Questo sito contribuisce alla audience di

HOME PAGE

Il primo BLOG sulla Formula 1. Gratis per te: F1 news,
foto, video, piloti, team, classifiche, calendario e F1 Live.

Ferrari critica l’attuale F1 e lascia la FOTA

110077_cor

La Ferrari ha comunicato al Presidente Martin Whitmarsh la propria uscita dalla FOTA, l’associazione che riunisce le squadre partecipanti al Campionato del Mondo di Formula 1.

Si apre così il comunicato con il quale la Scuderia di Maranello ha fatto sapere oggi agli altri Team la sua decisione. La nota stampa però non si ferma qui e anzi ribatte con estrema precisione e puntiglio tutti i motivi che hanno spinto la Ferrari a lasciare e per i quali la stessa Ferrari è pronta a lasciare la Formula 1, come detto più volte anche dal Presidente Montezemolo.

Nel comunicato si enfatizza il tema della riduzione dei costi: “Alcuni dei maggiori successi ottenuti in questi anni dall’associazione delle squadre, anche in collaborazione con la FIA, sono stati ottenuti in termini di riduzione dei costi, il che ha portato significativi benefici per tutti, grandi e piccoli team. La Ferrari è stata in prima fila su questo fronte ancor prima della nascita della FOTA e intende rimanerci per assicurare la sostenibilità dello sport a lungo termine. Ora però si rende necessario imprimere una nuova accelerazione perché la spinta propulsiva della FOTA si è ormai esaurita, nonostante il lavoro svolto dall’attuale Presidente, Martin Whitmarsh, sia stato eccellente, sempre rivolto a trovare un punto di accordo fra le diverse posizioni in modo da raggiungere il bene comune”.

Il riferimento ai Costruttori che non avrebbe rispettato i patti si può leggere tra le righe, anche se non esplicitamente scritto. Il Team neo Campione del Mondo non viene citato ma sappiamo a chi ci si riferisce quando, scorrendo il comunicato di legge “La Ferrari continuerà a lavorare insieme alle altre squadre per rendere più efficace ed efficiente l’attuale accordo sul controllo dei costi, denominato RRA (Resource Restriction Agreement), per modificarlo e renderlo più stringente su determinati aspetti come l’aerodinamica, per riequilibrarlo su altri, come i test, e per allargarlo anche ad aree che non sono attualmente coperte, come il motore”.

In queste parole c’è anche un chiaro riferimento al messaggio del Presidente Montezemolo che, non più di qualche settimana fa, ha di nuovo parlato di limitare l’aerodinamica, di reintrodurre i test e di limitazione dei costi.

E infine la Ferrari ha voluto lanciare un messaggio, forse un po’ troppo smorzato nei toni ma chiarissimo. In sintesi si è voluto ribadire ancora una volta la possibilità di lasciare la F1 se le cose non dovessero cambiare. Sempre nella nota si legge: “La Formula 1 sta attraversando, come tutto il mondo del resto, una fase molto delicata. La volontà della Ferrari è di lavorare insieme a tutte le parti in causa per il futuro di uno sport che rappresenti la massima espressione tecnologica dell’automobilismo sportivo. Dobbiamo tornare a far sì che la Formula 1 ad essere davvero una palestra per la ricerca tecnologica avanzata per trasferirne i risultati sulle vetture Granturismo. E poi non dobbiamo dimenticarci che questo sport deve diventare più fruibile e più vicino al pubblico e, inoltre, non può rimanere l’unico sport professionistico dove sia praticamente impossibile allenarsi : bisogna aumentare il numero dei giorni di prove private sia per permettere ai piloti, soprattutto ai giovani che devono fare esperienza, e alle squadre – un’adeguata preparazione, sia per offrire più occasioni di contatto con gli spettatori e con gli sponsor”.

