Questo sito contribuisce alla audience di

HOME PAGE

Il primo BLOG sulla Formula 1. Gratis per te: F1 news,
foto, video, piloti, team, classifiche, calendario e F1 Live.

Gp Singapore: Alonso si impone, gli altri stanno a guardare!


alonso-sing

Sembrava dovesse essere un Gran Premio bagnato da temporali e acquazzoni. Per tre giorni l’unica acqua vista è stata un po’ di umidità nel corso delle libere. E fra i muretti di Singapore si impone Alonso, alla sua seconda vittoria consecutiva, che lo proietta vicino alla vetta della classifica iridata. Mentre gli altri stanno a guardare.

Fernando Alonso, sempre al limite
Ha trascorso tutto il weekend con una condizione mentale invidiabile, uno stato di forma eccezionale.
“Siamo vicini alle Red Bull, possiamo giocarcela”.
Non gli credeva nessuno. Perché sulla carta quella doveva essere una pista fatta su misura per le Red Bull, e tutti gli altri avrebbero dovuto accontentarsi delle briciole. Sì, le vetture austriache erano veloci, e per batterle serviva determinazione e una guida volta a sfruttare ogni minima possibilità offerta dalla macchina e dal circuito. Un Gran Premio cominciato con una di quelle partenze che se fatte da altri scatenerebbero una lunga scia di polemiche, per tenere una leadership che non verrà mai ceduta; quasi due ore a ritmo di qualifica, con un’ombra che lo seguiva, ma mai veramente in grado di contrastarlo e solo un errore, anche piccolo, poteva costargli la vittoria; ma non sbaglia nulla. La vetta del mondiale è sempre più vicina, in compagnia degli altri quattro contendenti racchiusi in 25 punti, un niente. Il miglior pilota in questo weekend.

La paura di sorpassare
E Vettel? Dietro, a guardare per tutta la gara gli scarichi della F10. Il distacco maggiore sarà di soli 3 secondi e mezzo.
“E’ tutto ok, tranquilli, la macchina va bene, posso andare più veloce”.
Si vedeva. Mentre Alonso sembrava guidare sulle uova per portare al limite la sua Ferrari sfiorando i muretti ad ogni curva, lui usciva più stretto, con una Red Bull incollata al suolo. Tentativi di attacco? neanche uno. Alla fine si avvicina parecchio, complici i doppiaggi e il guasto di Kovalainen (che finisce con mezza macchina arrosto poco dopo che Mazzoni aveva elogiato la sua gara); ma è tardi, non c’è più tempo. Sebastian Vettel ha avuto a disposizione quasi due ore e 61 giri al lordo delle safety car per cercare di portare la sua veloce Red Bull in prima posizione, ma fra le strade di Singapore non è mai sembrato a suo agio. Neanche in qualifica, dove aveva la pole in mano, buttata via per una serie di piccoli ma decisivi errori, dovuti alla pressione, alla poca lucidità; quella lucidità che invece aveva Alonso. Ma c’era un’altra occasione, un’altra carta da giocare per gli uomini della Red Bull: il pit-stop. Come hanno fatto in casa Ferrari a Monza, ribaltando il risultato. Ma, inspiegabilmente, non sfruttano l’occasione, non provano a lasciare Vettel da solo mentre Alonso e tutti gli altri si erano già fermati. Sfruttare la velocità della Red Bull per passare in testa era tutto quello che gli rimaneva. Se non avesse guadagnato nulla o addirittura perso terreno, avrebbe comunque mantenuto il secondo posto, gli altri erano lontanissimi, a distanza di sicurezza. Ma scelgono di fermarsi insieme ad Alonso e il Gran Premio si decide lì. Provare ad essere più veloci della Ferrari nel cambiare le gomme e passare il due volte campione del mondo in pitlane? pura utopia, anche perché Vettel si ferma con la seconda inserita e per ingranare la prima deve giocare con la frizione mentre il motore singhiozza e mentre il rivale spagnolo se ne va via. Paura di una possibile safety car? forse. Paura di sorpassare? certamente, tanta. Ma chiedete a Robert Kubica se su quella pista i sorpassi siano impossibili. Va bene, aveva le gomme nuove rispetto agli altri, ma non ci pensava due volte ad infilare il muso della sua Renault davanti a quello dei suoi avversari per raddrizzare una gara rovinata da una banale foratura; e c’era chi ad inizio gara faceva fatica a sorpassare Timo Glock e la sua Virgin (!).
Scelte strane in Red Bull, come per Webber che nonostante tutto riesce ad arrivare terzo. Un weekend da rinunciatari su un terreno molto favorevole. Ma… a proposito: le ali flettevano?

