Questo sito contribuisce alla audience di

HOME PAGE

Il primo BLOG sulla Formula 1. Gratis per te: F1 news,
foto, video, piloti, team, classifiche, calendario e F1 Live.

Formula 1 2010, una stagione di grandi regali


Photo by Clive Mason/Getty Images

Photo by Clive Mason/Getty Images

Tramonta il sole sul circuito di Yas Marina e sul mondiale di Formula 1 2010. La lotta finale a quattro si risolve in un Gran Premio che chiude questa rocambolesca stagione in cui sembrava che chi aveva in mano le possibilità di vincere il mondiale facesse di tutto per perderlo.

E’ successo alla Red Bull, che ha regalato molto ai propri avversari nel corso dell’anno. E’ successo oggi alla Ferrari che ha perso il mondiale quando bastava un piazzamento alla loro portata; il tutto per aver voluto tenere sotto controllo l’avversario sbagliato. Un Gran Premio che, tutto sommato, rispecchia fedelmente quanto visto durante questa stagione.

Sebastian Vettel
Corre come ha corso tutto l’anno: se le qualifiche vanno bene e se si trova davanti alla prima curva, allora sono dolori per tutti perché difficilmente sbaglia. Ad Abu Dhabi per diventare campione del mondo doveva vincere e sperare nelle disavventure dei diretti avversari: lui non delude le attese e a dargli la gioia finale ci pensano gli altri. Vince un mondiale che poteva essere suo con un po’ di anticipo se non fosse stato per alcuni guasti che lo hanno lasciato a piedi in più di un’occasione. Ma non solo perché a lasciare perplessi sono anche gli unici due tentativi di sorpasso finiti male, con Webber e Button a farne le spese insieme a lui. Così come il nervosismo mostrato quando il compagno di squadra si dimostrava più veloce di lui. Vince ma non convince. Forse essere diventato campione del mondo può farlo maturare facendo di lui dal prossimo anno un pilota più completo.

Mark Webber
Una gara incolore che riflette la sua stagione. Fra le curve di Yas Marina era semplicemente abbandonato al suo destino da un team che ha sempre preferito puntare sul giovane Vettel, senza credere mai in lui neanche quando la classifica imponeva un atteggiamento più razionale. La Red Bull ha preferito rimanere ferma sulle sue decisioni, senza lasciarsi intenerire dai punti di distacco da Alonso, rischiando anche un’incredibile sconfitta. Se fosse stato l’australiano a trionfare sarebbe stata la vittoria di uomo costretto a lottare contro tutto il suo team. La sua vettura così diversa da quella del compagno di squadra che a differenza della sua sembrava correre su dei binari, è lo specchio di una stagione complicata, il riassunto di un’occasione persa.

Lewis Hamilton
Una gara d’attacco, come ormai ci ha abituati. Hamilton ritrova una McLaren più competitiva ma non ai livelli della Red BUll; le sue speranze di vincere il mondiale sono quasi nulle. Tanto basta, lui ci prova lo stesso, se non altro a vincere la gara. Sul suo cammino, però, trova un Vettel inattaccabile e un Kubica a fargli un po’ da tappo. Comunque ci ha provato, come ha sempre fatto in questa stagione senza mai tirarsi indietro.

Jenson Button
Percorre moltissimi giri con le gomme morbide, assicurandosi in questo modo il terzo posto. E’ la fotografia del suo mondiale 2010, dove ha mostrato una grande capacità nel raddrizzare dei Gran Premi iniziati male sfruttando le sue doti nella gestione dei pneumatici; in questo nessuno è stato migliore di lui.

