Questo sito contribuisce alla audience di

HOME PAGE

Il primo BLOG sulla Formula 1. Gratis per te: F1 news,
foto, video, piloti, team, classifiche, calendario e F1 Live.

Hamilton ammette: colpa mia l’incidente con Kobayashi

ham-kob

Qualche ora dopo la fine del Gran Premio del Belgio arrivano via twitter le parole di Lewis Hamilton che, con tanto di scuse al Team, ammette la proprio colpa relativamente all’incidente che lo ha visto protagonista con Kamui Kobayashi.

Le parole dell’inglese della McLaren chiudono definitavamente una vicenda che, per alcuni, aveva lasciato qualche dubbio di interpretazione!

Gp Belgio F1 2011: Programma | Foto | Orari TV | Prove Libere 1 e 2 | Prove Libere 3 | Griglia di Partenza | Ordine d’Arrivo |

Il primo messaggio di Hamilton, scritto nella tarda serata di ieri, recita così: “Dopo aver visto il replay, ho realizzato che è stato un mio errore al 100%. Non ho lasciato abbastanza spazio anche se pensavo di averlo già superato”.

Immagine 33

Il secondo tweet, con le scuse alla McLaren e al pilota giapponese, è il seguente: “Mi scuso con Kamui e con il mio team. La squadra merita il meglio da me. Saluti, Lewis”.

Immagine 32

IL VIDEO DELL’INCIDENTE

{lang: 'it'}
Etichette (Tags): , , , , ,

28 Commenti

  1. Bravo Lewis, viva la sincerità!

    • L’ammissione di colpa da parte di Hamilton, mette in evidenza la cecità ostentata da parte di chi le cose le vuole vedere solamente con gli occhi dell’assolutismo. Di chi vuole prevalere sull’opinione altrui ad ogni costo perchè abituato a non voler accettare il fatto che la perfezione è una virtù sconosciuta al genere umano.
      Nel post precedente, non ho aggiunto commenti perchè la discussione è cominciata da subito in modo deplorevole e dal solito personaggio, giustamente in seguito anche ufficialmente richiamato.
      Rivolgendomi alla redazione chiedo: «Non è meglio bannare autori di messaggi di questo tipo, rinunciando ad un’utenza poco ammirevole, anzicchè rinunciare ad un utenza pacata ed equilibrata, che schifata evita di postare»?
      Ritornando al post attuale, mi spiace sinceramente per Hamilton perchè potrebbe essere migliore di ciò che riesce a fare e potrebbe regalare alla F1 e anche a se stesso molto di più. Che dia spettacolo è vero, però, penso che in carriera conseguirà molto meno di quanto potrebbe effettivamente aggiudicarsi. Spreca più di quanto attinge. Regalerà molto allo spettacolo, ma molto meno a se stesso. Spreca continuamente il suo talento.

  2. Silenzio assordante da parte dei McLarenisti che fino a ieri sparavano a zero su tutto il mondo.
    Credo che alla fine un po’ di giustizia ci sia e dove non arriva l’uomo, arriva il fato.
    Giuseppe

  3. silenzio assordante un par de ciufoli…
    avevo fatto un lungo commento sull’altro post, ma non avendo messo il nome e la mail è andato perso (per la redazione, sistemate questo bug che è fastidiosissimo)

    Hamilton stava facendo la solita gara all’attacco, SPA è una pista per piloti VERI, l’unica PISTA degna veramente della F1. mi facevano ridere i cronisti rai che lo volevano penalizzato per le presunte irregolarità in prova (per aver passato DI FORZA chi lo ostacolava nel giro libero? o per esser “andato addosso” a Maldonato? poi si è visto chi aveva torto…)

    L’episodio in gara è stato un maledetto incidente che ha tolto un sicuro protagonista, Lewis faceva la SUA traiettoria, non ha chiuso nessuno, Koba dal canto suo non ha alzato il piede…purtroppo Hamilton non si è accorto che era li!

    Davvero peccato, avremmo visto un finale con le stelle!

