e allora ci sarà chi metterà tutto nel dimenticatoio e chi alimenterà le polemiche perché si sente derubato o vittima di un’ingiustizia.

    La Spy Story che citate, su cui ci sarebbe un bel po’ da scrivere, non l’ho inserita in quanto non rientrava nei casi di cambi improvvisi di regolamento tecnico. Men che meno i passatempi piccanti di Mosley.

    Per quanto riguarda Hamilton, che dire… nel bene e nel male fa molto parlare di sè, e qualcosa si potrebbe tirare fuori :-)

    • Ti ringrazio per la replica, ma sento la necessità di fare alcune piccole precisazioni…

      Purtroppo, a mio parere, hai mescolato troppi argomenti: Legalità, complotti, politica FIA, effetto dei Media sul pubblico, nazionalismo ecc..!

      In particolare, non credo sia corretto parlare di bene e male (come hai fatto tu) se non si analizzano le condizioni a contorno dei citati episodi. Sarebbe come condannare a morte un indiziato in quanto trovato vicino al cadavere ancora caldo!!!! ;-)

      Come mai non hai considerato anche i cambi di regolamento ritenuti necessariper frenare la supremazia ferrari nell’era di Shumy e quindi lo spettacolo in F1?

      Se vogliamo discutere di lealtà, credo che anche su questo argomento gli inglesi della MCLaren (in particolare) si siano rivelati inadeguati, in particolare con Lewis “il furbetto”!

      P.S.: Attendo con ansia il tuo prossimo articolo sul Furbetto inglese, magari confrontato con le “malefatte” di altri campioni del mondo!

      Grazie

      • Ti dico, pur da Ferrarista non la penso troppo diversamente dal granatiere britannico.

        Il fatto che chi si lamenta di un particolare ai limiti del regolamento e per altri un eroe è tristemente vero.

    • ANNO 2007 Iniziamo con piccoli episodi quando in quell’anno Hamilton non sarebbe stato ad un passo dal vincere il mondiale senza aiuto,ti ricordo che l’hanno letteralmente rimesso in pista nel gran premio di europa 2007 e ti ricordo anche che hanno tentato di rimetterlo in pista quando è finito nella ghiaia prima della corsia dei box in Cina, inoltre, che non è stato penalizzato in Giappone perchè non aveva usato tutti i treni di gomme nelle libere,nè perchè in gara ha causato l’incidente in cui Vettel (manco a dirlo…)colpì Webber che perse il secondo posto,nè in Brasile perchè nell’ultima qualifica rallentò Raikkonen che sarebbe arrivato secondo…vogliamo continuare a scavare nelle malefatte inglesi?!
      l’unico mai punito è stato sempre il piccolo lord..o meglio il paraculo numero uno..che quando anche nell’ultimo gp di europa disse di non ricordare cosa era successo con la safety car…(2010) aaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaa…per favore..siete ridicoli!

  20. …furbacchione lui?…pensa che la Ferrari sta pagando lo stipendio a uno che tre anni fa li chiamava “mafiosi” e invece quest’ anno è diventata l’amore della sua vita (forse del suo conto in banca)

    Queste situazioni in F1 succedono ad ogni scadenza di contratti,ieri eravamo nemici oggi garzie ai danè siamo innamorati,è normalissimo in F1.

    • se è per questo e per fare un altro ricorso storico, io mi ricordo benissimo, perchè c’ero, delle bordate di fischi che si prendeva un certo tedesco neo ingaggiato dalla ferrari a Monza nel 1995. L’anno successivo, i suddetti fischiatori, si sgolavano per inneggiarlo. Tipica coerenza del tifoso ferrarista medio, che è poi sempre lo stesso che odiava Alonso quando era alla Renault e le suonava al settevoltecampionedelmondo| Mi piacerebbe vedere, se mai dovesse accadere, come si comporterebbero i ferraristi che odiano e insultano Hamilton se quest’ultmo dovesse un giorno approdare a Maranello! Cosa faranno? Cambieranno squadra o ne diventeranno improvvisamente estimatori??

      • a dire il vero è un po’ così per tutti i tifosi di una squadra, qualsiasi sport sia.

      • Estimatori al massimo !

  21. CHE RIDICOLAGGINE IN QUESTO ARTICOLO!

  22. Quoto in pieno il chiarimento di British Grenadier. Ci si potrebbe scrivere un trattato di psicologia su come ognuno di noi interpreta un episodio qualunque esso sia dallo sport alla politica o alla vita di tutti i giorni, per di più su argomenti che noi spettatori della f1 viviamo indirettamente e dall’esterno, quindi non da addetti ai lavori e sicuramente senza essere a conoscenza di tutto e ribadisco tutto quello che ci sta dietro un episodio. Le razioni a questo articolo ne sono esempio lampante. Certi fatti però restano comunque scritti nella storia della f1 e questo è innegabile, da qualsiasi parte si voglia vedere la verità dei fatti e da dove sia la ragione.

    • Certo anche Rommel diceva che Hitler era un grande….
      Ognuno difende la propria bandiera a denti stretti

      • …….si peccato che poi hitler lo invitò gentilmente a suicidarsi con il cianuro per fargli i funerali di stato con gli onori militari…..