Fernando Alonso
Con Mark Webber in difficoltà dopo le qualifiche, per lui ottenere almeno un quarto posto non era un’impresa impossibile. Al via perde la posizione a vantaggio di Button. In telecronaca più volte hanno ripetuto che lo spagnolo partiva sul lato pulito della pista, il destro. Non si sa su quali basi, dato che tutti i piloti non passavano mai sulla parte destra dello schieramento, ma piuttosto sulla parte centrale e un po’ su quella sinistra; se vogliamo cercare un vantaggio in partenza, forse ce l’avevano i piloti schierati sul lato sinistro, come Jenson Button. Una posizione persa non è la fine mondo, ma lo spagnolo rimane vittima di un’infelice scelta del muretto Ferrari che lo richiama per non perdere la posizione su un Webber che non fa più paura a nessuno, quando i pericoli sono più avanti. Un muretto osannato a Monza, ma che non perde occasione di lasciare perplessi. Però quei 40 giri dietro a Petrov pesano, perché è vero che su quella pista è molto difficile sorpassare, ed è anche vero che forse la Ferrari aveva scelto una configurazione aerodinamica troppo carica per poter attaccare sul dritto, ma lui non ha mai portato un attacco deciso e convincente nei confronti del debuttante della Renault. La Ferrari non è stata la miglior monoposto dell’anno e il lavoro fatto per migliorarla è stato notevole, ma i mondiali non si vincono nell’attesa che siano gli altri a sbagliare regalando punti a raffica. Sfoga rabbia e amarezza su Petrov nel giro di rientro: un gesto inutile.

Felipe Massa
Qualcuno lo ha visto? sì, alla partenza, e dopo il pit stop. Una volta dietro ad Alguersuari sparisce nell’anonimato. Una gara anonima, come anonimo è stato il suo mondiale. Il brasiliano, costretto ad essere numero 2 nel team soprattutto per ragioni commerciali, sembra ricordarsi di essere in Formula 1 solamente a Hockenheim, nella giornata meno adatta per fare gli eroi. Il resto è buio totale, errori e prestazioni da dimenticare.

Qualche breve considerazione finale…

Migliori piloti dell’anno: Robert Kubica e Nico Rosberg
Il polacco, nonostante una vettura mediocre, non si è dato per vinto in partenza ed ha guidato con massimo impegno per tutta la stagione raggiungendo anche dei podi che alla vigilia del mondiale sembravano fuori portata per il ristrutturato team Renault. La costante presenza nella top 10 in qualifica (tranne ad Abu Dhabi), la consistenza mostrata in gara e la mancanza di errori ribadiscono le straordinarie capacità di questo simpatico pilota.
Rosberg aveva il difficile compito di battere lo scomodo compagno di squadra, cosa che ha fatto lavorando a testa bassa senza commettere errori. La Mercedes non è stata una gran vettura, ma lui ha saputo tirarne fuori il massimo. Farebbe piacere vedere questi piloti in lotta per il mondiale già dal prossimo anno con vetture più competitive.

Miglior debuttante: Vitaly Petrov (prima metà della stagione), Nico Hulkenberg (seconda metà).
Il russo ha lavorato bene ad inizio mondiale, raggiungendo presto la zona punti. Successivamente, forse anche a causa di pressioni interne legate al rinnovo del suo contratto, non ha più guidato con lucidità, rendendosi protagonista di numerosi incidenti che hanno inciso negativamente sulla sua stagione.
Il tedesco della Williams ha invece fatto un percorso inverso, partendo in difficoltà trovando poi la giusta strada per fare dei risultati e convincere dopo i trionfi ottenuti nelle categorie addrestative; la pole position in Brasile è certamente la perla della sua stagione.

Peggior pilota dell’anno: Michael Schumacher
La Mercedes scommette su di lui, pensando che riportarlo in pista sarebbe stata una garanzia per la vittoria del mondiale. Se non altro è una mossa che dal punto di vista pubblicitario ha un suo successo e sotto questo aspetto lo zio Bernie non può che esserne contento. Ma il cronometro non ha pietà: le prestazioni non arrivano, la velocità latita. A inizio stagione Ross Brawn si affretta a difenderlo parlando di ruggine da togliere, promettendo miglioramenti sostanziali dal GP di Spagna, al ritorno in Europa. Ma quel Gran Premio sarà solo un fuoco di paglia. Disputa così una stagione da comprimario di centro gruppo, e presto scompare anche l’entusiasmo della stampa che a inizio mondiale lo circondava non appena metteva il naso fuori dal box.

