Questo sito contribuisce alla audience di

HOME PAGE

Il primo BLOG sulla Formula 1. Gratis per te: F1 news,
foto, video, piloti, team, classifiche, calendario e F1 Live.

Minardi dopo Singapore: Alonso super, Webber da punire, Massa sottotono


Gian Carlo Minardi

Le parole di Giancoralo Minardi. Dal sito: minardi.it

La Ferrari, sul tracciato di Singapore, come aveva già fatto a Monza, ha lavorato molto bene azzeccando le mosse tecniche, aiutata da un grande Fernando Alonso che ha fatto bottino pieno con pole position, giro veloce e vittoria.

Non ha commesso il minimo errore nonostante la pressione di un bravissimo Sebastian Vettel, al quale bisogna fare certamente un plauso. Per tutti i 61 giri è rimasto attaccato agli scarichi della Ferrari arrivando poi sotto la bandiera a scacchi a due decimi. E’ stato un GP corso al limite, che ha cancellato una prima parte noiosa. Nella fase finale Kubica si è reso protagonisti di numerosi sorpassi, dopo un cambio gomme che sembrava avesse compromesso completamente il suo weekend. E’ stata invece una mossa azzeccata e il polacco è stato molto bravo a recuperare le posizioni perse.

Alonso e Vettel ci hanno tenuto in tensione fino alla fine, completando le ultime tornate a tempo di record. La forza dello spagnolo è sottolineata anche dalla gara sottotono di Felipe Massa, anche se partito dall’ultima posizione. Questo risultato è sicuramente di buon auspicio per il finale di campionato, sperando che il Gran Premio della Corea rimanga in calendario. A questo punto occorrono tutte le gare per portare a casa il titolo dedicato ai piloti. Sul fronte costruttori credo che la Ferrari sia tagliata fuori: anche se la matematica non li condanna ancora, sarà veramente ardua l’impresa.

Di contro, Lewis Hamilton ha segnato il secondo zero consecutivo, che a questo punto del campionato è molto pesante, anche se rimane in piena lotta per il titolo. Proprio sull’incidente Hamilton-Webber non è stato usato lo stesso metro. Al di là della sua irruenza, Hamilton era decisamente davanti all’australiano, che avrebbe dovuto rallentare. A mio modesto parere ci stava una piccola penalità nei confronti del pilota della Red Bull.

A questo proposito, i commissari mi sono sembrati molto meno severi che in altre circostanze. Ci sta tutto, l’importante è che venga usato sempre lo steso metro di giudizio. Ieri la fortuna è stata dalla parte di Mark, sia perché non ha subito danni dal contatto, sia per aver evitato un possibile passaggio in corsia box. Proprio Webber aveva tentato una strategia azzardata per cercare di stare vicino ai due davanti, che però alla fine non ha pagato.

Tra i “fantastici 5″ Jenson Button è quello che in questa gara ha sofferto maggiormente. L’inglese è un regolarista, come dimostra il suo settimo tempo in gara, decisamente lontano dai primi. Evidentemente qui la McLaren regalava qualcosa ai suoi avversari, e solo il talento di Hamilton riusciva a metterci una pezza.

Ora andiamo verso il Giappone, con una Ferrari fiduciosa e rigenerata dopo questo doppietta. In questo momento avere questa carica è importante, perché ti permette di disegnare gare perfette senza sbavature, come ha fatto Fernando. Con un Alonso in queste condizioni sono moderatamente ottimista, anche se l’affidabilità e la sfortuna giocheranno un ruolo importante.

via: minardi.it
.

{lang: 'it'}
Etichette (Tags): , , , , , ,

23 Commenti

  1. ” Con un Alonso in queste condizioni sono moderatamente ottimista, anche se l’affidabilità e la sfortuna giocheranno un ruolo importante ”

    già, sono finiti motori per la ferrari, gli altri ce l’hanno invece… e poi chi più chi meno sta collezionando errori

    vettel/alonso/button a spa, ham monza/singapore, manca webber :D !!

    e comunque anche per questo sarà un mondiale che ricorderemo a lungo

    suspance e colpi di scena non mancheranno di sicuro

    FORZA FERRARI !!! FORZA FERNANDO !!!

