circusF1.com

Monito di Montezemolo alla FIA: vigili per evitare furbate

Montezemolo-FIA-F1

Torna a parlare Luca Cordero di Montezemolo, alla vigilia dell’inizio della nuova stagione di Formula 1, tramite una “lettera ai tifosi“.

Il presidente della Ferrari si rivolge a tutti i sostenitori della Ferrari, ma non si limita soltanto a scaldare i cuori e le anime dei propri tifosi con belle parole e dichiarazioni. Il contenuto della lettera sembra infatti lanciare un monito ai vertici della FIA.

Montezemolo invita a prestare attenzione alle “zone grige” che lo stravolgimento del regolamento può portare con se per evitare le “furbate” che si sono viste anche in tempi recenti.

Il presidente probabilmente fa riferimento al tyre-gate che ha avuto come protagonista la Mercedes, nella passata stagione; la scuderia tedesca utilizzò delle monoposto non regolamentari per risolvere i problemi devastanti di consumo delle coperture, durante un test Pirelli.

Queste le parole contenute nell’epistola di Montezemolo.

Cari tifosi,

sembra incredibile ma un’altra stagione sta per partire, ed io, come voi, sono teso e in forte trepidazione come mi capita ogni anno, anche se di campionati ne ho vissuti tanti come Presidente e, prima, come direttore sportivo.
Attese e incertezze per questa stagione sono più che in passato. I cambiamenti regolamentari sono profondi, molto più di quanto appaiano. Non si tratta solo di un nuovo motore turbo 6 cilindri, ma anche di sistemi con motori elettrici integrati, centraline con software innovativi e complessi, un’aerodinamica differente… In sostanza una vettura complicata che imporrà anche uno stile di guida diverso.
Quindi il primo obiettivo è l’affidabilità, come si è visto chiaramente nei test. Tutti hanno problemi, noi abbiamo messo in fila i nostri e li stiamo risolvendo. Stiamo anche realizzando un piano di sviluppo intenso che finalmente può contare su dati della galleria del vento confermati dalla pista, cosa che non era accaduta negli ultimi anni.
Sarà un campionato difficile anche da seguire come spettatori. I piloti dovranno preoccuparsi di non usurare le gomme e di risparmiare carburante. Ho già detto che spero che non diventino dei tassisti e lo dico con il massimo rispetto dei tassisti che però fanno un lavoro diverso. Io, come voi, amo una Formula Uno estrema dove tecnologia e piloti siano sempre al limite. Un cambio di regolamento così importante porta con sé anche alcune aree grigie, come ad esempio benzine, software, consumi… Qui mi aspetto, e sono certo che lo farà, che la FIA vigili per evitare furbate, come accaduto anche nel recente passato, che non devono più verificarsi per il bene di questo sport.
Cosa dobbiamo allora aspettarci da domani? Io ho chiesto il massimo impegno a Domenicali e ai suoi uomini e so che ce la stanno mettendo tutta. Abbiamo una squadra forte, la miglior coppia di piloti, esperti e di grande talento e tutti sanno quello che devono fare. Possiamo contare su un fattore importante che solo noi abbiamo: l’immenso affetto di voi tifosi in tutto il mondo. Vi chiedo la solita grande carica: non esaltiamoci nei momenti belli e non abbattiamoci nelle difficoltà: il campionato è lungo, l’obiettivo chiaro.

Forza Ferrari | Luca Cordero di Montezemolo

L'autore
Daniele Vanin | Classe 1988, iscritto alla facoltà di Scienze Politiche, grande appassionato di motori e fan del mondo della Formula 1. Nel cuore le supercar e tutte le vetture che riescono a trasmettere emozioni. Tra gli interessi, il giornalismo sportivo!
  1. Gios59 Reply

    2014… Ricominciamo da dove abbiamo finito… Cioè… dietro ai motori Mercedes e Renault… Complimenti…!

  2. Joe Reply

    ma qualcuno che chiuda la portiera di quella macchina…?

  3. birratarelli Reply

    Ed eccoci qui dopo un’anno a rincorrere la concorrenza e non solo di Merdeces ma anche la casa della losanga sì perché Ricciardo nelle qualifiche era a livello di Rosberg e Hamilton.
    Ma l’impresentabile Domenicali che dice che bisogna lavorare……
    ancora ? ma se bisogna lavorare se la galleria del vento adesso da i riscontri che si trovano in pista ma qual è l’imperscrutabile ragione per cui ci troviamo così indietro sia a livello di aerodinamica che di power unit.
    Per non parlare di Alonso che dice che il 5° posto è quello che attualmente la Ferrari si merita uè bello visto l’aria di rassegnazione con cui l’hai detto se volevi andare alla Mc Laren quest’anno bastava che rompevi il contratto e te ne andavi per alcuni versi ti posso anche comprendere sono 5 anni che sei in Ferrari e nonostante i tuoi sforzi le evoluzioni non arrivano e se arrivano sono peggio di prima ma ti ricordo che sei un pilota Ferrari ad oggi o ti sei già venduto alla Honda per il prossimo anno….? oppure hai già deciso l’anno scorso…?
    Ora parliamo del presidentissimo che dà fiato alla bocca senza avere il cervello collegato parliamo di PU sig. presidente visto il ritardo nei confronti di Renault e Merdeces perché s’ostina ad avere un motorista come Marmorini di quanti titoli si può fregiare questo sig. a dispetto invece di un pluridecorato motorista come il mitico Jean Jacques His che LEI ha relegato alla progettazione dei motori di serie perché non fa il contrario e forse la PU non soffrirà + di questi oramai patologici problemi di debito di prestazione verso la concorrenza……….
    Ha defenestrato Aldo Costa ha tenuto Tombazis con il senno di poi chi ha sbagliato questa mossa visto che la Merdeces l’ha progettata proprio l’uomo che il suo delfino ha sacrificato.
    Un modesto consiglio perché al posto del suo delfino non fa carte false per cercare di convincere Ross Brawn e di portarlo al comando della scuderia e di dargli pieni poteri forse qualche speranza in + ce l’avremmo di vincere qualcosa.

Leave a Reply

*

*

code