Miglior progetto: Red Bull
Era già una vettura valida nel 2009, quando nel finale di stagione aveva superato la BrawnGP. Il progetto di quest’anno eredita quanto di buono aveva questa monoposto, con le dovute modifiche per poter sfruttare il più possibile il famoso “diffusore col buco”. Fanno tendenza rispolverando la soluzione degli scarichi ribassati e per tutto l’anno sono il punto di riferimento per tutti. Punti deboli: velocità di punta e affidabilità.

Miglior trovata tecnica dell’anno (nonché l’unica): McLaren (F-duct)
Lo si può ritenere pericoloso perché costringe i piloti a staccare la mano dal volante, ma l’F-Duct è stata l’unica invenzione degna di nota di questa stagione. La sospensione pull-rod, il motore inclinato, gli scarichi ribassati sono solo soluzioni riprese dal passato. Il resto è solo flessibilità dei compositi, microbandelle sulle ali o mini appendici alari sulle sospensioni. Un applauso per l’inventiva.

Scritto da: Christian Mahdavi (British grenadier)
.

{lang: 'it'}
Etichette (Tags): , , , , , , , , ,

21 Commenti

  1. Riporto nel topic giusto il post giusto… Secondo me:

    Pagelle per l’annata:

    F1 2010: 10 e gran lode… STUPENDO! … da ogni punto di vista spettacolare… c’è stato di tutto qui.. lotte, sconfitte, vittorie meritate e non, piloti degni di beautiful, piloti forti ma debolotti, team dalle strategie azzeccate, team dalle strategie palesemente inutili, tanti tanti errori, tanti tanti incidenti, regolamenti bruciati in nome dello spettacolo piu e piu volte, dirigenti FIA scadenti, e chi piu ne ha piu ne metta… non si puo dire sia stato il piu corretto delle annate F1… ma di sicuro è stato spettacolare…

    Red Bull: 7… alla fine ce l’han fatta ma potevano farcela con largo anticipo se non ci fossero state gestioni piloti orribili, tanti tanti errori dei piloti… salvati da newey e dalla fortuna….

    McLaren: 8… sempre lo sosterrò… a parte la pecca di hamilton nel finale è stata un annata perfetta, gestita in modo quasi perfetto… sono contento del secondo posto costruttori e sono fiducioso per il prossimo anno… sicuramente la gara di abu dhabi ha dato una mano nel risollevare il morale… (non ditemi che sono un tifoso cieco per l’amor di dio… è cosi… ne sono pienamente sportivamente convinto)

    Ferrari: 6… hanno iniziato male la stagione… poi da metà in avanti han cominciato ad ingranare come avrebbbe dovuto ingranare la vera ferrari. Non è bastato ma sono contento non lo sia stato… perchè cosi tutti ammetteranno che l’errore di abu dhabi non è stato l’unico della stagione…

    Mercedes: 5… mai presenti per concezione macchina… la loro dignità salvata da rosberg…

    Renault: 7… in continua crescita e con un gran pilota come kubica sono riusciti ad arrivare molto in alto… piu di quello che concedeva la macchina…

    per piloti:

    Vettel 7,5: annata condizionata da molte rotture e problemi con l’auto… ma anche da molti errori e incidenti (Webber e Button)… con 10 pole non puoi vincere solo 5 volte… mentalmente un bambino, grande campione come pilota… la sua stagione non è da 10… neanche da 9…

    Alonso 7: annata iniziata male (inutile la prima vittoria)… tanti tanti errori ma anche molte sfortune… poche rotture.. meno di tutti alla fine dei conti.. quindi se ha perso la colpa non la si puo dare tutta al muretto per l’annata… anche lui ha le sue grandi colpe…

    Webber 6,5: annata favolosa la sua… lui contro tutti… contro il suo team, contro la sua macchina, contro gli avversari… peccato non abbia avuto la potenza di stare sopra a vettel in almeno un occasione nel finale stagione… perdendosi cosi d’animo… e non riuscendo a concludere bene la sua annata… poveretto… non credo riuscirà mai piu a riprendersi… peccato.. sta da ammettere che non ha brillato quando doveva essere decisivo… quindi non si puo valutare meglio…