  23. articolo eccellente, bisognerebbe anche citare i casi antecedenti al ‘98
    tutte le volte che il regolamento è stato cambiato ANCHE a campionato concluso, ovviamente fa meno scalpore e non agita gli avvocati, ma lascia l’amaro in bocca agli sportivi.

  24. mah!!

    • Per cortesia un po’ di fantasia.

  25. A VOI L’AMARO IN BOCCA E’ RIMASTO PER TROPPO TEMPO..E ORA LO STATE SPUTANDO!
    VI RICORDATE QUANTI PIANTI VI SIETE FATTI IN PASSATO PER LA FERRARI SEMPRE CAMPIONE DEL MONDO!?
    ORA IL FUTURO E’ NOSTRO..FATEVI DA PARTE, AVETE AVUTO IL VOSTRO MOMENTO DI GLORIA ORA FATE FARE A CHI GIOCA DURO..E NON SPORCO COME VOI UOMINI DI MCLOTEN!

  26. ??????=====&&&%%$$££…………………………….!!!!!!!!!!!??????????

    Cari redattori, spero che questo intervento non venga bannato come avete fatto per i precendi 5.

    Se questo è quello che volete farci scrivere!! Ok vuol dire che questo scriveremo..

    • Caro jarbis,
      Alcuni tuoi “commenti” non sono stati pubblicati in quanto scritti con un linguaggio inappropriato! Ti invitiamo a rileggerli e siamo certi che capirai le nostre scelte. Ti invitiamo poi ad utilizzare dei termini più consoni ad una conversazione tra persone civili.

      Grazie,
      La Redazione di CircusF1

  27. A mio parere qui ha ragione sia British grenadier che i Ferraristi, tra i quali mi annovero anche io, ma la colpa va ben al di là degli esposti e delle scuderie di volta in volta coinvolte, la colpa sta amonte, nella FIA e in coloro che decidono i famosi Regolamenti.
    Fino a 15 anni fa su per giù la F1 era la massima espressione della ricerca di nuove soluzioni, dall’aerodinamica ai freni al motore alle sospensioni, e perchè no a tutti quei meccanismi che permettono di migliorare le prestazioni, cercando poi di trasferire ed applicare tali soluzioni alle produzioni di macchine di serie.
    Si puntava anche ad avere personale ai box rapido ed efficace, con cambi gomme e carburante rapidissimi, poi improvvisamente un cambio di rotta radicale e si è deciso di togliere tutto ciò, di mirare al livellamento, mortificando uno stuolo di ingegneri, tecnici, meccanici che han studiato e lavorato una vita per arrivare al massimo all’eccellenza dicendo loro:”siate il più normale possibile e uniformatevi alla massa”.
    Siamo al paradosso di avere le auto più sicure di sempre che consentono al pilota di uscire illeso dopo urti a più di 250km/h, e di pari passo limitiamo le potenze dei motori, blocchiamo gli sviluppi, poniamo limiti assurdi su pieni benzina, gomme aerodinamica trovandoci poi con piloti che perdono le gomme in uscita box per 1 bullone mal serrato!
    Siamo ai limiti del paradosso e dè inutile che si pensi a come sorpassare a come rendere più interessanti le gare, c’è UNA sola strada…..sviluppo libero di ogni cosa!

    A margine volevo solo dire che qualche dubbio sul reclamo Mercedes/Mc Laren è venuto anche a me, non tanto per il reclamo in sè ma per la CASUALITA’ di averlo presentato alla vigilia dello stop quando nemmeno loro possono portar avanti lo sviluppo, altrimenti, a mio avviso, avrebbero taciuto cercando di copiare la cosa, come è sempre successo!

  28. ferrari cacca!

  29. analizzate queste equazioni valide soprattutto per squadre candidate al titolo :

    A) piloti inglesi su scuderia inglese+giudici (Charlie W.) inglesi —-> infrazioni al regolamento =forti probabilita” di sviste e/o ammende conciliative alle infrazioni di regolamento

    B) Ferrari (no piloti inglesi) —-> forti probabilita” di – inflessibil applicazioni di ammende alle infrazioni di regolamento

    Il pensiero viene spontaneo, per una sequenza di episodi ininterrotti (che non sto qua’ a riportare) che vedono decisioni dei giudici FIA spesso orientate secondo tali equazioni.
    e credo questa mia analisi non sia sfuggita ad altri appassionati che seguono questo sport

  30. Il congelamento dello sviluppo dei motori (per me sbagliatissimo) va bene ai team che non rappresentano case automobilistiche – ma la F1 e’ la massima formula di sviluppo tecnologico estremo e pertanto il motore non va considerato come un semplice accessorio come dice Newey. a chi va bene tutto cio? a team come Red e Mc, non certo a Renault, Mercedes e Ferrari. Ora Mc che non ne viene fuori con le ali flessibili vorrebbe un cambiamento di regole a 2/3 del campionato? Ricordate come il diffusore Brawn l’anno scorso andava bene e non risultava irregolare secondo FIA? il diffusore e’ un componente di tipo aereodinamico come piace , guardacaso,alle scuderie inglesi, e allora era stato accettato – perche’ sulle ali flessibili gli inglesi fanno marcia indietro (red Bull e’ austriaca )? non hanno coerenza neppure quando la Ferrari accetta di giocare con le loro regole. Vogliamo una F1 internazionale dove i regolamenti tecnici non siano territorio di porzioni di tecnica e di pochi tecnici super esperti prevalentemente di aereodinamica…