In difesa, ma un altro zero
Assetti rigidi in casa McLaren, parecchio, macchine che sembravano go-kart, quando fino a ieri passavano sui cordoli con sospensioni che sembravano fatte di burro. Monoposto scivolose, difficili da gestire in accelerazione, scorbutiche; ma lo avevano anticipato che quella non sarebbe stata la pista più adatta a loro. Hamilton ci prova, prova a passare Webber all’esterno; ha coraggio il ragazzo, ancora una volta fa vedere di non volersi tirare indietro come fanno molti suoi colleghi. Sì, il suo è un incidente di gara, ma la maggior parte della responsabilità è di Webber, l’inglese aveva già mezza macchina avanti. E poi la dinamica non è tanto diversa da quella che lo ha visto protagonista a Monza: aveva colpa in quell’occasione, non può avercela anche a ruoli invertiti; dargliene significherebbe avercela con lui a prescindere, accusandolo gratuitamente di tutto. E mentre lui segna il secondo “zero” consecutivo in classifica a causa anche di una McLaren di cristallo, Jenson Button porta a casa altri punti: 25 lo separano da Mark Webber, 5 dal compagno di squadra. E adesso? a quattro gare dal termine come si organizzerà la McLaren? Su chi deciderà di puntare per fare in modo che i piloti non si scornino a vicenda regalando i punti ad un terzo? Sul veloce pupillo di casa? o su quello che gestisce la stagione come fosse Alain Prost? Quattro gare, poche.

Il momento della tristezza
Vedere ripetutamente il nome “Senna” quando inquadrano una HRT ferma in via di fuga può nuocere alla salute. Il nipote dell’indimenticato Ayrton passa le libere fra testacoda e dritti. Viene battuto da Klien, assente da molto tempo dai Gran Premi; un pilota che aveva guidato la HRT solo in un paio di occasioni. In qualifica fa segnare il tempo più alto, addirittura fuori dal 107%. In una recente intervista dichiara di voler restare molti anni in Formula 1. Meglio non aggiungere altro.

L’angolo degli orrori
Questa settimana: Direzione gara

Adrian Sutil trae vantaggio da un taglio di una curva al primo giro. Riceve una penalità di 20 secondi a gara conclusa.
Nico Hulkenberg per la stessa manovra nello stesso giro e su protesta della Force India, riceve la stessa penalità a fine gara.
Per fortuna la FIA si era promessa di valutare velocemente questo genere di episodi senza incorrere in imbarazzanti ritardi; qui oltrepassiamo le 2 ore, e probabilmente si tratta di un record.
Mark Webber entra in contatto con Lewis Hamilton, ponendo fine alla gara del portacolori della McLaren.
Michael Schumacher si tocca con Nick Heidfeld che finice a muro.
Si decide di lasciar correre.
Morale della favola: guai a te se oltrepassavi il cordolo, ma se volevi superare facilmente spedendo fuori l’avversario, questo era il Gran Premio giusto. Tanto la direzione gara era girata da un’altra parte.

Scritto da: Christian Mahdavi (British grenadier)
.

{lang: 'it'}
Etichette (Tags): , , , , ,

51 Commenti

  1. Sono d’accordo sul fatto che l’angolo degli orrori sia per la direzione gara. Quando c’è un incidente tra 2 piloti, quasi sempre è colpa di almeno 1 dei 2. Quindi Webber e Schumacher possono ritenersi fortunati.

    Non sono d’accordo con la frase che dice “Vettel nelle strade di Singapore non era a suo agio”.

    Ma come? È arrivato 2° a 2 decimi da Alonso.

    P.S. – Ieri non ho dato il voto a Kubica: 10 (sorpassi a ripetizione a Singapore sono un evento più unico che raro).

    • Sì, verissimo è arrivato secondo, ma ho avuto l’impressione che si lasciasse “trasportare” dalla macchina, e che non appena ci mettesse del suo scappava l’errorino, come in qualifica, per il troppo nervosismo. Una gara sufficiente, più che altro per i punti portati a casa, ma col mezzo che aveva, a parer mio, poteva fare molto di più.

      • concordo in pieno col mezzo a disposizione era doveroso provarci. Forse è stato definito fenomeno troppo presto ma è evidente che i campioni viaggiano su altri livelli.