    • i motori ferrari sono finiti e sono usati ma valgono come prestazioni quelli della concorrenza che ne ha di + e di nuovi

    • Voglio solo ricordare a tutti i GUFAIOLI in circolo che il motore di Alonso per Singapore era al suo terzo GP e mi sembra che in quanto a Potenza non abbia nulla da invidiare a nessuno

  2. qualcuno ha novità su un eventuale appuntamento al posto della corea ?

    già mesi fa dicevano che potrebbe essere magny cours, ma non se ne è saputo più niente, ho letto qlc dichiarazione di ecclestone ma non ho trovato nulla su un eventuale appuntamento in sostituzione del gp di corea…

    ragazzi della REDAZIONE, voi avete qualche info o scoop al riguardo ?!!? :D

    • @F1fan
      Per il Gp di Corea dobbiamo attendere ancora qualche giorno e poi ne sapremo di più. Se dovesse saltare non pensiamo ci siano i tempi per una gara sostitutiva. Pazientiamo ancora un po’… ;)

      • grazie ragazzi, sembra che non ci siano alternative al gp di corea…

        per prima cosa ecclestone ha detto che si farà, e a giorni le verifiche del circuito…

        seconda cosa, pare che ecclestone chieda 22 milioni di euro per organizzare un gp al posto della corea, soldi che nessun circuito è intenzionato a spendere, se non con un futuro fisso nel circus…

        quindi speriamo bene…

        inoltre sembra che il manto di bitume visto in occasione del test del circuito con la redbull era solamente provvisorio e non quello definitivo, andiamo bene :D !!!

  3. Il signor Giancarlo Minardi nel suo commento ha pienamente ragione, ma su una sola cosa non sono in accordo, sul fatto che Webber doveva essere punito, in quella circostanza come si vede dalle immagini Hamilton era all’esterno e non aveva superato la monoposto della redbull, alla fine ha cercato di chiudere la traiettoria di Webber pensando che forse il pilota australiano alzava il piede, cosa che invece non ha fatto prendendo logicamente la parte posteriore della monoposto facendolo andare quasi in testacoda ma con la grave conseguenza della rottura della sospensione posteriore.
    Sono sicuro che la direzione gara se poteva punire Webber l’avesse fatto dopo due minuti dal fattaccio, come abbiamo potuto assistere nei gran premi passati il favoritismo sulla mclaren, quindi vedo la cosa molto lontana, Webber ha tenuto duro e ha vinto il confronto, un semplice contatto di gara che ha avuto risvolti negativi per l’inglese della mclaren!

    • Ribadisco anche io ancora una volta, tutto regolare secondo me il comportamento di Webber.
      Due vetture in lotta, una delle quali in tentativo di sorpasso non ancora completato, che arrivano in curva veloci ed entrambi i piloti non decisi a mollare. Ciò si chiama gara.
      Dovessero temere le sanzioni i piloti in queste circostanze, smetterebbero anche di lottare fra di loro.
      Non sarebbe la Formula uno, ma la pista polistil.
      Va bene così. Bravo Hamilton ad avere tanta grinta e coraggio e bravo Webber a non farsi intimidire dall’intrepido avversario.

      • Io sono in “bo” da quando F1Fan ha tirato fuori il precedente simile fra massa e hamilton… che ne dici? il link è sull’altra discussione….

      • Ciao Max, in merito al messaggio di F1fan ho già espresso il mio pensiero nell’altro post, nel messaggio delle 14:14 e la vedo diversamente. Comunque, in quella occasione, Massa ed Hamilton erano in lotta e prima di affrontare una esse, Massa sopravanza Hamilton prendendo la curva un pò lungo. Lo si vede mettendo in pausa il filmato a 0:06. A questo punto la sua vettura, non curva perfettamente come la vettura di Hamilton, ma si sposta lateralmente verso sinistra passando all’interno del cordolo, tagliando quasi la chicane e rientra in pista colpendo Hamilton . Massa avrebbe dovuto evitare l’impatto cercando di non reimmettersi in pista, ma facendo un leggero fuoripista. L’errore di Massa è stato quel leggero taglio di chicane. Ferma il video a 0:08 e vedrai Massa che non lascia il cordolo alla sue sinistra, il cordolo è totalmente sotto la sua vettura, mentre Hamilton prende la curva lasciando alla sua sinistra uno spazio generoso . Quel piccolo taglio di chicane, avvantaggia Massa che invece di trovarsi dietro, colpisce Hamilton. Webber invece, ha preso la curva correttamente.

      • beh ma e non è un aggravante il fatto che lo spazio per restare in piasta hamilton l’abbia lasciato a webber? cioè… se lo spazio hamilton a webber l’ha lasciato è totale la colpa di webber no? o dici che hamilton ha chiuso la traiettoria in uscita dalla curva? perchè secondo me webber l’ha toccato perchè è arrivato quel poco troppo veloce… si vede bene dall’onboard camera che deve dare un colpo di controsterzo e quello è il momento in cui tocca hamilton… o no?

