Questo sito contribuisce alla audience di

HOME PAGE

Il primo BLOG sulla Formula 1. Gratis per te: F1 news,
foto, video, piloti, team, classifiche, calendario e F1 Live.

Gp Ungheria F1: 1° Button. Podio per Vettel e Alonso

Button - copyright: HOCH ZWEI

Button - copyright: HOCH ZWEI

In una gara condizionata da pioggia e pista umida, Jenson Button ha la meglio su tutti gli altri ed è andato a cogliere la sua prima seconda vittoria stagionale.

L’inglese della McLaren ha mantenuto la calma nelle fasi più critiche della gara e ha chiuso così al primo posto.

Sul podio con Button, Sebastian Vettel e Fernando Alonso. Errori strategici sia per Lewis Hamilton che per Mark Webber.

Felipe Massa, opaco come sempre, ha chiuso al 6° posto, nonostante una sosta in meno rispetto a Webber e due rispetto ad Hamilton.

Gp Ungheria F1 2011: Programma | Foto | Orari TV | Prove Libere I e II | Prove Libere III | Griglia di Partenza |

BUTTON E LE DUE GARE PERFETTE
Una gara per Jenson Button. Sì, il Gran Premio di Ungheria, disputato su pista umida per tutta la gara e con due scrosci di pioggia nella fase iniziale e in quella finale, è ciò che meglio si addice alle caratteristiche del pilota inglese della McLaren. Lo avevamo già visto trionfare lo scorso anno in simili condizioni e anche quest’oggi non si lasciato sfuggire l’occasione di centrare il gradino più alto del podio. Tre soste, il numero minimo possibile, raccolgiendo il massimo: 25 preziosi punti. Button ha festeggiato in Ungheria i 200 Gp e quale miglior risultato per farlo se non la vittoria? Well done, Jenson.

VETTEL, SECONDO MA SEMPRE PIU’ LEADER
Le condizioni critiche non permettono a Vettel di scappare via dalla pole per fare una gara di testa ma alla fine il secondo posto e i 18 punti conquistati lo fanno stare tranquillo in ottica campionato. Alonso, Hamilton e Webber sono alle sue spalle e, in ottica campionato piloti, per lui va molto bene così.

FERRARI, PAGA L’ERRORE DI AVER CEDUTO SUGLI SCARICHI SOFFIATI
Alonso chiude a podio. Risultato certamente positivo ma dopo la vittoria di Silverstone qualche rammarico c’è soprattutto nel non aver tenuto duro sulla decisione della FIA di vietare gli scarichi soffiati. Nel Gp di Gran Bretagna, unica gara in cui sono stati vietati tali “dispositivi”, abbiamo visto diversi valori in pista. Al Nurburgring e qui in Ungheria, con il ritorno agli scarichi fuori regolamento abbiamo visto come la Ferrari sia ritornata la terza forza di questo mondiale. Red Bull e McLaren sono davanti, non c’è storia! Fortunatamente la Scuderia di Maranello ha un super pilota e ci riferiamo a Fernando Alonso che, ancora una volta, è riuscito a salire sul podio e a tenersi dietro due piloti come Hamilton e Webber. La stessa cosa non è riuscita a farla il suo compagno Felipe Massa che, nonostante molti meno pit stop rispetto all’australiano della Red Bull e all’inglese della McLaren, non è riuscito ad andare oltre un inutile sesto posto.

GP Ungheria, Ordine d'Arrivo - 31 luglio 2011
Pos  Pilota         Team                  Tempo / Gap
 1.  Button        McLaren-Mercedes           1h43:42.337
 2.  Vettel        Red Bull-Renault           +     3.588
 3.  Alonso        Ferrari                    +    19.819
 4.  Hamilton      McLaren-Mercedes           +    48.338
 5.  Webber        Red Bull-Renault           +    49.742
 6.  Massa         Ferrari                    +  1:17.176
 7.  Di Resta      Force India-Mercedes       +     1 giro
 8.  Buemi         Toro Rosso-Ferrari         +     1 giro
 9.  Rosberg       Mercedes                   +     1 giro
10.  Alguersuari   Toro Rosso-Ferrari         +     1 giro
11.  Kobayashi     Sauber-Ferrari             +     1 giro
12.  Petrov        Renault                    +     1 giro
13.  Barrichello   Williams-Cosworth          +    2 giri
14.  Sutil         Force India-Mercedes       +    2 giri
15.  Perez         Sauber-Ferrari             +    2 giri
16.  Maldonado     Williams-Cosworth          +    2 giri
17.  Glock         Virgin-Cosworth            +    4 giri
18.  Ricciardo     HRT-Cosworth               +    4 giri
19.  D'Ambrosio    Virgin-Cosworth            +    5 giri
20.  Liuzzi        HRT-Cosworth               +    5 giri