    Hamilton 7,5: buona annata nel complesso la sua… 2 rotture di cambio e una di sospensioni… due incidenti (uno causa sua, uno mezza causa sua) sono la sua piu grossa sconfitta… due aiutini da withmars che forse dovevano penalizzarlo un po di piu speriamo gli facciano pensare a comportarsi nel modo migliore nel 2011, vedendo di non montarsi la testa nel finale come fa sempre… con 4 piloti che disponevano di una macchina superiore e uno (campione) uguale è comunque riuscito ad arrivare a fine stagione a 16 punti dalla vetta… secondo me il migliore dell’annata…

    Button 7: le sue doti di stratega sono servite tantissimo… il suo carisma pure… la sua amicizia con hamilton anche… sotto ogni aspetto secondo me è stata una pedina indispensabile nel pacchetto McLaren… lo rivoglio per il prossimo anno!

    Massa 5: distrutto dalla tecnica ferrari… ma vista la sconfitta di essa il prossimo anno tornerà ancora piu motivato! … se alonso non avesse detto che non gli serviva il suo aiuto nel finale forse avrebbe avuto piu chances… speriamo la ferrari impari da quest’annata che non sempre il distruggere moralmente un pilota per favorire in tutto l’altro non è la tattica vincente… o almeno non lo è sempre…

    Rosberg 8: a 2 punti da massa con una macchina non costruita per lui… si è dimostrato veramente un grande grandissimo personaggio… sempre attivo al massimo… sempre sincero nell’ammettere l’impotenza mercedes ad inizio campionato… sempre davanti al compagno di squadra……. un tale schumacher… che avrà passato degli anni lontano dalla f1… ma resta il migliore di sempre…

    Kubica 8: ha portato una vagonata di punti ad una macchina al team renault in maniera precisa e perfetta… sempre sincero anche a dare i suoi giudizi personali.. un grande campione veramente…

    Schumacher 5: scadente prova… grande grande grande schumacher comunque… è stato bello vedere la sua passione infinita per questo sport… da vecchio com’è si è rimesso senza indugio a guidare… sfidando i mille commenti negativi alle sue prove con il sorriso… facendo trasparire solo la sua passione… ragazzi.. lui corre per la F1! che corra per soldi o quel che si vuole… lui corre per la F1!!! ha rischiato la vita in maniera pazzesca ad abu dhabi e ne è uscito ridendo… pazzo scatenato! ah ah ah… grande pilota… scadente prova… ma pilota vero… contento di vederlo…

    Sutil 6,5: Gran bel pilota secondo me… deve crescere ma se lo farà come stanno dimostrando altri sarà sicuramente un buon protagonista 2011.

    Barrichello 7: Beh.. che dire? Barrichello quest’anno mi è piaciuto tanto… non mi è mai piaciuto come in quest’anno… con una macchina del genere si è fatto vedere come i grandi piloti sanno fare… bravo!

    Kobayashi 7: Gran pilota anche lui… dimostra freddezza e tanta voglia di dare spettacolo con sorpassi azzardati… forse non il massimo di sti tempi per la classifica… ma sicuramente grandioso per lo spettacolo… bravo kamui…

    Confidiamo in un 2011 ricco di emozioni come questo!!!

  2. Beh penso di essere andato molto vicino al commento del british… (magari l’ho pure contagiato… ah ah ah…)

    Ovviamente però sono bastian contrario di natura quindi dico che c’è un errorino secondo me…. Migliori debuttanti sinceramente e semplicemente non ce ne sono a parer mio… Petrov ha avuto una macchina migliore e qualcosa è riuscito a dimostrare… ma troppo troppo poco… siamo troppo sotto ai livelli di debutto di Vettel, kubica o rosberg ad esempio… Petrov ha dimostrato poco… e alla fin dei conti hulkemberg se non avesse fatto una magnifica pole non si ricorderebbe nessuno di lui… I loro rispettivi compagni li hanno distrutti… Kubica da una parte e Barrichello dall’altra… se c’è da sottolineare qualche prestazione sopra le righe evidenzio Kobayashi che non aveva proprio una macchina cosi buona per dove è finito e Sutil che anche se in calo con le ultime gare ha fatto veramente una stagione memorabile, portando a punti la force india tante volte… (9 o 10 mi pare…)

  3. e già che ci sono e mi è piaciuta un sacco quest’annata dico….

