Questo sito contribuisce alla audience di

HOME PAGE

Il primo BLOG sulla Formula 1. Gratis per te: F1 news,
foto, video, piloti, team, classifiche, calendario e F1 Live.

Davanti alla Ferrari ci sono solo Red Bull e McLaren?


ferrari

Le due settimane di stop che precedono il debutto del Circus della Formula 1 in Europa, stanno servendo alla Scuderia Ferrari per analizzare i dati dei primi Gran Premi dell’anno.

Il team di Maranello sembra ancora non avere le idee chiare su quale siano i problemi che affliggono la monoposto e su quale direzione prendere per gli sviluppi della 150° Italia.

Gli interventi alle sospensioni posteriori e all’aerodinamica del retrotreno molto probabilmente non saranno utilizzate nel Gp della Turchia.

Se la Ferrari dovesse arrivare alla quarta gara dell’anno senza qualche novità importante, non solo rischia di vedere aumentare il divario da Red Bull e McLaren ma c’è il rischio concreto che Renault e Mercedes possano stare davanti alle monoposto del Cavallino Rampante, come del resto già successo a Melbourne, Sepang e Shanghai.

Gp Australia
Qualifica: Ferrari dietro a McLaren e Red Bull
Gara: Ferrari dietro a Red Bull, McLaren e Renault

Gp Malesia
Qualifica: Ferrari dietro a McLaren e Red Bull
Gara: Ferrari dietro a Red Bull, McLaren e Renault

Gp Cina
Qualifica: Ferrari dietro a McLaren, Red Bull e Mercedes
Gara: Ferrari dietro a McLaren, Red Bull e Mercedes

 

{lang: 'it'}
Etichette (Tags): , , , , ,

25 Commenti

  1. Che in casa Ferrari, durante queste settimane di stop, si cerchi di reagire e di apportare le dovute correzioni, è cosa ovvia, come è ovvio che lo facciano anche gli altri. Renault e Mercedes quindi lavoreranno sicuramente in questa direzione e non staranno a guardare. Ma il punto non è questo; è giusto che ogn’uno faccia la sua parte e spenda il proprio tempo a disposizione lavorando per il campionato. Il punto è se questo tempo venga speso bene e il lavoro venga eseguito adeguatamente, magari operando meglio degli altri.
    Riuscirà quindi la Ferrari a lavorare bene e con profitto migliore? Questa è la domanda da porsi.
    Se la Ferrari prossimamente, si presenterà svantaggiata, si evidenzierà ancora una volta la scarsa capacità del team. Si evidenzierà ancora una volta che il problema da risolvere risiede nel gruppo di persone, e se il problema lo deve risolvere chi costituisce il problema, logico che esso, non venga mai risolto.
    Mi auguro naturalmente che non sia così e che la Ferrari riduca efficacemente il suo divario, ma se le cose resteranno immutate, cosa si aspetta a sollevare qualcuno da qualche incarico?
    Spero che Montezemolo all’appuntamento di ogni gran premio ci voglia andare con energie concrete e non giocando alla ruota della fortuna.

    • Penso che Flight abbia centrato il punto. So che è la concorrenza ma invito a leggere sul sito di Autosprint un articolo riguardante i problemi della Ferrari. Infatti se notiamo i problemi relativi all’areodinamica non sono iniziati adesso ma tre anni fa e sono aumentati con gli anni. Da quando infatti le altre squadre hanno costruito gallerie del vento più sofisticate (dal 2006 circa). La galleria del vento di renzo piano è un capolavoro architettonico, ok ma ormai obsoleta. Lo dimostra il fatto che non da risultati reali ma sballati. Lo dimostra in oltre che la Ferrari sta andando a Colonia a provare nella galleria del vento della Toyota. Se la Ferrari non si da una mossa, tecnologica e umana si rischia di ritornare ai tempi buoi degli anni 90 in cui ad esempio con alesi era un successo e una gioi immensa il 3° posto festeggiato come una vittoria per un risultato finale in campionato da 5 o 6 posto. Davvero dobbiamo vedere la Ferrari così?

    • Mandare a casa,sollevare dagli incarichi,pedate nel sedere e tante altre cose si sono sentite e lette,ma,il problema non è questo,anzi.
      Come riporta “leonardo 27/04/2011 • 11:4″ da Autosprint,la realtà potrebbe essere che gli uomini stanno facendo meglio di quanto noi possiamo credere guardando le gare e le classifiche.
      Poi,gli anni bui ci sono stati per tutti e se la Ferrari non vince vincerà qualcun altro,il bello è proprio questo,vedere come negli anni le squadre,gli ingegneri ed i piloti scelgono di muoversi per poter vincere.