Giro più veloce: Massa, 1:23.415

Classifica Piloti            Classifica Costruttori  
 1.  Vettel       234        1.  Red Bull-Renault          383
 2.  Webber       149        2.  McLaren-Mercedes          280
 3.  Hamilton     146        3.  Ferrari                   215
 4.  Alonso       145        4.  Mercedes                   80
 5.  Button       134        5.  Renault                    66
 6.  Massa         70        6.  Sauber-Ferrari             35
 7.  Rosberg       48        7.  Force India-Mercedes       26
 8.  Heidfeld      34        8.  Toro Rosso-Ferrari         22
 9.  Schumacher    32        9.  Williams-Cosworth           4
10.  Petrov        32
11.  Kobayashi     27
12.  Sutil         18
13.  Buemi         12
14.  Alguersuari   10
15.  Di Resta       8
16.  Perez          8
17.  Barrichello    4

CRONACA IN TEMPO REALE E TEMPI

LE FOTO DA BUDAPEST

 

{lang: 'it'}
Etichette (Tags): , , , , , ,

53 Commenti

  1. Analisi perfetta. Non c’è altro da dire. Per rimanere a parlare di corse sarebbe interessante ora sapere come la Ferrari sta lavorando per introdurre soluzioni altrettanto efficaci. Perchè anche se il campionato è andato, a noi vedere la Scuderia che vince la domenica, fa sempre un certo effetto.

  2. Piccola correzione: è la seconda vittoria stagionale per Button, dopo quella in Canada (sempre in condizioni variabili).
    Su pista bagnata probabilmente sia Hamilton che Vettel sono superiori, ma Button interpreta meglio di tutti le condizioni mutevoli. E non può essere solo fortuna, perchè si dice che tre indizi fanno una prova. Invece qua di indizi ne abbiamo di più: Ungheria 2006, Malesia 2009. Australia e Cina 2010, Ungheria 2011.

  3. Gran bella gara, con ancora una volta Button vincitore in condizioni variabili. Vettel, con questo 2° posto, credo abbia fatto il passo decisivo verso la vittoria nel mondiale. Il 3° posto è quasi inutile per Alonso (ma un podio in più è comunque una soddisfazione), mentre Hamilton e Webber hanno sbagliato completamente strategia e buttato l’ultima possibilità che avevano per provare ad insidiare il mondiale di Vettel.

  4. grande gara di jenson..noi in mclaren siamo fantastici..abbiamo ribaltato una situazione di inferiorità in 20giorni diventando se non la macchina + forte di sicuro al pari della redbull..hamilton fantastico per oltre 30giri,la gara a mio avviso non l ha persa quando ha montato le intermedie ma ancora prima quando a differenza di vettel e button ha rimontato le supersoft..a mio avviso non avrebbe vinto comunque perchè sia ham che alonso nonostante avessero le supersoft perdevano rispetto a vettel e button e il vantaggio di hamilton sul compagno era solo di 6 secondi e dovendosi fermare di nuovo sarebbe riuscito terzo..poi non so se lui con gomme fresche e con vettel e button con gomme ormai da 20giri sarebbe andati a riprenderli..scandalosa la penalità,come ha anche affermato jean alesì…e più scandaloso del solito il commento rai,oltre che a colpevolizzare sempre e comunque hamilton,diventando pappagalli(avranno ripetuto almeno 35 volte che ha messo a repentaglio la vita di sutil,)oggi mazzoni non azzeccava un nome..che scandalo..quel che è certo che la mclaren è tornata e che in condizioni normali avrebbe vinto hamilton..in condizioni anormali ha comunque vinto una mclaren..vabbene così..mondiale ormai andato,perchè l’unico in grado ri rimontare poteva essere hamilton..alonso gara da 4..come i suoi testacoda..miracolato come al solito sia lui che vettel…

    • Grande Button… paracarro a chi???

  5. Secondo me invece la penalità ad Hamilton ci stava tutta, doveva far passare chi stava sopraggiungendo, ha fatto una manovra molto pericolosa

    • si magari poteva bersi anche un caffè e farsi un sonnellino

      • Se al posto di Sutil (o DiResta, non ricordo) ci fosse stato D’Ambrosio o Kartikeyan magari non avrebbero avuto la stessa prontezza di riflessi e forse si sarebbero scontrati.
        Io sono un grande estimatore di Hamilton, e credo che il testacoda ci possa stare. Però come ho detto gli è andata di lusso che nessuno lo ha centrato

  6. Bravo Button, peccato invece per Hamilton che pur mettendocela tutta non è riuscito a fare al meglio il suo mestiere neanche oggi, lo “sbriciolacarbonio”, neanche facendo il bersaglio mobile dopo il testacoda, “fortuna per gli altri” ma si è beccato solo una penalità, non capisco che razza di pilota sia questo!

    F O R Z A F E R R A R I !!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

    • ah si perchè Alonso il suo mestiere l’ha fatto bene no?

      • vai a dormire, hai sonno, fai il bravo dai.