A nostro avviso, più che la decisione di lasciare la FOTA, la Ferrari ha voluto dare l’ennesimo messaggio ai vertici della FIA e della Formula 1: o si cambia o la Ferrari presto non sarà più in Formula 1. E a Maranello intanto si è già avviato un gruppo di lavoro per studiare un piano di uscita dalla F1 e di impegno in diverse altre “categorie”…

Scritto da: GA

{lang: 'it'}
Etichette (Tags): , , , , , , ,

22 Commenti

  1. Ci azzecca.

  2. Ok, la Ferrari abbandona. In fondo fa parte della vita : si nasce, si é giovani, si matura, si invecchia e si muore. Evidentemente la Rossa é in una fase decadente e non sa o non ha più voglia di cimentarsi con la ricerca automobilistica attuale in cui l’aerodinamica rappresenta il nuovo motore, ecologico, visto che si serve dell’aria per spingere. La Ferrari in fondo confessa che saprebbe fare macchine, solo che appartengono ad un’altra epoca, quella di un secolo fa.

    • Greg dice:> Evidentemente la Rossa é in una fase decadente e non sa o non ha più voglia di cimentarsi con la ricerca automobilistica attuale in cui l’aerodinamica rappresenta il nuovo motore, ecologico, visto che si serve dell’aria per spingere.

      Guarda Greg che la Ferrari, eventualmente ciò ti sia sfuggito, realizza Auto gran turismo non barche a vela!!!
      Ma che stai a dire. Macchine che appartengono ad un’altra epoca? Ascoltami vai a dormire che c’hai sonno.

    • la ferrari ha fatto benissimo perchè solo così può tornare ad avere il prestigio e la forza politica di una volta… non possiamo lasciare la formula uno nelle mani di un vecchietto che non sa nemmeno come è fatto un motore e che pensa più a favorire i piloti che a far rispettare le regole. E non è per niente vero che le macchine della ferrari appartengono ad un secolo fa dato che l’unica gara della della stagione disputata seguendo le regole (dettate dalla fia e non dalla ferrari) è stata vinta dalla ferrari ciò significa che la ferrari è ancora la migliore scuderia di tutta la formula uno e non mi importa niente di chi voi impropriamente chiamate o proclamate campione del mondo perchè ha vinto infrangendo le regole fondamentali dello sviluppo della macchina… l’unica colpa che può essere data alla ferrari e di non essere riuscita a far rispettare regole che già c’erano e che volutamente sono state ignorate…

    • GREG, PUOI DARCI IL CELLULARE DEL TUO SPACCIATORE SEMBRA AVERE DELLA ROBA POTENTISSIMA!!!

      OPPURE VAI A FARTI VEDERE….DA UNO BRAVO PERò!!!

    • si di fatti ha vinto solo cinque titoli mondiali piloti con schumacher di fila qundo c’era elettronica e aerodinamica libera!!!!!!!!!!!! si vede che secondo greg l’elettronica è roba di altri tempi!!!!!!!!!!!!!

  3. Non credo affatto che la Ferrari non voglia cimentarsi nella ricerca automobilistica, anzi, è proprio perchè vorrebberi cimentarsi in tutti gli aspetti della macchina, e non solo sull’aerodinamica, che Montezemolo si è lamentato…
    Se si vuole gareggiare solo sull’aerodinamica ci sono le gare con gli aerei…
    Montezemolo contesta il fatto che la F1 dovrebbe servire per sviluppare tecnologie da portare poi sulle macchine di serie, ma se il 90% delle prestazioni di una macchina è legata all’arodinamica gareggiare in F1 diventa inutile, visto che l’aerodinamica di una F1 difficilmente si può utilizzare su un auto di serie… a meno di non metterci tutti a girare per strada con monoposto simili a quelle di F1…
    …sai che casino per strada, con i vecchiotti che nelle curve vanno dritto perchè andavano troppo piano e gli è venuta a mancare la deportanza necessaria a dare aderenza alla macchina… :P
    A questo punto meglio la Le Mans Series, in cui gli elementi che compongono la qualità della macchina sono molteplici rispetto alla F1, e non legati alla sola aerodinamica.