      • Vettel ci ha privato alla partenza dopo di che ha tenuto il passo di Alonso sperando solo in un errore del rivale, come ha ammesso il tedeschino.
        Altro non vi è da dire su un circuito dove, se non hai una differenza sostanziale tra le macchine, i sorpassi sono impossibili.
        Per Vettel era importante mantenere il contatto con Alonso e ….sperare.

  2. anche webber ad inizio gara, dopo il pit, ha fatto 3-4 sorpassi ;)

  3. Non sono d’accordo con Christian. L’incidente di Hamilton a Monza e poi a Singapore, anche se hanno delle similitudini non hanno la stessa dinamica. A Monza, Hamilton nettamente dietro, cerca di infilarsi tra il cordolo e la vettura Ferrari che già aveva impostato la traettoria di sterzata e che inevitabilmente lo va a stringere e toccare. A Singapore, diversamente, Hamilton prende la curva in modo largo andando a chiudere volontariamente Webber che già impegnava la curva in modo pulito, anzi, direi che per cercare di evitare il contatto, addirittura lo vedo salire sul cordolo con quasi la metà sinistra della vettura. Infatti, sembra che la ruota anteriore sinistra, sia al di là del cordolo. Hamilton, avrebbe potuto non stringere tanto, ma la manovra l’ha effettuata volontariamente, in quanto aveva capito che l’australiano, prendendo la curva velocemente, e nel tratto più breve, avrebbe fatto meno strada superandolo, l’unica era quello di chiuderlo. Bella manovra, ma con errore di calcolo. ;)
    Qui c’è il video che riprende il momento dall’alto. Riguardatelo varie volte usando anche il tasto pausa e studiatelo bene. Incolpare Webber è pura ingiustizia.
    http://www.youtube.com/watch?v=Bbj13D7yofA

    • Non è proprio così Flight: è vero che Webber va sul cordolo, ma lo fa chiaramente per resistere a un sorpasso già avvenuto, ben sapendo che all’interno IN FRENATA il contatto danneggia molto più chi è all’esterno, che tende ad andare in sovrasterzo. Webber lo sa bene e si è infilato in uno spazio che non era sede stradale e quindi ha torto: in pista c’era Hamilton e aveva più di mezza vettura avanti, la realtà è questa.

      • io vi chiedo solo una cosa, tanto la mia idea non cambia con i vostri commenti.
        Secondo voi cosa significa “staccata”?
        Secondo me significa frenare al limite del possibile per impedire ad un avversario di superare,
        quindi se Webber ha staccato al limite per osteggiare il sorpasso ad Hamilton, mi spigate come avrebbe potuto rallentare ancora?
        Per contro, Lewis Hamilton aveva la possibilita di allargare la traiettoria, sicuramente non avrebbe superato subito webber, ma alla curva successiva sicuramente, trovandosi lui all’interno, in più a differenza di Lewis, Mark non aveva un grip ottimale avendo le gomme gia usurate contro quelle di Lewis che erano fresche e nuove.
        Io no vi chiedo di ammettere l’errore di valutazione di Hamilton, ma almeno non dite che Webber andava punito, poi vi lamentate che non ci sono sorpassi
        P.S. Kubica in un sorpasso simile alla stessa curva, ha allargato la traiettoria in modo da lasciare spazio al suo avversario.

    • http://www.youtube.com/watch?v=DGnTmT-5O3w

  4. Concordo anch’io sulla manovra di Nando in partenza.. al limite, o quasi!
    Sull’incidente di Lewis, non proprio.. bellissimo sorpasso (se ne vedono pochi così) ma secondo me ha chiuso troppo la traiettoria, la conferma è stato lo stesso sorpasso fatto da Kubica, era sicuramente davanti ma Webber non è di certo uno che molla. queste Mclaren sono un po’ fragiline, ci rimettono sempre loro..
    Sempre Forza Ferrari!!

    • Alessio ma se la partenza di Alonso a singapore era al limite, quella di Vettel a Hockenheim cosa era ?
      Da squalifica a vita?