      Sono certo che questo è un periodo difficile per la F1 intera.
      L’impossibilità di fare piani di sviluppo tarpa le ali ad ogni Teams sapendo anzi che nel 2013 ci sarà una stravolgimento chi andrebbe ad investire per soli due anni?

      • Maurizio se gli altri ingegnieri hanno lavorato in una direzione, quale di rendere le loro monoposto più competitive e irraggiungibili che mai, allora mi chiedo in Ferrari quando in inverno decantavano tanto le loro potenzialità a cosa si riferivano, rispetto a quale altra monoposto facevano questi test, guardando i tempi della HRT? penso che ci sia un lassismo generale nella Scuderia Ferrari. E’ anche vero che nel corso degli anni, prima che esordisse un certo Jean Todt e un pilota delle caratteristiche micidiali di Schumacher, abbiamo sofferto moltissimo.

        RIVOGLIO GONZALES ALLA GUIDA DELLA MONOPOSTO FERRARI…QUANDO VINCEVA COME CHAMPAGNE USAVA VINO PAESANO! ahahah
        A PAROLE POVERE…TORNIAMO UN PO’ INDIETRO CON LA TECNOLOGIA E FACCIAMO VINCERE IL PILOTA E LE MONOPOSTO..NON I COMPUTERINI, LE ALI MOBILI, IL KERS, L’ALA FLETTENTE E QUANTE DIAVOLERIE LORO SI INVENTANO OGNI ANNO PER L’AERODINAMICA!

    • perdonatemi, ma io penso che negli anni la galeria sia stata aggiornata o che comunque, i tecnici del settore fossero consci di lavorare con tecnologie non aggiornate. penso sia piu un problema di lavoro come team, qualcuno non fa tutto bene come dovrebbe e questo si commuta in mezzo secondo a giro, e do ragione a leonardo dicendo che è da tre anni che questo gap va in crescendo.
      per quanto riguarda il muretto, al di la della strategia sbagliata in cina, è ancora presto per vedere se veramente ha seri problemi di gestione ( tralasciando il finale dello scorso anno, e ricordando che qualcosa è cambiato nella gestione di quest anno). non abbiamo avuto modo di vederlo gestire una macchina competitiva.
      ultima cosa, con le tre soste, sempre a mio parere, la ferrari poteva arrivare davanti a a rosberg. direi che lotta con la mclaren per il quarto posto, a volte il terzo, parlando di prestazioni in gara delle macchine.
      ciao

    • Dal 1999 al 2010, la Ferrari ha vinto otto mondiali costruttori (su dodici), questo significa che c’è la voglia, la cultura e il potenziale per uscire da una crisi e che le critiche demolitrici non hanno alcun senso.
      Le epurazioni di massa non sono mai servite a niente, semmai servono solo a ricominciare da capo, magari con l’ansia di non riuscire e fare peggio; occorre invece valorizzare quanto di buono c’è.
      Ricordiamoci che non tutte le annate possono essere positive: la Red Bull tre anni fa era inesistente, la grande sorpresa Brawn GP è ripiombata nel marasma della Mercedes, la stessa McLaren sembra risorgere da un periodo nero, ma non dimentichiamo la splendida annata di Alonso dello scorso anno.
      Memoria corta e tiro al piccione, caratterizzano alcuni frequentatori di questo blog che vorrebbero un muretto nuovo ad ogni gran premio o il ritorno di questo o quel mago ormai spompato, perché il tempo passa per tutti. Lo spirito giusto è quello dimostrato proprio dalla grande rivale: la McLaren. Ci si rimbocca le maniche, si tentano nuove strade e se son rose… fioriranno.
      Quanto alle rivali della Ferrari, in questo momento vedo solo Red Bull, McLaren è reattiva ma è praticamente alla pari, le altre possono solo essere delle seconde scelte.
      Giuseppe

  2. Si si intanto gli altri stanno a guardare…… no?

  3. Ah….ecco perchè non funziona la galleria del vento…l’ha fatta Renzo Piano….quello che costruisce spesso è brutto…..semplicemente brutto, non mi stupirebbe che fosse anche inefficiente.

    • la galleria del vento di Renzo Piano non è inefficiente, quando è stata costruita era all’avanguardia tanto che poi la Ferrari ovvio anche grazie a Shummy ma è stata imbattibile per anni. é solo che per l’epoca era fantastica ma adesso è obsoleta

    • certo che ci vuole un bel coraggio a dire che Renzo Piano fa opere brutte…
      …poi vabbeh, son gusti…

  4. Per la redazione: correggete quel refuso, non si può vedere quel “c’è” nel titolo… :P

  5. L’anno di f1 in ferrari è già segnata perchè a mio avviso nei test invernali a mostrato il suo potenziale mentre gli altri sono rimasti un po nascosti per poi mostrare le unghie all’inizio del campionato. E poi i piloti come hamilton e vettel li ho visti sinceramente molto piu maturi quindi vuol dire meno errori durante l’anno? se si, il mondiale per la ferrari è bello perso.