      • No Max, scusa. Credo ci sia stato un malinteso. Io intendevo il video dell’incidente tra Massa e Hamilton , postato da F1fan. Questo:
        http://www.youtube.com/watch?v=Nl5aMMRgTEk

      • Max questo dovrebbe darti un’idea di quello che è successo poi se ancora credi che Hamilton non ha sbagliato, probemi tuoi.
        http://www.youtube.com/watch?v=DGnTmT-5O3w

      • ok… ne sono convinto anch’io anche se però sul passaggio di kubica si vede che sutil in quel punto ha mollato l’acceleratore e si è accodato… non sono stati appaiati neanche un decimo di secondo… quindi comunque dico 60%colpa webber e 40% colpa webber…. però neanche io come gia detto avrei punito nessuno in quanto questo è stato un incidente di gara…

    • e il colpo di controsterzo Mark Webber lo da quando la vettura comincia a scomporsi perchè ha le due ruote di sinistra sul cordolo che a singapore è molto alto e pericoloso, inoltre credo che la sospensione di Hamilton non abbia ceduto nell’impatto con la Red Bull, ma nell’impatto con il cordolo all’uscita della curva.
      forse mi sbaglio ma la mia impressione è che la McLaren si arrivata di traverso e saltellando sul cordolo rompendo la sospensione.

      • peggio ancora…sono cmq di burro le sospensione della mclaren, e questa non è la prima volta in 3 anni che vediamo roba del genere…

  4. Certo che le sospensioni delle McLaren sono fatte di burro. A monza un piccolo contatto con una gomma di Massa ha rotto quella davanti (ok, era il braccetto dello sterzo), a Singapore quella dietro.
    Vero che in caso di urti devono rompersi le sospensioni e non danneggiarsi il telaio, ma qui stiamo esagerando. Praticamente tengono soltanto l’uso normale, ma al primo contatto vanno a rompersi.
    Quella posteriore della ferrari non si è neanche mossa a Monza.
    Vorrei sapere cosa dice il regolamento in questo caso. A me sembra una cosa pericolosa da sistemare ;-)
    E credo che il problema che nessuno rischia sorpassi è anche quella di aver paura di toccare e finire fuori.
    Non sarebbe meglio avere delle sospensioni un po’ più rigide che permettano degli “sportellamenti”? Sicuramente lo spettacolo aumenterebbe :-P

  5. Grande Giancarlo Minardi si vede che è uno che ci capisce….

    premesso ch ewebber non è uno nuovo a questi “giochetti” durante i sorpassi…..
    on Hamilton lo aveva gia fatto quest’anno in Australia, uscendo entrambi …
    Quando sei sorpassato sul dritto … se non sei sicuro al 100% di affiancarlo in frenata… e meglio che alzi il piede…
    Quindi, come a Monza è stat colpa di hamilton a singapore e stat colpa di webber, punto!
    Sul discorso penalizzazioni si apre un altro discorso….se sia giusto o meno… ma siccome in passato le penalizzazioni sono state fatte……. sarebbe stato giusto che … ma si deve rispettare anche la decisione dei giudici….

  6. Minardi sei mitico!

    Io penso che a Suzuka la Red Bull tornerà a vincere. Sono convinto che nel primo settore (quello con continue curve sinistra-destra) faranno la differenza. La Mclaren invece continua a preoccuparmi.