  7. Non per polemizzare con l’anonimo estensore del post redazionale, ma ormai gli scarichi collaboranti, una volta accettati da tutti, si possono tranquillamente considerare “regolari” e lo saranno fino alla fine del campionato.
    Tornando alla gara, la Ferrari paga lo scotto di non riuscire a mandare le gomme in temperatura ed i distacchi che si accumulano diventano tanto più gravi quanto più bassa è la temperatura dell’asfalto e più soffici sono le gomme: cioè quando finalmente sei riuscito ad ottenere il massimo dalle gomme (vedi i giri veloci di Alonso e di Massa), devi fermarti a cambiarle dopo pochi giri.
    Non c’è nulla da dire, in questo gran premio la superiorità globale delle Red Bull e delle McLaren era manifesta ed Alonso ha colto il massimo degli obiettivi possibili.
    La delusione sta tutta nella prestazione della Ferrari e del muretto, oggi entrambe non all’altezza dei diretti concorrenti.
    Hamilton è al solito fantastico, il vero mattatore della gara, ma al solito guasta tutto con dei gesti di spiccata scorrettezza e la punizione ci stava tutta; peccato che non impara mai, è la sua natura, altrimenti sarebbe perfetto.
    Massa e Webber entro i loro rispettivi limiti.
    Saluti e buone ferie a tutti, Giuseppe

    • Giuseppe, quoto quasi su tutto, anche se tra Red Bull e McLaren onestamente il team inglese mi è sembrato superiore anche alle “lattine”.
      Sulla Ferrari: è stata inferiore, ma stavolta è mancato anche Alonso, sia in prova (giro non perfetto e qualifica compromessa) che in gara (troppi 2 dritti e 1 testacoda, specie il primo errore che lo ha costretto a tornare dietro Rosberg per diversi giri). E infine in strategia, perchè la scelta delle super soft invece delle soft può anche essere stata della squadra, ma a questo punto tutte le belle parole che si dicevano di lui (per giustificare il licenziamento di Raikkonen) verrebbero un pò messe da parte: di fatto in tattiche di gara la Ferrari scarseggia ancora

      • Jenson Button è un pilota che con l’intelligenza riesce a sopperire all’inferiorità nella guida rispetto ai top drivers come HAM, VET e ALO.

        La gara l’ha persa Hamilton/McLaren perchè si è fatto influenzare da Webber/Red Bull che hanno provato con le intermedie; Webber da 5°/6° non aveva niente da perdere e secondo me hanno provato a far sbagliare/rientrare i due della mclaren (fecero una cosa simile sempre con Webber all’ultima gara lo scorso anno e Alonso ci cascò in pieno perdendo il mondiale).
        Lo stesso Domenicali si è vantato per non essere caduto nel “tranello”.

        Testa-coda Hamilton: siamo al limite, hanno ragione un po’ tutti; certo chi si gira normalmente deve far passare gli immediati inseguitori, però non ha causato incidenti e si stava giocando la vittoria; ma dopo tutte le vicende precedenti, adesso la giuria di gara reagisce a qualunque cosa faccia Hamilton.

        Il dubbio della gara è perchè le SUPERSOFT delle Ferrari sono andate molto male, peggio dei treni precedenti e delle SOFT degli altri? erano treni usati?

        Gomme: ormai i piloti sono sempre più conservativi, invece di spingere stanno attenti a far durare di più gli stint.

        Scarichi: a me non avrebbe dato nessuna soddisfazione vincere come a Silversone perchè la FIA cambia regole durante l’anno; quindi per me bene così.

        Commentatori TV: gli unici che ascolto con piacere sono ing. Bruno (tecnico esperto e prontissimo in diretta), Antonini e Capelli. Alesi non capisco a cosa serva, quale commento interessante fornisca alla discussione. Poi io non dimentico la mancanza di rispetto verso il grande MSC (Alesi lo scorso anno disse che i tifosi a Monza lo avrebbero mandato a quel paese). Alesi dovrebbe ricordarsi che lo ritenevamo un fenomeno, gli ho dato il mio cuore nel ‘93 e ‘94, e in tutti quegli anni ha vinto una gara complice la fortuna. L’anno dopo di lui, MSC vinse subito 3 gare. Quindi mi sarei aspettato rispetto e stima, almeno.
        E la combriccola di commentatori non perde occasione per criticare ed irridere il blasonato 7 volte campione che … è tornato a prendere la paga; sfiderei qualunque pilota ad essere ai livelli di Rosberg a 42 anni, senza provare in test privati. Per fortuna Capelli ricorda di essere stato pilota e rimarca la buona prestazione (in Germania dopo il testa-coda ha recuperato su Rosberg), però devo aspettare i commenti un’ora dopo la gara.
        Provocazione: se volete togliere Massa, allora quotiamo tutti SCHUMY in Ferrari per un anno. E’ ritenuto un pilota di secondo piano, a livello di Massa? Alonso non avrà problemi.

        Ho detto tutto? Forse sì.
        A presto

      • Fabrizio ti rispondo per tutti, anche se condivido quasi tutto

        su Button: la penso come te, ha solo avuto la sfortuna delle stagioni 2007 e 2008, per questo passa come paracarro. Ma prima non è assolutamente andato male, eccetto il 2001. A parità di macchina nel 2002 ha battuto Trulli e nel 2003 J. Villeneuve, che solo per il cognome viene considerato di più, ma in realtà hanno gli stessi mondiali e vittorie. Nel 2005 e 2006 è andato decisamente bene, e nel 2004 è finito addirittura terzo.