    • Ricordo ancora quell’articolo sulle MCLAREN, che ogni anno d’altronde ripetono, la nostra vettura non è competitiva, siamo dietro alle Ferrari e alle Redbull, hanno troppo sovrasterzo e nn hanno una velocità da poter lottare in gara….. uhm…. LI DEFINIREI OLTRE A PIAGNONI ANCHE UN PO’ RIDICOLI…SI…RIDICOLI!

      • Raffaè, ma io lo dissi che era pretattica. Propaganda…
        La verità, è che hanno lavorato meno e probabilmente un tantino meglio. ;)

      • ……….. che zent….
        se volete continuare a coltivare le vostre convinzioni tenetevele… i dati dicono che le mclaren hanno fatto pochi pochi km nei test invernali soprattutto rispetto alla ferrari che è quella che li ha sfruttati meglio di tutti… se poi ci metti i problemi che hanno avuto durante sti test allora capirete anche voi che parlare di pretattiche è ninsopportabilmente sciocco… uno giudica i test da come li vive scusa…. che discorsi sono… e poi a cosa dovrebbe servire sta pretattica se poi si va in pista tutti assieme a fare le libere e le qualifiche da dove si vedono i reali progressi? ditemi… che senso ha pensare cosi!?!?!?

  6. Maurizio V dice: > Mandare a casa,sollevare dagli incarichi,pedate nel sedere e tante altre cose si sono sentite e lette,ma,il problema non è questo,anzi. [...]

    Ciao Maurizio. Per carità, io non mi sento di maltrattare nessuno. Non ci sono pedate nel sedere. Domenicali, è una brava persona simpatica ed affabile e gode della mia simpatia, ma credo non abbia le capacità per la mansione preposta, non ha la competenza e l’attidudine di un certo signor Todt che ci aveva abituati ad altro tipo di direzione. Per questa ragione, credo che sarebbe opportuno sostituirlo in quella mansione, ma non cacciarlo lanciandogli i cani dietro.
    Domenicali in Ferrari, potrebbe occuparsi d’altro.
    Che gli uomini in Ferrari stiano facendo il loro meglio, non lo metto in dubbio, anzi, lo accennavo proprio io in qualche post precedente. Il punto è che fare il proprio meglio, non significa fare tutto il necessario.
    Si può lavorare 10 ore al giorno senza conseguire un obbiettivo che altri possono ottenere lavorando per 4 ore.
    Sforzarsi senza conseguire i risultati, vuol dire rimarcare il limite delle proprie capacità nonostante l’impegno profuso. Energia sprecata.
    Certo che gli anni bui vengono per tutti, ma accettare questa eventualità qualora si presenti, vuol dire
    ” RASSEGNAZIONE”.
    Rassegnazione, è un termine che in uno sport agonistico non deve esistere. Chi fa agonismo, partecipa per vincere e non solo per il gusto di partecipare.
    I divari, qualora si presentano, devono essere subito colmati e ritornare a top. Ciò significa essere dei campioni e non altrimenti.
    Il bello nelle sfide, sta nel sapersi rialzare e sconfiggere chi ti sta battendo.
    Rassegarsi alle condizioni, è da perdenti.

  7. La Ferrari di questi anni sta deludendo, e la colpa credo sia solo di Domenicali e del muretto. Ai test invernali fanno credere a tutti di avere l’auto migliore, salvo poi smentirsi all’inizio del campionato.

    @ Flight

    Rispetto le tue analisi e spesso sono d’accordo, ma perchè devi sempre correggere tutti o fare il moralista della situazione? (Parlo anche della volta in cui mi hai detto di andare a scuola invece di vedere le qualifiche, non sapendo nemmeno che io a scuola ho voti alti e che quel giorno non ero interrogato). Spero tu non te la prenda, ma questo è ciò che penso.

    • Patrick93 dice:> @Flight
      Rispetto le tue analisi e spesso sono d’accordo, ma perchè devi sempre correggere tutti o fare il moralista della situazione? (Parlo anche della volta in cui mi hai detto di andare a scuola invece di vedere le qualifiche, non sapendo nemmeno che io a scuola ho voti alti e che quel giorno non ero interrogato). Spero tu non te la prenda, ma questo è ciò che penso.

