Questo sito contribuisce alla audience di

HOME PAGE

Il primo BLOG sulla Formula 1. Gratis per te: F1 news,
foto, video, piloti, team, classifiche, calendario e F1 Live.

Wrooom, Alonso parla di Kers, ali mobili e gomme Pirelli


Alonso - © FOTO ERCOLE COLOMBO

Alonso - © FOTO ERCOLE COLOMBO

Fernando Alonso, da Madonna di Campiglio, è intervenuto sulle novità tecniche e regolamentari che caratterizzeranno le monoposto del 2011.

“Sicuramente – ha esordito Alonso – saranno più complesse da gestire da parte del pilota perché avremo più operazioni da compiere. Ci sarà il ritorno del KERS e la novità dell’ala posteriore mobile, anche se non ci sarà più quella anteriore. Bisognerà trovare il modo di adattarsi e di trovare i giusti automatismi per i pulsanti in modo da cercare di non perdere la giusta concentrazione sulla guida. Una grossa mano ce la dà il simulatore: lì possiamo allenarci intensamente su questo aspetto. Queste novità favoriranno i sorpassi? Lo spero. Da anni si introducono modifiche ai regolamenti con questo obiettivo ma non sempre ci si riesce: incrociamo le dita ma penso che fra KERS e ala posteriore mobile si riuscirà ad avere una differenza di velocità tale da permettere di superare una vettura con cui ci si ritrova in lotta. Queste modifiche sono state stabilite dopo un attento lavoro da parte del Technical Working Group e credo che funzioneranno. Bisognerà essere più aggressivi? Dipende dalla situazione: se serve un piazzamento per vincere il titolo allora non ce n’è bisogno”.

Sulle Gomme Pirelli
Un’altra novità saranno le gomme Pirelli, già provate per due giorni ad Abu Dhabi nel novembre scorso. “Il primo feeling è positivo – ha raccontato Alonso – ma ne sapremo di più a partire dai prossimi test, che saranno molto interessanti. Sicuramente il mio stile di guida dovrà un po’ cambiare. Resta l’incognita delle gomme da bagnato, che non abbiamo ancora potuto provare”.

Sul KERS
“Non sono dimagrito tantissimo finora – ha raccontato Alonso -, anche perché nell’ultima settimana ho dovuto interrompere la preparazione a causa di una piccola contrattura muscolare ad una gamba. Per l’inizio del campionato magari si vedrà di più la differenza di peso. Quest’anno bisognerà essere ancora più mirati nella preparazione tanto fisica che mentale, anche in funzione del calendario. Ad esempio, avremo un ciclo molto impegnativo dal punto di vista fisico come quello Australia-Malesia-Cina, con le ultime due gare consecutive: se si arriva in Malesia all’80% una settimana dopo si corre il rischio di essere al 50%”.

Qualifiche meno determinanti?
“E’ possibile – ha detto Alonso -, perché i sorpassi dovrebbero essere meno difficili ma la qualifica, così come la partenza e la prima curva, resteranno momenti decisivi. Però è troppo presto per fare una vera previsione: dovremo vedere come andranno le cose nelle prime corse per farci un’idea più precisa”.

 

{lang: 'it'}
Etichette (Tags): , , , ,

1 Commento

  1. “Bisognerà essere più aggressivi? Dipende dalla situazione: se serve un piazzamento per vincere il titolo allora non ce n’è bisogno”.

    ahahahahahahahahahahahahahahhahahahahahahahahhahaha!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!! :)

    Ha deciso di spararsele da solo?