  4. Largo, largo! Fatevi da parte! Arriva il Deus della macchina! Oops, toccatina? Andato fuori? Fa nulla, Mal…dannato che mi ingombri la pista.
    Quando arrivo io dovete scomparire dalla mia vista! Perchè io solo so attaccare e guidare da pazzo.
    Eccone un altro, un giap, ma lo faccio fuori sub… cosa? Mi ha toccato? Fuori sono andato io? Ma era solo colpa sua! Io non ho fatto niente! Solo la mia corsa divina.
    ……
    Va beh! Riguardando meglio, ehm, forse… forse l’ho chiuso troppo presto…. Mammaaaa!
    Pepenio

    • ah ah ah… sei il solito pagliaccio…

  5. Pepenio sei veramente un antisportivo! Hamilton ha ammesso sinceramente di aver sbagliato, ma tu cerchi ancora la polemica! Questo è un atteggiamento da tifoso di calcio…

    • Ma taci, se non capisci neppure un po’ di sano sfottò!
      Che c’entra la sportività con Hamilton che non sa neppure dove cercare la questa parola e a ben vedere neppure i cosiddetti “tifosi” di McLaren.
      Ho fatto una macchietta! Ho voluto immaginare un bambinello viziato che è stato scoperto con le mani nella marmellata! E non venite a dire che il buon Lewis non sia statostraviziato un po’ da tutti.
      Non ti è piaciuto? Sorry! Non sono un comico e neppure un cabarettista e non ho la pretesa di esserlo.
      Fatti una risata… se ti riesce.
      Pepenio :-)

      • ah ah ah… vedrai che la prossima volta ci mettiamo noi a fare dei sani sfottò sulla ferrari… tanto se non fa la cappella alonso si possono sempre sfottere massa e domenicali…

  6. Più che su twitter dovrebbe dirlo a tutti i suoi tifosi che sono disposti a difenderlo fino alle offese agli altrui tifosi, e comunque credo che lo abbia fatto solo per vigliaccheria, per pararsi su un’eventuale penalizzazione in vista del prossimo gp da parte della federazione, molto miope nei suoi confronti, secondo il mio parere, ma è sotto gli occhi di tutti che in 2 giorni ne ha fatte 2 macroscopiche senza parlare di tutte le altre che ha commesso da inizio campionato.

    F O R Z A F E R R A R I!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

    • Parole sante, Enzo. Non se ne può più delle performance da luna park del cioccolatino inglese.
      Ha enormi doti ma niente cervello; la storiella di Pepenio è perfetta. Rappresenta, a mio parere, quello che passa nella mente del campione: viziato, coccolato, immodesto e supponente e non credo che ormai possa imparare più.
      Come antipatia fa il paio con l’enfant prodige Jacques Villeneuve che sputa solo veleno, mentre l’inglesino fa il nesci e si para il sedere per il futuro.
      Non credo, neppure per sbaglio, ad un suo gesto di sportività.
      Giuseppe

  7. @ Pepenio

    Io non ho mai preso in giro Alonso quando ha commesso degli errori (e nemmeno tu visto che dai tuoi commenti emerge chiaramente che sei di parte). La prossima volta che esce Alonso, scrivi un bel commento il cui scopo è deriderlo, se sei coerente. Come detto dalla Redazione e da altri tifosi sportivi, siamo qui per parlare di F1. Purtroppo c’è sempre chi si diverte ad alimentare la polemica.

    • Sei troppo serioso, amico. Se una goliardata diventa motivo di polemiche accese e di commenti di questo genere, allora non ci siamo proprio.
      Personalmente sono critico con la Ferrari forse più di quanto non lo sia per la McLaren, della quale riconosco, sportivamente, l’attuale superiorità sulla mia preferita.
      Sfotto Hamilton perché è un grande pilota, forse il migliore come guida, ma viziato, arrogante e non cresciuto, e mi arrogo il diritto di criticare lui e chi mi pare difendendo le mie personali opinioni, così come tu difendi le tue.
      Divergiamo? No problem. Siamo in un consesso civile e tutto questo ci può stare.
      Stammi bene.
      Pepenio

    • si hai ragione non è bello deridere, ma davanti alla realtà sono i fatti che parlano, Hamilton da inizio campionato sembra che abbia il diritto di andare a finire addosso a tutti ed è uscito di scena 8 volte su 10 solo grazie a queste sue performance, e sinceramente visto che quest’ anno a parte qualche esploit, la FERRARI non è che mi stia regalando grande emozioni devo dire la verità che guardo i gp solo per Hamilton che mi fa divertire un sacco con le sue piroette.

      F O R Z A F E R R A R I!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

  8. ma dai..ora si è scusato per evitare la penalizzazione nel prossimo gp??forse alessio non era l’unico antisportivo in questo blog,ma i vostri commenti mettono in evidenza un vostro compartamento che differisce dal suo solo per termini più corretti..anche voi a mio avviso mostrate un accanimento per hamilton,ma forse è meglio che i tifosi ferraristi pensiamo alla ferrari..pensino ad alonso come alessio pensava ad hamilton e alla mclaren…beh ricordare che a”mala erba non muore mai”,bisognerebbe vedere quale è la buona e quale è la marcia…..