        Hamilton: la sorpresa maggiore è stato il fatto che nel tranello sia caduto proprio lui, che sul bagnato è il più forte. Sulle penalità, io stavolta sono d’accordo, anche se noto un certo accanimento. Tra le varie, sicuramente gli avrei evitato quella di Spa 2009.

        Supersoft Ferrari: ho avuto anche io questo dubbio, e sono rimasto sorpreso quando Vettel ha ripreso Alonso e lo ha passato… Non è che magari a causa delle temperature non c’era questo divario, anzi le più dure rendevano anche meglio? In fondo Button ha fatto il suo giro veloce nel finale, quando aveva le gomme da parecchi giri

        Questione gomme: pure io preferivo le gare in cui i piloti stressavano le gomme il più possibile, e non correvano al risparmio… ma purtroppo ormai è così

        Scarichi: si può obiettare sulla regolarità. Ma vietarli a campionato in corso, coi test vietati e i motori congelati, poteva portare a ritiri a raffica delle Red Bull: va bene lo spettacolo, ma avrebbero pagato un prezzo troppo caro e ingiusto.

        Commentatori TV: quoto sull’ing, Bruno, Antonini e Capelli.
        Non sopporto molto invece Fiorio e Mazzoni
        Su Schumacher, poi, ci hanno preso gusto con battutine e frecciate di ogni tipo…
        A suo tempo apprezzavo anche la competenza di Giorgio Piola, mentre Giovannelli e Stella Bruno fanno sempre le stesse domande (ogni GP ad Hembery della Pirelli: “Oggi quante soste vedremo?” E basta!!!! :P )

  8. Felipe Massa, se potesse guidare al massimo otterrebbe sicuramente maggiori punti, ma anche oggi ha dovuto dare strada a Alonso e credo che queste cose demoralizzino il migliore dei piloti. Vedi anche effetto Weber

    Grazie Mclaren, per essere diversa

    • Forse dimentichi quando la mc laren aveva Alonso in squadra dove cadevano i favoritismi? Oggi ha un pilota Button che vale più di Hamilton e non hanno nulla da perdere in termini di campionato e pergiunta sono sugli stessi punti, mentre in Ferrari Alonso ha una marea di punti in più rispetto a Massa.

      • Sulla McLaren, bisogna forse sfatare qualche mito.
        Si tratta di una scuderia che ha vinto un sacco di mondiali, piloti e costruttori, con piloti come Lauda, Prost, Senna ed Hakkinen.
        Non sono sprovveduti. Nessuno ha deciso di sabotare Alonso dall’inizio dell’anno, nè di pagarlo fior di milioni per poi penalizzarlo in pista.
        Semplicemente, Alonso ha iniziato il mondiale 2007 con molti errori (pessima gestione dei pneumatici in Bahrein e sorpasso subito da Heidfeld, mentre Hamilton lottava per la vittoria; errore da principiante a Barcellona, dove ha deciso di giocarsi tutto alla prima curva; errori a raffica a Montreal, conditi con un’altra gestione poco accorta delle gomme).
        In tutto questo, nelle prime 5 gare ci furono 2 episodi dubbi, entrambi a favore di Alonso (palese quello di Melbourne, quando la sosta di Hamilton – che era davanti – risultò decisamente più lenta di quella del compagno; probabile ma assolutamente usuale quello di Monaco) ma nonostante questo Hamilton andava di più.
        Poi a Montreal e Indianapolis Alonso non sarà stato favorito, ma neppure sfavorito: può anche capitare che il tuo compagno ti batta, non per questo deve farti passare (a Montreal addirittura Fernando andò lungo già in partenza).
        A questo punto Alonso si è reso conto che il trattamento di prima guida NON riusciva ad ottenerlo in pista, e si è comporato in maniera non certo signorile: ha preteso favoritismi minacciando di rivelare la questione della spy story, di cui lui era complice ATTIVO.
        Se tu fossi il capo di un’azienda e un tuo dipendente minacciasse di sp***anarti per una vicenda in cui c’entra anche lui, tu che faresti??? In McLaren non si fanno mettere i piedi in faccia da Santander, come ha fatto la Ferrari.
        La McLaren adesso ha il MIGLIOR PILOTA del MONDO, cioè Hamilton, e NON fa ordini di scuderia a suo favore: perchè avrebbe dovuto farli per Alonso, che ha dimostrato di essere inferiore a Lewis?
        Poteva benissimo bastonarlo in corsa, ma non c’è riusciuto, e si è lagnato per tutto il tempo
        Ron Dennis lo ha detto: “Chiedete a tutti i nostri piloti, nessuno si lamenterà del trattamento ricevuto, tranne uno”

      • Mi hai nominato ron dennis il capo della spy stori, hai detto tutto!

      • poi sinceramente non riesco a capire su quali basi dici che Hamilton sia il miglior pilota del Mondo, lasciando da parte il GRANDE SHUMY, che ormai appartiene ad un altra generazione, tra i giovani in pista ALONSO è quello che ha 2 titoli al suo attivo, e che Hamilton se si è ritrovato campione è stato solo per una serie di favori e che tranne sporadici esploit in cui esalta le sue doti di pilota-sfasciatutto credo e sicuramente mi sbaglio, che non salirà più sulla vetta del Mondo.