  4. Ok, la Ferrari abbandona. In fondo fa parte della vita : si nasce, si é giovani, si matura, si invecchia e si muore. Evidentemente la Rossa é in una fase decadente e non sa o non ha più voglia di cimentarsi con la ricerca automobilistica attuale in cui l’aerodinamica rappresenta il nuovo motore, ecologico, visto che si serve dell’aria per spingere. La Ferrari in fondo confessa che saprebbe fare macchine, solo che appartengono ad un’altra epoca, quella di un secolo fa.

    • A parte il copiare lo stesso commento che mi sa di “trolleggiare”, ma a quale altra epoca ti riferisci?!?! Quella dove Schumacher vinse 5 e dico CINQUE mondiali consecutivi grazie alla fantastica macchina (e alla sua fantastica AERODINAMICA) che aveva sotto il didietro??

      Non sembra che tu ne capisca molto di Formula1, forse saresti più a tuo agio in un blog sull’America’s Cup o un blog di aeronautica militare. La Formula1 da linfa ai marchi produttori di granturismo e non solo; non ti credere che certe innovazioni che abbiamo ora, nelle macchine che percorrono le strade di tutti i giorni, non siano venute dalla Formula1, Nuove idee, sviluppo tecnologico, e sostenibilità economica.

      E vai un pò a guardare la sezione Granturismo del sito della Ferrari…strano che siano macchine di un’altra epoca, dato che continuano tutt’oggi ad essere premiate e ad essere un esempio per tutti gli altri costruttori di Granturismo.

    • Hai scritto: “[...]la ricerca automobilistica attuale in cui l’aerodinamica rappresenta il nuovo motore, ecologico, visto che si serve dell’aria per spingere.[...]“.
      La voglio anch’io un auto che va ad aria!
      Bedagì va…

  5. … Povero Monteprezzemolo… non gli han dato il giocattolino che si è messo a sbattere i piedi per terra e dire vaccate del tipo “o si fa così o io esco”??? … adesso ci toccherà a sorbirci altri mille commenti tutte le volte che aprirà bocca per fare il bastiancontrario su decisioni prese dalla FOTA che andranno giustamente a prevalere sulle decisioni della Ferrari… è l’inizio della fine veramente questo… anche se parla come se l’avesse fatto a buoni propositi avrà sicuramente acceso degli asti all’interno del mondo F1 che portano e porteranno solo cose negative… Secondo me adesso ci toccherà a subire una sorta di “Beautiful F1″ che sarà da spararsi in testa…

    Ok che la Ferrari ha fatto la storia e si merita dei privilegi e sicuramente va ascoltata con orecchie attente… però dai… queste cose son piuttosto ridicole a parer mio… poi per carità… se voleva farsi sentire ora si è fatto sentire parecchio… io se fossi ecclestone cercherei di smontare l’immagine della ferrari il piu possibile… tipo tenendo conferenze stampa provocatorie tipo ” Non credo che la F1 cambierà senza Ferrari, in fondo è il team storico, quello che puo contare il maggior numero di presenze in F1… Ma la F1 non è Ferrari… La Ferrari come ogni altro Team ha potuto, può e potrà sempre decidere di gareggiare o no in F1… Comunque la F1 andrà avanti… Se poi la Ferrari vorrà togliersi dalla competizione faccia come vuole… Lei perderà questo primato, la F1 perderà un grande Team e sicuramente una parte del pubblico affezionata ad essa… Ma il tema non cambia… The show will go on!”

    • Max Steel dice:> [...] La Ferrari come ogni altro Team ha potuto, può e potrà sempre decidere di gareggiare o no in F1… Comunque la F1 andrà avanti… [...]

