Questo sito contribuisce alla audience di

HOME PAGE

Il primo BLOG sulla Formula 1. Gratis per te: F1 news,
foto, video, piloti, team, classifiche, calendario e F1 Live.

Red Bull vs Ferrari: impietoso confronto dei tempi


nando

Nessuno si aspettava un divario così elevato tra Ferrari e Red Bull. Le qualifiche di Melbourne hanno invece evidenziato la bontà della RB7 e le pecche delle 150° Italia.

Il divario di 1″5 di Fernando Alonso dal pole man Sebastian Vettel deve preoccupare la Scuderia di Maranello.

Occorre reagire immediatamente per poter essere protagonisti in un mondiale che è solo all’inizio ma che sembra proprio partito con il piede sbagliato!

Gp Australia F1 2011: Programma | Foto | Orari TV |

La nostra prima analisi parte prima di tutto dai tempi fatti registrare da Vettel e Alonso nella Q3 di oggi. Il tedesco, con l’incredibile tempo di 1.23.529, ha preceduto lo spagnolo delle Ferrari di ben 1″445. Un divario abissale e molto preoccupante, per due principali motivi: il primo è che Alonso si trova non solo dietro alle due Red Bull ma anche dietro alle due McLaren e braccato da vicino da altri piloti (Rosberg e Petrov, in primis); il secondo deriva dal confronto dei tempi di oggi con quelli dello scorso anno, sempre a Melbourne. Vettel ha fatto registrare un miglioramento di quali 4 decimi (-0.390), mentre Alonso ha addirittura peggiorato il tempo del 2010 di quasi 9 decimi (+0.863). Questo ha fatto passare il divario tra i due dai soli 192 millesimi della passata stagione al quasi secondo e mezzo di questa

La seconda analisi che vi proponiamo è un confronto più allargato tra i sei piloti che sia quest’anno che lo scorso di sono qualificati per la Q3. Questi sono rispettivamente: Vettel, Webber, Button, Alonso, Rosberg e Massa. Un buon confronto in quanto sono rappresentate i primi 4 team del mondiale 2010 e molto probabilmente anche i primi quattro del 2011. Anche da questo confronto le due Ferrari non escono bene, anzi: sono quelle che hanno peggiorato di più i loro tempi. Alonso ha, come già detto, fatto registrare un +0.863 rispeto allo scorso anno; Massa lo ha seguito a ruota con un +0.762.
Su questo aspetto, Vettel a parte, tutti gli altri piloti del confronto hanno anch’essi peggiorato i tempi ma con una differenza mno marcata. Il migliore è stato Button che ha peggiorato di un solo decimo (+0.104) il tempo del 2010. A seguire Webber (+0.360) e Rosberg (+0.537).

Le conclusioni, dopo il confronto delle prestazioni del 2010 e del 2011, non possono che essere drammatiche per la Ferrari. Sarà anche la più affidabile – tutto da dimostrare – ma a livello di prestazioni la 150° Italia non è all’altezza della Red Bull, non è all’altezza della McLaren e si deve guardare alle spalle da Mercedes e Renault!

La stagione comincia dunque in salita per Fernando Alonso e per la Ferrari. C’è da dire che siamo solo alla prima gara, anzi alle prime prove. La gara è domani ma un quadro della situazione l’ora di qualifiche di oggi l’ha data. Il Gran Premio darà altre risposte su affidabilità, durata delle gomme, strategie e prestazioni sulla distanza.

A domani dunque per un’analisi finale dopo il primo week end di gara.

