Questo sito contribuisce alla audience di

HOME PAGE

Il primo BLOG sulla Formula 1. Gratis per te: F1 news,
foto, video, piloti, team, classifiche, calendario e F1 Live.

Minardi: Alonso ha indotto Hamilton all’errore


Gian Carlo Minardi

Gian Carlo Minardi interviene, come di consueto, anche dopo il Gran Premio di Corea con le sue considerazione e facendo il punto sulla gara e sul campionato.

Le sue parole, via minardi.it

Come già successo in altre occasioni, anche a Yeongam il meteo ha creato incertezza, movimentando il corso del Gran Premio. L’olio che trasudava dal nuovo manto stradale e in particolar modo l’arrivo del tornado, che ha fatto ritardare la partenza (costringendo i piloti a gareggiare con poca luce) ha contribuito a regalarci una corsa ricca di emozioni, incidenti ed errori come quello di Mark Webber, che ha compromesso non soltanto il suo weekend e la sua classifica ma anche la corsa di un Rosberg, che stava rimontando con estrema determinazione e velocità, e di Lewis Hamilton in occasione della ripartenza dopo il rientro ai box della safety car.

E’ fuori di dubbio che abbiamo assistito ad un grande Fernando Alonso per la sua consistenza e continuità. Non ha mai alzato il piede destro dall’acceleratore andando sempre all’attacco, portando prima all’errore Hamilton e poi all’esasperazione Sebastian Vettel. Proprio il tedeschino di casa Red Bull, il giro prima di rompere il motore, aveva fatto segnare il giro più veloce in gara. Era messo sotto pressione da un Alonso che giro dopo giro si stava avvicinando. In queste condizioni lo spagnolo riesce certamente a fare la differenza e in Corea lo ha dimostrato ancora una volta.

In base a quanto successo la Red Bull dovrebbe fare una riflessione, perché con una strategia da team oggi Webber sarebbe ancora al comando del campionato, o comunque non accuserebbe un ritardo di 11 punti con solo più due Gran Premi in calendario dove, in teoria, la Ferrari dovrebbe essere favorita in Brasile e la Red Bull ad Abu Dhabi. Poi ovviamente possono entrare in gioco diverse variabili, come le rotture o le sfortune. All’inizio è toccato alla Ferrari, nelle ultime uscite ad Hamilton e domenica alle due Red Bull. E’ una ruota che gira e nell’arco di un Mondiale così lungo alla fine i conti vengono pagati da tutti. Tutte le componenti (motori, cambi ecc) sono state tirate alla frusta e nelle due ultime gare vedremo chi avrà lavorato meglio. Proprio per questo trovo pazzesca la strategia delle Red Bull, che ora si trovano costrette ed inseguire con entrambi i piloti.

Tra Ferrari e Red Bull, però, non dobbiamo certamente dimenticare la McLaren di Lewis Hamilton che si sta confermando vero arbitro di questo Mondiale. Non è tagliato fuori dalla lotta e per questo in ogni appuntamento darà il massimo. Il secondo posto lo rimette in discussione anche se forse è leggermente in difficoltà rispetto alla concorrenza. Non mollerà di certo e questo potrebbe favorire uno o l’altro pilota in lotta. Matematicamente anche il suo compagno di squadra, Jenson Button, è ancora in lotta per il Mondiale, ma sportivamente parlando credo che sia tagliato fuori. Anche domenica lo abbiamo visto in grande difficoltà, commettendo errori. Solo gli errori altrui lo tengono ancora in scia, ma non vedo in lui un antagonista. Massa invece deve fare l’angelo protettore di Fernando cercando di portare a casa più punti possibili, anche se in Corea non aveva il passo di Hamilton. Il doppio zero riapre in parte la lotta per il campionato costruttori, anche se sarà veramente difficile per la Ferrari.

Tra i team di seconda fascia bisogna riconoscere un premio a Liuzzi per la sua costanza, mentre il quarto posto di Michael Schumacher è dovuto più agli errori altrui e alla sfortuna del suo compagno di squadra, che si è trovato nel posto sbagliato al momento sbagliato. Rosberg stava girando veramente molto forte. Con quel passo avrebbe potuto anche andare ad insidiare la leadership della corsa. Ogni volta rimango sorpreso del lavoro della Williams che dispone di un motore “privato” ed è senza supporto di una casa automobilistica. Sta portando a termine un ottimo campionato lottando ad armi pari con team più blasonati sia in termini di budget sia come motorizzazione.