    • A pensar male non si sbaglia mai, al più si fa peccato (Giulio Andreotti) :-)

    • E qui che ti sbagli, io di certo no, ma su questo blog ho visto parecchi tifosi FERRARI essere critici col muretto con i piloti, per non parlare nei confronti del povero Massa, e di certo non difendono a spada tratta il team e piloti, a costo anche di offese come l’individuo che hai nominato, quando sbagliano.

    • guardate che kobayashi non ha perso un cavolo di niente proprio… l’alettone davanti e basta… ed è riuscito a finire la gara comunque… l’errore non è piu concesso? volete penalizzare ogni incidente e toccata? per poi lamentarvi che nessuno si rischia a sorpassare di nuovo? siete sempre e solo pronti a lamentarvi…

      che hamilton aveva sbagliato lo si è visto subito… non lo ha ammesso subito perchè si vede che doveva rivedere ancora la cosa da fuori con i replay vari… in cui si vede che ha decisamente sbagliato le misure e pensava di aver di avere qualche metro in piu su koba e allora potesse tornare sulla traiettoria migliore… tutto li…

      inutile tutto questo vostro teatrino…

  9. @ Pepenio

    Il fatto che tu sia stato critico con la Ferrari non lo metto in discussione, ma c’è una bella differenza tra sfottere e criticare. La critica può anche essere costruttiva, invece la presa per i fondelli ha il solo scopo di sminuire la persona in questione. Siamo in un paese civile e democratico, quindi ognuno può esprimere la propria opinione, ma sempre nel rispetto degli altri.

    Ciao Pepenio ;)

  10. Suvvia un pò d’ironia ci sta tutta dai :-)

    Anche perchè penso che in fondo solo ironia può essere e come tale rappresenta una parte distorta della realtà.

    Per quanto mi riguarda, indipendentemente dai risultati che consegue (d’altronde sono eventualmente un problema suo), in ogni gp riesce a regalarmi delle splendide emozioni.

    Hamilton è uno che:
    - a gomme finite cerca comunque di andare più veloce degli altri
    - non importa se lì è difficile il sorpasso, proviamoci (con rischi annessi)
    - non è un calcolatore, ma emotivamente portato a dare di più
    - non è furbo, perchè avrebbe raccolto molto di più se lo fosse stato
    - non esistono circuiti dove non è possibile superare, un punto lo troviamo
    - nel suo essere forse arrogante, si spende per lo spettacolo rimettendoci (purtroppo tavolta non solo lui)

    Viziato??? non ci sono reali esempi per poterlo dire. Button non credo possa rinfacciargli qualcosa a suo favore da parte della McLaren, non mi sebra vengano riservati trattamenti diversi e quando sono uno appresso all’altro non si risparmiano affatto, e solo in una circostanza ho sentito il muretto (allibito dai rischi che entrambi prendevano) dire ok vi siete divertiti abbastanza.

    • quindi non dovrebbe correre nella formula 1 attuale mette in pista troppi rischi a scapito degli altri

    • O che cuore sensibile che hai Enzo

    • Lasciami cambiare un po il tuo commentino:

      Hamilton è L’UNICO che HA I SEGUENTI PREGI:
      - a gomme finite cerca di andare più veloce degli altri
      - non importa se lì è difficile il sorpasso, proviamoci (con rischi annessi)
      - è emotivamente portato a dare di più
      - non è furbo, ma visto che è l’unico a girare come dovrebbe fare un pilota non conta piu la furbizia ma la sua grande audacia sfoderata in ogni gp; i risultati son già arrivati e ne arriveranno ancora ( gli ultimi tre anni è/era impossibile fino ad arrivare al mondiale che lui ha vinto e l’altro che lui meritava ma ha perso grazie ad un grande compagno di squadra con cui ha condiviso la seconda posizione a fine mondiale…)
      - non esistono circuiti dove non è possibile superare, un punto lo troviamo SEMPRE
      - di certo non per arroganza ma per l’emotività sopra citata, si spende per lo cercare di vincere rimettendoci (purtroppo tavolta non solo lui) ma dando SEMPRE un gran spettacolo sia che vince che perda.

  11. Dopo il post dell’ironia vediamo di dare una interpretazione al principale argomento “l’incidente”, non prima però di ever espresso una considerazione sull’articolo che apre questa discussione.