CONFRONTO TEMPI Q3 2011 vs 2010
Pos. Pilota	Team	           2011: tempi/gap    2010 tempi/gap  Differenza
 1.  Vettel     Red Bull-Renault   1:23.529	      1.23:919	        -0.390
 2.  Hamilton   McLaren-Mercedes   1:24.307  + 0.778 (*)
 3.  Webber     Red Bull-Renault   1:24.395  + 0.866  1.24:035  +0:116  +0.360
 4.  Button     McLaren-Mercedes   1:24.779  + 1.250  1.24:675  +0:756  +0.104
 5.  Alonso     Ferrari            1:24.974  + 1.445  1.24:111  +0:192  +0.863
 6.  Petrov     Renault            1:25.247  + 1.718 (*)
 7.  Rosberg    Mercedes           1:25.421  + 1.892  1.24:884  +0:965  +0.537
 8.  Massa      Ferrari            1:25.599  + 2.070  1.24:837  +0:918  +0.762

(*) oltre la 10a posizione nel 2010

 

{lang: 'it'}
Etichette (Tags): , , , , ,

3 Commenti

  1. E meno male che sulla Gazzetta del giovedì c’era scritto VINCIAMO ( si …….Canzonissima ) il ns. ineffabile presidentissimo lo ha preso nel didietro un’altra volta ( si vede che gli piace……….)
    Ed inoltre risulta che la Red Bull non abbia il Kers e quindi ha fatto il tempo senza colpo ferire……….
    Dico questo perchè il presidentissimo APPECORONANDOSI alle varie tarpature dei motori
    voluti dalla FIA in nome dei costi ma in realtà deciso per indebolire la Ferrari visto che dal 1999 al 2006 i motori Ferrari erano decismente superiori in termini di potenza anche ai decantati MERDECES
    ( unico punto di forza contro i telaisti ed aerodinamici inglesi ) avrebbe consentito ad Alonso almeno di difendersi + degnamente e non prendere 1,5 secondi di distacco da Vettel che com’è noto ha il motore Renault ma in deciso debito di cv nel confronto con altri propulsori.
    Ed ancora il presidentissimo si ostina a credere nelle capacità del sig.ALDO COSTA ma il suddetto è già 3 anni che le sue monoposto hanno problemi a far entrare in temperatura le gomme e quindi non danno il giusto grip senza voler sminuire il valore del Sig.Costa mi risulta che abbia avuto esperienze costruttive in Minardi senza nulla togliere alla squadra che era veramente una dignitosissima compagine ma combatteva per inserirsi nelle parti basse della griglia e non era attrezzate per combattere per la pole.
    ( vedi TORO ROSSO )
    Se poi vogliamo spendere qualche parola sul Kers o sull’ala mobile che si utilizzano per superare (in teoria ) l’avversario io mi chiedo ma non era meglio sviluppare motori da parte dei costruttori seppur con filosofie costruttive differenti e verificare sul campo qual’è la migliore in fatto di cv e di guidabilità dello stesso senza tarpature tipo centralina MES o blocco dello sviluppo ed altre Stron…e del genere ?

    In ultimo io sono un fortunato che ha potuto vedere i mitici motori turbo degli anni 80 che dal 2013 verranno reintrodotti nel mondiale di F1 ( sempre che il presidentissimo non si opponga ) e spero che si ritorni a vedere i piloti guidare con potenze degne della F1 cioè con 900-1000 cv e visto che il presidentissimo è uno strenuo oppositore del 4 cilindri turbo vorrei chiedere, visto che dice che non avrebbe un riscontro nei motori delle Ferrari di serie se si è mai visto una Ferrari stradale con un 6 cilindri a V di 120 gradi biturbo motore usato dalla F1 dal 1981 al 1986 o nell’1987 e 1988 ci fu il mitico motore del superbo ing. Jean Jacques His che fece orinare olio al motore Honda della Williams di Piquet nella gara di Suzuka del 1987 vinta da Berger.
    Inutile ricordare poi che il motore + potente della F1 ( fino ad oggi mai eguagliato ) era il mitico 4 cilindri
    BMW con cui Piquet nel 1983 vinse il mondiale di F1 e che con circa 5,5 bar di sovracompressione della valvola wastegate arrivava a 1300 CV ( in condizione qualifica ) con cui Teo Fabi e Gerhard Berger con la benetton nel 1986 a Monza occuparono la prima fila. ( e non è che le Benettono fossero così a posto telaisticamente e aerodinamicamente come Williams o Mc Laren ) ma avevano il mitico 4 cilindri del mago Paul Rosche che dava la biada a tutti ( vittoria di Berger in Messico )
    Per finire ricordo al presidentissimo che tra la fine del 1983 e l’inizio del 1984 la Ferrari fece un 4 cilindri turbo da F1 che alla prima accensione al banco superava in termini di cv il 6 cilindri a v di 120 gradi ma che purtroppo fu cassato anticipatamente mentre il 4 cil BMW vinceva……………………