  5. A dire la verità gli unici 2 piloti che meriterebbero il titolo sono Hamilton (offre sempre spettacolo e da sempre colpi di scena e nn ha paura a sorpassare…) – Webber (nell’arco della stagione è stato il piu costante e ha dovuto battere anche i favoritismi su Vettel da parte del suo team!!) e Button che se nn fosse stato per vettel sarebbe secondo dietro a Webber…

    Cmq vorrei ricordare la vera classifica…senza giochi di squadra da parte della Ferrari…
    Webber 202
    Alonso 184
    Hamilton 182
    Vettel 181
    Button 177
    Massa 135

    Fra tt questi l’unico che nn merita di vincere il mondiale a mio parere è Vettel……dv imparare a sorpassare e nn a speronare(Webber – Button….) cmq troppi errori

    • jenson abbiamo sbagliato le dimensioni del serbatoio :(

      non mi stancherò mai di dirlo :D

      in ogni caso giochi o non giochi, metti in conto che ham dovrebbe scontare due penalità….;) mi secca tornare sempre a parlare di qst cosa sviscerata in quasi 5 mesi :D

      • ehi massa! alonso è piu veloce!

        guarda caso questa oltre che da ridere è anche reale… :)

      • Bè quest’anno nn avevano un metodo per penalizzare……qui si ricordano solo le porcate di Hamilton…se ci sono state; una è stato il sorpasso alla sefty ok! l’altra!?
        Cmq su quell’episodio anche Vettel è passato, quindi anche lui andava penalizzato o meglio li tt hanno sbagliato, la sefty dveva entrare davanti a tt…. e nn fra il 1° e 2° ma cos’è??? mha!

        Poi ricordiamoci anche Massa che è partito 5 metri davanti alla riga…..questi i piu noti poi ce ne sarebbero…

      • air benz, dimentichi il doppio zig zag su petrov ;)

        e se poi volete dire che la storia dell’ordine di scuderia non è stato punito a dovere, allora rilancio dicendo che la qualifica del canada di ham non è stata punita a dovere, continua la battaglia del flame con qll della mclaren :D

        FORZA FERRARI SEMPRE !!!

      • dai osti.. abbiamo fatto il conto mille volte oramai.. lo sai che sei in perdita a contare i misfatti… ma non è il caso di riprendere ancora quei discorsi…

    • Leggendo il tuo post con i suoi tanti se…bhè si vede chiaramente che sei amareggiato…se…se…se…
      ahahahah comunque resta il fatto che la classifica è questa, Alonso ha dato spettacolo e ti ricordo che ha totalizzato più punti di tutti quanti gli altri piloti…
      vuoi che ti ricordi a suon di numeri come ha proggredito invece di retrocedere come il tuo idolo inglese?! ok…
      seguimi che per te che sei un uomo di mcloten sarà difficile starmi dietro…
      (come riportato dalla gazzetta dello sport)
      RECUPERO:
      è innegabile che in estate è cresciuta la macchina, ma anche il pilota. se prendiamo le ultime cinque gare, infatti, Alonso è quello che ha raccolto più punti di tutti con vittorie e un secondo posto (soltanto a Spa è rimasto a bocca asciutta), ben 93 punti contro i 74 di webber, i 60 di sebastian vettel, i 44 punti del paracarro button, i soli 37 punti del furbetto inglese hamilton…(finito tre volte K.O.).
      un bottino pesante, che gli ha consentito di recuperare i 47 punti di gap dal vertice della classifica piloti che aveva dopo la gara disputata a Silverstone.

      vedi la matematica non è un opinione, i “se” non bastano…mi dispiace, passa il prossimo anno ad infangare quello che per noi ferraristi è stato un capolavoro, Alonso sulle curve del tracciato cittadino di Singapore era come un pittore con la sua tela..dipingeva le curve e le traiettorie..trovando a fine lavoro un vero e proprio capolavoro dell’arte della guida..

      ciao bello..rosica rosica…con i tuoi se!

      • :D bel post poetico l’ultima parte, chissà il caro max steel quando leggerà se ti risponderà…e soprattutto vediamo se continua ul trend scontroso di ieri a ogni commenti pro ferrari :D

        grande raffaele :D !!!

      • Vedo troppo ottimismo!!Avete vinto sl 2 gare di fila e avete recuperato sl per sfortune altrui… Non va sempre bene ed i miracoli avvengono raramente vedi Raikkonen 2007… cosa credete in una favola cm quella ahaha!!!
        Poi c’è da ricordare che nn avete piu motori nuovi McLAREn e Red Bull si quindi…..

