circusF1.com

Raikkonen, sarà lui il vincitore a Melbourne? Zitti tutti: parla Iceman

raikkonen f1

Siamo agli sgoccioli, manca una settimana esatta al via della nuova stagione di Formula 1. I test pre-stagionali sono stati fondamentali ma ora è il momento di scendere in pista, di iniziare a fare sul serio, di spremere dalla vettura tutto il suo potenziale e di mettere in prima linea il talento proprio di ogni pilota.

Per vincere le gare saranno necessari il talento, la dedizione, l’oculatezza, l’attenzione ai particolari e il sangue freddo. Tutte caratteristiche proprie del campione del mondo 2007: Kimi Raikkonen.

Il campione finlandese, in un intervista per Ferrari.com, rivive le emozioni del suo debutto vincente in Australia con la scuderia del Cavallino Rampante nel 2007, comparandola con la vittoria con la Lotus ottenuta nel 2013: “Ricordo bene quella prima vittoria con la Ferrari – ha detto Raikkonen -, non poteva esserci un esordio migliore per il mio settimo anno di Formula 1: vinsi dominando fin dalle qualifiche. L’anno scorso sono riuscito a conquistare il successo stupendo molti, a differenza del 2007 infatti non partivamo certo da favoriti. Per questo se dovessi comparare le mie due affermazioni in Australia devo dire che preferirei quella dell’anno scorso, perché arrivò dopo un inverno molto difficile per la Lotus”.

http://www.youtube.com/watch?v=0DBMdStvOk8

La prima gara avrà come scenario la consueta pista australiana di Albert Park a Melbourne, un circuito cittadino, ma con caratteristiche e struttura molto simile ad un circuito permanente. A tal riguardo Kimi ha dichiarato: “L’Australia è sempre un bel luogo dal quale iniziare la stagione, Melbourne è una città molto carina e per noi europei respirare l’aria degli antipodi offre sempre sensazioni particolari. Solo le condizioni meteorologiche lasciano spesso a desiderare”.

Il rischio pioggia, sarà quindi un fattore determinante, soprattutto per la messa a punto delle nuove vetture. “La pista non è particolarmente difficile – ha ricordato Raikkonen -, si tratta di un circuito cittadino ma per come è strutturato sembra quasi una pista permanente, gli organizzatori di solito sono molto preparati. Certo che se non hai la vettura ben bilanciata allora la vita diventa dura perché si può perdere molto tempo da chi invece ha indovinato la messa a punto. L’unico caso in cui questa pista diventa difficile è quando piove. Allora tutto si complica: l’asfalto è veramente scivoloso e le righe bianche rischiano di rivelarsi una vera e propria trappola”.

Iceman non se la sente di fare previsioni sull’andamento della nuova stagione, ma è sicuro ci sia del potenziale per competere ad alti livelli: “Non è mai stata una mia abitudine azzardare previsioni, e quest’anno me ne guardo a maggior ragione. Andiamo in Australia con vetture completamente nuove, secondo me il campo è molto aperto, può succedere qualunque cosa. Noi a Maranello abbiamo lavorato molto, la F14 T sembra una buona macchina, ma sarà la pista a dire chi è più veloce. Aspettiamo di iniziare a girare per fare delle valutazioni che abbiano almeno qualche dato su cui basarsi”.

Prepariamoci dunque ad assistere ad una stagione di Formula 1 imprevedibile e ricca di emozioni. E’ tempo di passare dalle parole e dai buoni propositi alla pista, alla competizione in cui l’unico interlocutore sarà il cronometro.

Start your engines

Scritto da: Daniele Vanin

Daniele Vanin
L'autore
Daniele Vanin | Classe 1988, iscritto alla facoltà di Scienze Politiche, grande appassionato di motori e fan del mondo della Formula 1. Nel cuore le supercar e tutte le vetture che riescono a trasmettere emozioni. Tra gli interessi, il giornalismo sportivo!
  1. Gianluca D'Alessandro
    Gianluca D'Alessandro Reply

    Quanti ricordi.. Speriamo che Kimi possa ripetersi! 😀

Leave a Reply

*

*

code