    1.-e se ci fosse stata una ventesima puntata? chi avrebbe vinto secondo voi? :)

    e poi 2 ultime domande per british in particolare ma anche per il resto della gente…

    2.-Vi è piaciuto sto 2010? (non pensate troppo all’ultima gara… se no da ferraristi mi scrivete tutti che è stato un incubo…)

    3.-Cosa vi aspettate in piu nel 2011?

    Mie risposte:

    1.- Sicuramente Hamilton avrebbe vinto la ventesima puntata! ah ah ah… :)
    2.-Mi è piaciuto un sacco….
    3.-Un regolamento meglio scritto, che non lasci alternative interpretative e cose di questo tipo… Una fia piu obbiettiva e pronta a punire anche i propri discepoli (McLaren e Ferrari)… Un campionato senza una maccchina cosi migliore come la red bull di quest’anno… che se avesse migliori piloti e miglior team avrebbe portato a casa tutto molto anticipatamente a mo di Brawn nel 2009… La sfida storica McLaren Ferrari accesissima piu che mai come quest’anno anche ci ha fatto vedere…

  4. VINCE L’ARROGANZA DEGLI STUPIDI (MA FORTUNATI)
    Verrebbe da dire che il risultato premia l’ostinazione della Red Bull nel puntare tutto su Vettel.
    Ma il loro è stato un atteggiamento arrogante, che ha avuto la meglio solo grazie al regalo Ferrari.
    La scelta della Red Bull di volersi giocare il tutto per tutto con Vettel è stata anche illogica, irrazionale e in ciò, sia chiaro, non centra niente lo sbandierato spirito sportivo: tutto sommato sarebbe bastato poco, un lungo di Petrov, che Alonso avrebbe potuto agganciare Rosberg senza subire anche il sorpasso di Kubica; e forse avremmo visto un’altro epilogo.
    Fossi Webber me ne andrei, magari cambierei anche categoria, come Kimi, alla ricerca di un ambiente dove sia possibile condividere ancora la passione per le corse.

    • Già.. è un peccato… comunque la Ferrari se era li è stato grazie ai regali Red Bull… quindi vi siete scambiati regali fino alla fine… Roderà tanto a voi avergli fatto il regalo più grande ma è cosi…

      Webber è stato incapace a differenza di Vettel che oltre all’incapacità ha avuto anche sfortuna… questa è la verità… Alonso è riuscito ad approfittare fino alla fine appena ha capito che è meglio il minor rischio per aver maggior risultato… peccato che in ferrari non tutti l’avessero capito… da qui l’epilogo squallido con la vittoria di Vettel… la più facile della sua carriera è stata la piu pesante… è proprio il colmo dei colmi quest’anno… ah ah ah… :)

  5. DIRIGENZA FERRARI
    …e dopo questo epilogo, è davvero il momento che quanche testa in Ferrari salti, in primis quella di Domenicali…
    E’ parecchio che lo dico (http://www.circusf1.com/2010/06/alonso-critico-in-ferrari-mancano-gli-sviluppi.php – commento n°3), anche se ad inizio campionato, nonostante fossi un tifoso Ferrari, venivo tacciato di essere un “anti-ferrarista” perchè “osavo” mettere in discussione la direzione Ferrari invece di allinearmi al coro degli osannatori della Ferrari “sempre e comunque” prostrati alla linea dettata dai principali tv, giornali e cronisti(leccatori di c*lo) Rai (e dettata da Maranello), linea che non prevede la possibilità di critica pena la gogna per chi la persa diversamente e la negazione che si possa esser tifosi Ferrari e criticarne la dirigenza allo stesso tempo… purtroppo il culto del leader infallibile e che non può esser criticato non ha mai fatto per me, non mi è mai piaciuto il fascismo (o per esser più attuali, per quanto riguarda il culto del leader, il Berlusconismo… ma questa è un altra storia…).