        W McLAREN

      • che coraggio !!! i iracoli accadono raramente vedi 2007…raikkonen, ok !!

        e io rilancio, i miracoli accadono raramente, vedi 2008, hamilton ultima curva con glock…. :D oltre alla ferrari che ha più fatto danni a massa che altro ;)

        FORZA FERRARI

  6. bravo british… stai diventando meglio di f1fan nel mio cuore d’argento.. ah ah ah…. :)

    • :D noooo !!!

    • Al di la di tutto, quello che non sopporto è quando un pilota scende dalla mono e butta via il volante, a meno che non sia in una situazione di pericolo, se fossi io un team manager, direttore o chi che sia al vertice di tale team quel volante glie lo rifarei vedere al binocolo, al massimo alla televisione, ho detto tutto.

      • ci sta…visto che si è resoconto del fatto di aver perso altri punti

        l’importante è rimetterlo sulla scocca, perchè so che è previsto una penalità qualora non viene di nuovo innestato sul cockpit…

      • Ci sta dai…. sl un gesto di stizza!!

      • Ma non sto parlando di regolarità o meno parlo del rispetto verso il team e la macchina che ti hanno affidato.

  7. @ Gianinja

    No Gianinja, consentimi di fare qualche obiezione sul tuo messaggio. Webber non resiste ad un sorpasso già avvenuto. Un sorpasso è completo quando chi supera, rientra avanti alla vettura sorpassata. Hamilton era di fianco e ha cercato di rientrare avanti alla vettura di Webber e non ha completato quindi la fase di sorpasso. Tra l’altro, anche se fosse stato già precedentemente sorpassato, nessuno gli avrebbe vietato di effettuare un controsorpasso in curva, come tantissime volte abbiamo osservato. Quindi…
    Webber inoltre ha impegnato il tratto di pista che normalmente si percorre prendendo una curva e non ha percorso nessun tratto fuori pista, che non fosse “sede stradale” come tu dici. Webber non è mai uscito al di fuori del tracciato.

    • certo che era in pista webber ma se guardi dalle onboard camera proprio dal tuo video si vede proprio come l’entrata all’ultimo centrimetro concessagli da hamilton non venga presa con l’adeguata velocità… webber ha dovuto controllare la sua red bull troppo lanciata con un sovrasterzo che è la chiave del contatto… io dico che la fia ha agito bene perchè è un incidente di gara che ci puo stare anche se mi rode… però la colpa qui se lo guardiamo per bene è di webber… li doveva o arrendersi e non causare danni oppure farsi prendere dalla foga e rischiare nel contatto che al manco avrebbe dovuto eliminare entrambi… certo ha avuto fortuna in quanto si è rotto solo hamilton… e la colpa diventa tutta sua perchè hamilton era davanti e lo spazio c’era… però sono frazioni di secondo… non è tutto cosi facile come parlarne dopo col senno di poi… è stato un incidente di gara e punto…

      • ma xchè vuoi per forza dare ragione a Hamilton? me lo spieghi?
        Webber era sulla parte pulita della pista ha tenuto duro fino alla fine stando a mezza macchina all’interno della curva, Hamilton come al solito voleva fare un gioco di forza chiudendo la traiettoria perchè aveva capito che sul lato sporco la sua monoposto pattinava e perdeva quel gap sulla redbull, quindi ha pensato bene di chiuderlo, non mettendo in conto che Webber ha molta più esperienza di lui e non ha alzato il piede..
        riesci a negare l’evidenza e a tratti diventi come gli uomini della mcladren…RIDICOLO!

      • io do ragione a british sul fatto che la direzione gara non ha punito nessuno, tra webber schumi per la tipologia di incidenti, perchè ogni hanno sembra che le regole cambino, o vengono interpetrate come nel calcio in occasione di falli in aria di rigore…

        ieri ho detto che webber poteva essere punito…perchè mi è tornata in mente una certa gara del 2008, in un episodio QUASI analogo, massa fu punito cn un drive through, ricordo che massa arrivò 10 (o poco più su) prendendo pochissimi punti ed hamilton concluse fuori zona punti… senza il drive through era sicuro qualche posizione in più del 10 (o qll che è stato) e sappiamo come andò il 2008…

        qui il video http://www.youtube.com/watch?v=Nl5aMMRgTEk

        secondo voi è stato giusto punire massa in quell’occasione o non punire webber o schumi domenica…per me le dinamiche sono quasi del tutto equivalenti… però cambia il giudizio dei commissari…

      • ecco perfetto.. f1fan ha proprio trovato un precedente… hai recuperato tutti i punti simpatia di colpo!

