Questo sito contribuisce alla audience di

HOME PAGE

Il primo BLOG sulla Formula 1. Gratis per te: F1 news,
foto, video, piloti, team, classifiche, calendario e F1 Live.

Alonso vs Massa, analisi giro per giro a Monza

110014_ita

A distanza di qualche giorno dal Gran Premio d’Italia a Monza, ritorniamo sulla gara proponendovi un confronto, giro per giro, tra Fernando Alonso e Felipe Massa.

Nel nostro articolo post gara, abbiamo esaltato la prestazione dello spagnolo e criticato invece la gara del brasiliano che, sul passo gara, si è dimostrato ancora una volta inferiore al compagno. E, dal confronto puntuale dei tempi sul giro si evince come Alonso abbia realizzato ben 31 giri con tempi migliori rispetto a Massa, mentre quest’ultimo solo 12.

Sempre dalla tabella dei tempi che qui sotto riportiamo, si evince come Alonso abbia fatto la differenza soprattutto nella parte centrale della gare, dal 23° al 32° giro mentre la metà dei giri più veoci di Massa siano stati realizzati nel finale di gara con Alonso che aveva già accumulato parecchi giri con le dure, mentre il brasiliano molti meno.

Massa dunque nulla può contro la forza e la costanza di Alonso sul ritmo di gara e il Gp di Monza è stata l’ennesima riprova di questo fatto. La classifica piloti poi parla molto chiaro con Alonso 2° e 172 punti, mentre Massa è solo con 82 punti!

N.  ALONSO 	MASSA 
1 14:05:28      14:05:30
2 2:21.991      2:22.830
3 2:19.393 	2:18.003
4 1:30.838      1:31.224
5 1:31.504 	1:39.625
6 1:31.393      1:31.793
7 1:29.578      1:31.284
8 1:29.256      1:29.787
9 1:29.296      1:29.750
10 1:29.224 	1:29.208
11 1:29.450     1:30.346
12 1:29.305 	1:29.228
13 1:29.054     1:29.372
14 1:29.072     1:29.124
15 1:29.291 	1:29.277
16 1:29.355     1:29.720
17 1:29.125     1:29.906
18 1:29.180     1:29.361
19 1:32.944 	1:29.670 	Pit Stop Alonso
20 1:47.383 	1:30.116
21 1:28.559 	1:33.483 	Pit Stop Massa
22 1:28.288 	1:47.727
23 1:28.254     1:29.082
24 1:28.134     1:29.011
25 1:28.068     1:28.566
26 1:27.972     1:28.398
27 1:27.981     1:28.341
28 1:27.763     1:28.128
29 1:27.959     1:28.067
30 1:27.414     1:28.429
31 1:27.369     1:28.047
32 1:27.646     1:27.893
33 1:28.186 	1:27.814
34 1:31.064 	1:28.102 	Pit Stop Alonso
35 1:46.375 	1:27.984
36 1:29.335 	1:27.770
37 1:27.465     1:27.719
38 1:27.447     1:27.666
39 1:27.600     1:27.815
40 1:27.406     1:27.607
41 1:27.243 	1:31.331 	Pit Stop Massa
42 1:27.236 	1:46.434
43 1:27.650 	1:27.620
44 1:27.840 	1:27.840
45 1:27.227     1:27.591
46 1:27.352     1:27.512
47 1:27.444 	1:27.327
48 1:27.232 	1:27.193
49 1:27.990 	1:27.418
50 1:27.191     1:27.423
51 1:27.529 	1:27.402
52 1:27.243     1:27.532
53 1:27.403	1:26.924

{lang: 'it'}
Etichette (Tags): , , , , , , ,

12 Commenti

  1. Direi che qui c’è ben poco da commentare che a parita di macchina Alonso fosse nettamente migliore di Massa, credo che ormai, lo sapevano tutti.
    ..però c’è da dire una cosa, Massa dopo l’incidente non è più stato lo stesso, ha avuto un calo evidente nelle prestazioni, a me personalmente quando la Ferrari se lo prese, fui contento in quanto con la Sauber si era comportato bene, racimolando in 3 anni una quarantina di punti prezziosissimi per una scuderia come la Sauber, nei successivi anni in Ferrari arrivo terzo a fine campionato 2006, quarto a fine campionato 2007 e secondo a fine campionato 2008 posizioni di tutto rispetto… poi l’incidente e l’oblio….

    • sono d’accordo..