      Max. La F1 non andrà avanti comunque.
      La F1 in realtà stà già andando indietro, e da un pezzo.
      Se segui seriamente e realmente la F1 dovresti sapere anche il perché e probabilmente, da appassionato di motori, dovresti anche condividere questa ragione.
      Inoltre, se la Ferrari uscisse fuori, crollerebbero i 3/4 dell’impero di Ecclestone. I team che resterebbero non potrebbero garantire effettiva continuità a questa formula. Anche tu, smetteresti forse di seguirla, perchè priva di interesse, o forse, continueresti a guardarla, perchè prima o poi, la McLaren la farebbe da padrona, ma che sfizio ci sarebbe seguire la lezione senza i primi della classe. E poi, in realtà, prima ancora che tu ti scocciassi di seguirla, toglierebbero la diretta televisiva dai palinsesti, in quanto non più ambita per scarsità di pubblico, ed al posto di essa, ti piazzerebbero un bel talk show domenicale.
      Ecclestone perderebbe la vendita del suo prodotto. Credo gli brucierebbe parecchio. Vivi di favole se credi che tutto andrebbe avanti regolarmente.
      Se la Ferrari esce fuori, smetteremo anche di beccarci in questo posto Max, e forse chissà, anche per questo motivo, a te farebbe piacere.

      • penso proprio che la rai non comprerebbe i diritti televisivi in assenza delle Ferrari… il pubblico italiano (e non) vuole vedere la ferrari… non certo la HRT

      • Beh non credo che la Ferrari ne uscirebbe con dei guadagni da un azione cosi stupida… Certo la F1 perderebbe tanti ascolti, ma non di certo 3/4… e laFerrari quanta visibilità mondiale perderebbe? Quanti soldoni? …Se poi in Italia non viene piu trasmessa la F1 no problem… Siamo nel 2011, c’è internet e si vede tutto lo stesso… tiferemo sempre McLaren…

        Secondo me la vedete un po troppo dal punto di vista “italiano” della cosa… Se la F1 perde la Ferrari è una tragedia per l’Italia… ma non è che tutto il mondo tifa Ferrari… certo è la scuderia piu amata… ma non credo in questa dipendenza della F1 dalla Ferrari…

        Anche perchè ci sono tantissimi team storici che sono andati e tornati… tutti bene o male… e non ci vedrei nulla di male se lo facesse anche la Ferrari per questo o quel motivo… Certamente la Ferrari tiene su un sacco di ascolti… però deve essere libera di decidere… come la F1 puo benissimo continuare senza di essa… Se no a sto punto che vada veramente a costruirsi una “formula” a sè… mi piacerebbe proprio vedere come andrebbe a finire… La Ferrari si troverebbe nella stessa schifosa situazione del giorno d’oggi anche se riuscisse a fare un campionato affermato…

        La soluzione di ogni problema la si trova cercando una soluzione, non gridando “io mollo”… è come se in una ditta dicessero “è meglio il fallimento della nostra azienda” per arrendersi e ricominciare con un lavoro più retribuito in un altra azienda anonima… è come un immigrato che invece che combattere per risolvere i problemi del proprio paese si arrende e va a vivere in un altro messo meglio in tutta tranquillità… è come un artista che invece che cercare di esprimere cose nuove si rifà sulle stesse idee bislacche vecchie trite e ritrite per far piu soldi… CIOè… Vogliamo essere proprio cosi perdenti? Dove sono finite la dignità e il carattere nel 2011? Vogliamo proprio essere tutti dei viziati senza spina dorsale che piangono ad ogni avversità, pronti a rinunciare al proprio nome, pronti a rinunciare a tutto perchè il lavoro si complica?

        X Flight: “Se la Ferrari esce fuori, smetteremo anche di beccarci in questo posto Max, e forse chissà, anche per questo motivo, a te farebbe piacere.”
        —>Se non mi piacesse questo forum non verrei a scriverci anche a campionato finito! ah ah ah….<—

    • @MaxSteel

      “Siamo nel 2011, c’è internet e si vede tutto lo stesso”: a parte i vecchiotti e tutti coloro (e sono tanti) che non sanno nemmeno come si accende un pc.