      Ciao Patrick.
      Innanzitutto ti ringrazio del fatto che tu trova le mie analisi di tuo interesse.
      Per ciò che riguarda il tuo punto di domanda, preciso che non è esatto dire che io correggo sempre tutti.
      A volte capita che un mio intervento interagisca con il messaggio di qualche altro utente, mettendo a confronto due diversi pensieri. Una discussione, non è fatta solo di singole opinioni lasciate lì senza riscontro, bensì un’interlocuzione, ovvero un confronto di opinioni diverse, condotto in modo civile e possibilmente senza elargire offese verso chi la pensa diversamente da noi. Ciò non è moralismo, ma è civiltà.
      Mi sono permesso, nel messaggio precedente, di esprimere la mia opinione e approfondire l’idea circa l’agonismo sportivo, rivolgendomi all’amico Maurizio, sapendo che egli è una persona pacata, cui piace discutere ed argomentare. Non mi sono quindi risparmiato di ammettere che in Ferrari, sebbene abbiano lavorato di più, lo hanno fatto meno bene di chi ha avuto meno tempo a disposizione ( leggi Mc Laren). E sono un ferrarista.
      Non ho quindi corretto, ma aggiunto una mia visione diversa, da chi la pensa in altro modo e che volendo discutere, si presenta su un blog per confrontare il suo pensiero con altre persone e non si rammarica nel trovare un riscontro diverso.
      Riguardo a ciò che ritieni moralismo nei tuoi confronti, non lo è. La mia affermazione all’epoca fu un’ ovvia precisazione su ciò che è un “valore”. Il termine “Valore” in qualità di elemento morale da difendere lo utilizzasti tu non io. Le tue testuali parole furono: «Ragazzi, che ci crediate o no, domani non vado a scuola (faccio la 4° superiore) perchè alle 10 ci sono le qualifiche! Nella vita ci sono dei valori»!
      La tua affermazione, oltre che giungere agli altri, giunse anche a me, ed il fatto che io ti abbia risposto in proposito non è affatto cosa aberrante. La mia risposta fu: «La F1, e gli sport motoristici, sono entusiasmanti, ma rappresentano il lato ludico della vita, lo studio invece, il valore».
      Ti lascio il Link:

      http://www.circusf1.com/2011/04/gp-malesia-f1-2011-prove-libere-2-diretta-live-e-risultati-in-tempo-reale.php

      Avendo oltre mezzo secolo di età, concedimi il merito di saper almeno riconoscere un valore.
      Il mio intervento quindi, non metteva in dubbio ciò che è il tuo profitto scolastico, del quale mi compiaccio se è molto positivo, ma bensì precisava qual è il vero valore. Quindi se è giusto, secondo te seguire un valore, è giusto partecipare alla giornata scolastica e non alle qualifiche di F1 che per quanto interessanti siano, non possono rappresentare un valore.
      Scusami tu se te la sei presa, io dal canto mio, non me la sono presa affatto. Come vedi, anche questo è un modo per interloquire, anche se ha esulato dall’argomento principale del topic. Volendo restare in tema…
      FORZA FERRARI !!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

  8. Red Bull e Mc laren ………..e la panda a metano prima della rossa!!!!!

  9. segare la dirigenza ferrari rappresentata in modo “invertebrato” da Stefano Domenicali.
    Dopo il mondiale di Kimi vinto perchè costruito tecnicamente l’anno precedente (in presenza di Todt), la ferrari guarda caso ha perso la leadership tecnologica, la capacità di leggere tra le pieghe dei regolamenti, insomma di graffiare…. e guarda caso è proprio lo stile “volemosi bene” di Domenicali…. SE_GA_TE_LO!!!

    Se alla guoda ci fosse il Grande Vecchio sarebbe bastata una Ca%%!$” di quelle fatte per non riavere nemmeno i biglietti aerei di ritorno dal gran premio… alla ferrari lo scorso anno per la debacle di Alonso pagarono ingegneri e tecnici e NON il vero RESPONSABILE del Team…

    Meditate gente meditate ….

  10. Ok, va bene, questione risolta. Comunque non me l’ero presa, ho solo espresso la mia opinione. L’importante è fare il tutto in modo civile come abbiamo fatto noi, senza scendere a livelli di bassezza (come Antiferraglia).

    Ciao!

  11. Mi fa piacere Patrick.
    Esporre idee diverse inoltre, non sempre è sinonimo di volontà di contrasto con gli altri. Molto spesso, e quando si fa con civiltà, è un’occasione per arricchire la propria visione delle cose.

  12. Esatto

Trackbacks

  1. Davanti alla Ferrari c’è solo Red Bull e McLaren? | Blog Sport
  2. Davanti alla Ferrari c’è solo Red Bull e McLaren? | Tutte le Ultime News da il ilmiobloggo.net