  7. Da ferrarista dico che Webber ha fatto una porcata delle sue. Ogni volta che si trova in lotta con un avversario ostico, specie se è attaccato, combina casini e non capisco perchè però quest’anno ha sempre la simpatia del pubblico. Quest’anno sembra che Webber vada di moda forse perchè contemporaneamente c’è la gara ad affossare Vettel. Qualcuno si ricorda dello speronamento criminale che ha fatto ad Hamilton in Australia? o di tutti gli altri errori che ha commesso in quella gara dove sembrava che andasse a spasso per prati? Qualcuno si ricorda delle figure mediocri che ha raccolto in Bahrain (ottavo) mentre Vettel doveva vincere o in Australia dove Vettel avrebbe vinto di nuovo se non fosse stato per i freni mentre lui arrivava nono o del casino che ha fatto a Valencia mentre il compagno vinceva comodamente? Qualcuno dirà che si parla di diversi gp fa ed è verissimo, però tutti quanti si ricordano ancora benissimo dello speronamento di Vettel a Button e stiamo comunque parlando di un mese fa. Io qui non voglio assolutamente prendere le difese di Vettel però bisogna cercare di essere obiettivi nel metro di giudizio. Vettel è sicuramente fortissimo (ha vinto autorevolmente con una toro rosso e l’hanno scorso ha perso di pochissimo un campionato chiaramente rubato) però evidentemente deve ancora maturare perchè è molto incostante e commette troppi errori specie se sotto pressione. Detto questo bisogna ricordarsi che ha ancora 23 anni e che quasi certamente ha un futuro brillante davanti e che nei prossimi 15 anni vettura permettendo potrà lottare per molti mondiali probabilmente vincendone qualcuno, semplicemente forse non è ancora pronto. Per quanto riguarda Webber è sicuramente un pilota forte che ha una lunga carriera alle spalle nella quale non ha brillato particolarmente (sicuramente è rimasto inespresso) anche a causa delle monoposto che ha guidato e che quest’anno ha la sua grande occasione e se la sta giocando benissimo è proprio per questo è giustissimo simpatizzare per lui anche perchè non è detto che abbia altre di occasioni in futuro (vedi Massa). Questo però non deve chiudere gli occhi difronte alle vaccate che commette. Oltre allo speronamento di Melburne che nessuno ricorda c’è la toccata con Vettel in Turchia dove ancora una volta non capisco perchè la gente gli abbia dato ragione. E’ vero che vettel si è spostato leggermente sulla destra ma è anche vero che un’istante prima l’australiano lo aveva portato quasi sull’erba ed è evidentissimo il fatto che vettel fosse ormai chiaramente davanti. Una manovra corretta sarebbe stata quella di allargare la traiettoria frenando sulla parte pulita sfruttando poi la traiettoria migliore nella esse successiva e cercando di ripassare avanti sul traguardo il tutto evitando contatti pericolosi. Persino Schumacher quando ha stretto Barrichello poi si è allargato. Lui invece ha voluto per forza mantenere la vettura il piu vicino possibile all’avversario (ormai decisamente più avanti). Mossa stupida perchè non solo non avrebbe avuto nessuno vantaggio di pista pulita in frenata o di traiettoria migliore ma anche perchè si da il caso che le f1 siano vetture a ruote scoperte e che se si rimane con le ruote così vicine in rettilineo l’incidente è per lo meno probabile, il tutto aggravato dal fatto che si trattava pure del compagno di squadra. Hamilton è considerato un pazzo ma quando poco dopo Button lo ha attaccato non ha cercato nessun contatto e lo ripassato semplicemente incrociando le traiettorie. Per quanto riguarda Hamilton secondo me è una grossa fortuna per la f1 un personaggio del genere: ha doti di guida impressionanti, è aggressivo e non si tira mai indietro e per questo non è assolutamente inappropriato pesacare paragoni scomodi come Senna e Villeneuve. Detto questo ha i suoi grossi limiti sia come persona che come pilota. E’ estremamente incline a scorrettezze di tutti i tipi (ma qui la colpa è anche della direzione gara che lo vizia alquanto) e molto spesso esagera con manovre al limite o troppo azzardate, ma questo fa chiaramente parte del personaggio. Proprio per il suo essere sempre esagerato è quello che spesso anima gare altrimenti noiose. Bisogna dargli atto che se ne ha anche la più piccola possibiltà lui ci prova sempre, a volte gli va bene a volte no, però non lascia mai niente di intentato ed è per questo che anche se mi sta antipatica come persona lo stimo moltissimo come pilota. E dopo questo sproloquio sulla necessità di essere obbiettivi nel giudicare un pilota veniamo all’incidente di Singapore. Se in frenata sei all’esterno hai il vantaggio della tratiettoria pulita. qualcuno ha avuto il coraggio di dire che ce l’aveva webber… mah! Webber poteva giocare il fatto di essere all’interno ma questo funziona solo se sei più o meno pari coll’avversario e puoi impedirgli di imboccare correttamente la curva. Essendo hamilton avanti invece era quest’ultimo ad impedire all’australiano di imboccare correttamente la curva tanto è vero che Webber è passato decisamente sul cordolo quasi tagliando in parte la curva. Perchè lo ha fatto? perchè non aveva spazio. Perchè non aveva spazio? perchè nella curva c’era gia Hamilton. Hamilton era avanti di più di mezza macchina ed è stato bellamente speronato da webber che essendo saltato troppo sul cordolo ha perso il controllo della vettura. Chi ha citato il surpasso di kubica su Sutil come esempio del fatto che hamilton ha stretto troppo la traittoria farebbe anche molto bene a notare che il polacco e l’inglese hanno più o meno la stessa distanza dal cordolo, quello che cambia è la traiettoria di ingresso nella curva di chi subisce il sorpasso. Si può facilmente notare (a meno che non si abbia il prosciutto davanti agli occhi) che Sutil durante la frenataè più o meno a fianco a Kubica e fa una traiettoria più o meno parallela al polacco quindi quando anche lui taglia sul cordolo la vettura non gli va in sottosterzo perchè ha impostato una traiettoria abbastanza rotonda. Si può anche vedere che nel tentativo di rimanere all’interno è possibile che tocchi leggermente Kubica e che questo non crei nessun danno perchè avevano traiettorie parallele. Kubica passa perchè era inizialmente più veloce e può ritardare la frenata grazie alla traiettoria pulita e alle gomme nuove. Tralatro Sutil non entra nella curva come un kamikaze e mantiene un perfetto controllo della vettura. Ben diversa e la situazione con Webber che è invece decisamente più lontano dall’inglese ed è costretto ad impostare un traiettoria molto più angolata rispetto a Sutil. In una tale situazione c’è solo un modo per far si che la macchina giri in quella curva senza andare lunghi ovvero frenare molto di più dell’avversario all’esterno tenendo conto anche che si è dal lato sporco cosa che Webber decisamente non fa. Con un angolo di curva così stretto e con una tale velocità di ingresso il risultato è che quando salti sul cordolo la vettura va in sottosterzo e colpisci l’avversario. Andate a controllare
    http://www.youtube.com/watch?v=MFAAD_ZP1TU secondo 24
    http://www.youtube.com/watch?v=XlZmmB1veNI secondo 31
    osservate la diversa posizione di Sutil e di Webber nella pista all’imbocco della curva (per capire a che punto stanno controllate la posizione rispetto al cordolo sulla loro destra). Capirete quanto è più stretta la traiettoria dell’australiano e quanto è ovvio che avrà molta difficoltà a fare la curva senza che la vettura gli vada in sottosterzo. Per questo Webber era da punire. Ovvio che non l’ha fatto apposta e che si tratta di un errore però ci deve pur essere un qualche metro di giudizio da parte della direzione gara. In altre situazioni una cosa del genere sarebe stata pesantemente sanzionata e invece stavolta hanno fatto come Ponzio Pilato come dimostra il fatto che non abbiano fatto niente neanche per il contatto di schumacher.

