Questo sito contribuisce alla audience di

HOME PAGE

Il primo BLOG sulla Formula 1. Gratis per te: F1 news,
foto, video, piloti, team, classifiche, calendario e F1 Live.

La Ferrari cede ai motori turbo in cambio dei test


Luca di Montezemolo

Luca di Montezemolo

Tra due settimane si riunirà a Valencia la Commissione F1 che dovrebbe prendere una decisione finale sul cambio di motori.

Dal 2013 infatti si correrà con motori 4 cilindri turbo di 1600cc di cilindrata, così come proposto dal gruppo di lavoro tecnico guidato da Ross Brawn e al quale partecipano tutti i rappresentanti dei team.
Contro questa decisione si sono schierati però ultimamente sia Luca di Montezemolo che Bernie Ecclestone.

La Scuderia di Maranello però sarebbe pronta ad accettare il cambio di propulsore qualora fossero reintrodotti i test durante la stagione e già a partire dal prossimo anno!

SI’ AI MOTORI TURBO DAL 2013
A Istanbul si è rivisto Jean Todt. Il Presidente della FIA è stato come al solito di poche parole ma le poche che ha detto hanno “scosso” l’ambiente della F1 e in particolare la Ferrari, tanto da essere motivo di debriefing oggi a Maranello.
Todt ha parlato dell’introduzione dei motori 1600 turbo 4 cilindri e a chi gli faceva notare che questa scelta è avversata sia da Ecclestone e dalla Ferrari, ha così risposto: “Questa nuova regolamentazione è stata approvata all’unanimità prima dalla Commissione F1 dove siedono i rappresentanti dei team e poi dal Consiglio Mondiale dove ci sono Ferrari e appunto Bernie. Ne parleremo ancora il 21 maggio a Barcellona, ma non vedo ragione perché si debba cambiare questa decisione”. E infine il pungente Presidente della FIA non ha risparmiato una frecciata a Montezemolo: “Forse si è trattato di un problema di comunicazione interna, perché la Ferrari ha un rappresentante nel gruppo di lavoro tecnico”.

TEST DAL 2012?
La Ferrari però potrebbe aver giocato “sporco” e in cambio della reintroduzione dei test stagionali, potrebbe cedere sul fronte dei motori. Lo stesso Todt ha infatti dichiarato: “Non voglio assolutamente che si torni alla pazzia di girare in continuazione come succedeva una volta, ma proporrò alla Commissione F1 che si adottino durante la stagione tre sessioni da due giorni ciascuna. Spero che tutti siano d’accordo in modo da poter già tornare ai test nel 2012, ma al più tardi questo accadrà nel 2013″.

 

{lang: 'it'}
Etichette (Tags): , , , , , ,

5 Commenti

  1. Io però mi chiedo ( come ho già detto in un’altro sito) perchè la Ferrari e Bernie se non volevano questi motori che cosa hanno votato a fare a favore!!!

  2. Ormai la Ferrari cede a tutto e tutti. Bernie e’ anni luce piu’ scaltro di Montezemolo ed e’ riuscito nell’intento di ottenere la firma per i motori

  3. Qualunque tipo di motore ci sia, i test durante la stagione servono. Eliminarli non è stata una gran mossa. I test danno 3 vantaggi:
    1) Possibilità del team di migliorare la macchina;
    2) Evento in più per gli spettatori;
    3) Di conseguenza più entrate di denaro per i circuiti e la F1.

    Speriamo possano tornare già dal prossimo anno.

  4. bisogna anche vedere realmente come si sono svolti i fatti. magari hanno patteggiato per tempo, con accordi e disaccordi, e quello che ci viene raccontato dai mass media rimane solo un sunto. di solito gli appasionati, e non solo, non hanno mai la fortuna di avere un quadro cristallino della situazione

  5. Ed ecco avverato ciò che affermavo il presidentissimo ” SI E’ CALATO I CALZONI MENDICANDO DELLE GIORNATE DI TEST ” in nome della pecunia e non dello sport.
    Ora al di là della mia affermazione di cui ero peraltro convinto visto il personaggio in questione e i suoi tirapiedi ripeto non collaboratori ma degli YESMEN a tutti gli effetti e si sa che tutti si tiene famiglia……………
    MA I VERI UOMINI come Forghieri ed altri che discutevano col Capo non dicevano sempre Sì e anzi a volte s’incazzavano pure ma evidentemente gli attributi che ogni uomo ha a disposizione oggi sembra siano inservibili o quantomeno poco usati a dire un’eufemismo!!!!!!!!!!!!!!!!!!
    E adesso mi viene da pensare a quale altro ricatto da parte della FIA o FOM il presidentissimo s’appecoronerà visto che a mio ricordo ai tempi era la FIA di BALESTRE e la FOCA di ECCLESTONE che pendevano dalle labbra di MARANELLO per qualsiasi regola da adottare in F1 in qualsiasi campo e non viceversa come oggi sembra accadere.
    Poi tornando alla cosa che + m’interessa la questione motori ho recentemente letto che da fine anno ci sarà un fornitore di motori compartecipata dall’ex manager ed amico di jacques villeneuve che si chiamerà PURE bè se dal punto di vista dei fornitori dei propulsori ci sono + ingressi è un bene per tutti
    ma la domanda è perchè io COSTRUTTORE devo avere ipoteticamente le mani legate sullo sviluppo dei motori in nome di un presunto ottenimento di una parità tra costruttori stessi ?
    Perchè non crederete mica che i propulsori saranno tutti uguali a parte cilindrata e carburante a disposizione vero ?
    I costruttori appunto si potranno permettere dei materiali molto + diciamo ” RICERCATI ” per costruire e ricercare prestazioni per il proprio motore che qualsiasi volenteroso assemblatore fai da te ( vedi RED BULL e PURE appunto) non potrà mai avere per questione di costi e visto che parliamo di turbo citerò per esempio i vari Zakspeed-Hart-Motori Moderni che nell’epoca d’oro dei Turbo fecero dei motori dignitosi ma che mai ebbero a competere con i vari costruttori all’epoca in F1.
    Quello che vorrei dire a quel nano malefico uccisore della ricerca dei motori per ingraziarsi gl’inglesi che sono solo capaci a fare i telai che prima o dopo ottenuto ciò che vogliono anche i suoi amati figli d’albione lo defenestreranno come hanno fatto con il suo predecessore Sado-Masochista chissà
    a quale scandalo per rendere impresentabile l’attuale presidente FIA ricorreranno i suoi adorati aerodinamici e telaisti.

    GILLES VILLENEUVE: ” piu’ cavalli piu’ possibilità di scatenarsi “