      • Hamilton sarebbe fortunato? Alonso ha vinto SEI gare su 27 per ritiri altrui.
        Senza contare la spy story, il crash-gate, le gomme irregolari, Fernando is faster than you ecc
        Ai tempi di Schumacher, c’era lui e poi il vuoto, era troppo superiore.
        Ora ci sono Hamilton e Alonso, con l’inglese a mio avviso leggermente superiore (sul bagnato, nel talento di guida e nel corpo a corpo non c’è proprio paragone, Alonso recupera in intelligenza tattica), poi Vettel, ma le distanze non sono siderali come 15 anni fa.
        Questo ovviamente è il mio parere, padronissimo tu di avere un’opinione diametralmente opposta

      • E cmq non pensare che Alonso sia un gentelman: nella spy story LUI si è preso il merito dei 6 decimi, quando poi è risultato evidente che non era così
        Ciò non toglie che sia un fenomeno, ma se in McLaren non lo hanno trattato come un principe un pò se l’è cercata pure lui.
        Cioè, non so se mi sono spiegato… hanno imbrogliato tutti, lui però si è preso il merito (che non aveva) e poi pretendeva ancora… questo è stato il suo errore a mio avviso

      • Secondo me è stato più che il suo grande errore la sua grande fortuna, perchè da li in poi è andato verso la strada che porta a Maranello, quello che desiderava lui, e come lui non esiste un solo pilota nel circus, anzi mi correggo, dai kart che non sogni di correre con la ROSSA di più non so.

      • No Enzo, devo correggerti… il sogno di Alonso era proprio la McLaren, che lui stesso ha definito “il mio Real Madrid”.
        La Ferrari è venuta solo dopo, quando ormai in McLaren ha capito che non c’era più posto e non se l’è sentita di “rischiare” a quel tempo con Honda, Toyota o Red Bull. Ma se ascolti bene le sue dichiarazioni passate, scoprirai che il suo idolo era Senna e sognava di correre con la McLaren.

    • aaaaa be se cosi………………………..
      devo correggermi allora, il grande errore lo ha commesso la mc laren facendolo andar via, visto che Hamilton non vale un solo capello di Alonso, o almeno io non ho mai visto Alonso buttarsi a pesce bendato sugli avversari e buttare all’ aria gare su gare per se e per gli altri.

      • Montecarlo 2004, Canada 2005, Spagna 2007, Canada 2007, Monaco 2010: tutte probabili vittorie per Alonso, buttate via per errori del pilota
        Come vedi sbagliano tutti, anche i più bravi

      • ne hai nominati 5 in 7 anni, tanti quanti Hamilton ne compie in uno solo.

      • Enzo, solo Montreal 2007 contiene un repertorio di errori da far impallidire anche Hamilton :P
        Cmq scherzi a parte, mi sembra di capire che si parlasse di vittorie perse e non di errori in gnere

  9. dico sola questo:

    il “master driving” di hamilton dei primi 15 giri, vale il “prezzo del biglietto” !!!! quando le condizioni della pista sono tutte da scoprire curva dopo curva, la sua capacità di guida è unica nel suo genere e nn ha rivali, nemmeno il miglior alonso che sbaglia molto, e nemmeno la lepre vettel che nn resiste sotto i colpi di ham, stupendo, già il cappello da sportivo e appassionato di motori quando si vedono simili cose

    peccato per la penalità e il cambio gomme stile muretto ferrari…

    FORZA FERRARI SEMPRE !!!

    • Sulla guida di Hamilton nessun dubbio: già in Germania (e tante volte in passato) ha dimostrato che è il migliore.
      Poi io penso che sia giusto usare lo stesso metro: i ferraristi giustificano Alonso perchè pur di vincere prende dei rischi, Hamilton fa lo stesso
      E sono anche del parere che se la pista fosse stata ancora più bagnata, Hamilton avrebbe allungato ancora di più: Lewis è il migliore nella guida sul bagnato, dopo di lui metterei Vettel (anche se Montreal ha mostrato che Schumacher può ancora dire la sua)

      • Solo una precisazione… la Mclaren di oggi era decisamente superiore alla Ferrari.. e anche alla RB… poi Ham va forte… ma ha vinto Button… io non scuso Alonso… che mi ha fatto in*******re con i suoi errori… certo è che cercava di andare oltre le possibilità della vettura che in questo moimento è inferiore alla McLaren….!!!

