Questo sito contribuisce alla audience di

HOME PAGE

Il primo BLOG sulla Formula 1. Gratis per te: F1 news,
foto, video, piloti, team, classifiche, calendario e F1 Live.

Lotus Renault, stagione da dimenticare ma nel mirino c’è Raikkonen

Copyright: Andrew Ferraro / LAT Photographic

Copyright: Andrew Ferraro / LAT Photographic

A inizio anno, la Lotus Renault si era presentata con tutte le carte in regola per disputare un’ottima stagione. Una monoposto ben progettata, una soluzione “originale” per gli scarichi, un team ben rodato con una prima guida velocissima, Robert Kubica e una seconda guida in crescita e con la valigia, Vitaly Petrov.

Il pilota polacco aveva ottenuto anche il miglior tempo in una sessione di test invernali a Valencia a inizio febbraio.

Qualche giorno dopo però il terribile schianto al Rally di Andora. Kubica perde il controllo della sua Skoda Fabia e riporta gravissimi traumi agli arti inferiori e superiori. Per lui la stagione è finita e la Lotus Renault è costretta ad ingaggiare Nick Heidfeld.

Il veterano tedesco sale sulla monoposto giallo-oro e si trova subito a suo agio, sia nei test che nelle sessioni di prove. Anche in gara, la monoposto risponde bene, tanto che nei primi due appuntamenti mondiali prima Petrov e poi Heidfeld salgono sul podio. Il russo è terzo nella gara di esordio, il tedesco conquista 15 punti in Malesia.

Fino all’estate la Lotus Renault conquista punti mondiali ad ogni appuntamento, fino ad arrivare a 66 punti dopo il Gp di Germania di fine luglio. Poi il buio. Iniziano i primi dissapori tra i vertici del Team e Nick Heidfeld, reo di un rendimento non all’altezza delle aspettative.

La verità era però un’altra. Il Team aveva deciso di non portare avanti sviluppi importanti sulla monoposto 2011 e aveva valutato inoltre che, con i punti di vantaggio che avevano accumulato sui diretti avversari, il quinto posto nel mondiale costruttori era ormai assicurato. Sauber (35), Force India (20), Toro Rosso (17) non facevano paura e la scelta dei dirigenti del Team è andata nella direzione di risparmiare da una lato sugli sviluppi e nell’aumentare le entrate dall’altra con l’ingaggio di Bruno Senna che ha portato in dote diversi sponsor e milioni di dollari.

Da quel momento la Lotus Renault ha raccolto solo sei punti in otto Gran Premi, quattro con Petrov e due con Senna. Gli obiettivi però sono stati raggiunti: saving da una lato sui costi deglli sviluppi (bloccati) e nuove entrate grazie al brasiliano con la valigia!

E l’anno prossimo? Renault farà un passo indietro e il team si chiamerà definitivamente Lotus. Il progetto della nuova monoposto è cominciato però con largo anticipo e, vista la creatività dei progettisti dimostrata anche per la monoposto di quest’anno, potrebbe essere la sorpresa in positivo del 2012.

Ma sul fronte piloti? Robert Kubica non sembra ancora in grado di tornare in pista. nonostante le notizie su un suo possibile rientro nel 2012, le chance di vederlo in pista e competitivo sono sempre meno certe. La coppia Petrov-Senna non è all’altezza. Uno dei due farà sicuramente spazio a Romain Grosjean che ritornerà il prossimo anno in Formula 1. E al suo fianco ci potrebbe essere Kimi Raikkonen, come anticipato qualche settimana fa proprio da CircusF1 e come confermato nei giorni scorsi da Eric Boullier, Team Principal della scuderia.

{lang: 'it'}
Etichette (Tags): , , , , ,

4 Commenti

  1. Non capirò mai perchè Heidfeld sia stato cacciato dalla Lotus-Renault. Quando l’hanno mandato via, era ben davanti al compagno di squadra. Purtroppo Nick è stato spesso sottovalutato, e così è successo anche quest’anno…

    • Il motivo sono i soldi, quelli che ha assicurato Senna con gli sponsor che ha portato! Facile, no?

  2. Purtroppo è così…

Trackbacks

  1. Lotus Renault, stagione da dimenticare ma nel mirino c’è Raikkonen | Blog Sport