Questo sito contribuisce alla audience di

HOME PAGE

Il primo BLOG sulla Formula 1. Gratis per te: F1 news,
foto, video, piloti, team, classifiche, calendario e F1 Live.

La Ferrari copia gli scarichi Red Bull

fer-01

Alla presentazione della nuova vettura, la Ferrari aveva celato la soluzione adottata per gli scarichi posteriori. Il nuovo regolamento 2012 impone infatti una soluzione molto differente da quella utilizzata lo scorso anno e che vedeva un prolungamento dei terminali di scarico verso la zona bassa della vettura, in prossimità del diffusore.

Ai primi test di Jerez abbiamo potuto ammirare l’esatta posizione degli scarichi sulla F2012 (Fig. 1) che quindi si era deciso di orientare più verso gli pneumatici posteriori, con l’obiettivo forse di contribuire al loro riscaldamento e superare il cronico problema, dello scorso anno, di raggiungere le corrette temparature di esercizio.

La progettazione però di questo “particolare” non aveva tenuto in debito conto dei vantaggi di soffiare comunque con gli scarichi sul diffusore, anche se ad una distanza maggiore ed anche senza la post combustione nei condotti di scarico del motore.

Fatti i primi chilometri e viste soprattutto le soluzioni adottate dalla concerrenza, Red Bull su tutti, a Maranello si è corsi subito ai ripari! Già durante la seconda settimana di test appena conclusasi a Barcellona, sulla F2012 è comparsa una soluzione non definitiva ma chiaramente differente da quella progettata nella pausa invernale, che vede orientare gli scarichi più verso l’interno vettura e più verso il basso che non quella originale (Fig. 2).

Ferrari F2012: a sinistra la vecchia soluzione, a destra la nuova

Ferrari F2012: a sinistra la vecchia soluzione, a destra la nuova

Mettendo le due foto a confronto si può notare molto bene come alla prima soluzione più pulita dal punto di vista estetico si contrapponga la seconda, meno elegante ma evidentemente molto più efficace.

E’ ufficialmente partita anche quest’anno la rincorsa alla Red Bull, alle soluzioni di Adrian Newey che, come ogni anno, si dimostra abile nel trovare soluzioni semplici ed efficaci.

E’ mai possibile per un Team come la Scuderia Ferrari essere sempre follower?

Non si doveva seguire una linea di progettazione più agressiva che in passato?

{lang: 'it'}
Etichette (Tags): , , , ,

13 Commenti

  1. Storicamente la F1 ha visto varie squadre gioire di momenti di successo in serie. Inutile citare esempi. Li sapete tutti. Al momento sembra essere la RB show. Loro avanti e tutti dietro ad inseguirla. Quello che mi sorprende e’ come i vari ingegneri delle varie squadre, non solo Ferrari, non riescano a carpire il vero segreto della RB e produrre soluzioni che siano piu’ efficaci di quella della RB.

    Chissa’ per quanto tempo questo mistero restera’ irrisolto. Angelo

  2. Ma a quanto pare la Red Bull ha in serbo un retrotreno nuovo che non presenterà fino a Melburne… quindi quello che si è visto adesso è solo una finta.
    Forse si spiega perchè non si sono fatti vedere particolarmente veloci, anche se molto consistenti.

  3. …non sono d accordo che la Ferrari sia sempre “follower”!…..solo qualche hanno fa copiavano gli altri perchè era la più veloce ora è logico che….si copi da chi è più bravo, è sempre stato cosi e sempre sarà così, comunque non è affatto vero che gli scrichi soffiano come quello della “lattina”! …forse avete bisogno di un paio di occhiali ed osservare bene, ubicazione, inclinazione , altezza è diversa, al massimo hanno leggermente spostato il loro!!!!! Prima di fare articoli a vanvera antiferrari…almeno osservate bene!
    Questo è disfattismo…ci vedremo in Australia….con le configurazioni definitive….e mi raccomando, un passo dall’oculista fa sempre bene…:-)

  4. Solo un paio di settimane fa il DT Ferrari diceva che la loro soluzione un volta ottimizzata avrebbe, dato maggiori vantaggi di quella RB. Oggi effettivamente (come peraltro avevo fatto notare settimana scorsa) la posizione è cambiata e il concetto ispiratore sembra pure. Daltro canto però la macchina di quest’anno è molto meno conservativa e credo (spero da Ferrarista) che ci darà maggiori soddisfazioni. Poi se l’anno prossimo tutti avranno il pull anteriore le considerazioni fatte nell’articolo andranno riconsiderate…

  5. Articolo decisamente senza senso.

    Quoto in pieno felix 2, e mi associo. In più, aggiungo qualche altra cosa:

    -Inizialmente l’obiettivo non era ASSOLUTAMENTE riscaldare i pneumatici posteriori, ma cercare carico aerodinamico. Infatti non soffiavano direttamente sulla ruota, ma tra ruota e struttura dell’alettone posteriore, quindi UGUALMENTE sopra il diffusore (anche se secondo voi il diffusore è inesistente in quel punto).

    -L’ultima configurazione di scarichi è frutto di varie sperimentazioni, e (a quanto pare) è stata scelta la più efficace: ora, perchè basta che la Ferrari ponga il flusso degli scarichi sul profilo inferiore dell’alettone per decretarla copiona?? Allora, per fare “l’onesta”, avrebbe dovuto passare un anno da ultima in classifica? Perchè alcune squadre che hanno degli scarichi molto più simili alla RB (perchè sottolineo che non mi sembrano per niente uguali) non sono state nominate?