    • Su questo nessun dubbio, la McLaren dopo Silverstone ha recuperato tantissimo.
      Purtroppo nelle 2 gare precedenti Button è stato abbastanza sfortunato, altrimenti poteva essere ancora più a ridosso della seconda posizione del mondiale, insieme al terzetto Webber – Hamilton – Alonso (in rigoroso ordine di classifica! :P )

  10. menomale che c’è qualche ferrarista sportivo…comunque penso che jean alesì che ha guidato anni in formula 1 un pò di esperienza la ha..e ha detto che hamilton non ha fatto nulla di male..e la sconfitta non è partita neanche da lui,se gli avessero montato le soft come button il quale non si sa perchè con quelle gomme andava meglio di hamilton così come vettel in quello stint,avrebbe vinto a mani basse..comunque a mio avviso la superiorità fra hamilton e gli altri è evidente e la si nota parecchio..poi chi vuol negare è libero di farlo..il mondiale andrà a un pilota che non lo meritava nè l’anno scorso,ne quest anno,perchè non appena mclaren e ferrari hanno raggiunto un livello simile alla redbull gliele stanno suonando da 3gare..oggi in condizioni di pista asciutta sarebbe arrivato massimo terzo,se non addirittura quarto,anche se fare affidamento alla ferrari è qualcosa di molto aleatorio..e c’è chi dice che facevano i giri veloci alla fine..e grazie a ciccio..button con 10secondi di vantaggio non vedo perchè doveva spingere..stesso discorso per vettel con 20secondi su alonso..hamilton e webber in lotta con 6 doppiati di mezzo..non può essere una scusa che la ferrari manda in temperatura dopo le gomme,tanto meno che fa freddo..mah..guardate che fa freddo per tutti..non è che gli altri corrono con i piumoni..e che semplicemente la ferrari è il terzo team..e oggi in pista asciutta si beccava minimo mezzo minuto da hamilton,che con 3 soste in + e sottolineo 3 è arrivato a 27secondi da alonso

    • Può darsi che Vettel stia amministrando, in fondo Alonso nel 2005 e Button nel 2009 hanno vinto allo stesso modo, no?
      Vettel può puntare ai piazzamenti, nella prima parte è stato imprendibile e ora amministra il vantaggio che ha accumulato. E’ stato freddo (un dritto, ma Alonso ne ha fatti 2 più un testacoda, e un altro 360° lo ha fatto Hamilton), senza contare che Alonso (gomme super soft), Hamilton e Webber (intermedie) hanno tutti sbagliato strategia, lui no.
      Certo, poteva vincere, ma Webber ha mostrato come la Red Bull non fosse poi superiore alla McLaren, quindi anche se è vero che Vettel è partito davanti e si è tolto da molti problemi, forse è anche giusto riconoscergli il merito per aver fatto un giro incredibile sabato che gli ha permesso di correre con relativa tranquillità

      • Il paragone coi mondiali 2005 e 2009 mi pare azzeccato

  11. BUTTON LA SUA PRIMA VITTORIA STAGIONALE?! E QUELLA DEL CANADA!? AHAHAHAH GRANDE ALONSO FORZA FERRARI SEMPRE!

  12. Mondiale finito. Peccato.
    La McLaren ed Hamilton avevano la possibilità di mantenere vivo il campionato ancora per un po’, ma hanno fatto troppi errori e non sono riusciti a capitalizzare tutto il loro potenziale.
    Bello il duello tra Button ed Hamilton, gli unici compagni di squadra di un top team che hanno più volte lottato tra loro quest’anno, talvolta con esiti disastrosi, ma hanno davvero emozionato gli spettatori.
    Vettel ormai può fare il tassista, facili le sue vittorie quest’anno, partire davanti, fare il vuoto ed arrivare primo… Appena però deve inseguire od è sotto pressione arrivano errori da dilettante…
    Mi ricordo come lo scorso anno il grande commentatore esperto Pino Allievi a metà stagione esaltasse Webber, pronosticandogli una facile conquista del mondiale. Quest’anno credo corra il suo sosia…

    Saluti
    Filippo

    • Filippo, quoto in parte quello che hai scritto: le McLaren sono state un pò incostanti e a volte non sono riuscite a sfruttare pienamente il proprio potenziale, altrimenti potevano avere molti più punti.
      In ogni caso, il team dimostra di saper gestire alla pari 2 piloti, che se le danno di santa ragione ma si rispettano (bellissima l’immagine di Hamilton sorridente accanto a Button nei festeggiamenti post gp)
      Su Vettel invece non sono molto d’accordo: non fosse per lui, il mondiale se lo giocherebbero 4 piloti con 3 macchine diverse (i 2 McLaren con Webber e Alonso). Invece il tedesco ha fatto la differenza, e le vittorie ottenute non sono poi facili quanto si voglia credere: è sempre stato più veloce di Webber, quando è stato battuto in qualifica lo ha poi subito sorpassato in gara, ha saputo gestire meglio di tutti le gomme, poi è anche merito suo se è stato tanto tempo davanti: a quel punto se sei primo di certo non devi inventarti sorpassi spettacolari.

      • si peccato che vettel e webeer non guidano la stessa macchina!