    • Forse perchè ci ricorda (a noi Ferraristi) tanto Shumacher o Alonso, e perchè no forse anche un certo Jean Alesi mentre a quelli che ricordano gli anni 80/90 sembra rivedere Ayrton quando si difendeva dagli attacchi.
      Ma quelli erano altri tempi, una risposta di Arnoux vale più di mille video, alla domanda sul perchè Arnoux stesso non facesse mai parte della commissione gara, ha risposto che dopo quello che avevano combinato lui e Villneuve era impossibile giudicare le colpe in incidenti tanto banali come quelli che oggi fanno tanto parlare.
      Allora questi sorpassi al limite li vogliamo o no con tutti i rischi?

    • Scusa Vincenzo ecco che quello che tu affermi viene prontamente smentito dalle immagini. è Kubica a tenere una traiettoria più larga perchè sa che in due non ci si passa.

      http://www.youtube.com/watch?v=DGnTmT-5O3w

      Poi vedila come meglio credi, resta il fatto che di sportellate la Ferrari ne ha subite tante in giro per il mondo ma poche volte si son rotte le sospensioni,.
      Probabilmente in McLaren hanno tentato di allegerire troppo la vettura nelle parti sbagliate, altrimenti non si spiega come possa rompersi al minimo contatto, il contatto con Massa era veramente minimo, tanto che sulla scocca della ferrari non c’erano neanche segni

  8. Vincenzo, voglio farti notare che sia Hamilton che Webber giungono veloci sulla curva. Webber imposta la curva all’interno ed Hamilton alla sua destra. Il percorso di Webber è fluido anche se molto all’interno per sfruttare al massimo i centimetri di pista, Hamilton chiude sulla vettura di Webber che prosegue senza ulteriori spostamenti. Naturale che nel momento che Hamilton tocca Webber, la vettura di quest’ultimo spinga quella di Hamilton facendolo sembrare uno speronamento. Ma non è così. Hamilton trovandosi con mezza vettura avanti, e non con l’intera vettura, non avrebbe dovuto chiudere la curva, visto che aveva l’avversario di lato, anche se leggermente arretrato. La fase di rientro in un sorpasso, si effettua quando il proprio mezzo, ha superato per intero il mezzo che si intende sorpassare e non quando si trova appena con il muso avanti. Ci sarebbe inevitabilmente una collisione tra il retrotreno di chi sorpassa con l’avantreno del quasi sorpassato. Tra l’altro, chi ha mezza macchina davanti, non ha alcun diritto di precedenza onde favorirgli la manovra.