      “tiferemo sempre McLaren”: tiferEMO?
      - vivi in Inghilterra
      - hai un disturbo di personalità multipla
      - stai usando il plurale maiestatis
      Quale delle tre? :P

      “non ci vedrei nulla di male se lo facesse anche la Ferrari per questo o quel motivo… Certamente la Ferrari tiene su un sacco di ascolti”: peccato che se calano gli ascoliti calano gli investitori che sponsorizzano le macchina scappano rendendo quindi difficoltosa la sopravvivenza dei team ai costi attuali della F1, rendendo necessario un cambiamento…
      …che tra l’altro è la stessa cosa che ha chiesto Montezemolo per non andarsene.

      “è come un immigrato che invece che combattere per risolvere i problemi del proprio paese si arrende e va a vivere in un altro messo meglio in tutta tranquillità”: prova a dirlo ai contadini liberiani forzatamente espropriati della loro terra da governanti in combutta con noi e le nostre multinazionali, per permettere a Firestone di fare impianti di cauciù per far si che nel “primo mondo” (ancora per quanto tempo “primo”?) noi possiamo pagare gli pneumatici un quarto rispetto a quello che altrimenti costerebbero pagando gli ex-contadini una miseria e sfruttando spesso il lavoro minorile… che devono fare per cambiare? Prendere i fucili e ribellarsi? Peccato che poi arriveremmo noi in “missione di pace” (con aerei e carriarmati e con i fucili ci farebbero ben poco) per difendere “la democrazia” o comunque, se decidessero di “scaricare” i “fantocci” che fino ad allora hanno fatto i nostri interessi, far si che chi conquista il potere mantenga gli “impegni” (leggasi “contratti”) con le nostre multinazionali.

      “è come un artista che invece che cercare di esprimere cose nuove si rifà sulle stesse idee bislacche vecchie trite e ritrite per far piu soldi”: il problema non è l’artista, che invece fa benissimo a scucire a far quello che fa se gli permette di scucire soldi agli imb*cilli che gli danno, se non fossero imb*cilli non gli darebbero i soldi.
      Il problema è quando, invece che gli artisti, arrivano i politici con “idee bislacche vecchie trite e ritrite” per raccogliere più voti, che riportano in auge, attraverso il più becero e deprecabile populismo, ridicoli nazionalismi e razzismi dettati da una pretesa superiorità… ma anche in questo caso, il problema non è il politico, ma gli imb*cilli che gli credono e lo votano… e magari finiscono per pensare che il razzismo è una cosa positiva, buona e giusta…

      • dovrei rileggere prima di cliccare “invio” :P
        …comunque senso si capisce…