        se c’è un precedente allora bisognava dare un drive through anche a webber… ed è un aggravante il fatto che webber abbia speronato senza uscire dalla pista… perchè vuol dire che lo spazio hamilton lo aveva dato… quindi sono inutili anche le lamentele di raffaele… per fortuna c’è lui a darmi sempre del ridicolo cosi posso insultare tutti a vanvera anch’io… ditegli voi ferraristi che se li deve tenere certe parole che tanto per l’ennesima volta fa lui la figura del ridicolo… :)

  8. dai che vi ravvivo un po la festa facendovi capire quanto è stato forte il team ferrari in queste ultime 2 gare e quanto polli gli altri visto che ci sono stati due episodi praticamente uguali ma a posizioni scambiate:

    monza:
    ferrari fortissima parte dietro per colpa di button che gli si para davanti… i due stanno nel minimo delle distanze e la svolta reale arriva ai box… come? alonso entra ai box dopo avvalendosi cosi del giro in piu e ringraziando i meccanici di averci messo pochissimo passa davanti e senza problemi vince…

    hamilton è dietro massa ma prova a lanciarsi nel minimo spazio per intimorire massa e invece lo tocca e finisce la sua gara per un contatto minimo ma distruttivo.

    singapore:
    ferrari fortissima si trova davanti alla red bull di vettel… i due stanno nel minimo delle distanze e la svolta non arriva ai box… perchè che bastava guardare il copione ferrari di monza? bo… fatto sta che vettel entra con alonso, probabilmente anche molto piu agitato e sbaglia marcia di partenza… tutto insomma… e anche questa volta alonso avrà la meglio sui red poll…

    hamilton è davanti a webber che prova a lanciarsi nel minimo spazio per non farsi intimorire da hamilton che invece di tenersi a distanza chiude troppo la traiettoria a webber che non alzando il piede dal suo acceleratore gli piomba addosso facendolo saltare e di fatto dandogli un colpo distruttivo…

    insomma… sbagliando si impara… speriamo che 2 volte bastino però… :) … anche se rode vedere quanta sfortuna ci sia dopo il doppio zero di hamilton e i 50 punti tondi meritati di alonso che fortunatamente non trova rivali decisivi e può concedersi di guadagnare tranquillamente l’ormai passato divario… mi spiegate perchè a fine stagione va sempre tutto cosi dannatamente bene alla ferrari??? :)

  9. Max Steel dice:
    > [...] mi spiegate perchè a fine stagione va sempre tutto cosi dannatamente bene alla ferrari???

    Certo! Perchè all’inizio dicono “tanto il campionato è lungo”… quando arrivano alle strette poi, si rimboccano le maniche e lavorano in modo esemplare.

    • visto che sembra che non mi passino il termine mi modero da solo…

      secondo me è la solita fortuna… ma vabbè.. serve anche quella insomma…

      • Non è fortuna, è questo vale per tutti quei team che si rimboccano le maniche e faticano per trovare la macchina che vince; delle volte va bene e delle volte no. E’ andata bene alla McLaren molte volte, così come alla Ferrari, senza omettere quei piccoli team che onorano con il loro impegno il campionato, tra mille difficoltà.
        I team seri lavorano per vincere e alla lunga le soluzioni giuste pagano; la fortuna ti può aiutare una volta, forse due, ma poi gira…

  10. Sono troppo felice per gli Uomini Ferrari, stanno lavorando alla grande per rendere reale il nostro sogno,
    inizialmente nessuno gli dava una lira, per i tanti errori commessi, sbagli dal muretto, sbagli dei piloti, ma da quando Alonso ha iniziato il suo recupero al mondiale, vediamo un team sempre pronto, reattivo, che non commette errori e che mette a segno record su record nei cambi gomme, un grazie particolare va a tutti quelli che ci credono come me in questo caso, ormai il costruttori è un utopia, ma al titolo piloti ci credo, sono anche convinto che alla fine il titolo costruttori lo vincerà meritatamente la Redbull che ha sempre dimostrato innovazione al grande circus, spesso guastato dalle malefatte delle maFIA e dalla direzione gara, che agevolando gli inglesini della mcladren, ha spesso penalizzato chi merita realmente di andare avanti, vedendo la situazione attuale, sono felice, Hamilton ormai può solo correre per gli sponsor..