Ora aspettiamo tutti con ansia di vedere cosa succederà in Brasile. Sarà una domenica pomeriggio ad alta tensione. Erano veramente tanti anni che non assistevamo ad un campionato così combattuto e incerto. Credo che sia stato veramente azzeccato il sistema del punteggio. Da tifoso di Fernando Alonso mi auguro che anche in Brasile possa continuare questa striscia di risultati. Lui stesso aveva detto che sarebbe stato importante andare a podio con regolarità nelle ultime gare per poter tenere aperto il discorso mondiale. Direi che sta mantenendo le attese. La stessa Ferrari ha avuto una reazione pazzesca e il successo coreano fa morale.

via: Minardi.it
.

{lang: 'it'}
Etichette (Tags): , , , , ,

17 Commenti

  1. Senza dubbio ciò che dice l’Ingegner Minardi è sacrosanto, Alonso sta guidando da pilota Ferrari, cosa che non ho visto fare da almeno due anni a questa parte, Massa ha pagato quasi 5 decimi a giro e per chi è dietro e insegue è davvero un distacco abissale.
    Hamilton terrà duro perchè è nella sua natura combattere, è un grande pilota e lo dimostra sempre, su di lui si può sempre puntare ti porta sempre il risultato a casa, ed è bello vederlo lottare con Alonso in queste ultime battute di stagione, ma non dobbiamo dimenticare Vettel e Webber, chissà chi diventerà prima guida, ho qualche dubbio che Crhis Horner dia lo scettro di primo pilota a Vettel visto che matematicamente ha più probabilità Mark che il tedesco viziato dal kayser ai tempi del kart!
    Button ormai sa benissimo che deve aiutare il suo compagno di scuderia farà da tappo e ostacolerà tutti quelli che si vogliono interporre tra Hamilton e il titolo..Massa lo fa già di suo, senza ordini di scuderia quindi noi ferraristi siamo tranquilli..

    Spero vivamente in un fine mondiale con i colori Rossi in vetta se il mondiale costruttori è difficile da vincere, almeno ci proviamo con il piloti…
    FORZA FERRARI, FORZA FERNANDO ALONSO…TUTTI I TUOI TIFOSI SONO CON TE!!!!

  2. ma minardi non diceva che nando era nervoso l’ultima volta ?? :D

    cmq ancora nessuno ha vinto niente… tutto può succedere

    FORZA FERRARI

  3. si guarda è proprio patetico sto minardi…

    va bene dire che alonso ha fatto una gara da dieci e lode… ma arrivare a dargli meriti per l’errore di hamilton e la rottura di motore di vettel mi fa venir da ridere ancora una volta… perchè dovete sponsorizzarlo facendoci sentire i suoi poco obbiettivi, spesso ovvi, spudoratamente di parte, banali, patetici e ridicoli commenti? Bravo finchè vuoi per la sua carriera si gran scopritore di talenti e quel che si vuole… però è inutile e non capisco perchè venga sponsorizzato per questi commentini che non reggono neanche al bar da tantissimi siti…

    • poteva elogiare le gufate dei telecronisti magari…

    • Personalmente credo che L’errore di Hamilton fosse dovuto non solo alla pressione di Alonso, ma anche al fatto di avere le gomme fredde e i freni non a temperatura, aggiungendivi anche la pressione di Alonso, si arriva all’errore.
      Il motore della lattina si è rotto perchè Vettel lo mette troppo in crisi quando è davanti a tutti, infatti ha sempre rotto alla seconda gara del motore e in testa alla gara, mi viene il dubbio che Vettel non sappia gestire un motore per due o tre gare.

  4. ti pareva che minardi non doveva fare la sparata della settimana…..prima è nervoso, ora è il migliore….mah!!

  5. Vabbè però è anche vero che Fernando ha sempre tenuto un buon passo di gara, però giustamente è da riconoscere che anche Hamilton e Vettel avevano grinta!
    se Vettel non avesse rotto il motore e se Hamilton…vabbè dai…i se non contano..conta solo che Fernando ha sorpassato Hamilton e Vettel e per ora è in testa al mondiale..
    VOI VE L’ASPETTAVATE!? personalmente no…sono sempre stato scettico su una rimonta cosi apocalittica della Ferrari in questo campionato, ma mi sto ricredendo…e quindi…
    BUONA FERRARI A TUTTI!