  6. Cazzarola il bell’addormentato nel bosco si è svegliato…………………..
    Ma nel 2008 chi era che ha accettato la centralina unica Mes sui propri propulsori il mago di Oz …?
    La scusa della riduzione dei costi era ed è una colossale balla da dare in pasto alla pubblica opinione e non agli appassionati veri del settore, ( la vicenda dei costi red bull con le relative conseguenze dice niente a riguardo………….?)
    Ma esimio ex sig. vicepresidente della cinzano nonchè presidente del comitato Italia 90 ( incarichi ottenuti certo per merito e non perchè figlioccio dell’avvocato……… visto che si batte per la meritocrazia….per non parlare poi delle conseguenze che il “pubblico” ha dovuto sistemare………)
    Adesso lei con i suoi soliloqui ci viene a dire che la F1 non è solo aerodinamica ma è anche motore alla faccia del pene io sono anni che sostengo che il presidentissimo si è tagliato gli attributi dal 1996 accettando supinamente la regola che per questioni di budget ,i 12 cilindri sarebbero andati in pensione a favore dei 10 nel 2006 il sopracitato ha accettato di abolire i 10 cilindri in nome dei costi e adottare un 8 cilindri nel 2008 sempre il demente abituale ha accettato la centralina Mes che limitava i propulsori a 18000 giri adesso dopo aver preso le note scoppole nei mondiali persi dal 2008 ad oggi ci viene a dire che oggi la F1 è solo aerodinamica….? ci si sorpassa solo con un’ala e per giunta non di libera scelta del pilota ma da decisioni prese da dei c…….i che di pilotaggio non sanno niente per non parlare della sicuezza poi si perchè se scarichi l’auto su un rettilineo e in quel momento prendi un refolo d’aria vedi cosa succede ricordo a tutti che le F1 sono delle ali rovesciate e le ali creano portanza cioè ti sostengono in volo capito il concetto……… Ma pensarci prima no…era così difficoltoso minacciare il nano malefico di un’eventuale uscita della scuderia dal giocattolo messo in piedi dal nano malefico…………?
    Adesso il demente abituale ci dice che vuole che i propusori acquistino il GIUSTO PESO nelle vetture da competizione per poi trasferirne la tecnologia a quelle di serie ma per i futuri motori turbo sempre il sopracitato non ha accettato per l’ennesima volta la castrazione anticipata dei futuri turbo in nome di che questa volta dementissimo ce lo enunci se è ancora una questione di costi oppure si tratta d’altro visto che ha accettato che i turbo avranno una cilindrata di 1600 cc 1 turbina soltanto e il sistema di recupero dell’inerzia della turbina e udite udite solo 4 propulsori a stagione nell’arco dei 20 Gp.
    Regole che per alcuni aspetti potrebbero essere condivisibili tipo la cilindrata e il numero dei cilindri regola quest’ultima non tanto promettente ma tant’è……….. ma le turbine perchè 1 sola e non 1 per bancata perchè quella maledetta centralina Mes deve far arrivare i propulsori a 15000 giri/min e l’ultima bestiata di legislatori incompetenti….( o furbi visto che le regole sono dettate dagli inglesi a questo proposito vorrei dire che per il mondo anglosassone i motori che nella loro visione di competizione concepiscono in linea di massima per i propulsori “solo” i monoblocchi a 8 cilindri qualsiasi riferimento alla F1 attuale è da considerarsi un’imposizione degli inglesi……..) che sull’arco di una stagione solo 4 propulsori ma con che cavolo di lega per tutti i componenti del motore devi usare se non una aeronautica o peggio spaziale e in questi casi i tanto declamati costi dove andrebbero se non aff…lo e per finire il recupero dell’inerzia della turbina per inibire il ritardo del turbo è una cagata galattica visto che sulle vetture d’uso comune ci sono le turbine a doppia girante e funziona in modo che la più piccola provveda alla risposta immediata ( bassi regimi ) e quella più grande ai regimi medi e alti che senso ha avere una cosa che ancor’oggi non si sa ancora come sarà e quanto costerà e i famosi costi ……….dove andranno a finire come ho già predetto prima…………………….aff……..lo

  7. Forse, quello che alcuni non riescono a comprendere, è che la F1 senza la Ferrari, in Italia non ha spettatori.

    Lasciamo perdere i “nazionalismi” o quant’altro, sappiamo bene che i diritti per la F1 sono costosi, ed i soldi spesi per acquistarli devono rientrare in qualche modo, e l’unico modo plausibile è la pubblicità. Non sto a dilungarmi sul fatto che si paga anche un canone, ma senza questa, i diritti della F1 sono proibitivi per la televisione nazionale, e quindi scarso pubblico, scarso interesse da parte delle aziende a spendere per far vedere un evento sportivo.

    Onestamente, chi guarda la F1 nel 90% dei casi è per vedere se la rossa di Maranello vince, non di certo per vedere se arriva prima la Red Bull o la McLaren.

    Si potrebbe sperare, che il mancato impegno della Ferrari nel campionato di F1 porti interesse ad altre categorie sportive motoristiche dove questa è presente, ma non ci conterei troppo.

