circusF1.com

Montezemolo vuole una Ferrari con una marcia in più!

GP SPAGNA F1/2013

L’inizio di stagione da parte della Ferrari possiamo dire non sia stato all’altezza delle aspettative. Dopo varie stagioni passate all’inseguimento della Red Bull, le prime quattro gare del mondiale 2014 hanno evidenziato uno strapotere Mercedes. Il team tedesco si è aggiudicato il primo posto in tutti e quattro gli eventi.

La Ferrari è apparsa molto in difficoltà, soprattutto nelle prime tre gare con piazzamenti non esaltanti. Questa situazione è culminata con le dimissioni del Team Principal Stefano Domenicali e l’arrivo del suo successore Marco Mattiacci.

L’ultima gara in Cina ha consegnato un risultato incoraggiante per la Rossa che ha conquistato il gradino più basso del podio con Fernando Alonso. Per onor di cronaca va sottolineato che la pista di Shanghai, per la sua conformazione, ha esaltato le caratteristiche positive della monoposto italiana, particolarmente a suo agio tra curve di media ed alta velocità. Va anche evidenziato il fatto che sul lungo rettilineo cinese la Ferrari è riuscita ad essere competitiva e a far registrare delle buone velocità di punta, tallone d’Achille della vettura italiana che ha sofferto nei lunghi rettilinei malesi e del Bahrain.

Sono arrivati quindi segnali incoraggianti dalla Cina, che fanno ben sperare i tifosi della Rossa per i prossimi Gran Premi quando il Circus della Formula 1 si sposterà in Europa partendo dalla Spagna.

Questo ritrovato ottimismo e voglia di migliorare è confermato anche dal comunicato stampa apparso sul sito Ferrari.com. Il presidente Luca Cordero di Montezemolo è determinato a proseguire il trend positivo e per fare ciò, è necessario dice “dare una marcia in più” alle attività della Gestione Sportiva. Ciò si traduce in velocità di reazione ai problemi, processi decisionali più efficaci, aumentare la rapidità dello sviluppo della vettura e ridurre le pratiche burocratiche, semplificando così l’organizzazione e riducendo le consulenze inutili.

Ecco qui sotto il comunicato stampa Ferrari

La prima parte della stagione, corsa lontano dall’Europa, non è stata facile per la Scuderia Ferrari. Le settimane che hanno fatto seguito al Gran Premio del Bahrain hanno portato diversi cambiamenti, tra cui l’avvicendamento ai vertici della Gestione Sportiva tra Marco Mattiacci e il dimissionario Stefano Domenicali, e il primo podio in Cina, interpretato dall’intera squadra come un ulteriore incentivo a proseguire sulla strada del miglioramento. Oggi più di prima, a meno di tre settimane dal Gran Premio di Spagna, fervono i lavori nell’apparente quiete di Maranello.

Il presidente Luca di Montezemolo è stato molto chiaro con Mattiacci e i suoi uomini, riconoscendo la necessità di dare “una marcia in più alle attività della Gestione Sportiva”. Parole tradotte in una pratica che ha reso ancora più immediati i processi decisionali, allo scopo di ottimizzare in tempo reale il lavoro e il percorso di sviluppo indirizzato dai tecnici a Maranello. Il presidente Montezemolo, coinvolto in prima persona nelle attività quotidiane e sempre molto vicino alla squadra, ha chiesto un’immediata revisione per snellire le procedure interne, eliminando le fasi intermedie e le pratiche burocratiche al fine di garantire maggiore flessibilità e processi decisionali sempre più efficaci.
In parallelo, è in atto una semplificazione dell’organizzazione, con un taglio del numero dei consulenti e inserimenti mirati per rinforzare alcune aree fondamentali per aggiungere prestazione alla F14 T.

Oltre a questo è stato anche richiesto un supporto maggiore ai fornitori nel tentativo di ridurre i tempi di reazione alle richieste che arrivano da Maranello, limitando l’attesa per ogni singolo componente, sia nel caso di un prototipo che in quello di un elemento di comprovata efficienza. L’obiettivo è quello di avere una Ferrari ancora più reattiva, pronta a raccogliere e a massimizzare le indicazioni che entrambi i piloti saranno in grado di fornire durante le simulazioni di gara ma soprattutto ogni qual volta si scenda in pista.

Scritto da: Daniele Vanin

L'autore
Daniele Vanin | Classe 1988, iscritto alla facoltà di Scienze Politiche, grande appassionato di motori e fan del mondo della Formula 1. Nel cuore le supercar e tutte le vetture che riescono a trasmettere emozioni. Tra gli interessi, il giornalismo sportivo!

Leave a Reply

*

*

code