  6. felix 2 dice:> [...] solo qualche hanno fa copiavano gli altri perchè era la più veloce ora è logico che….si copi da chi è più bravo [...] forse avete bisogno di un paio di occhiali ed osservare bene, ubicazione, inclinazione , altezza è diversa [...]

    Ciao felix 2, giusto per interloquire e null’altro. Qualcuno può essere d’accordo con te, qualcuno no.
    Io non lo sono. Vero che un tempo, si copiava da Ferrari perchè più brava, e che oggi, essa come altri, cercano di far riferimento altrove, ma l’alternanza, non deriva da una questione dettata dal fato, dalla fortuna, o da qualsiasi ragione ove non sia l’operato umano a fare differenze. La Ferrari è indietro da qualche anno, non perchè siano normali le sorti alterne. Non è cambiata la sorte, ma sono cambiati gli uomini. Uomini che non realizzano più con le stesse capacità di allora. Ecco che attualmente è follower, quindi insegue.
    Sul secondo punto, circa la posizione degli scarichi cambiata, hai smentito che Ferrari abbia sbirciato l’occhio lateralmente, abbandonando il disegno originario, ispirandosi alla Red Bull, dicendo che le posizioni degli scarichi, è totalmente diversa, invitando a procurarsi qualche paio di occhiali. Naturalmente, si presume che tu abbia un occhio più preciso nel calcolo millimetrico delle distanze, oppure che tu abbia potuto osservare delle immagini fotografiche degli scarichi di Ferrari e Red Bull di tale perfezione, che possano evidenziare chiaramente, che le due realizzazioni, siano molto lontane tra loro. Siccome io questa fortuna sino ad ora non l’ho avuta, puoi linkare qualche immagine, ove si vede chiaramente queste evidenti differenze?
    Ammetto anche in anticipo, che sono portatore di lenti e che è probabile che debba fare un Upgrade di occhiali, però sarei felice se questa necessità, me la renderesti manifesta. :D
    P.S. Ma non è che sia stato tu magari a prendere un abbaglio? ;)

    • Concordo quasi totalmente con il tuo commento, volevo fare solo un appunto: come Felix non può essere certo della direzione millimetrica dei flussi, non può esserlo nemmeno la Redazione.

      Per il resto, giusto che hanno abbandonato il disegno originario, giusto che si siano forse ispirati alla Red Bull (e dico forse, IMHO), però è anche vero che ad occhio nudo si nota come giustamente entrambe le soluzioni vadano a “centrare” il profilo inferiore dell’alettone posteriore, ma anche che gli scarichi della Ferrari lo fanno un pò più lateralmente…ovviamente non posso sapere i millimetri :P ma sembra così…
      Tanti Saluti :)

      • Brian dice:> [...] Per il resto, giusto che hanno abbandonato il disegno originario, giusto che si siano forse ispirati alla Red Bull (e dico forse, IMHO), [..]

        Ciao Brian. Appunto. “Forse”.
        Giusto Abbandonare il disegno originario. Giusto accantonare ciò che dopo un progetto non si rivela utile all’atto pratico, giusto guardarsi intorno e rispondere adeguatamente. Tutto giusto, però…
        Però io preferirei che fossero gli altri a guardare la Ferrari, che gli altri ne replicassero le soluzioni.
        Preferirei che fosse la Ferrari ad insegnare e non ad imparare dagli altri. Ecco.
        Mi farebbe piacere che gli altri, cercassero di essere come una Ferrari, e non che una Ferrari cercasse di essere come una Red Bull. Questo il concetto. Vorrei che fosse la Ferrari a fare scuola.

      • E su questo non posso che essere assolutamente d’accordo ;)

  7. Mi sembra che i commenti sottoposti siano eccessivamente, ed inutilmente, polemici.
    Da quando esiste la F1 ogni squadra, anche le più forti, hanno sempre guardato attentamente le soluzioni altrui per cercare spunti per lo sviluppo. La stessa Red Bull lo ha fatto, e continua tuttora a farlo.
    Neway dice di guardare “con interesse” alla Mercedes, ma in realtà guarda “con interesse” un pò tutti. Qualche anno fa, quando passò dalla McLaren alla RedBull con un periodo intermedio in cui la McLaren lo tenne fermo, era sistematicamente sui circuiti armato di macchina fotografica ed obiettivi.
    Nel periodo in cui a dominare era la Ferrari, addirittura si è arrivati allo spionaggio per cercare di copiare.

    Io credo che, al di là della soluzione singola, nella F1 moderna conta molto di più il pacchetto complessivo.
    Quello della Ferrari sembra piuttosto problematico, ma probabilmente lo è proprio perchè il progetto ha grosse potenzialità di sviluppo. Per questo motivo, copia o non copia, gli scarichi e molti altri particolari (ali, appendici, geometrie, ecc.) cambieranno molto e molto spesso nel corso della stagione. Spero soltanto che si riesca a trovare subito una direzione di sviluppo valida per essere subito competitivi.
    Confido molto in Alonso e nel gruppo Ferrari.

    • Infatti come dicono diversi ingegneri al riguardo del copiare “perche’ mai uno deve scervellarsi a creare soluzioni nuove che possono o no funzionare quando si puo’ ricreare (per non dire copiare:) una soluzione inventata da un altro team e che si sa che funziona? Angelo

  8. @felix
    Gli scarichi magari sono diversi, ma il concetto di zona di soffiaggio a cui aveva pensato la Ferrari nn ha dato i frutti sperati, quello della Red Bull invece sì. È di questo che si parla, per cui purtroppo la Ferrari in questo momento è follower.
    Per il resto, è vero che non bisogna analizzare i temi da antiferraristi… ma nemmeno da ferraristi convinti senza spirito critico

Trackbacks

  1. La Ferrari copia gli scarichi Red Bull | Blog Sport