    • si si si.. bravo tu.. la maFia, la mcladren, ecc ecc… ferrari santa subito… hamilton puo solo correre per gli sponsor…

      è per gente come te che vorrei proprio veder finir male la ferrari… sei il re dei ferraccisti…. :)

  11. In quell’occasione Massa era dietro Hamilton alla seconda chicane. Massa per anticiparlo e superarlo, va molto all’interno della curva, tagliando quasi la chicane andando a colpire la Mc Laren che dal canto suo, aveva ubbidido precisamente la linea del tracciato.

  12. bah, quest’articolo lo avrei visto molto meglio a monza. lì davvero la ferrari volava e gli altri restavano a guardare, domenica non era la rossa la macchina più veloce. domenica ha solo funzionato bene tutto, ma la red bull era sicuramente più veloce. cmq mi va bene così, il gap si riduce e il campionato si ravviva ancora di più. quest’anno è anche meglio di quello 2007, per come si sta schiacciando la classifica

    • sono della tua stessa opinione, a parte invertite, ovvero vettel 1° e alonso 2°…non so fino a che punto si sarebbe mantenuto il distacco finale…

      meglio così per noi e per la classifica :D

      FORZA FERRARI SEMPRE !!!

  13. sulla gara ed i suoi partecipanti tutto ok, ma come fa in direzione gara: l angolo degli orrori, a mancare un commento su kovalainen pompiere? quella si che è una situazione da abolire la gara dal campionato, altro che imola!!

  14. Oggi vettel sulla gazzetta dello sport, dice che il segreto della velocita’ ferrari sta in buona parte sulla superiore velocita’ che esprime sul diritto , o meglio la sua red bull probabilmente, afferma, ha + aderenza, ma in rettilineo la vettura di maranello e’ un fulmine ( un missile.. lui dice), grazie in buona parte al suo motore….. io lo avevo detto osservando le impressionanti prestazioni esibite a Monza …. anche se era difficile dimostrarlo per le difficolta’ di sorpasso (se Hamilton scarico viaggiava a 344 e Massa con carico medio a quasi 343…..e’ facile capire chi aveva potenza da vendere….
    Ora fa piacere che vettel lo dica, chissa’ se anche lui come me non capisce niente…….secondo quanto afferma qualcuno….. (ma perche’…. non emigra nella triste e piovosa inghilterra? li’ troverebbe + comprensione?, mah)

    • Il punto di forza di Red Bull, è l’aerodinamica, credo lo sappiano tutti. Se Ferrari avesse lavorato con intensità nella prima parte del mondiale, in questo senso, cioè studiando l’aerodinamica, oggi non avrebbe rivali. Invece, l’ha fatto con ritardo. Nonostante Mc Laren oggi sia in ottima posizione, la squadra che maggiormente dovrebbe preoccupare Red Bull è proprio Ferrari.

  15. Non penso che la ferrari di alonso domenica a singapore fosse al limite, come riportato da British Grenadier, per il semplice motivo che lo stesso vettel dice che, non gli era possibile stare in pista qualche giro in + per superare la ferrari che si era gia’ fermata per mettere su le gomme dure, essendo le sue gomme morbide assai degradate (lo dice lui oggi sulla gazzetta dello sport)……mentre nella prima fase di corsa le gomme di vettel in migliori condizioni non consentivano alla red bull di stare vicino alla rossa che faceva frequentamente sempre nuovi giri veloci abbassando il limite di + di vettel…..alla televisione vedevamo che alonso faceva il giro veloce con + facilita’ della red bull , guadagnava bruscamento mezzo secondo nel secondo settore – in appena mezzo giro di pista – mentre la red bull recuperava in un giro non piu+ di 2-3- max 4 decimi ( bastava stare attenti alle informazioni scritte che comparivano in tv).
    Vettel inoltre dice che nella seconda fase a gomme cambiate, la ferrari con le gomme dure ha girato subito fortissimo…. (cosa gia’ vista a Monza dove la mc laren di button e’ stata staccata immediatamente pur avendo la ferrari gomme fredde a differenza della mc che arrivava di gran carriera con gomme + calde (!!))
    Se la red bull fosse stata davanti difficile credere che vettel se ne sarebbe andato… questa ferrari gli avrebbe contraccambiato la compagnia mantenendosi a qualche metro di distanza…… penso che siamo in tanti a ritenere cio’ molto probabile……

  16. Dipende cosa intendiamo per limite. Di sicuro Alonso non si è risparmiato e credo che di più non potesse dare, ma è bastato per dominare la gara.