    Sopra trovo scritto:

    “Le parole dell’inglese della McLaren chiudono definitavamente una vicenda che, per alcuni, aveva lasciato qualche dubbio….”

    be le due parole “per alcuni” lasciano il tempo che trovano. Che significato si voleva dare inserendo queste parole?

    Si voleva dare dello scemo o incompetente a qualcuno, oppure si è convinti di essere talmente superiori di riuscire ogni volta a dare la giusta interpretazione?

    Se qualcuno cortesemente mi spiega il significato, ne sarie grata.

    Guardando il video, onestamente non trovo questa colpa al 100%, come è stato messo in evidenza nell’articolo (anche quì, scusate ma ritengo questo rafforzativo di basso livello, quasi al voler mettere in evidenza che solo l’autore del testo riesce a vedere il giusto.

    Ritornando al video; al secondo 0,29 è possiblile chiaramente vedere che Hamilton si porta sulla sinistra, limitando di fatto la spazio a kobayashi. Per chi magari è più esperto di guida sportiva di me però, non potrà non osservare che la successiva chicane presenta una prima curva piuttosto marcata a destra, prendendola a forte velocità stando sulla destra inevitabilmente ti porta fuori.

    Per capire meglio osservate al secondo 0,8 come il pilota della Force India (vettura dietro) rimane quasi sul cordolo di sinistra per affrontarla al meglio. Potrete inoltre fare il raffronto con la posizione di Kobayashi durante l’impatto e noterete che è adirittura leggermente più a destra.

    C’è un altro elemento che credo valga ancora in F1, prima di una curva chi si trova dietro deve rallentare, se non lo fa e va tutto bene ok, se c’è un contatto e a lui normalmente che viene attribuita le responsabilità.

    Io considero questo un semplice incidente di gara, non vedo particolari colpe dei piloti

    pertanto mi spiace mister so tutto, ma dopo aver rivisto il video, mi schiero tra coloro che avevano dubbi e che a parer mio rimangono, indipendentemente dalla dichiarazioni di Hamilton.

    • Per corettezza ritiro la seconda critica a dove viene indicato il 100%, perchè di fatto ho verificato sono solo state riportate le testuali parole di Hamilton scritte su Twitter

      “After watching the replay, I realize it was my fault today 100%. I didn’t give Kobayashi enough room though I thought in was past.”

      quindi su questo punto chiederò a lui cosa intendesse dire.

      • Sonia dice > [...] le due parole “per alcuni” lasciano il tempo che trovano. Che significato si voleva dare inserendo queste parole?

        Si voleva dare dello scemo o incompetente a qualcuno, oppure si è convinti di essere talmente superiori di riuscire ogni volta a dare la giusta interpretazione? [...]

        Ciao Sonia. In effetti alcuni erano in dubbio sulla responsabilità di Hamilton come causa dell’incidente. La dichiarazione di Hamilton, quindi ha sciolto questo nodo, riconoscendosi unico responsabile.
        Non si tratta di essere superiori nel dare certe interpretazioni, che poi interpretazioni non sono, in quanto le immagini fugano qualsiasi dubbio sulla responsabilità del pilota della McLaren. Chi lo voleva incolpevole, sbagliava. Sarà per incompetenza? Sarà perchè se si è solo tifosi e non sportivi, si chiudono gli occhi e si nega l’evidenza? Chissà! Io concordo con l’articolo del post.
        Certo che Hamilton ha smentito alcuni suoi fans che invece gli negavano precedentemente ogni responsabilità.
        Sarà quindi Hamilton ad essere poco competente nel giudicare la sua manovra come errata, in uno sport in cui ha elevata competenza, in quanto pilota, oppure saranno poco competenti alcuni tifosi che vedevano tale manovra come corretta? ;)

  12. Bello vedere una donna/ragazza appassionata di F1, è molto raro. :)

  13. brava sonia..i dubbi rimangono e ripeto a mio avviso le scuse di hamilton non sono del tutto sentite…ma ha fatto bene a farlo visto che è perseguitato dai commisari sia quando sbaglia che quando non sbaglia..ha sbagliato tnt volte ed è stato punito,ogni volta che c’è un caso dubbio viene colpevolizzato..avrà detto fra se e se”fammi dire di aver sbagliato se no a monza mi fanno partire 10posizioni indietro”,mi fanno lavare il circuito,portare a spasso massa,fare lezioni di tattica a domenicali,insegnare ad alonso a guidare in condizioni estreme..x evitare ttt queste penalità avrà ammesso di aver sbagliato,ma come qualunque persona con la facoltà di pensare e di vedere rimangono MOLTI MA MOLTI DUBBI…