    Non esistono scusanti, quest’anno c’era tutto per vincere (e per “stra-vincere”, o così ci avevano promesso), gli è stato dato tutto quello che volevano: i soldi per sviluppare la macchina (arrivati anche con Santander), il pilota che volevano (Alonso, cacciando Kimi in maniera ignobile facendolo passare come il problema che impediva alla Ferrari di vincere… penso che ora sia palese che il problema è la dirigenza!) e, da non dimenticare mai, il vantaggio di aver iniziato a prepare la macchina per il 2010 con largo anticipo rispetto agli altri (abbandonando lo sviluppo di quella del 2009 a inizio giugno, come se quest’anno dopo Montecarlo e un mondiale che sembrava ormai più che compromesso, avessero sospeso lo sviluppo per pensare al 2011).

    Penso ancora ciò che scrissi allora: “[...]Se così fosse stato, se non avessero deciso di bloccare lo sviluppo l’anno scorso per concentrarsi sulla macchina nuova (mortificando Raikkonen), partendo quindi “alla pari” con le altre scuderie, se quest’anno non si vincesse il mondiale al primo colpo con Alonso non mi sognerei nemmeno di “chiedere le teste” di Maranello, infondo anche Shumy non ha vinto al primo colpo… ma viste le premesse del mondiale 2010 e il comportamento e le scelte antisportive fatte nel 2009, le scuse ora stanno a zero e quindi, se quest’anno non si vince il mondiale bisogna prendere atto che siamo di fronte ad un fallimento, e quindi qualcuno a Maranello (i responsabili di ciò) bisogna che se ne vada a casa![...]”

    L’unico che si salva quest’anno è Alonso, anche se con un inizio non proprio impeccabile, poi s’è dimostrato il grande pilota che è (anche se ieri lo avrei voluto più aggressivo e spregiudicato).

    ULTIMA GARA
    Io penso che questo mondiale sia stato perso nella maniera peggiore che esista, a parte l’errore platealmente stupido del muretto (ma come si fa?!?!), quello che mi ha dato ancora più fastidio è stato l’attendismo insopportabile che è stato messo in mostra: avrei preferito che Alonso tentasse il tutto per tutto per superare le auto che aveva davanti per rimontare fino alla 4° posizione, anche prendosi rischi spropositati… se anche avesse distrutto la macchina nel tentativo di riuscirsci lo avrei preferito piuttosto che perderlo così, perchè avrebbero perso il mondiale in maniera più onorevole… almeno ci avrebbero provato… quando ti rendi conto che sei ad un passo dal disastro occore tirar fuori le 00 e tentare un “all-in” quando hai ancora una minima speranza di potercela fare, piuttosto che starsene passivamente ad aspettare senza combattere sperando nelle sfighe degli altri…. Alonso ha detto che fino a che non ha visto nel maxischermo Vettel passar sotto la bandiera a scacchi ha sperato in un “imprevisto”.

    Anche io ho atteso fino alla bandiera a scacchi per lo stesso motivo, ma appena l’ho visto passare ho spento la tv senza nemmeno guardare il podio, non volevo correre il rischio di sentire le patetiche scuse di Domenicali & C.

    …ho visto solo oggi su youtube il gesto di Alonso verso Petrov: avrebbe fatto più bella figura se se lo fosse risparmiato (non mi pare che Petrov sia stato scorretto in gara)

    MONDIALE
    Perderlo per perderlo questo mondiale avrei preferito che lo vincesse Webber (mi fanno più simpatia i mistrattati…), ma c’è da dire che, nonostante sia stato il più “coccolato” nel team, alla fine il mondiale Vettel l’ha vinto meritatamente (voglio pensare che ieri le macchine di Webber e Vettel fossero identiche…).
    Quindi onore ai vincitori!

    …e speriamo in una bella rivoluzione ai vertici Ferrari per il 2011…

    • ciao osservatore!

      sono abbastanza in sintonia con te con molte cose che hai scritto !!