    • la tua analisi è completa in ogni sua forma, però non credo che dobbiamo attribuire la sconfitta di questa qualifica al presidente, non credo che la Ferrari quest’anno non dica la sua, è vero siamo indietro ai team leader, ma non dobbiamo subito fasciarci la testa.
      Sono sicuro che un colpo di reni la Scuderia di maranello lo darà, non credo che resterà a guardare mentre si fa sorpassare anche dalla merdeces petronas di Schumacher, che prima dell’inizio del mondiale aveva promesso di mettere l’ottava stellina sul casco…

      Senza dubbio vanno fatti i complimenti alla Redbull e alla Mclaren…quest’anno sarà tutto loro l’occhio di bue sarà puntato su i loro tempi, sulle loro prestazioni, per la Ferrari ci sarà solo tanta rabbia…

      SVEGLIATI FERRARI IL MONDIALE E’ INIZIATO…STEFANO DOMENICALI FATTI QUALCHE DOMANDA INTELLIGENTE, MASSA E’ CONVENUTO RINNOVARGLI IL CONTRATTO?!!!?!?!?

  2. Secondo me in gara le cose sono destinate a cambiare almeno un po’. Mi spiego: oggi l’utilizzo dell’ala mobile era libero, mentre domani potrà essere usata solo negli ultimi 850m del giro. Cosa comporta questo?

    1) In qualifica abbiamo visto che i piloti Red Bull riuscivano ad aprire l’ala prima dei rivali della Ferrari, già in percorrenza di curva, mentre Alonso e Massa dovevano attendere qualche metro in più. Vuol dire che la RB è più stabile in percorrenza di curva, probabilmente perché ha un assetto più carico, che consente alla macchina di inserirsi meglio in curva, sacrificando, però, accelerazione e velocità massima. Aprendo l’ala mobile questo svantaggio sparisce, ma domani non dovrebbe essere così. E questo spiegherebbe anche la superiorità assurda mostrata dalle RB nell’ultimo settore (va bene che hanno la macchina migliore, ma 1 secondo in 1 settore è troppo).

    2) Con l’utilizzo dell’ala mobile così limitato in gara il KERS avrà un’importanza maggiore rispetto al venerdì ed al sabato e se è vero che la RB può usarlo solo in partenza (rumors che girano nel paddock) allora il divario è destinato a limarsi ulteriormente.

    3) La Ferrari, sia negli anni passati che nei test svolti quest’inverno, ha dimostrato di non riuscire a mandare le gomme in temperatura come gli avversari della RB, essendo molto più gentile sugli pneumatici. Cosa che si rivela uno svantaggio in qualifica, ma un enorme vantaggio in gara, come lo scorso anno. Il divario tra Ferrari e RB è aumentato, neanche a farlo apposta, proprio oggi che le temperature erano più basse. Domani farà caldo e vedremo se è vero. Questa teoria sarebbe confermata anche dalla prestazione della McLaren, che consumerebbe e riscalderebbe le gomme (a detta dei piloti) più delle avversarie, ma sulla quale non mi esprimo perché ha stravolto molte cose dai test invernali.

    Con tutto questo non voglio dire che la Ferrari è migliore della RB, anzi gli uomini di Maranello hanno parecchia strada da fare, però il gap non è sicuramente quello visto in qualifica, specie quest’anno che ci sono molte più variabili in gioco.