      • Si potrebbe dire lo stesso della coppia Ferrari, dove però si esaltano le doti di Alonso. Anche Schumacher ha dato il meglio di sè quando gli hanno costruito il team attorno. Lo stesso Alonso in Renault era prima guida assoluta con Fisichella. E si potrebbe dire lo stesso anche di Hakkinen (vedi Melbourne e Hungaroring 1998). Anche Senna, che ha avuto come compagno Prost ma solo per 2 anni, non accettava neanche la condivisione del box con De Angelis, tanto che corse con Nakajima e non ricordo chi altro.
        Bisogna essere oggettivi: non si può dire che la Ferrari fa bene e invece la Red Bull sabota Webber. Se in Ferrari non ci fossero ordini di scuderia, Alonso renderebbe meno (non che andrebbe male, ma la pressione sarebbe maggiore e quindi anche la probabilità di errore – vedi le prime gare del 2007).
        La RB ha capito l’anno scorso (anzi, probabilmente dal 2009, se non dal 2008) che Vettel è un fenomeno e Webber no, e che l’australiano è stato a lungo in testa solo perchè la sua lattina non si rompeva mai e l’altra sempre. Quest’anno hanno evitato il problema puntando sull’unico fuoriclasse che hanno in squadra, e i risultati danno loro ragione.

      • x vittorio… non la penso come te!a quanto risulta fino a 4 gare dalla fine dell’anno scorso fra vettel e webber non si notava questa differenza!anzi a me risulta che webber l anno scorso strameritava il mondiale!dategli due macchine uguali..a mio avviso fa più pole webber di vettel!se si basano sull’anno scorso di certo non possonpo giudicare vettel un fenomeno e webber un broccolo!

      • @Alessio: non so se il mio commento sarà duplicato, prima ho avuto problemi a inserirlo.
        Cmq volevo solo sottolineare come a Vettel lo scorso anno mancassero tanti punti persi per l’affidabilità (3 problemi da oltre 60 punti per il tedesco, 0 ritiri per cause tecniche per Webber).
        Senza contare che Vettel ha battuto Webber già nel 2009, alla sua prima stagione in RB.
        E se vogliamo dirla tutta, il confronto ha visto lo stesso esito anche nel 2008, quando Webber era già in RB e Vettel ancora in Toro Rosso.
        Nei confronti con gli altri campioni ci sarà sempre da ridire (a torto o a ragione), ma almeno rispetto a Webber credo che la superiorità di Vettel sia palese.

  13. Bè!!!Bei commenti dv dire,ma tutti c scordiamo forse che il mondiale è ancora alla portata di 5 piloti,anzi 4,io escluderei Webber.poi se Vettel dovesse azzeccare ancora 2 o3 primi o secondi,bè alzerei anche io le mani,xkè a quel punto temo che sarebbe imprendibile,vincerebbe il mondiale a singapore,cmq Hamilton è stato giustamente penalizzato,nn si fanno certe cose,un campione veroi accetta l’errore ke commette e fa quelle cose a pista libera,poi se vogliamo mettere ke Hamilton sia d temperamento focoso alla ci stò,ma cmq è un errore da penalizzare.Su Alonso,ke dire a discapito d quanto qualcuno commenta l’unico ke sa cogliere il meglio da una simile vettura,Hamilton nn sarebbe neanche a cento punti cn la stessa vettura,su questo nn c piove,Massa indescrivibile spero ke il 2012 sia l’ultimo anno,e poi è palese lka sua inferiorità rispetto ad Alonso,nn sn certo i favoritismi e penalizzarlo e la sua consapevolezza di nn saper gestire quella macchina che a l’onore d portare(verbo + appropriato d guidare);credo ke nel 2013 ci libereremo d lui.Su Vettel sul bagnato è decisamente negativo sa trionfare sl in condizioni d pista ottimali,bisogna quindi sperare in ancora tante gare sul bagnato,per Webber ke dire nn ho commenti,mentre per Jenson è il migliore pilota sull’umido è l’unico ke sa gestire le gomme in quelle condizioni bravo!!!
    Button 9
    Alonso7
    Vettel5=
    Hamilton3
    Webber1
    Massa n.d.
    A SPA ciao a tutti!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

    • Devo correggerti su Vettel. Al Fuji nel 2007 è diventato il pilota più giovane in testa ad una gara. Sul bagnato. Con la Toro Rosso. A Monza nel 2008 ha vinto. Sempre sul bagnato. Sempre con la Toro Rosso. A Interlagos, sempre nel 2008, con la pioggia finale ha infilato il futuro campione del mondo (nonchè miglior pilota sul bagnato) Lewis Hamilton. Ancora su una Toro Rosso.
      A Shangai nel 2009 ha vinto ancora sul bagnato, in Corea su pista bagnata aveva staccato tutti, anche a Melbourne, e in entrambi i casi si è ritirato quando era primo e non per colpa sua. A Montreal quest’anno sul bagnato stava dominando e la SC gli ha cancellato 6 volte il vantaggio che si era guadagnato. A Silverstone stava volando e gli hanno sbagliato la sosta.
      Vettel potrà avere 1000 difetti, ma sul bagnato attualmente solo Hamilton gli è superiore.

      • Beh… bastava azzeccare le previsioni… e optare per un assetto da bagnato… il resto viene di conseguenza… pensaci un attimo…!!!

