Questo sito contribuisce alla audience di

HOME PAGE

Il primo BLOG sulla Formula 1. Gratis per te: F1 news,
foto, video, piloti, team, classifiche, calendario e F1 Live.

La verità sui test Ferrari a Barcellona: seconda dietro solo alla Red Bull

TEST F2012 BARCELLONA 1

I test di Barcellona della scorsa settimana hanno cominciato a mostrare il vero potenziale delle nuove monoposto 2012. E’ quello che secondo noi può emergere da un confronto puntuale dei tempi sul giro di alcuni long run svolti da tutti i team impegnati nelle prove.

Lasciando perdere la Red Bull, o meglio ritenendola tempi alla mano ancora con un certo vantaggio ripetto alla concorrenza, la nostra attenzione si è concentrata su tre team in particolare: Ferrari, McLaren e Mercedes.

Anticipandovi le conclusioni, pare che la Ferrari, dopo i primi due giorni difficili con Alonso, abbia trovato con Massa e proprio nell’ultima giornata di venerdì la via giusta. E la conferma è arrivata anche dalle parole del brasiliano.

Partiamo proprio dalla dichiarazioni di Felipe Massa che, a fine sessione venerdì sera, ha affermato: “Sono contento, soprattutto perché siamo riusciti a migliorare la macchina in maniera significativa. La situazione è cambiata, soprattutto dal punto di vista della consistenza dei tempi. La cosa importante è che, dopo aver valutato tante soluzioni, mi riferisco sia agli scarichi che all’anteriore, stiamo prendendo una direzione su cui lavorare per cercare il miglior assetto”.

Cosa sia successo venerdì 24 febbraio non lo sappiamo ma di sicuro sappiamo, tempi alla mano, che la Ferrari F2012 ha mostrato un passo che prima non aveva mai avuto.

Ore 15:30 circa: in pista ci sono Massa su Ferrari con gomme medie, Button su McLaren e Rosberg su Mercedes con gomme soft. Il ferrarista copre 13 giri con tempi compresi tra 1.26.6 e 1.27.7. L’inglese della McLaren inanella 14 passaggi: al primo in 1.27.6 seguono sei giri sul piede dell’1.28 basso e sei sull’1.29 basso. Il tedesco della Mercedes compie 10 giri: 1.24.0, 1.25.0 cui seguono quattro giri sull’1.26 e quattro sull’1.27.

Ore 16:00 circa: in pista ancora Massa che ripete una sequenza di 13 tornate con gomme medie con tempi compresi ancora tra 1.26 basso e 1.27 basso, con gli ultimi due passaggi sull’1.28. Pochi minuti dopo in pista scendono anche Button (ore: 16:09) e Rosberg (ore: 16:17), sempre con le soft. Il primo compie 13 giri: tre giri sull’1.27.6, poi 1.28 basso con una crescita progressiva verso l’1.29.7. Il secondo porta a termine ancora dieci giri: 1.24.7, 1.24.9, 1.26.0, 1.26.5 e via via a salire fino a 1.27.7.

Ore 16:30 circa: Massa monta le gomme soft e scende in pista per 11 giri cronometrati. Dopo un primo passaggio veloce in 1.24.7 e un secondo in 1.34, compie le altre tornate con i seguenti tempi: 1.24.9, 1.25.0, 1.25.2, 1.25.7, 1.26.2, 1.27.8, 1.26.3, 1.26.2.

Questi tre long run di Massa mostrano, secondo noi, come la Ferrari abbia davvero trovato la giusta direzione per la F2012. Tempi veloci, e molto costanti, soprattutto se confrontati con quelli della Mercedes che, su un numero inferiori di giri, salivano molto più rapidamente. L’unico parametro sul quale non è dato sapere è il carico di benzina ma, visti e confrontati i tempi di McLaren e Mercedes con i loro best lap, riteniamo che i primi avessero un discreto carico di benzina rispetto alla Ferrari mentre i secondi una quantità utile per il log run o poco più, in linea con la Scuderia di Maranello.