      mi ha fatto “ririflettere” il discorso che hai fatto circa lo sviluppo della f10 intrapreso già a metà dell’anno scorso… effettivamente è vero, la dirigenza anche per questo non ha proprio scusanti, aver sfornato una vettura che sulla carta era vincente,e poi si è dimostrata fino a metà campionato abbastanza inadeguata persino per battagliare cn le frecce d’argento per la seconda posizione, a momenti superata anche da renault e mercedes… risultato alquanto pietoso, salvo poi recuperare da metà anno in poi…

      quindi è chiaro che qualcosa dovrà cambiare necessariamente, il risultato era di vincere un mondiale, risultato non raggiunto, cosa che in un’azienda come la ferrari dovrebbero far pagare a chi è stato incaricato di conseguire il risultato…

      complici forse F-duct, il diffusore soffiato e gli scarichi bassi annessi, ho trovato (e sfido chiunque a smentirmi, se vi ricordate i miei commenti) abbastanza clamoroso che il muso anteriore è stato fermo per 9 gare quando tutti hanno continuamente aggiornato globalmente la macchina…

      il vero progetto vincente è stato la redbull in questi 2 anni…

      sono anche d’accordo sul discorso che hai fatto sulla gara di alonso, sarebbe piaciuto anche a me vedere nando combattere ed essere feroce arrivato a metà gara, quando ormai anche quei polletti del muretto si sono resi conto che dovevano attaccare fino a che la macchina nn cedeva… come lo stesso stella ha detto via radio a nando

      avrei preferito una bella fumata dal motore, però almeno avrei detto che hanno dato tutto sia lui sia la vettura, il muretto non lo cito :(

      FORZA FERRARI

    • Bel discorso… Comunque era da prendere in atto quando l’hai tirato fuori tu… (piccolo escursus) non oggi come fa la gazzetta… la gazzetta è stupenda… sono sicuro avessero gia pronte 10 pagine di elogio al trionfatore rosso alonso… invece ne hanno tenute 2 per Vettel e 2 per insultare il muretto ferrari cercando di dare le colpe… patetica gazzetta come sempre… ah ah ah… sono contento abbia pero la ferrari per non vedere le dieci pagine di alonso… sono proprio contento… anche se come dice l’osservatore avrei voluto vedere Webber per il modo in cui è stato trattato… Vabbè.. per me l’importante è che la ferrari ha perso anche dalla McLaren… forse alonso ha battuto hamilton… ma il team mclaren ha battuto quello ferrari… sul fronte novità tecniche con l’F-Duct, sul fronte strategie, sul fronte gestione piloti, nel campionato costruttori, e in altre piccole cose… bene cosi…

      • il team mclaren corre con due campioni del mondo che fanno sempre punti :D

        il team ferrari corre con un campione del mondo che da solo ha fatto un casino di punti, e con massa, spettatore non pagante a bordo di una ferrari… :D

        senza nulla togliere a voi che avete cmq tenuto il secondo posto costruttori!!

  6. françois xavier dice:
    >Verrebbe da dire che il risultato premia l’ostinazione della Red Bull nel puntare tutto su Vettel.
    Ma il loro è stato un atteggiamento arrogante, che ha avuto la meglio solo grazie al regalo Ferrari. [...]

    CONCORDO.

  7. Max Steel doce:
    >[...] comunque la Ferrari se era li è stato grazie ai regali Red Bull… quindi vi siete scambiati regali fino alla fine… Roderà tanto a voi avergli fatto il regalo più grande ma è cosi…[...]

    Sbagli. I regali elargiti durante una lunga stagione, è un conto. Buttare nel Water una gara che valeva la vittoria mondiale è altro conto.

    • già…

    • era solo per dire… visto che tutti dicono che vettel si è meritato in pieno la stagione… neanche vettel non è stato il miglior pilota 2010… io dico che anche se erano in testa hanno sbagliato tutti tantissimo…troppo per esser chiamati campioni… poi sono emersi come migliori grazie alle loro macchine spaziali quali Red Bull Ferrari e McLaren… Vettel ha sbagliato molto ed è stato sfortunato, Webber non ha saputo superare momenti di tensione dati ingiustamente però dalla sua squadra stessa, Alonso ha sbagliato moltissimo per mezza stagione, Massa è stato distrutto dalla Ferrari stessa e ha abbandonato a metà campionato, Hamilton ha sbagliato il finale di campionato con 2 incidenti di cui almeno uno evitabile, Button ha sbagliato poco ma non è un pilota che riesce ad emergere dalle battaglie e se vince lo fa per strategie… I piloti migliori mi vien da dire che siano stati Rosberg e Kubica… Grandi veramente.. sempre in ombra? no.. gli errori gli han fatti anche loro… però sono diversi… e con macchine meno performanti giocavano sempre per il settimo posto… han rubato fin troppi punti a quelli che chiamano campioni oggi… loro sono i veri campioni su cui dovranno a presto puntare i team di vertice… vedremo…