    D’altro canto l’uscita dalla FOTA della Rossa è un segnale, non è più condivisibile un organismo che non ha potere, e non è più accettabile che le squadre si pieghino sempre al volere della FIA e del signor Ecclestone.

    Sorvoliamo le ridicole pretese di riduzione dei costi, sappiamo perfettamente che in modo diretto ed indiretto questi sono astronomici, e che i palliativi adottati fino ad oggi sono fumo negli occhi.
    Sarebbe preferibile a questo punto dare un budget massimo ai team e dire: questi sono i soldi massimi che potete spendere, le regole definiscono le dimensioni massime e minime, e le potenze massime e minime dei veicoli, ma soprattutto i sistemi di salvaguardia indispensabili che ci devono essere, dare la possibilità di utilizzare motori che brucino carburanti diversi (diesel, gas, metanolo, idrogeno), tutto il resto è a vostra discrezione, esclusi i dispositivi elettronici, meccanici ed altro che entrano in una lista di tecnologia vietata. E’ possibile recuperare parte dei soldi spesi vendendo a terzi il materiale realizzato (telai, motori, kers, ecc ecc).

    Invece si preferisce dire: riduciamo i costi, e poi spendono milioni in ricerche nella galleria del vento, per realizzare auto, il cui processo tecnologico non serve a nulla se non a se stesse, il cui “motore” è un aerodinamica talmente spinta, che, nel caso si trovino in scia di un’altra auto, perdono stabilità perché tale aerodinamica non sopporta le turbolenze di un veicolo che precede, rendendo quasi impossibile sorpassare come una volta.

    Montezemolo fa bene a dare un messaggio forte, peccato che è in ritardo di un decennio.

    • Max Steel dice:> Beh non credo che la Ferrari ne uscirebbe con dei guadagni da un azione cosi stupida… Certo la F1 perderebbe tanti ascolti, ma non di certo 3/4… e laFerrari quanta visibilità mondiale perderebbe? Quanti soldoni? …Se poi in Italia non viene piu trasmessa la F1 no problem… Siamo nel 2011, c’è internet e si vede tutto lo stesso… tiferemo sempre McLaren… [...]

      Ciao Max. Non sarebbe la F1 a perdere i 3/4 di ascolti. Sarebbe la società di mister Ecclestone a perdere tanto.
      Bernie, diversamente da te, sà benissimo che senza la Ferrari in pista, chi attualmente la Domenica resta a casa a guardare il gran premio, se ne andrebbe diversamente in gita in campagna a prendere l’aria.
      Basterebbe già una perdita di ascolti intorno al 30% per mandare in malora una trasmissione, altro che 3/4!!!
      Quale televisione pagherebbe i diritti televisivi a mister Ecclestone, per mandare in onda una trasmissione in perdita, e chi pagherebbe fior di milioni di pubblicità all’interno di essa, sapendo che il pubblico televisivo è in fuga? :D
      La guarderesti su internet? HAHAHA! Bella consolazione vedere che la McLaren vince sulla HRT!
      Max, il solito freddo preinvernale dolomitico ti ha come al solito surgelato il pensiero. :D
      Basterebbe che la Ferrari non rinnovasse per un anno per vederli correre a Maranello armati di suppliche e mani giunte. :D
      Il gran peccato, sarebbe solo che la Ferrari, suo malgrado, debba interrompere un carriera in F1 mai interrotta dall’inizio sino ai giorni nostri. Non è mai mancata e dovrebbe interrompere tale continuità, ma se è per il bene della F1, facciano pure. Un giorno, ringrazierete tutti.
      Ciao Max. Ti saluto simpaticamente. ;)

  8. Il saggio Bernie sostiene: “Barking dog seldom bites” …ed ha ragione!

    • Lascia stare i detti popolari joe…prima o poi al cane se gli girano los pelotas, il morso lo assesta bene, e sai che dolore! Ma se vogliamo restare in tema, possiamo dire “Uomo avvisato mezzo salvato”.

      • Si si, FLIGHT 175 ;-)