circusF1.com

Fernando Alonso: in Canada una Ferrari più competitiva

alonso f1

Tutto è pronto per il settimo appuntamento stagionale che avrà come scenario il circuito di Montréal. Il circus della Formula 1, dopo le 2 gare europee, si è spostato in terra canadese e questo fine settimana i piloti si sfideranno sull’asfalto del Gran Premio del Canada.
Nella settimana di pausa dopo la gara tenutasi nel Principato di Monaco, molto è stato fatto dagli ingegneri e dai tecnici della Scuderia Ferrari. Gli uomini del team italiano hanno lavorato assiduamente in vista del Gran Premio del Canada allo scopo di portare in pista una F14-T più competitiva e in grado di lottare per le prime posizioni. Ci saranno quindi grandi novità, sia a livello aerodinamico che meccanico; anche la power-unit ha subito delle importanti modifiche ed aggiornamenti per aumentare la competitività della monoposto, toccherà comunque alla pista e al crono il verdetto finale sulla bontà del lavoro svolto a Maranello.

Fernando Alonso ha trascorso alcuni giorni in fabbrica, aiutando il team nella preparazione alla gara canadese e in un’intervista per il sito Ferrari.com, ha evidenziato come tutti gli uomini della Rossa stiano lavorando assiduamente per aumentare la competitività della F14-T. Lo spagnolo ha detto: “Dopo Monaco ho notato una bella atmosfera a Maranello. Tutti sono molto motivati e affamati di buoni risultati. Tuttavia siamo realisti, sappiamo bene dove siamo al momento, ma da ora in poi vogliamo essere in condizione di ottenere buoni risultati e di goderci un po’ di più i weekend di gara. Una cosa è certa: stiamo tutti lavorando nella stessa direzione per migliorare la vettura”.

Il pilota spagnolo è sempre stato vicino alla squadra e ha partecipato attivamente allo sviluppo delle nuove componenti per la vettura. Alonso ha passato molto tempo al simulatore, testando le novità e dando importanti feedback ai tecnici.“È importante trascorrere del tempo con gli ingegneri, i meccanici e il resto del personale anche lontano dai weekend di gara, perché ci sono sempre nuove idee da esaminare o possono saltare fuori degli spunti utili per il lavoro. Magari finché si sta mangiando tutti insieme ci viene in mente qualcosa da provare al Gran Premio successivo o al simulatore. Per questo mi piace passare del tempo qui, in questo ambiente unico e famigliare”.

Fernando Alonso si è detto fiducioso in vista del Gran Premio del Canada ed è sicuro che il lavoro svolto a Maranello sia stato fondamentale per aumentare il livello di prestazione della F14-T:“Abbiamo migliorato la F14 T sul piano dell’aerodinamica, mentre al simulatore abbiamo fatto moltissimo lavoro sull’assetto: il nostro obiettivo è avere una vettura migliore in Canada. Impossibile però fare pronostici perché i nostri miglioramenti devono essere visti in relazione a quelli che faranno i nostri avversari. L’ambizione resta quella di ridurre il gap il più possibile”.

Il pilota della Scuderia Ferrari, ha analizzato anche le caratteristiche del circuito di Montréal, pista particolarmente insidiosa, con poche e pericolose curve. Il Gran Premio del Canada non concede il minimo errore, i muretti sono molto vicini alla pista e le poche vie di fuga rendono da sempre questo tracciato uno dei più affascinanti e complicati del mondiale. Il circuito è inoltre molto severo anche dal punto di vista meccanico, soprattutto a livello dell’impianto frenante, fondamentale sarà quindi anche l’affidabilità delle vetture. Alonso a tal riguardo ha dichiarato:“Il tracciato ha solo sei o sette curve, ma ciascuna di esse ha qualcosa di speciale e una certa componente di pericolo. Affrontarle in modo corretto ti può dare grandi vantaggi in termini di tempo sul giro. A Montreal non c’è margine per gli errori, tutti i muretti sono molto, molto vicini alla pista. Un’altra cosa bella è la passione che emerge da tutta la città e che sembra contagiare ogni abitante. Ho vinto qui e posso dire di avere ottimi ricordi legati a questo tracciato. Ricordo però anche quella grossa tempesta qualche anno fa, con la gara sospesa per ore e una lunga attesa sulla griglia. I miei risultati qui sono stati altalenanti, alcune volte sono andato molto bene, altre meno. Speriamo che questo sia un anno buono”.

Ecco qui sotto la video intervista integrale per il sito Ferrari.com al pilota Fernando Alonso. Seguirà un’interessante spiegazione da parte del Deputy Chief Designer della Scuderia Ferrari, Simone Resta, sul set-up dell’impianto frenante per il Gran Premio del Canada.

Scritto da Daniele Vanin

L'autore
Daniele Vanin | Classe 1988, iscritto alla facoltà di Scienze Politiche, grande appassionato di motori e fan del mondo della Formula 1. Nel cuore le supercar e tutte le vetture che riescono a trasmettere emozioni. Tra gli interessi, il giornalismo sportivo!

Leave a Reply

*

*

code