  6. Sinceramente concordo con Minardi e mi fa piacere leggere il ” Minardi pensiero”. Le sue sono analisi gran premio dopo gran premio. cosa c’entra quello che aveva detto la vota prima? ogni week end racconta una gara a se!!!! Punti di vista comunque

    • si infatti.. peccato che il suo punto di vista è sempre obbiettivamente di parte e banalissimo… direi quasi che la gazzetta fa commenti migliori… son li a farsi battaglia a chi la spara piu grossa… poi l’importante è elogiare la ferrari… questo vogliono i lettori.. e cosi si fa audience… è un peccato ma è cosi… allora un buon commentatore si distingua anche per questo… chi vuol fare audience parla e dice cio che vuole sentirsi dire la massa… chi vuol essere un buon giudice parla obbiettivamente e imparzialmente guardando la corsa da un punto di vista non da tifoso ma da spettatore del GP in todo… che ti sembra un commento intelligente quello che dice “alonso ha indotto hamilton all’errore e vettel alla rottura del proprio motore”?????? no perchè qui è straziante la cosa… se vogliamo fare un sito sulla ferrari facciamolo che siamo in italia e niente problema… ma mi è sempre piaciuto qui perchè solitamente è un sito di F1… va bene che vengano inseriti i commenti di tutti… anche di minardi… però rendiamoci un po conto della realtà che abbiamo davanti… se no allora diventiamo tifosi ciechi… liberi di esserlo per l’amor di dio… però bo.. sito F1… non sito Ferrari… spero… :)

      • scusami, ma se vai a rileggerti tutti i commenti di Minardi ti renderai conto che lui esalta sempre ci ha vinto, rimangiandosi quello che aveva detto nei precedenti commenti.

    • perchè la gara prima aveva detto di aver visto un alonso MOLTO PREOCCUPATO quando invece fernando aveva detto per tutto il week end che un terzo posto era il suo massimo obiettivo… e che era stato molto felice di essere di nuovo a padio per mantenere il suo “cammino”…

      a noi è sembrato tutto l’opposto, senza nulla togliere che il minardi in moltissime analisi è molto preciso e dice sempre il vero…ma qll su nando nn mi è sembrata una cosa vera, visto anche che lui nn sta più nel paddock

      ttt qui ;)

      FORZA FERRARI

  7. ……………non solo il signor Minardi cambia idea molto velocemente, nei mesi passati ho letto di tutto su Alonso in questo blog…………………

  8. “Ha portato prima all’errore Hamilton e poi all’esasperazione Sebastian Vettel”…

    Ma cosa vuol dire?

    Hamilton aveva problemi ai freni, come del resto Button. Vettel ha rotto il motore mentre era 1°.

    Minardi, io l’ho sempre difesa, ma questa volta ha detto una stronzata…

  9. Max Steel hai ragione in pieno questa volta…

  10. concordo con minardi, e anche voi tifosi mclaren dovreste ammetterlo, un pò tutti i piloti sbagliano di più sotto pressione,k e hamilton ha già dimostrato in passato che quanto sente la pressione sbaglia davvero tanto!

  11. bravo minardi a salire sul carro del vincitore cosi’ e’ troppo facile, bisogna comunque riconoscere che su alonso e sulla ferrari nessuno avrebbe scommesso un euro dopo silverstone. Tanto di capello agli ingegneri e ad alonso che come dice briatore e il migliore di tutti, magari puo’ anche perdere il campionato quest’anno ma sara’ difficile fermarlo le prossime 2-3 stagioni quando potra’ contare su una ferrari costruita su di lui

    • :D Fossi io in te sarei radioso. Le scommesse più belle da vincere sono proprio quelle sulle quali gli altri non azzarderebbero un centesimo. Se a Settembre qualcuno di noi avesse detto anche per scherzo che la Ferrari avrebbe potuto farcela, saremmo rimasti seppelliti chissà sotto quali epiteti.
      Le qualità di Alonso, chi le ha messe in dubbio, lo avrà fatto per due motivi. L’uno, perchè la formula uno la guarda per passatempo; l’altro per minimizzare la potenziale forza di un campione verso il quale non prova stima.
      Alonso, deve ancora affinare di un tantino il feeling con la monoposto; la Ferrari dal canto suo deve entrare nell’ottica che gli sviluppi durante l’anno, non devono essere tralasciati nemmeno un momento. Elemento quest’ultimo che ha condizionato quasi interamente il campionato.
      Con i suddetti presupposti, potremmo vedere una Ferrari quasi imbattibile nelle prossime stagioni.