  2. Va bene tutto, ma se mettete che Alonso è stato più veloce di Massa dietro la Safety Car siete un pochino ridicoli…e avete preso in considerazione pure il giro in cui massa è stato speronato da Webber, la gara di Massa non si può criticare, senza il tamponamento ricevuto avrebbe preso al massimo una decina di secondi da Alonso, bah…

  3. massa? un buon secondo da sempre …

  4. Ecco un altro esempio del fatto che alonso si sia salvato dalla beffa imminente di hamilton sul finale solo grazie a schumy… non di certo per merito suo…

    • Giusto.. ma così son le gare a volte giuste a volte ingiuste, dipende dai punti di vista.
      Io penso sia anche merito suo che ha dato il massimo che poteva dare per cercare di ottenere il massimo da quella situazione.
      Sicuramente Lewis poteva ottenere di più!

    • Acuta osservazione, come al solito, condita con i soliti “se” e i soliti “ma”, ma nelle gare succede di tutto.

      Succede che Alonso perda un mondiale all’ultima gara in processione dietro Petrov & C, succede che il “grande” Hamilton resti impantanato dietro una “schiappa” come Schumacher.

      Succede.
      Noi stiamo ancora mangiando cavoli amari per l’anno scorso.
      Giuseppe

  5. Massa che proprio con 1.26.924 ha fatto un tempo migliore di quello di Alonso. Ma non ha, purtroppo, la costanza di campioni come Alonso, Vettel o naturalmente del miglior Schumacher, che martellava anche lui 20/30 giri di seguito a ritmo da qualifica.

  6. Niente di nuovo, si scopre anche dai numeri quello che si sapeva già: Alonso è più costante di Massa.
    Purtroppo il confronto del Massa attuale con quello di qualche anno fa non regge per tanti motivi:
    1) l’incidente, non sappiamo quanto possa aver influito, anche a livello psicologico
    2) forse anche la paternità: Enzo Ferrari parlava di parabola discendente del pilota, non per niente anche Alonso o Raikkonen sono sposati da anni ma non hanno ancora figlio… L’unico che si è dimostrato immune è stato Schumacher, che ha reso al meglio anche (e soprattutto) dopo l’arrivo dei suoi “eredi”
    3) le qualifiche sono diverse: prima si partiva col carico di benzina, e spesso Massa ne aveva meno di Raikkonen e gli partiva avanti, magari anche per questo. A parità di peso, rimane intrappolato nel traffico e non ne esce
    4) Massa non è un pilota capace di adattarsi ai mutamenti della pista/della gara: se si esclude Interlagos 2008, è sempre andato nel pallone appena cambiava qualcosa. Il Mondiale 2008 è poco indicativo, infatti i punti li ha ottenuti tutti o quasi in condizioni perfette, partendo avanti. A Singapore è rimasto intrappolato dietro la Force India, a Spa ha vinto per grazia ricevuta, a Monaco e Monza ha raccolto meno di quanto avrebbe potuto, e altri esempi possono essere fatti per il 2007 (Nurburgring, Shangai)
    Non c’è davvero paragone tra Alonso e Massa (e lo dico pur non nutrendo affatto simpatie per lo spagnolo)

  7. che schifo le fErrarri! FORZA RED BULL!

  8. Per poter raggiungere la vittoria velocemente si può puntare su di un Pilota bravo o presunto tale,oppure su tecnici capaci, i quali senza mezzi termini e l’intervento dei leggendari Piloti collaudatori mettono a disposizione vetture capaci di vincere
    (vedi Red Bull).
    Nel caso si punti sul pilota si corre il rischio di creare una vettura su misura e troppo personalizzata,cosa che secondo me è successa in Ferrari ai tempi di M.S. ed erroneamente cercano di ripeterla ora con F.A..
    La prova provata là si vede guardando i risultati dei “secondi Piloti” che guidando una vettura poco adatta o adattabile non riescono mai a trovare le giuste regolazioni.
    L’eccezione,naturalmente,esiste e sarebbe quella che per puro caso o volutamente cercata i due piloti abbiano le stesse caratteristiche,esigenze o stile di guida,cosa non facile.
    Quindi,parlando delle prestazioni di F.M.,considerando le possibili conseguenze derivate dall’incidente,le si dovrebbero valutare tenendo presente che guida una vettura non perfettamente adeguata alle sue esigenze.
    Il tutto poi viene peggiorato dal momento difficile che sta vivendo la squadra corse Ferrari.
    Sempre e perche tutti i Piloti presenti in F1 non sono dei “tassinari”(come leggo,scritto)
    Felipe Massa merita un grosso complimento.

    • Sono d’accordo sul fatto che non ci sono “tassinari”, a parte proprio qualcuno.