Questo sito contribuisce alla audience di

HOME PAGE

Il primo BLOG sulla Formula 1. Gratis per te: F1 news,
foto, video, piloti, team, classifiche, calendario e F1 Live.

Massa al capolinea ma la Ferrari non lo molla!

massa

Il mercato piloti di Formula 1 vive le sue fasi più calde prima della pausa estiva. E’ in questo periodo che si finalizzano i contatti di inizio anno e che i Team pensano alla formazione piloti per il campionato successivo.

A tenere banco sono sempre i movimenti che riguardano i principali Team del Circus della Formula 1. Red Bull, McLaren, Ferrari, Mercedes e aggiungiamoci anche Lotus Renault, vista la situazione ancora incerta che riguarda Robert Kubica.

I fatti di Silverstone hanno dimostrato che il clima in casa Red Bull è tutt’altro che tranquillo. Webber e Vettel non si parlano e più passano i mesi e più la tensione tra i due sale. L’ultimo episodio riguarda proprio l’ordine di scuderia imposto (e parzialemnte ignorato!) a Webber dal Team Principal Red Bull per mantenere le posizioni nel Gp di Gran Bretagna. Il pilota australiano ha prima fatto finta di niente mettendo comunque pressione al compagno e facendosi vedere più volte negli specchietti; poi ha “accettato” l’ordine ma ha anche seccamente replicato ad Horner che lo aveva pubblicamente “ripreso”.

Il rapporto si fa sempre più difficile e anche se sulla carta Webber ha le stesse chance di Vettel, praticamente non è così; o meglio il team lavora al 100% per mettere il giovane tedesco nelle condizioni migliori e questo lo ha fatto sia lo scorso anno che durante questa prima fase del 2011. Inutile nasconderlo: è così e diversi episodi sono lì a dimostrarlo.

Il contratto dell’australiano è in scadenza a fine 2011 ma Dietrich Mateschitz, proprietario della Red Bull ha fatto sapere che è pronto a rinnovare la collaborazione con il suo pilota.

Strettamente legato al movimento dell’attuale numero due del Team Red Bull c’era e c’è il sedile di Felipe Massa in Ferrari. In molti lo danno come uno scambio possibile. La Scuderia di Maranello invece, avendo un contratto con il brasiliano che copre tutto il 2012, ha già più volte smentito che a fianco di Alonso il prossimo anno ci possa essere un pilota che non sia Massa.

Nei mesi scorsi si erano fatti diversi nomi: oltre a Webber ci sono state voci su Rosberg, Button e Kubica ma anche su un Kobayashi che tanto bene sta facendo in Sauber che, per via della fornitura dei motori è il team “più vicino” a Maranello.

La Ferrari però, ha sempre prontamente replicato ai vari rumors che riguardassero la sostituzione di Massa. E conoscendo la Scuderia di Maranello il brasiliano farà coppia ancora con Alonso il prossimo anno a meno di una precisa volontà di Massa di lasciare anzitempo la Rossa.

A smouvere le acque di un mercato piloti fin troppo fermo potrebbe irrompere il nome di Kimi Raikkkonen che, legato alla Red Bull per via della sponsorizzazione nei Rally, potrebbe affiancare il campione del mondo Vettel proprio nel team più forte del momento. Si parlava di lui anche lo scorso anno e poi non se fece nulla. E molto probabilmente non lo vedremo in F1 nemmeno il prossimo anno. Peccato, perchè uno come lui avrebbe ancora qualcosa da dire nella Formula 1 attuale.

Gli altri due top team, McLaren e Mercedes metteranno in pista nel 2012 l’attuale coppia di piloti. Hamilton e Button sono inamovibili: il team non cerca certo sostituti in quanto la coppia è tra le più complementari e forti allo stesso tempo. In casa Mercedes fino a che non dimostreranno di poter tornare a vincere non saranno un polo di attrazione per i piloti più forti. Rosberg se lo terranno stretto mentre il futuro di Mr. Schumi è legato tutto a lui. Se deciderà, ancora una volta solo per soldi, di continuare a correre, il team della stella a tre punte sarà “costretto” a tenersi in squadra per il terzo anno consecutivo un ex campione del mondo, visto che molto difficilmente potrà ritoccare il suo palmares!

Ultima menzione per la Scuderia Lotus Renault. Dopo il grave incidente di Kubica, il Team dalle vetture nero-oro ha schierato Nick Heidfeld. Il tedesco ha raccolto punti preziosi ma in alcuni frangenti i vertici del Team non hanno affatto gradito il livello di competitività dimostrato dell’esperto pilota tedesco. Accanto a Petro l’anno prossimo ci potrebbe quindi essere il rientrante polacco ma se così non fosse la squadra si muoverà sul mercato. Lo dovrà fare un po’ in ritardo sui tempi e il rischio sarà quello di doversi poi accontentare! Vedremo cosa succedecerà, nel frattempo auguriamo ancora una volta a Kubica di potersi riprendere al meglio per poter essere al via l’anno prossimo.

Infine ancora una nota sulla Ferrari e sulla sua ostinata scelta di mantenere in squadra Felipe Massa. Dopo il mondiale perso all’”ultima cirva” nel 2008 e la sfortunata stagione 2009, il brasiliano ha dimostrato nel 2010 di soffrire oltre misura la convivenza con un pilota del calibro di Fernando Alonso e di non poter portare i punti necessari alla Ferrari per poter lottare per il mondiale costruttori. Lo abbiamo già più volte sottolineato come la mancata possibilità di lottare per il titolo costruttori e il terzo posto della Scuderia di Maranello lo scorso anno sono stati il risultato della pessima stagione del brasiliano che ha raccolto solo 144 punti, conntro i 252 dello spagnolo.