      • Non credo avrebbe pagato, buona parte della gara è stata asciutta

      • Una volta si diceva che era Shumacherone il re della pioggia, e prima ancora lo era Senna.
        Vi sono diverse gare corse sull’asciutto in cui due gocce di pioggia cadute negli ultimi giri, hanno permesso al campione che seguiva di mangiare chi gli stava davanti sfruttando la superiorità della monoposto.
        Tra queste:

        Nurburbring 2007 – Alfonso su Massa
        Spa 2008 – Hamilton su Raikkonen

        In tante altre gare la differenza nelle prestazioni, più che il pilota o la monoposto, l’ha fatta l’assetto prescelto. Con la pioggia che si intensifica il pilota X gira tre secondi più veloci degli altri, con la pista che si asciuga gira 3 secondi più lento. In questi casi il fattore fortuna è fondamentale, altro che le previsioni meteo…

        Riguardo a Fugj 2007.
        Mi sbaglio od è in quell’occasione che Sebino tampono’ clamorosamente Webber girando in regime di safety Car ?

        Saluti
        Filippo

      • @Filippo:
        hai ragione sul Fuji: ma non stavo parlando di Vettel in senso assoluto. Di suoi errori se ne trovano, sia sull’asciutto (Spa 2010) che sul bagnato (Silverstone 2008, giusto per fare qualche esempio).
        Il mio commento era relatvo all’abilità nella guida su pista scivolosa: nel corso degli anni credo abbia dimostrato di essere uno dei più forti sotto la pioggia.

        Per quanto riguarda la prima parte del tuo discorso, hai perfettamente ragione, specie su Schumacher (in Argentina nel 1998 dopo le prime gocce di acqua, Schumacher guadagnò qualcosa come SETTE secondi in un giro su Hakkinen! :P )
        Aggiungerei anche Hockenheim 2000: Barrichello in giornata di grazia (credo la sua miglior gara in carriera) rimase in pista con le slick mentre i piloti McLaren rientrarono, guadagnando così la testa della corsa)

  14. Ciao Vittorio,
    mi rimangono due cose da dire.

    Hamilton/Gomme intermedie: concordiamo che Red Bull in parte ha tentato un azzardo con WEBBER e in parte ha organizzato il vero e proprio “tranello” (in cui è caduto Hamilton) per favorire VETTEL?

    Supersoft Ferrari: Potrebbero essere temperature troppo alte? dovremmo vedere i dati delle temperature dell’asfalto in quel momento e stabilire che con quella temperatura le gomme SOFT soffrono; a sensazione non ci credo, ma potrei essere smentito. Comunque c’è qualcosa di strano e spero che in Ferrari sappiano qual’è il motivo. Potrebbe essere dipendente dall’assetto? Chi ha qualche idea per favore me lo faccia sapere, perchè sono rimasto troppo sbalordito.

    CONSIDERAZIONE PERSONALE: sono contento di aver trovato un sito dove scrivere quello che penso sul GP. Normalmente rimugino da solo. Vittorio tu di dove sei? Io sono di Roma.

    • ancora nessuno ha capito che hamilton la gara l ha persa montando al terzo pit di nuovo le superfost invece delle soft come vettel e button..la gara ormai se l’era giocata..il testacoda e la scelta delle intermedie non hanno determinato la sua sconfitta..ormai massimo terzo arrivava..

      • Alessio,
        posso rispettare la tua opinione senza che tu pensi di aver capito tutto e in esclusiva.

        Prima della sosta per montare le intermedie, mi risulta che Hamilton era secondo a poca distanza da Button. Aveva da poco superato Button che aveva fatto un errore e a sua volta era andato in testa-coda nel destra-sinistra.
        Sarebbe bastato seguire la stessa strategia di Button per arrivare secondo (ma non credo che avrebbe rinunciato ad attaccarlo)..
        Poi sì magari con la penalità sarebbe arrivato secondo.

    • @Fabrizio: il piacere è mio, avremo modo di discutere di F1 :)
      Io scrivo anche su questo blog, anche a me è piaciuto subito.
      Comunque sono di Benevento.

      Tornando a noi:
      Hamilton/Gomme: nel caso di Webber, si poteva pensare che avesse fatto da “cavia” a Vettel, nel caso fosse stato necessario montare le intermedie. Con Hamilton mi sembra qualcosa di diverso, come se avesse ormai capito che la gara era persa e ha voluto tentare l’azzardo, non accontentandosi del podio

      Supersoft Ferrari: al di là di tutto, detesto il fatto che con le gomme non ci si capisca più niente… preferivo quando non c’era questo assurdo obbligo di montare entrambe le mescole

      • Ho rivisto la gara, quindi posso tornare sulla questione gomme:nessun mistero.

        Avevamo insinuato una peggiore prestazione delle gomme S-SOFT piuttosto delle SOFT intorno al giro 40.
        Invece ritengo che Hamilton stava controllando la gara e stava sostanzialmente gestendo la distanza su Button tra i 6 e i 7 secondi.
        Alonso al PRIMO GIRO con quelle gomme ha fatto un record sul giro dopo l’altro, come faceva ad inizio stagione Hamilton, andando in crisi. Aveva anche cambiato per le S-SOFT due-tre giri prima degli altri.

        Se ripenso ai commentatori TV che stavano tessendo le lodi di Fernado Alonso che stampava i record … quando in realtà era l’unico con gomme S-SOFT che stava spingendo veramente; gli altri invece gestivano.