Questo sito contribuisce alla audience di

HOME PAGE

Il primo BLOG sulla Formula 1. Gratis per te: F1 news,
foto, video, piloti, team, classifiche, calendario e F1 Live.

Domenicali dal Motor Show: pronti cambiamenti nel team


Domenicali - Foto: Ferrari

Domenicali - Foto: Ferrari

Stefano Domenicali, Team Principal della Scuderia Ferrari, è stato ospite agli “Incontri della Gazzetta”, il tradizionale appuntamento dei tifosi con i personaggi del motorismo sportivo organizzato dal quotidiano “La Gazzetta dello Sport” al Motorshow di Bologna.

Tanto l’entusiasmo che ha accolto Domenicali e tante le domande interessante poste dagli appassionati, che hanno spaziato dalle ultime novità regolamentari decise ieri dal Consiglio Mondiale della FIA alle prospettive della stagione 2011 e ancora più in là nel futuro, soprattutto dal punto di vista tecnico.

Argomento inevitabilmente caldo è stata l’abolizione del divieto di applicazione degli ordini di squadra. “Si è finalmente detto basta a delle inutili ipocrisie” – ha detto Domenicali ai microfoni di alcune televisioni che lo attendevano al termine dell’incontro -. “Per noi la Formula 1 è uno sport di squadra, lo abbiamo sempre sostenuto, e come tale deve essere trattato. Esistono già nel regolamento tutte le norme per evitare che certe situazioni vengano gestite in maniera estrema. La decisione presa ieri è molto importante”.

Sulla monoposto del 2011 Domenicali non ha voluto ovviamente sbilanciarsi molto: “Quando il nostro Direttore Tecnico Aldo Costa ha parlato di progetto estremo ha voluto stimolare tutti i nostri tecnici a spingere sul tema dell’innovazione che, in Formula 1, vuol dire esplorare tutte le aree fino al limite stabilito dal regolamento e anch’io mi auguro che sia così. E’ una sfida difficile perché siamo in un ambiente molto competitivo: sappiamo che nel 2011 dovremo partire subito con una macchina in grado di vincere per non essere sempre costretti ad inseguire, come quest’anno”.

A chi lo stimolava su possibili cambiamenti organizzativi Domenicali ha così replicato: “Faremo degli aggiustamenti ma lo renderemo noto al momento giusto. Dal punto di vista tecnico, dovremo cercare di non ripetere errori che ci hanno portato, in qualche occasione, a fare dei passi indietro e non avanti. Per riuscirci stiamo lavorando alacremente senza concederci pause. L’anno prossimo sarà molto lungo e non possiamo permetterci di non tirare fuori il massimo del nostro potenziale da ogni gara: nel 2010, soprattutto nella prima fase, abbiamo perso delle opportunità di fare dei punti preziosi e lo abbiamo pagato a caro prezzo alla fine”.

Dopo Luca Baldiserri, allontanato dal muretto box dopo diversi errori di strategia, sarà la volta di Chris Dyer, “colpevole” numero uno del disastro di Abu Dhabi?

 

{lang: 'it'}
Etichette (Tags): , , , , , ,

1 Commento

  1. un unico cambiamento….DOMENICALI A CASA!