      • Io invece i più “divertenti” da vedere quest’anno sono stati Kubica e Kobayashi, in particolare il primo a Singapore e il secondo in Giappone ^_*

  8. ops… scusate il doppio messaggio… la connessione mi fa le bizze (prego lo staff di cancellare uno dei due)

  9. Osservatore dice:
    > [...] L’unico che si salva quest’anno è Alonso, anche se con un inizio non proprio impeccabile, poi s’è dimostrato il grande pilota che è (anche se ieri lo avrei voluto più aggressivo e spregiudicato). [...]

    Sono molto d’accordo con te su molti punti ed anche sul fatto che Alonso è l’unico a cadere in piedi.
    Non sono d’accordo sul fatto che avrebbe dovuto essere più spregiudicato. Avrebbe rischiato troppo, o di uscire fuori o di entrare in collisione. Lo starebbero tutti quanto lapidando e anche la squadra avrebbe avuto una scusante, Giusto fare la gara pulita dietro Kubica. Poteva nascere un inconveniente al polacco ed egli sarebbe stato pronto ad artigliare. Rischiare per poi essere detto che aveva commesso l’ennesimo errore in stagione no. Niente capri espiatori.
    Bravo Fernando. Non sò quanti mondiali potrai ancora vincere in carriera, ma una cosa è certa, ieri te ne hanno fatto perdere uno che poteva benissimo sommarsi agli altri.
    I prossimi naturalmente, mi auguro che tu possa vincerli con Ferrari.

    • vero che se distruggi la macchina e chi hai davanti ha un inconveniente perdi l’occasione di sfruttarlo a tuo favore, ma è anche vero che erano più d’una le macchina che dovevano rompersi…
      …io preferivo perdere il titolo in maniera spettacolare piuttosto che così… meglio un “cagnaccio” che un ragioniere… se poi si distrugge la macchina nel tentativo amen, io sarei stato fra quelli che gli avrebbe detto “bravo ad averci provato!”

    • dai flight..hai appena ammesso che speravate di vincere sui guai altrui..come hai detto i piloti o almeno le posizioni da guadagnare erano tre..non è che poteva sperare che in tre si ritirassero..ad un certo punto avrebbe dovuto davvero forzare al massimo a costo di usicre di pista..l unica cosa che poteva sperare è che vettel avesse problemi…ma non penso che in ferrari si sperasse che addirittura 3piloti sui 6 davanti avessero sfortuna..doveva rischiare alonso..

      • Alessio dice:
        > dai flight..hai appena ammesso che speravate di vincere sui guai altrui.. [...]

        Non necessariamente sui guai altrui, anche se qualche inconveniente tecnico può sempre accadere.
        Un errore di guida, ad esempio, da parte di chi precede avrebbe sicuramente giovato. Certo le posizioni da recuperare erano troppe, almeno in quella circostanza, ma non è detto che durante la gara, non possano verificarsi degli epiloghi a favore, del tutto inaspettati. Quindi meglio attendere che azzardare ciecamente.

  10. ma come si fa a criticare solo il muretto…allora se al muretto ferrari come dite voi ci sono solo incompetenti e alonso si adegua alle loro scelte per me significa che forse non li supera per intelligenza..un pilota cosi freddo ,saggio come lo definite mi dispiace ma deve essere anche lui a capire quali sono le strategie da fare..deve essere anche lui a prevedere che forse in gara c’era la necessita di superare e di partire con ala piu scarica..ma ovviamente come ogni gara si puntava alle disgrazie altrui..una gara tranquilla,normale..alonso settimo…

    • beh, io penso che se sei dentro l’abitacolo a 300km/h e il team ti chiama dentro tu dai per scontato che il team abbia fatto i conti e che la scelta di rientrare in quel momento sia quella giusta, non è che da dentrol’abitacolo puoi sapere le posizioni di tutti gli altri e i secondi di distacco e farti i conti a mente tenendo conto di tutti per capire se è meglio uscire oppure no e dire al muretto “guarda che state sbagliando”