Fatti quindi due calcoli sull’influenza dei possibili differenti carichi di carburante, considerate le differenti mescole, i tempi sui long run di cui sopra, possiamo ritenere che la Ferrari F2012 vista venerdì pomeriggio a Barcellona sia la seconda monoposto più veloce dietro alla Red Bull e davanti alla McLaren. Ci potremo sbagliare ma noi abbiamo provato e proveremo a fornirvi elementi per capire meglio questi test, al di là delle inutili classifiche dei giri veloci sulle quali si precano altrettanto inutili commenti ed ipotesi!

TUTTI I TEMPI DI BARCELLONA, GIRO PER GIRO (ven. 24/02)

Scritta da: AG

{lang: 'it'}
Etichette (Tags): , , , ,

16 Commenti

  1. Qualcosa di più preciso si avrà quando anche la Ferrari proverà una simulazione di gp. E’ vero che anche questa non è un indicazione buona in assoluto però è la più veritiera che si può avere. Da quel che si è visto fin ora a inizio simulazionela McLaren ha un passo paragnabile con quello della RB (entrambi pertiti con mescola morbida), ma dopo la prima sosta indipendentemente dalla mescola le Rb prende il largo e a serbatoi vuoti è praticamente un secondo al giro più veloce (e con mescola Hard!). Come usura delle gomme invece sono più o meno allo stesso livello vito che entrambe le vetture sono riuscite a inanellare diversi long run sia su medie che su hard su tempi praticamente costanti. La Mercedes invece accusa soprattutto con le medie un usaura maggiore e al momento sembra staccata di quasi un secondo dalla RB sul passo gara. La Force india pure ha impressionato sui long run. Altrettanto non si può dire della Ferrari in quanto ne ha fatto pochi e non ha ancora completato una prova di gp.

    • gliarrabbiatirestano, posso chiederti da dove prendi delle informazioni così precise sul tipo di gomme utilizzate da tutti? :)

      • Per quanto riguarda i run li seguo sul sito di Kruvas indicato anche in questo sito. Li può seguire l’andamento dei tempi sul giro di tutti i piloti. Dopodichè bisogna affidarsi agli aggiornamenti in diretta dei vari siti che seguono in diretta le prove. Di tanto in tanto vengono riportate notizie del tipo tizio e caio sono in pisto con le medie, sempronio con le soft ecc e quindi puoi sapere con che gomme stanno facendo i loro long run. Per esempio la RB quando ha fatto la simulazione di gp con Vettel è partita con le soft, poi ha messo le medie e infine le dure.

      • Grazie per i chiarimenti! Se ci fosse qualche “spia” che vedesse ogni rabbocco di benzina sulle monoposto sarebbe perfetto…

  2. Io resto del parere che anche queste analisi non siano attendibili al 100%, ovviamente però è già qualcosa di indicativo. Resta il fatto che mancano ancora più di 3settimane per Melbourne, i valori in campo potrebbero cambiare e anche tanto.

  3. complimenti! mi sembra un ottimo tentativo di far chiarezza! spero nn vi sbagliate, per ora vi ringrazio delle info e per avermi alzato un po’ tranquillizzato!

  4. anche per me i tempi fatti registare nelle sessioni di test fin qui disputate lasciano il tempo che trovano perchè bisogna considerare diversi fattori anzitutto il carico di benzina le gomme e i vari carichi aerodinamici scelti dalle diverse aquadre percui io non mi preoccuperei tanto dei tempi della ferrari in quanto la macchina è nuovaq e va ancora conosciuta io sonon convinto che nella prima gara avranno recuperato gran parte del gap che li separa da mclaren e redebull per cui dico atutti i ferraristi e mi ci metto anch’io di non preoccuparsi e di crederci fino in fondo.

    ciao e forza ferrari”!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!1

  5. Scusate,

    ma non vi ricordate come si era contenti l’anno scorso ad essere cosi bravi e primi durante le prove?

    E poi voila’, la prima gara arriva e BOINK una gran mazzata in testa senza che nessuno se l’aspettava?

    Secondo me la Ferrari l’ha imparata la lezione. Molti ferraristi no. Sono d’accordo che anche l’occhio vuole la sua parte. Ma solo una parte non tutta la torta. Qui tutti a scervellarsi a capire come stanno le cose volutamente ignorando quella che e’ la “conditio sine qua non” cioe’ i dati effettivi. E quelli amici miei ce li hanno solo le squadre .

