Autore: Davide Leone

Davide Leone | 19 anni, Irpino. Studente di lingue, aspirante traduttore. La F1 ha un valore unico nella mia vita, farne il mio pane quotidiano è il sogno e l’obiettivo.

A quattro gare dalla fine della stagione, restano ancora alcuni sedili liberi sulla griglia 2020. Uno di questi è all’Alfa Romeo, al fianco di Kimi Räikkönen; nonostante alcuni rumour circolati a Monza dessero per ufficiale la riconferma di Antonio Giovinazzi, la decisione finale sul suo destino non è ancora stata presa. Tuttavia, durante il weekend del GP del Giappone, il team principal Frédéric Vasseur ha lodato la crescita del pilota pugliese nelle ultime uscite: “Penso che Antonio stia facendo un ottimo lavoro, nelle ultime sei o sette qualifiche è riuscito ad essere al livello di Kimi. Sta migliorando, e ho molta…

Read More

Attraverso un comunicato pubblicato sul suo sito ufficiale, la FIA ha annunciato di aver intrapreso una collaborazione con la FIM (Fédération Internationale de Motocyclisme), l’organo governante del mondo delle due ruote; come recita il comunicato, insieme le due lavoreranno ad una serie di progetti volti a migliorare la sicurezza in pista. Il primo di essi riguarda un nuovo standard per la vernice da utilizzare sui cordoli, sui limiti della pista e sulle vie di fuga: essa dovrà rispettare determinati criteri (performance, proprietà di attrito, visibilità in tutte le condizioni). Il rispetto di questi criteri dovrebbe anche garantire livelli di grip…

Read More

L’accordo pre-gara fra i piloti Ferrari, lo scambio di team radio, la strategia riservata a Sebastian Vettel: gli eventi del GP di Russia hanno indubbiamente lasciato strascichi a Maranello, ma gli innumerevoli commenti presenti sul web mostrano che anche la tifoseria si è spaccata. La maggioranza, purtroppo, si è schierata contro il #5. Da ferraristi, non si può non adorare Charles Leclerc, futuro della Scuderia e capace di emozionarci più e più volte già quest’anno; ma, allo stesso tempo, è assurdo attaccare Vettel e sostenere che sia un “bollito”, o che non abbia più nulla da dare alla F1. Nel…

Read More

La prestazione della Ferrari al Gran Premio di Singapore ha sorpreso praticamente tutti nel paddock, compreso il leader del campionato Lewis Hamilton, che ha fatto notare come ad aver fatto la differenza sia stata la “fame di vittoria” della Rossa. Per il britannico, ora che l’asticella si è alzata la Mercedes non può far altro che rispondere: anche se entrambe le classifiche mondiali parlano chiaro (Lewis stesso ha 65 punti di vantaggio sul compagno Bottas), la Ferrari ha vinto tre gare di fila su tre piste completamente diverse l’una dall’altra. Ad alimentare ancor di più la delusione di Hamilton, la…

Read More

Fra i motivi principali del passaggio di Pierre Gasly da Red Bull a Toro Rosso, durante la pausa estiva, c’è la convinzione che il secondo posto della Ferrari nella classifica costruttori sia attaccabile, con due piloti all’altezza; tuttavia, il team di Maranello si è portato a casa importanti vittorie di tappa nelle ultime due gare, aumentando il vantaggio sugli austriaci da 44 a 85 punti. E’ necessario però specificare che le ultime due piste, Spa e Monza, erano le più adatte alla monoposto del Cavallino, grazie ai loro lunghi rettilinei; dal weekend di Singapore, storicamente favorevole alla Red Bull, gli…

Read More

Il tragico incidente di Anthoine Hubert, durante gara-1 di F2 a Spa, ha dato il “la” a diverse opinioni sullo stato attuale della sicurezza nel Motorsport; fra queste, non poteva mancare all’appello quella di Jacques Villeneuve, ormai famoso per le sue dichiarazioni al vetriolo. Il Campione del Mondo 1997, in un’intervista alla Tv belga RTBF, ha infatti puntato il dito contro i piloti più giovani, affermando che “quando scendono in pista si comportano come se stessero ancora al simulatore. Rispetto al passato hanno meno stress, meno adrenalina, non hanno la stessa concezione del pericolo e degli enormi rischi che corrono…

Read More

Dopo il difficile weekend di Monza, Sebastian Vettel ha ottenuto un primato poco invidiabile. Infatti, a seguito dei 3 punti di penalità sulla patente FIA dovuti al contatto con Lance Stroll, il tedesco è diventato il pilota ad averne ricevuti di più da quando il sistema è stato introdotto (2014). Il totale delle sanzioni di Vettel ammonta a 24 punti, ricevuti per 10 infrazioni diverse, contro i 21 di Max Verstappen e Romain Grosjean. Ricordiamo che il sistema prevede una squalifica di una gara per i piloti che conseguano 12 punti di penalità in un periodo di 12 mesi, e…

Read More