  17. flight sono d’accordo che anche l’f duct ferrari e progressi sulle ali abbiano contribuito ai recenti progressi ferrari, ma nessuno lo dice , purtroppo, ma sto’ motore e’ una tigre (i tecnici mercedes lo sanno, Mario Illien dopo Monza a denti stretti ha fatto i complimenti ai tecnici ferrari per aver lavorato davvero bene (chi ha orecchie intenda!),
    poi le discussioni su Hamilton non Hamilton, per me e’ relativo , basta che non combini guai al prossimo , nelle ultime gare …..se la sua vettura oltretutto fosse + robusta agli urti, (non lo giustificherei), ma lo capirei di +, e’ che ogni volta le altre macchine coinvolte nella toccata continuano dopo aver incassato la botta, lui.. esce da una vettura ormai rottamata.. che dire ..errare e’ umano, perseverare e’ diabolico.. colpa sua non colpa sua, lui e’ sempre in mezzo a queste cose… tutto qui

    • Certo Gerri. Ma io non discuto sulla qualità del propulsore. Dico solo che Alonso, ha tirato fuori tutto il possibile dalle potenzialità della vettura, nella configurazione in cui essa è stata settata in occasione di quel Gran Premio. Non credo che Alonso potesse essere più veloce di ciò che è stato. La prossima gara ovviamente sarà diversa. Ogni circuito ha le sue esigenze, l’importante è saperle soddisfare.
      Ad ogni modo, il mio parere è che Ferrari ha risolto i suoi problemi che non erano motoristici, ma aerodinamici. Quindi, è la diretta avversaria di Red Bull.
      I podi auspicati da Alonso non sono solo aleatorie speranze, ma si basano sulla consapevolezza di aver raggiunto un livello tecnico adeguato e i regali di Hamilton nelle ultime gare, sono l’input per avere la spinta necessaria per non perdersi di coraggio e dirsi che con gli attuali mezzi, anche se con ritardo, il mondiale è afferrabile.

  18. io credo che la differenza minima di 1 decimo ci fosse a favore della ferrari (con motore nuovo) – inoltre i problemi dei freni credo non avrebbero consentito a red bull di andar di + questo si avrebbe potuto vedere se alonso fosse rimasto dietro lasciando libera la red di correre,
    credo che con motore nuovo e i freni migliori della rossa, la red forse non avrebbe retto un ritmo infernale per tutta la gara …… ma queste sono supposizioni non dimostrabili, solo pura opinione….non fondata da valutazioni oggettive

  19. gerryfast oggi ho gia’ sentito altre valutazioni che arrivano a simili conclusioni ., si puo’ condividere abbastanza, anche se ogni gara puo’ avere un film tutto diverso…..certo e’ che alonso e vettel sono due piloti veloci e domenica avevano due gran macchine…..su piste come suzuka la mc laren potra’ avvicinarsi, ma di quanto ? un secondo e mezzo a singapore ‘e molto , a suzuka vediamo a quanto sara’, botti permettendo

  20. aggiungo anche che la riprogettazione della f10 ha richiesto un gran sforzo, che le altre squadre forse fanno + fatica a imitare….noi siamo abituati a un livello di competitivita’ della ferrari basato sulla media dei risultati conseguiti quest’anno, ma in realta’ come valore assoluto oggi come oggi la f10 vale ben di piu’ a livello di performance di quanto supponiamo, probabilmente valeva di piu’ gia’ a valencia di quanto riusciva a raccogliere o a dimostrare.La Mc laren era partita bene, ma poi si e’ fermata, forse il loro progetto era + semplice, meno evoluto ma + facile da sviluppare rispetto a quello della f10, ma ora come ora si sono piantati – forse hanno finito le idee e le innovazioni da trapiantare sulla mp-25. red bull raccoglie il gran lavo e ro dell’anno scorso e quindi poteva sviluppare la loro macchina vivendo un po’ di rendita, ma ora sono stati certamente raggiunti….. quello che dovrebbe far paura alla concorrenza e’ che Monza e Singapore sono gare diametralmente opposte e la ferrari ha vinto in modo convincente e dimostrando una notevole superiorita’ rispetto a quanto fatto nelle gare precedenti ….tranne red bull, mc laren punta sicuramente + su una buona sorte…..se vogliamo essere obbiettivi……questo detto sulla base del buon senso…poi tutto puo’ accadere..nessuno puo’ confrontarsi con l’incognito estremo