    Per quanto mi riguarda, io mi godo vedere i vari giornalisti, siti internet e tifosi vari ad andare avanti ed indietro con discorsi e opinioni basate sul niente. E dico niente perche’ ci sarebbe da ricordarsi che durante l’ultima settimana di prove le varie squadre arriveranno con un notevole numero di aggiornamenti che potrebbero completamente rivoluzionare i valori in campo.

    Quindi, cari signori, lasciate che sia, come sempre, la pista a dare i riscontri finali. Fino ad allora rilassatevi :) Angelo

    • Non mi sembra che constatare i tempi sia molto eccitante,ti prego rilassati anche te.

      • Beh, a leggere i vari commenti ed articoli sembra esserci una specie di gara a chi puo’ predire fin da adesso chi sara’ la squadra da battere, chi ha sbagliato la macchina, chi avra’ le maggiori possibilita di afare benino ecc.Sia su siti inglesi che italiano. Certamente ogni paese porta acqua al proprio mulino usando i vari tempi registrati.

        Nonostante il fatto che alonso e Massa ripetutamente abbiano ripetuto che la Ferari a Barcellona NON sta cercando tempi i vari tifosi e pseudo giornlisti li a cronometrare quanto ci ha messo Alonso a salire in macchina, quanto tempo ci ha messo Ma ssa a mettersi il casco ecc. Insomma e’ una vera follia.
        E tu mi dici che constatare i tempi non si aeccitante. Non per te puo’ darsi ma per molta altre gente hai voglia…………….Angelo

  6. Ricordatevi sempre che queste prove sono come il calcio d’agosto!

    • Sì e tu sei uno di quelli che pensa che la Sauber o la Williams vinceranno dei Gp solo perchè hanno fatto un giro veloce nei test! Ma dai, su… I test hanno un valore, il bello è saperli leggere e interpretare, i tempi! Lasciamo stare il calcio, nn c’entra poi nulla qui!

  7. seconda solo alla redbull??
    AHAHAH, dai chiudete sto sito che delle cazzate cosi grandi le ho lette solo qua

    • D’altronde quando una squadra si fa la “nomina”,, quella è e quella rimane. La Ferrari l’ultimo giorno ha girato due decimi più forte della Red Bull…però la Red Bull è la più forte e la Ferrari è la più lenta. Alonso l’ultimo giorno di Jerez ha fatto il miglior tempo…ma rimane comunque la squadra più lenta di tutte.

      Ora, se dovete fare un’analisi sui tempi tutto ok…nonostante non si possa trarre nulla di certo. Ma specificate quando dovete parlare senza cognizione di causa, che così siamo più “preparati” ;)

      P.s. non vorrei deludervi ma non sto per niente sostenendo che la Ferrari vincerà il mondiale.

  8. Il problema è quello di vedere come la macchina si comporta nel complessivo durante le gare, come coniuga il giro veloce con le capacità di fare serie di giri con gomme diverse e con diverso carico di benzina, inoltre, diventa anche fondamentale le capacità di portare subito le gomme in temperatura e di controllore bene l’usura delle stesse!!!Ritengo in questo che la F2012 sia un macchina estrema, in grado di assicurare durante il campionati dei miglioramenti, anche sostanziali, delle prestazioni. Cosa che non era avvenuta nel 2011, con una macchina “conservativa” che di fatto non ha avuto un incremento delle prestazioni sostanziale durante il campionato!!!Inoltre, non dobbiama scordarci che se la Fia, con l’accordo anche della Ferrari, non avrebbe reintrodotto gli “scarichi soffiati” dopo il GP d’Inghitterra, la Red Bull avrebbe penato non poco per conquistare il titolo!!!!

  9. Ciao Luca,credo che tu non abbia interpretato il senso di quanto espresso,credo che Tu sia giovane e con poca esperienza prova un giorno ad infilarti tuta e casco e vedrai che e’ tutto diverso dalla teoria ,io ci ho provato e so come funziona anche a livello di gentelman driver ci si nasconde durante le prove o si prova a fare dei temponi con qualche alchimia per spaventare gli avversari,figurati in f1!Medita su quanto ho detto e non scrivere cose inesatte,poi il cacio c’entra eccome!