La “storia” va ripetendosi quest’anno dove forse il primo posto nel mondiale riservato ai costruttori non è un obiettivo realistico ma il secondo sì. Certo, a patto che il secondo pilota sia in grado di fare punti importanti al pari degli avversari diretti che si chiamano McLaren e nella fattispecie Hamilton e Button. Peccato però che anche quest’anno Massa abbia raccolto solo 52 punti contro i 112 di Alonso e i 109 di Hamilton e Button. Il risultato netto è che la Ferrari, tenendosi Massa nel 2010 ha sicuramente perso e molto probabilmente nel 2011 perderà almeno una posizione nel mondiale che più conta per un team, quello costruttori. Se fossi in Ferrari, visto che di numeri se ne intendono, qualche conticino comincerei a farlo, o no?

Scritto da: AG

 

{lang: 'it'}
Etichette (Tags): , , , , , , ,

11 Commenti

  1. Daccordisimo sul discorso Massa meno su quello Schumacher. A mio avviso Michael non ha bisogno dei soldi che gli da la Mercedes.
    Su Massa invece penso che la Ferrari si ostini a tenerlo per una questione puramente commerciale legata al mercato sudamericano per Fiat. Al contrario lo avrebbero già scaricato. Se solo penso che per l’arrivo di Alondo l’anno scorso è stato fatto fuori Raikkonen uno dei migliori piloti del momento, pagandogli un anno di stipendio contrattuale e quindi fior di quattrini, ed è stato tenuto Massa…..beh qualcosa vorrà pur dire.

    • ‘qualcosa vorra’ pur dire’… Sicuramente ma sta sicuro che la Ferrari non ha tenuto Massa per gli interessi legati al Brasile. A buon intenditor…

  2. sempre a criticare massa ma lasciatelo in pace dopotutto se la ferrrari non va non è colpa sua.

    • ..peccato che Alonso và!… mediamenr 1/2 secondo a giro, sia in qualifica che in gara,
      non è una ferrari anche quella dello spagnolo?
      ;-)

  3. Massa si sta lentamente riprendendo, e qualche sprazzo del vecchio Massa comincia a vedersi.
    La Ferrari è storia e non un’azienda mercenaria come altre. Avesse voluto cambiarlo avrebbe potuto farlo con chiunque altro, ma ha deciso di aspettarlo. E questo per me è un altro motivo per tifare Ferrari, bisogna saper vincere, ma anche saper perdere.
    Se poi le prestazioni di Felipe non vedranno una netta crescita durante l’anno, allora le strade si separeranno.

    • Anche perche’ se la velocita’ di ripresa di Massa e’ quella attuale ,la Ferrari dovrebbe aspettare 5 anni per avere un Massa quasi alla pari di un Button.
      La ferrari ha gia’ il problema di non indovinare la macchina fin dall’inizio campionato,dovendo rincorrere anno dopo anno,un Massa cosi’ non fa nient’altro che danneggiare la classifica costruttori della Ferrari,classifica oltretutto fondamentale per gli sponsor.

  4. Ho sempre dichiarato che Massa non mi piace e non mi è mai piaciuto: troppo emotivo, molto incostante e sfacciatamente contro il suo compagno di squadra, che non vuole assolutamente aiutare; maliziosamente mi viene da pensare che perda terreno apposta per non doversi impegnare per il compagno, che in genere è il suo primo e più acerrimo avversario.
    Prontissimo ad attaccare Alonso, è un esempio di signorilità e di cavalleria nel lasciar passare gli avversari, senza far loro perdere neppure un centesimo di secondo; sembra un doppiato serio e attento.
    Lo avrei mollato da almeno due anni e non capisco quale peso abbia lui o qualcun altro perché la Ferrari si ostini a dargli fiducia.
    Se ha problemi psicologici dopo l’incidente in Ungheria oppure se mal sopporta un compagno più forte, sarebbe bene che si trovasse un altro team, dove può fare, come Barrichello, la prima guida e mostrare tutta la sua capacità che non manca.
    Come pilota però non mi sembra al capolinea, come invece appare Schumacher o Barrichello, è veloce e può dire la sua, ma deve accettare di essere la seconda guida di un grande team, oppure andarsene, prima che lo mollino, in un team minore.
    Giuseppe

  5. … io è dal primo anno che è in ferrari che dico che non è un pilota da top team e che non mi piace per niente… vabbè…

  6. Felippeeeeeeee il bocchettone!!!!!!! GP Singapore 2008 che risate a crepa pelle!!!

  7. forza schumi

  8. Massa sta ancora li…e forse pure il prox anno a vedere Montezemolo quanto lo vuole! Eppure le cose sono 2: O Montezemolo è arrivato al capolinea pure lui, oppure ci sono interessi a parte brazil… anche che il figlio di J.todt è il manager di massa… fai un favore a me.. che io lo faccio a te…
    Oltretutto continuare a tenere li domenciali ormai dopo tutti questi anni ridicoli è follia. Forse è proprio arrivato il momento che Montezemolo VADA A CASA.